Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

volontariato e benessere di comunità

981 views

Published on

Workshop 19 maggio 2011

Published in: News & Politics, Business
  • Be the first to comment

volontariato e benessere di comunità

  1. 1. La storia siamo noi, attenzione, nessuno si senta escluso . / La storia siamo noi,  / siamo noi queste onde nel mare, / Questo rumore che rompe il silenzio , / questo silenzio così duro da raccontare. / E poi ti dicono: ‘ Tutti sono uguali , / Tutti rubano alla stessa maniera / Ma è solo un modo per convincerti / A restare chiuso dentro casa quando viene la sera “ Francesco de Gregori VOLONTARIATO E BENESSERE DI COMUNITÀ: PERSONE AL CENTRO Stefano Cugini
  2. 2. “ nessun male sociale può superare la frustrazione e la disgregazione che la disoccupazione arreca alle collettività umane” Federico Caffè
  3. 3. Impatto ECONOMICO Impatto CULTURALE Impatto sociale
  4. 4. La coesione sociale è costantemente messa alla prova e i modelli fin qui proposti dalla politica e dall’economia sono in crisi: il volontariato si pone come visione alternativa , instancabile promotore delle relazioni di prossimità fra le persone. All’individualismo della cultura neo-liberista oppone un’idea di controllo socio-strumentale , facendosi interprete della partecipazione diffusa , nella convinzione di poter “cambiare il mondo” attraverso l’ agire solidale di una comunità. “ Occorre ridefinire un nuovo patto tra volontariato e istituzioni, che rimetta al centro la partecipazione dei cittadini e la loro disponibilità a farsi carico del benessere della collettività senza farsi ridurre ad erogatori di servizi a basso costo” Cecilia Carmassi … scambiamoci l’augurio di restare umani dentro le contraddizioni, le violenze e le paure del nostro tempo.
  5. 5. Alcuni studiosi hanno lanciato l’allarme rilevando che i forum di discussione su internet sono spesso luoghi dove proliferano opinioni estremiste . Il fatto di superare barriere geografiche e spaziali offre agli utenti la possibilità di confrontarsi con persone che condividono le stesse idee radicali . Dove si incontrano persone che hanno opinioni simili gli esiti più probabili sono il rafforzamento e la polarizzazione . Le predisposizioni estreme sono tenute sotto controllo fino a che sono vissute in isolamento, mentre nell’incontro su un terreno fertile si possono trasformare in vere e proprie forme di fanatismo . + BLOG + CHAT + FACEBOOK + TWITTER SI, ma … L’ INTERAZIONE SOCIALE? INTERNET
  6. 6. Per il sociologo e politologo Robert Putnam la tivù (e internet , oggi) ha grande responsabilità nel “ DECLINO DEL CAPITALE SOCIALE ”, inteso come l’insieme di virtù a disposizione della comunità, utili a definirne una migliore qualità della vita rispetto ai propri membri. Si tratta di un parametro che si misura in base a indicatori volti a definire il tasso di partecipazione alle attività collettive, sociali, politiche da parte della cittadinanza ( lettura di libri, prestiti bibliotecari, n°di donatori di sangue, iscritti a partiti o associazioni) . Maggiore capitale sociale significa più alti indici di scolarizzazione e forza lavoro più qualificata, maggiormente rispondente all’ idea collettiva di crescita e benessere . 319 organizzazioni di volontariato a PC e provincia (di cui 207 operanti in ambito socio-sanitario) circa 40.000 volontari (di cui 24.000 attivi) Il VOLONTARIATO è la base delle c.d. “ civic virtues ”  uno degli indicatori principali nella definizione del capitale sociale
  7. 7. Occorre valorizzarne la FUNZIONE INTEGRATIVA rispetto ai servizi erogati dalle istituzioni: bisogna prendere atto del suo ruolo politico e della capacità di promuovere cittadinanza attiva, “ riorganizzando lo Stato secondo il principio della SUSSIDIARIETÀ ORIZZONTALE e valorizzando le energie di civismo democratico” . Pierluigi Bersani
  8. 8. alcune esperienze innovative <ul><li>adesione valoriale </li></ul><ul><li>formazione </li></ul><ul><li>rispetto delle regole </li></ul>la presenza delle ODV concorre a rafforzare la garanzia al diritto alla salute. supporta il cittadino/paziente nell’ interpretazione delle nuove terminologie sanitarie, sempre più soggette allo sviluppo tecnologico e della professionalità e competenze degli operatori ( aiuta la decodifica ). si pone quale elemento pro-attivo nel sistema dei servizi sociali e sanitari rispetto al tema del benessere: il volontariato è aiuto alla persona durante il percorso di cura, ne supporta la dimensione più naturale, pone attenzione al valore dell’individuo in sé  approccio ecologico e olistico ( è anello di congiunzione ). VOLONTARIATO DI RELAZIONE conta su una forte componente motivazionale che distingue le persone nel momento della scelta di stare con il disagio e la sofferenza, per “accogliere” chi ha bisogno.
  9. 9. FORUM TERZO SETTORE Comitato Paritetico CCM
  10. 10. Stefano Cugini - volontario “ L’albatros è un uccello che, al contrario del calabrone, possiede ali amplissime e zampe corte e sottili, comunque di dimensioni non proporzionate all’apertura alare. Quando si impadronisce delle correnti ascensionali dell’aria, l’albatros vola con tale agilità e con così stupenda maestà da sembrare che il suo volo non gli richiede grande sforzo. Non appena si posa a terra, però, diventa maldestro, sgraziato e incapace, senza l’aiuto del vento, di spiccare il volo. Più agita le sue grandi ali, più appare goffo: e il risultato è che non sa fare altro che ridicoli balzi in avanti. Il Volontariato è un po’ come l’albatros : quando vola alto riceve consenso e ammirazione; quando si posa a terra, e non tende le ali al vento, svela una certa impotenza, perché “a terra” ci si scontra quasi sempre su questioni meschine. L’augurio (…) è che il volontariato mai si presti a dare ascolto a chi gli propone di volare basso, ma si attrezzi per intercettare sempre le correnti ascensionali dell’aria” . Stefano Zamagni presidente Agenzia per le Onlus

×