SlideShare a Scribd company logo
La PrEP: il lavoro
Community-Based
Formazione PLUS BLQ CHECK POINT 2023 - 07.10.2023
Marco Bastian Stizioli
cofondatore di PrEP in Italia,
content creator e formatore
Ci presentiamo?
Come ti chiami
I pronomi che usi
Se sei in PrEP, se ti va di dircelo : )
Su cosa ci
confrontiamo
oggi
La bussola per orientarci
Per chi è la PrEP?
PrEP per GBMSM e persone
trans* al BLQ PrEP Point
Alcune storie vere
CBVCT (Community-Based Voluntary Counselling and Testing) is any
programme or service that offer HIV counselling and
testing on a voluntary basis outside formal health facilities and that
has been designed to target specific groups of the population most
at risk and is clearly adapted for and accessible to those communities.
Moreover, these services should ensure the active participation of the
community with the involvement of community representatives
either in planning or implementing HIV testing interventions and
strategies.
Cobatest: guide to do it better in our CBVCT centres
Secondo voi
Parliamone insieme
QUALI DOVREBBERO ESSERE I PRINCÌPI/VALORI
CHE ORIENTANO IL NOSTRO LAVORO COMMUNITY
BASED?
Perché facciamo attivismo?
Quali sono i nostri punti forti/deboli?
Quali paletti vogliamo mettere nella
relazione con l’utenza?
Ogni risposta è valida, ma conoscerla
ci aiuta a lavorare meglio.
Conosci te stessə
La nostra
bussola
Dovremmo far si che l’utente aderisca
alla sua idea di libertà sessuale e trovi
le sue specifiche modalità per
prendersi cura della sua salute.
Tutte cose che potrebbero non
coincidere con la nostra idea di libertà
e di cura.
La libertà dell'altrə
La nostra
bussola
Conosci te stessə
Anzi, non far trasparire i giudizi.
Avere preconcetti e opinioni è umano,
ma non siamo qui per fare lə poliziottə
della vita sessuale.
Il giudizio allontana lə utenti.
Non giudicare
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə
Conoscere le ultime novità della
prevenzione (DoxyPEP, Cabotegravir
ecc) e i servizi sul territorio/online ci
permette di informare in maniera
adeguata lə utenti.
Essere sul pezzo
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare
Impariamo a chiedere aiuto a chi ne sa
più di noi e facciamo un lavoro di
squadra.
Ogni uomo è un'isola, e rimango di
questa opinione. Però, chiaramente,
alcuni uomini fanno parte di un
arcipelago di isole. E sotto l'oceano in
effetti le isole sono collegate.
About a boy
Fare rete
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare, essere sul pezzo
Mettiamo in gioco le nostre vite, che
non sono un esempio, ma un
suggerimento.
Fanno sentire lə utenti meno solə
perché persone simili si sono trovate
(più o meno) nella stessa situazione e
la nostra storia può essere spunto per
scoprire una prospettiva diversa.
Le nostre storie
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare, essere sul pezzo, fare
rete
Sentiremo storie ed espressioni di tutti
i tipi. Rimbocchiamoci le maniche e
armiamoci di pazienza: se aggrediamo,
non risolviamo nulla.
Non screditiamo le domande e le
affermazioni delle persone solo perché
ci sembrano sciocche.
La pazienza
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare, essere sul pezzo, fare
rete, le nostre storie
Quando la pazienza non basta, diamoci
il diritto tra volontarə di creare uno
spazio sicuro dove fare battute
scorrette e usare la cattiveria come
valvova di sfogo a situazioni che non
sempre riusciamo a reggere.
“la cattiveria”
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare, essere sul pezzo, fare
rete, le nostre storie, la pazienza
Ma soprattutto
La nostra
bussola
Conosci te stessə, la libertà dell'altrə,
non giudicare, essere sul pezzo, fare
rete, le nostre storie, la pazienza, la
“cattiveria”
Perdoniamoci...
Cos’è la PrEP?
LA PREP È UN PROTOCOLLO MEDICO CHE
PROTEGGE DALL’HIV PRENDENDO UN FARMACO
PRIMA E DOPO AVER FATTO SESSO
Posologia della PrEP
CHE TU ABBIA UN PENE O UNA VULVA, LA PREP TI
PROTEGGE DALL’HIV, MA LE MODALITÀ DI
ASSUNZIONE SONO DIVERSE
Come assumere la PrEP
Una compressa al giorno e dopo 7 giorni sarai protettə dall’HIV.
Se hai un pene, puoi iniziare anche con 2 compresse prese insieme
due ore prima di un rapporto sessuale e puoi interromperla due giorni
dopo l'ultimo rapporto.
Se hai una vulva, devi invece interromperla sette giorni dopo l’ultimo
rapporto sessuale. Il farmaco ha bisogno di tempo per essere efficace
nei tessuti vaginali.
Per chi è la PrEP?
SECONDO AIFA
SCHEDA PRESCRIZIONE PER RIMBORSABILITÀ
DETERMINA AIFA 349/2023
La PrEP per AIFA
SCHEDA PRESCRIZIONE PER RIMBORSABILITÀ
DETERMINA AIFA 349/2023
La PrEP per AIFA
Quali sono le criticità di questi punti?
ADERENZA = assumere farmaci con modalità/tempistiche corrette
Negare la PrEP per condizioni che possano compromettere l’aderenza
(come si valutano?) farà sentire la persona frustrata, perderà fiducia
nel sistema sanitario e non inizierà di certo a usare il preservativo.
Una scarsa aderenza è meglio di non assumere la PrEP del tutto.
Lə medicə dovrebbe avere la sensibilità di rinviare a supporto
psicologico e/o di comunità.
Quali sono le criticità di questo punto?
Non basta dire
che la PrEP è
per chi non usa
il preservativo
Si mente per paura dei giudizi
Sessofobia e sierofobia portano ad
avere paura dell’HIV (infondata, ma
con sofferenza reale!) anche con
rapporti non a rischio. La PrEP può
essere un primo passo per iniziare a
fare sesso con più tranquillità.
Non basta dire
partner
occasionale
Nelle relazioni abusanti non si può
negoziare il preservativo
Non sempre si riesce a chiedere il
preservativo/test anche in relazioni
non abusanti
Non basta dire
negli ultimi tre
mesi
Una persona può aver sempre usato
il preservativo e vuole iniziare la PrEP
proprio per smettere di usarlo (a
volte o sempre)
Perché negare il diritto al piacere e a
sperimentare?
No, è corretto dire "partner
con stato sierologico
ignoto o che vive con HIV
con carica virale
rilevabile" perché
La PrEP non serve se si fa
sesso con persone che
vivono con HIV in terapia
con carica virale non
rivelabile (U=U).
La carica virale è rilevabile nei primi
mesi di terapia o per scarsa aderenza o
fallimento terapeutico virologico: casi
comunque molto limitati.
Motivi
sanitari
I soli due motivi
di esclusione
dalla PrEP
ma ogni caso è a sé e va valutato
dall’infettivologə, anche a
seconda del rischio HIV
Rapporti sessuali solo con persone
HIV+ non rivelabile (es. relazione
monogama)
Ma allora
PER CHI È LA PREP?
La nostra risposta
Ma allora
PER CHI È LA PREP?
Per tuttə
Differentiated and simplified pre-exposure
prophylaxis for HIV prevention: update to WHO
implementation guidance, 2022
La priorità dovrebbe essere data a chiunque
chieda la PrEP perché la richiesta stessa
potrebbe indicare che c'è un rischio di
contrarre l'HIV. [...]
Il costo-efficacia non dovrebbe essere l'unico
parametro quando si implementano dei
programmi PrEP: rimanere HIV negativə e avere
il controllo sul rischio di HIV ha un valore
intangibile per le persone e le comunità.
Parliamo della PrEP a chiunque perché
non sappiamo cosa realmente succeda
nella vita delle persone.
Starà poi alla persona capire - magari col supporto della communità e
a seconda delle sue abitudini sessuali (che cambiano nel tempo) e alla
sua capacità/voglia di negoziare/usare il preservativo e alla sua
percezione di sicurezza - se iniziarla o continuare ad assumerla.
HIV è "solo" un virus
E NON SCEGLIE CHI COLPIRE
Basta un solo rapporto a rischio per contrarre
l’HIV e chiunque faccia sesso è
pontenzialmente a rischio
La PrEP ci regala
LA LIBERTÀ DI NON DOVERCI PREOCCUPARE
DELLO STATO SIEROLOGICO DELL’ALTRƏ
perché siamo noi che prendiamo il controllo
della nostra salute sessuale senza dover
domandare niente a nessunə
Se la PrEP è per tuttə,
GBMSM=Gay, bisessuali,
maschi che fanno sesso con maschi
perché al BLQ PREP Point
viene data solo a GBMSM e
persone trans*?
PrEP, GBMSM
e persone trans*
Situazione epidemiologica e rischio
maggiore nel sesso anale: i GBMSM e
le donne trans* con pene possono
avere entrambi i ruoli (insertivo e
ricettivo)
PrEP, GBMSM
e persone trans*
Comunità discriminata che ha
bisogno di uno spazio sicuro
come il BLQ PrEP Point
Vulnerabilità biologica e
prevalenza nella comunità
PrEP, GBMSM
e persone trans*
Comunità discriminata che ha
bisogno di uno spazio sicuro
come il BLQ PrEP Point
Cultura sessuale che spesso la
sanità non conosce
cruising club, battuage, Grindr, fisting,
chemsex, bareback (BB)...
Vulnerabilità biologica e
prevalenza nella comunità
PrEP, GBSM
e persone trans*
Vulnerabilità biologica e
prevalenza nella comunità
Comunità discriminata che ha
bisogno di uno spazio sicuro
come il BLQ PrEP Point
Cultura sessuale che spesso la
sanità pubblica non conosce
È difficile offrire il servizio a tuttə
Sei persone
CHE HO INCONTRATO E CHE POTRESTE
INCONTRARE ANCHE VOI
Lavoro di gruppo
Cosa rispondiamo a queste persone?
Maurizio, 34 anni è in una
relazione monogama con
Claudio, che vive con HIV e
non è rilevabile. Vorrebbe
iniziare la PrEP per fare sesso
protetto con Claudio.
Lucia, 22 anni è lesbica ed
è venuta per fare i test. Fa
sesso solo con donne cis e
chiede informazioni sulla
PrEP perché vorrebbe
proteggersi dall’HIV.
Carlo, 50 anni diffida della
PrEP, pensa che sia solo per
chi scopa con tutti. Dichiara
che fa sesso senza
preservativo solo con chi
conosce bene.
Manuele, 24 anni fa poco
sesso, ma quando lo fa non
riesce a negoziare il
preservativo, ma ha paura
che la PrEP lo faccia
diventare una zoccola.
Mario, 28 anni in PrEP da 2
anni. Esce con un Valerio da
3 mesi e vorrebbe smettere
la PrEP. Si chiede cosa gli
serva che sta iniziando una
relazione monogama.
Alessia, 30 anni ragazza
trans* in PrEP che ci chiede
suggerimenti per ricordarsi
di prenderla e se protegge
anche quando lo sperma va
sui geloni delle mani
Cosa rispondiamo a Maurizio
Maurizio, 34 anni è in una
relazione monogama con
Claudio, che vive con HIV e
non è rilevabile. Vorrebbe
iniziare la PrEP per fare sesso
protetto con Claudio.
Cosa rispondiamo a Maurizio
Maurizio, 34 anni è in una
relazione monogama con
Claudio, che vive con HIV e
non è rilevabile. Vorrebbe
iniziare la PrEP per fare sesso
protetto con Claudio.
Capiamo le tue paure (lo stigma HIV è forte),
ma forse capire perché hai queste paure
potrebbe aiutarti a stare meglio.
Rimarchiamo U=U e che non hai bisogno della
PrEP se fai sesso solo con Claudio.
Se ti consigliassimo la PrEP, manderemmo
all’aria anni di lotte contro lo stigma HIV e non
possiamo permettercelo.
Cosa rispondiamo a Lucia
Lucia, 22 anni è lesbica ed è
venuta per fare i test. Fa
sesso solo con donne cis e
chiede informazioni sulla
PrEP perché vorrebbe
proteggersi dall’HIV.
Cosa rispondiamo a Lucia
Lucia, 22 anni è lesbica ed è
venuta per fare i test. Fa
sesso solo con donne cis e
chiede informazioni sulla
PrEP perché vorrebbe
proteggersi dall’HIV.
Capiamo le tue paure (lo stigma HIV è forte),
ma il rischio HIV con rapporti vulva-vulva è
talmente incosistente che nessuna linea
guida consiglia la PrEP se ci sono solo questo
tipo di rapporti.
Hai valutato piuttosto vaccino HPV (in Emilia
Romagna gratuito fino ai 26 anni per
donne/persone con vulva) e test periodici
anche per clamidia e gonorrea al Sant’Orsola?
Cosa rispondiamo a Carlo
Carlo, 50 anni diffida della
PrEP, pensa che sia solo per
chi scopa con tutti. Dichiara
che fa sesso senza
preservativo solo con chi
conosce bene.
Cosa rispondiamo a Carlo
Carlo, 50 anni diffida della
PrEP, pensa che sia solo per
chi scopa con tutti. Dichiara
che fa sesso senza
preservativo solo con chi
conosce bene.
La PrEP non è obbligatoria. Va benissimo se nel
preservativo e nel BB con chi conosci bene hai
trovato la strategia giusta di prevenzione per te.
La PrEP però non la usa solo chi fa sesso con
chiunque. Tante persone in PrEP non lo dicono
per paura dello stigma.
L’HIV non colpisce solo chi è promiscuo. Basta
non solo rapporto per contrarre l’HIV, da chi non
si è mai testato o pensa di esserne immune.
Cosa rispondiamo a Manuel
Manuele, 24 anni fa poco
sesso, ma quando lo fa non
riesce a negoziare il
preservativo, ma ha paura
che la PrEP lo faccia
diventare una zoccola.
Cosa rispondiamo a Manuel
Manuele, 24 anni fa poco
sesso, ma quando lo fa non
riesce a negoziare il
preservativo, ma ha paura
che la PrEP lo faccia
diventare una zoccola.
Cos’è c’è di male a diventare una zoccola?
Ma al di là delle battute, potresti provare la PrEP
on demand per qualche mese e vedere cosa
succede. Puoi sempre tornare indietro.
Inoltre - dalla nostra esperienza - la PrEP non
cambia le persone e non porta ad aumentare il
numero di partner. Porta solo a fare sesso con
più serenità.
Cosa rispondiamo a Mario
Mario, 28 anni in PrEP da 2
anni. Esce con un Valerio da 3
mesi e vorrebbe smettere la
PrEP. Si chiede cosa gli serva
che sta iniziando una
relazione monogama.
Cosa rispondiamo a Mario
Mario, 28 anni in PrEP da 2
anni. Esce con un Valerio da 3
mesi e vorrebbe smettere la
PrEP. Si chiede cosa gli serva
che sta iniziando una
relazione monogama.
Ha senso quello che dici: in una relazione
monogama non ha senso assumere la PrEP.
Dall’altro lato, abbiamo visto troppe infezioni HIV
dovute a “relazioni monogame”.
Smettere la PrEP è chiaramente una valutazione
personale anche a seconda del grado di confidenza
che hai con Valerio.
Cosa rispondiamo a Alessia
Alessia, 30 anni ragazza trans*
in PrEP che ci chiede qualche
suggerimento per ricordarsi di
prenderla e se protegge
anche quando lo sperma va
sui geloni delle mani
Cosa rispondiamo a Alessia
Alessia, 30 anni ragazza trans*
in PrEP che ci chiede qualche
suggerimento per ricordarsi
di prenderla e se protegge
anche quando lo sperma va
sui geloni delle mani
Scarica un’app - più efficace di una sveglia - che ti
invii una notifica e ti permetta di segnare quando
l’hai presa (es. Medisafe, Preppy, PrEPapp, MyPrEP).
Compra un porta pillole per avere la PrEP sempre
con te.
Lo sperma sui geloni non è un contatto a rischio HIV,
a prescindere di essere in PrEP o meno. Ti
ricordiamo quali sono i rapporti a rischio HIV e
capiamo la tua ansia. Non c’è una soluzione facile
per non averla. Forse accettare che una parte di
ansia ci sarà sempre ci potrebbe far star meglio.
Grazie
DELL’ATTENZIONE
prepinfo.it @prepinitalia
@bastbuxx
Contatti

More Related Content

Similar to La PrEP: il lavoro community-based

IO VOLO - Slide corso volontari con esperienza
IO VOLO - Slide corso volontari con esperienzaIO VOLO - Slide corso volontari con esperienza
IO VOLO - Slide corso volontari con esperienzapiccolorifugio
 
Linea guida-psoriasi-2016
Linea guida-psoriasi-2016Linea guida-psoriasi-2016
Linea guida-psoriasi-2016Roberto Conte
 
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...CKBGShare
 
Il ruolo dello psichiatria
Il ruolo dello psichiatriaIl ruolo dello psichiatria
Il ruolo dello psichiatriaFrancesco Polito
 
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibili
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibiliLo stigma sociale nelle disabilità invisibili
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibiliMatteo Spedicato
 
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altro
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altroPresentazione progetto net_addiction_io me e il non altro
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altrofrancicarubbi
 
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)csermeg
 
ANDROLOGIA PEDIATRICA
ANDROLOGIA PEDIATRICAANDROLOGIA PEDIATRICA
ANDROLOGIA PEDIATRICAMario Mancini
 
Guida aifa-alle-cure-miracolose
Guida aifa-alle-cure-miracoloseGuida aifa-alle-cure-miracolose
Guida aifa-alle-cure-miracoloseLidia Baratta
 
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"Paolo Pascucci
 
Non ho nulla da perdere a provarlo
Non ho nulla da perdere a provarloNon ho nulla da perdere a provarlo
Non ho nulla da perdere a provarloAIFA_ufficiale
 
Fare di più ferrando piacenza fimp
Fare di più ferrando piacenza  fimpFare di più ferrando piacenza  fimp
Fare di più ferrando piacenza fimpAlberto Ferrando
 
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015Alberto Ferrando
 
Il supporto psicologico per le coppie infertili
Il supporto psicologico per le coppie infertiliIl supporto psicologico per le coppie infertili
Il supporto psicologico per le coppie infertiliObiettivo Psicologia Srl
 
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO. Il corpo ...
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO.Il corpo ...OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO.Il corpo ...
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO. Il corpo ...Lorenzo Capello
 
Opuscolo sulle dipendenze patologiche
Opuscolo sulle dipendenze patologicheOpuscolo sulle dipendenze patologiche
Opuscolo sulle dipendenze patologicheAgostino Acri
 
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)Lorenzo Capello
 
Trasformare la Medicina è davvero possibile
Trasformare la Medicina è davvero possibileTrasformare la Medicina è davvero possibile
Trasformare la Medicina è davvero possibileLorenzo Capello
 
ICF in the social psychiatry setting
ICF in the social psychiatry settingICF in the social psychiatry setting
ICF in the social psychiatry settingAndreaMartinuzzi3
 

Similar to La PrEP: il lavoro community-based (20)

IO VOLO - Slide corso volontari con esperienza
IO VOLO - Slide corso volontari con esperienzaIO VOLO - Slide corso volontari con esperienza
IO VOLO - Slide corso volontari con esperienza
 
Linea guida-psoriasi-2016
Linea guida-psoriasi-2016Linea guida-psoriasi-2016
Linea guida-psoriasi-2016
 
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...
ConvegnoCKBG2014 - Carpinelli, Nappa, Amodeo & Cesareni - Il counseling psico...
 
Il ruolo dello psichiatria
Il ruolo dello psichiatriaIl ruolo dello psichiatria
Il ruolo dello psichiatria
 
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibili
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibiliLo stigma sociale nelle disabilità invisibili
Lo stigma sociale nelle disabilità invisibili
 
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altro
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altroPresentazione progetto net_addiction_io me e il non altro
Presentazione progetto net_addiction_io me e il non altro
 
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)
Studio sui pazienti con esperienza di malattia neoplastica (Giorgio Visentin)
 
Firenze Neuroscienze Speciale COVID-19
Firenze Neuroscienze Speciale COVID-19Firenze Neuroscienze Speciale COVID-19
Firenze Neuroscienze Speciale COVID-19
 
ANDROLOGIA PEDIATRICA
ANDROLOGIA PEDIATRICAANDROLOGIA PEDIATRICA
ANDROLOGIA PEDIATRICA
 
Guida aifa-alle-cure-miracolose
Guida aifa-alle-cure-miracoloseGuida aifa-alle-cure-miracolose
Guida aifa-alle-cure-miracolose
 
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"
Non ho nulla da perdere a provarlo: vademecum sulle "cure miracolose"
 
Non ho nulla da perdere a provarlo
Non ho nulla da perdere a provarloNon ho nulla da perdere a provarlo
Non ho nulla da perdere a provarlo
 
Fare di più ferrando piacenza fimp
Fare di più ferrando piacenza  fimpFare di più ferrando piacenza  fimp
Fare di più ferrando piacenza fimp
 
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015
Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015
 
Il supporto psicologico per le coppie infertili
Il supporto psicologico per le coppie infertiliIl supporto psicologico per le coppie infertili
Il supporto psicologico per le coppie infertili
 
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO. Il corpo ...
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO.Il corpo ...OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO.Il corpo ...
OLTRE I LIMITI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE E TRADIZIONALE, L’UOMO. Il corpo ...
 
Opuscolo sulle dipendenze patologiche
Opuscolo sulle dipendenze patologicheOpuscolo sulle dipendenze patologiche
Opuscolo sulle dipendenze patologiche
 
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)
Dalle parole ai fatti - È in atto un cambiamento (2° incontro)
 
Trasformare la Medicina è davvero possibile
Trasformare la Medicina è davvero possibileTrasformare la Medicina è davvero possibile
Trasformare la Medicina è davvero possibile
 
ICF in the social psychiatry setting
ICF in the social psychiatry settingICF in the social psychiatry setting
ICF in the social psychiatry setting
 

La PrEP: il lavoro community-based

  • 1. La PrEP: il lavoro Community-Based Formazione PLUS BLQ CHECK POINT 2023 - 07.10.2023 Marco Bastian Stizioli cofondatore di PrEP in Italia, content creator e formatore
  • 2. Ci presentiamo? Come ti chiami I pronomi che usi Se sei in PrEP, se ti va di dircelo : )
  • 3. Su cosa ci confrontiamo oggi La bussola per orientarci Per chi è la PrEP? PrEP per GBMSM e persone trans* al BLQ PrEP Point Alcune storie vere
  • 4. CBVCT (Community-Based Voluntary Counselling and Testing) is any programme or service that offer HIV counselling and testing on a voluntary basis outside formal health facilities and that has been designed to target specific groups of the population most at risk and is clearly adapted for and accessible to those communities. Moreover, these services should ensure the active participation of the community with the involvement of community representatives either in planning or implementing HIV testing interventions and strategies. Cobatest: guide to do it better in our CBVCT centres
  • 5. Secondo voi Parliamone insieme QUALI DOVREBBERO ESSERE I PRINCÌPI/VALORI CHE ORIENTANO IL NOSTRO LAVORO COMMUNITY BASED?
  • 6. Perché facciamo attivismo? Quali sono i nostri punti forti/deboli? Quali paletti vogliamo mettere nella relazione con l’utenza? Ogni risposta è valida, ma conoscerla ci aiuta a lavorare meglio. Conosci te stessə La nostra bussola
  • 7. Dovremmo far si che l’utente aderisca alla sua idea di libertà sessuale e trovi le sue specifiche modalità per prendersi cura della sua salute. Tutte cose che potrebbero non coincidere con la nostra idea di libertà e di cura. La libertà dell'altrə La nostra bussola Conosci te stessə
  • 8. Anzi, non far trasparire i giudizi. Avere preconcetti e opinioni è umano, ma non siamo qui per fare lə poliziottə della vita sessuale. Il giudizio allontana lə utenti. Non giudicare La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə
  • 9. Conoscere le ultime novità della prevenzione (DoxyPEP, Cabotegravir ecc) e i servizi sul territorio/online ci permette di informare in maniera adeguata lə utenti. Essere sul pezzo La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare
  • 10. Impariamo a chiedere aiuto a chi ne sa più di noi e facciamo un lavoro di squadra. Ogni uomo è un'isola, e rimango di questa opinione. Però, chiaramente, alcuni uomini fanno parte di un arcipelago di isole. E sotto l'oceano in effetti le isole sono collegate. About a boy Fare rete La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare, essere sul pezzo
  • 11. Mettiamo in gioco le nostre vite, che non sono un esempio, ma un suggerimento. Fanno sentire lə utenti meno solə perché persone simili si sono trovate (più o meno) nella stessa situazione e la nostra storia può essere spunto per scoprire una prospettiva diversa. Le nostre storie La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare, essere sul pezzo, fare rete
  • 12. Sentiremo storie ed espressioni di tutti i tipi. Rimbocchiamoci le maniche e armiamoci di pazienza: se aggrediamo, non risolviamo nulla. Non screditiamo le domande e le affermazioni delle persone solo perché ci sembrano sciocche. La pazienza La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare, essere sul pezzo, fare rete, le nostre storie
  • 13. Quando la pazienza non basta, diamoci il diritto tra volontarə di creare uno spazio sicuro dove fare battute scorrette e usare la cattiveria come valvova di sfogo a situazioni che non sempre riusciamo a reggere. “la cattiveria” La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare, essere sul pezzo, fare rete, le nostre storie, la pazienza
  • 14. Ma soprattutto La nostra bussola Conosci te stessə, la libertà dell'altrə, non giudicare, essere sul pezzo, fare rete, le nostre storie, la pazienza, la “cattiveria” Perdoniamoci...
  • 15. Cos’è la PrEP? LA PREP È UN PROTOCOLLO MEDICO CHE PROTEGGE DALL’HIV PRENDENDO UN FARMACO PRIMA E DOPO AVER FATTO SESSO
  • 16. Posologia della PrEP CHE TU ABBIA UN PENE O UNA VULVA, LA PREP TI PROTEGGE DALL’HIV, MA LE MODALITÀ DI ASSUNZIONE SONO DIVERSE
  • 17. Come assumere la PrEP Una compressa al giorno e dopo 7 giorni sarai protettə dall’HIV. Se hai un pene, puoi iniziare anche con 2 compresse prese insieme due ore prima di un rapporto sessuale e puoi interromperla due giorni dopo l'ultimo rapporto. Se hai una vulva, devi invece interromperla sette giorni dopo l’ultimo rapporto sessuale. Il farmaco ha bisogno di tempo per essere efficace nei tessuti vaginali.
  • 18. Per chi è la PrEP? SECONDO AIFA
  • 19. SCHEDA PRESCRIZIONE PER RIMBORSABILITÀ DETERMINA AIFA 349/2023 La PrEP per AIFA
  • 20. SCHEDA PRESCRIZIONE PER RIMBORSABILITÀ DETERMINA AIFA 349/2023 La PrEP per AIFA
  • 21. Quali sono le criticità di questi punti? ADERENZA = assumere farmaci con modalità/tempistiche corrette
  • 22. Negare la PrEP per condizioni che possano compromettere l’aderenza (come si valutano?) farà sentire la persona frustrata, perderà fiducia nel sistema sanitario e non inizierà di certo a usare il preservativo. Una scarsa aderenza è meglio di non assumere la PrEP del tutto. Lə medicə dovrebbe avere la sensibilità di rinviare a supporto psicologico e/o di comunità.
  • 23. Quali sono le criticità di questo punto?
  • 24. Non basta dire che la PrEP è per chi non usa il preservativo Si mente per paura dei giudizi Sessofobia e sierofobia portano ad avere paura dell’HIV (infondata, ma con sofferenza reale!) anche con rapporti non a rischio. La PrEP può essere un primo passo per iniziare a fare sesso con più tranquillità.
  • 25. Non basta dire partner occasionale Nelle relazioni abusanti non si può negoziare il preservativo Non sempre si riesce a chiedere il preservativo/test anche in relazioni non abusanti
  • 26. Non basta dire negli ultimi tre mesi Una persona può aver sempre usato il preservativo e vuole iniziare la PrEP proprio per smettere di usarlo (a volte o sempre) Perché negare il diritto al piacere e a sperimentare?
  • 27. No, è corretto dire "partner con stato sierologico ignoto o che vive con HIV con carica virale rilevabile" perché La PrEP non serve se si fa sesso con persone che vivono con HIV in terapia con carica virale non rivelabile (U=U). La carica virale è rilevabile nei primi mesi di terapia o per scarsa aderenza o fallimento terapeutico virologico: casi comunque molto limitati.
  • 28. Motivi sanitari I soli due motivi di esclusione dalla PrEP ma ogni caso è a sé e va valutato dall’infettivologə, anche a seconda del rischio HIV Rapporti sessuali solo con persone HIV+ non rivelabile (es. relazione monogama)
  • 29. Ma allora PER CHI È LA PREP? La nostra risposta
  • 30. Ma allora PER CHI È LA PREP? Per tuttə
  • 31. Differentiated and simplified pre-exposure prophylaxis for HIV prevention: update to WHO implementation guidance, 2022 La priorità dovrebbe essere data a chiunque chieda la PrEP perché la richiesta stessa potrebbe indicare che c'è un rischio di contrarre l'HIV. [...] Il costo-efficacia non dovrebbe essere l'unico parametro quando si implementano dei programmi PrEP: rimanere HIV negativə e avere il controllo sul rischio di HIV ha un valore intangibile per le persone e le comunità.
  • 32. Parliamo della PrEP a chiunque perché non sappiamo cosa realmente succeda nella vita delle persone. Starà poi alla persona capire - magari col supporto della communità e a seconda delle sue abitudini sessuali (che cambiano nel tempo) e alla sua capacità/voglia di negoziare/usare il preservativo e alla sua percezione di sicurezza - se iniziarla o continuare ad assumerla.
  • 33. HIV è "solo" un virus E NON SCEGLIE CHI COLPIRE Basta un solo rapporto a rischio per contrarre l’HIV e chiunque faccia sesso è pontenzialmente a rischio
  • 34. La PrEP ci regala LA LIBERTÀ DI NON DOVERCI PREOCCUPARE DELLO STATO SIEROLOGICO DELL’ALTRƏ perché siamo noi che prendiamo il controllo della nostra salute sessuale senza dover domandare niente a nessunə
  • 35. Se la PrEP è per tuttə, GBMSM=Gay, bisessuali, maschi che fanno sesso con maschi perché al BLQ PREP Point viene data solo a GBMSM e persone trans*?
  • 36. PrEP, GBMSM e persone trans* Situazione epidemiologica e rischio maggiore nel sesso anale: i GBMSM e le donne trans* con pene possono avere entrambi i ruoli (insertivo e ricettivo)
  • 37. PrEP, GBMSM e persone trans* Comunità discriminata che ha bisogno di uno spazio sicuro come il BLQ PrEP Point Vulnerabilità biologica e prevalenza nella comunità
  • 38. PrEP, GBMSM e persone trans* Comunità discriminata che ha bisogno di uno spazio sicuro come il BLQ PrEP Point Cultura sessuale che spesso la sanità non conosce cruising club, battuage, Grindr, fisting, chemsex, bareback (BB)... Vulnerabilità biologica e prevalenza nella comunità
  • 39. PrEP, GBSM e persone trans* Vulnerabilità biologica e prevalenza nella comunità Comunità discriminata che ha bisogno di uno spazio sicuro come il BLQ PrEP Point Cultura sessuale che spesso la sanità pubblica non conosce È difficile offrire il servizio a tuttə
  • 40. Sei persone CHE HO INCONTRATO E CHE POTRESTE INCONTRARE ANCHE VOI Lavoro di gruppo
  • 41. Cosa rispondiamo a queste persone? Maurizio, 34 anni è in una relazione monogama con Claudio, che vive con HIV e non è rilevabile. Vorrebbe iniziare la PrEP per fare sesso protetto con Claudio. Lucia, 22 anni è lesbica ed è venuta per fare i test. Fa sesso solo con donne cis e chiede informazioni sulla PrEP perché vorrebbe proteggersi dall’HIV. Carlo, 50 anni diffida della PrEP, pensa che sia solo per chi scopa con tutti. Dichiara che fa sesso senza preservativo solo con chi conosce bene. Manuele, 24 anni fa poco sesso, ma quando lo fa non riesce a negoziare il preservativo, ma ha paura che la PrEP lo faccia diventare una zoccola. Mario, 28 anni in PrEP da 2 anni. Esce con un Valerio da 3 mesi e vorrebbe smettere la PrEP. Si chiede cosa gli serva che sta iniziando una relazione monogama. Alessia, 30 anni ragazza trans* in PrEP che ci chiede suggerimenti per ricordarsi di prenderla e se protegge anche quando lo sperma va sui geloni delle mani
  • 42. Cosa rispondiamo a Maurizio Maurizio, 34 anni è in una relazione monogama con Claudio, che vive con HIV e non è rilevabile. Vorrebbe iniziare la PrEP per fare sesso protetto con Claudio.
  • 43. Cosa rispondiamo a Maurizio Maurizio, 34 anni è in una relazione monogama con Claudio, che vive con HIV e non è rilevabile. Vorrebbe iniziare la PrEP per fare sesso protetto con Claudio. Capiamo le tue paure (lo stigma HIV è forte), ma forse capire perché hai queste paure potrebbe aiutarti a stare meglio. Rimarchiamo U=U e che non hai bisogno della PrEP se fai sesso solo con Claudio. Se ti consigliassimo la PrEP, manderemmo all’aria anni di lotte contro lo stigma HIV e non possiamo permettercelo.
  • 44. Cosa rispondiamo a Lucia Lucia, 22 anni è lesbica ed è venuta per fare i test. Fa sesso solo con donne cis e chiede informazioni sulla PrEP perché vorrebbe proteggersi dall’HIV.
  • 45. Cosa rispondiamo a Lucia Lucia, 22 anni è lesbica ed è venuta per fare i test. Fa sesso solo con donne cis e chiede informazioni sulla PrEP perché vorrebbe proteggersi dall’HIV. Capiamo le tue paure (lo stigma HIV è forte), ma il rischio HIV con rapporti vulva-vulva è talmente incosistente che nessuna linea guida consiglia la PrEP se ci sono solo questo tipo di rapporti. Hai valutato piuttosto vaccino HPV (in Emilia Romagna gratuito fino ai 26 anni per donne/persone con vulva) e test periodici anche per clamidia e gonorrea al Sant’Orsola?
  • 46. Cosa rispondiamo a Carlo Carlo, 50 anni diffida della PrEP, pensa che sia solo per chi scopa con tutti. Dichiara che fa sesso senza preservativo solo con chi conosce bene.
  • 47. Cosa rispondiamo a Carlo Carlo, 50 anni diffida della PrEP, pensa che sia solo per chi scopa con tutti. Dichiara che fa sesso senza preservativo solo con chi conosce bene. La PrEP non è obbligatoria. Va benissimo se nel preservativo e nel BB con chi conosci bene hai trovato la strategia giusta di prevenzione per te. La PrEP però non la usa solo chi fa sesso con chiunque. Tante persone in PrEP non lo dicono per paura dello stigma. L’HIV non colpisce solo chi è promiscuo. Basta non solo rapporto per contrarre l’HIV, da chi non si è mai testato o pensa di esserne immune.
  • 48. Cosa rispondiamo a Manuel Manuele, 24 anni fa poco sesso, ma quando lo fa non riesce a negoziare il preservativo, ma ha paura che la PrEP lo faccia diventare una zoccola.
  • 49. Cosa rispondiamo a Manuel Manuele, 24 anni fa poco sesso, ma quando lo fa non riesce a negoziare il preservativo, ma ha paura che la PrEP lo faccia diventare una zoccola. Cos’è c’è di male a diventare una zoccola? Ma al di là delle battute, potresti provare la PrEP on demand per qualche mese e vedere cosa succede. Puoi sempre tornare indietro. Inoltre - dalla nostra esperienza - la PrEP non cambia le persone e non porta ad aumentare il numero di partner. Porta solo a fare sesso con più serenità.
  • 50. Cosa rispondiamo a Mario Mario, 28 anni in PrEP da 2 anni. Esce con un Valerio da 3 mesi e vorrebbe smettere la PrEP. Si chiede cosa gli serva che sta iniziando una relazione monogama.
  • 51. Cosa rispondiamo a Mario Mario, 28 anni in PrEP da 2 anni. Esce con un Valerio da 3 mesi e vorrebbe smettere la PrEP. Si chiede cosa gli serva che sta iniziando una relazione monogama. Ha senso quello che dici: in una relazione monogama non ha senso assumere la PrEP. Dall’altro lato, abbiamo visto troppe infezioni HIV dovute a “relazioni monogame”. Smettere la PrEP è chiaramente una valutazione personale anche a seconda del grado di confidenza che hai con Valerio.
  • 52. Cosa rispondiamo a Alessia Alessia, 30 anni ragazza trans* in PrEP che ci chiede qualche suggerimento per ricordarsi di prenderla e se protegge anche quando lo sperma va sui geloni delle mani
  • 53. Cosa rispondiamo a Alessia Alessia, 30 anni ragazza trans* in PrEP che ci chiede qualche suggerimento per ricordarsi di prenderla e se protegge anche quando lo sperma va sui geloni delle mani Scarica un’app - più efficace di una sveglia - che ti invii una notifica e ti permetta di segnare quando l’hai presa (es. Medisafe, Preppy, PrEPapp, MyPrEP). Compra un porta pillole per avere la PrEP sempre con te. Lo sperma sui geloni non è un contatto a rischio HIV, a prescindere di essere in PrEP o meno. Ti ricordiamo quali sono i rapporti a rischio HIV e capiamo la tua ansia. Non c’è una soluzione facile per non averla. Forse accettare che una parte di ansia ci sarà sempre ci potrebbe far star meglio.