Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015

1,100 views

Published on

Medicina difensiva, slow medicine, fare di più non significa fare meglio, counselling, comunicazione

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Sicupp slow medicine e Medicina difensivamilano 2015

  1. 1. www.apel-pediatri.org Il pediatra fra medicina difensiva e slow medicine: incomunicabilità o opportunità? •Prof a contratto in Pediatria ambulatoriale •Presidente Ass. Pediatri Liguri; •Vice Presidente della sez.ligure SIP •GARANTE INFANZIA UNICEF •Seg. Soc. It Alcologia ligure Dr. Alberto Ferrando Dr. Renato Savastano •Pediatra di famiglia
  2. 2. www.apel-pediatri.org www.slowmedicine.it https://www.facebook.com/groups/219867934738443/ http://www.ebookecm.it
  3. 3. www.apel-pediatri.org RELAZIONE DIVISA IN 5 parti 1)Cosa è “Slow Medicine” e “Fare di più non significa fare meglio” 2)Evoluzione della pediatria 3)Esempi pediatrici di “Fare di più non significa fare meglio” 4) Possibili ostacoli all’iniziativa 5) Proposte
  4. 4. www.apel-pediatri.org 1)Cosa è “Slow Medicine” e “Fare di più non significa fare meglio”
  5. 5. www.apel-pediatri.org - uso appropriato delle risorse: EVITARE SOVRAUTILIZZO di indagini e trattamenti - dare valore alla STORIA DEL PAZIENTE: la “voce della vita” - riappropriarsi della SEMEIOTICA FISICA, ridare importanza all’esame obiettivo e su quella base richiedere gli esami appropriati - NON RITENERE CHE IL NUOVO SIA SEMPRE MEGLIO, in particolare riguardo ai farmaci e ai dispositivi medicali Nasce la Slow Medicine. Io c’ero. Ferrara | Castello Estense| 29 giugno 2011 Fra acuzie e cronicità: curare malati, curare malattie Sandra Vernero
  6. 6. www.apel-pediatri.org I professionisti sanitari debbono ripristinare il percorso logico che la medicina scientifica ha tracciato e utilizzato per decenni di fronte a una persona che lamenta un disagio, e che seguiva tappe ben precise
  7. 7. www.apel-pediatri.org SLOW MEDICINE 1) Ascolto (anamnesi) 2) Osservazione (la visita medica); 3) Costruzione di un’ipotesi diagnostica; 4) Verifica di questa ipotesi con appropriate indagini cliniche; 5) Intervento di cura (non solo farmacologico); 6) Valutazione dei risultati. MEDICINA DIFENSIVA 1) Fare esami per escludere l’ipotesi peggiore
  8. 8. www.apel-pediatri.org
  9. 9. www.apel-pediatri.org Gli esseri umani hanno alcuni bisogni fondamentali, vitali. Fra questi c’è il bisogno di essere accolti, accuditi, curati. Quando un bisogno così importante non ottiene risposte adeguate, succede quello che tutti i professionisti sanitari descrivono: parte una escalation, si cerca di farsi sentire gridando più forte.
  10. 10. www.apel-pediatri.org La minaccia di denunce («Se il bambino peggiora perché lei non ha voluto dargli l’antibiotico», «Se ….) sta diventando una regola nella relazione fra i cittadini e il sistema della cura. È così che la medicina diventa difensiva. Ma è così che l’escalation continua: perché a cittadino minaccioso corrisponde un medico (infermiere, ostetrica, fisioterapista) arroccato in difesa. Senza che ciò serva per far sentire meglio il paziente o il professionista.
  11. 11. www.apel-pediatri.org
  12. 12. www.apel-pediatri.org Nasce Slow medicine Torino - Gennaio 2011 Il manifesto di Slow medicine
  13. 13. www.apel-pediatri.org Ne parla la stampa 5
  14. 14. www.apel-pediatri.org Che cos’è Slow Medicine? Slow medicine è una rete di professionisti della salute e di cittadini che si riconoscono nei principi di una medicina, caratterizzata da tre parole chiave: Sobria Fare di più non vuol dire fare meglio Rispettosa Valori, aspettative e desideri delle persone sono inviolabili Giusta Cure appropriate e di buona qualità per tutti
  15. 15. www.apel-pediatri.org Sobria: fare solo le cose utili Il 51% di oltre 3.000 trattamenti di uso corrente non è di dimostrata efficacia. Clinical Evidence Handbook- BMJ 2012 L`80% dei «nuovi» farmaci immessi sul mercato sono copie di quelli già in commercio; sol o il 2,5% rappresenta un progresso terapeutico. Prescrire 2012 Il 50% delle angioplastiche eseguite angina stabile sono inappropriate. su pazienti con JAMA 2011 Il 33% delle TAC non sono clinicamente giustificate e le irradiazioni provocano l`1,5-2% dei tumori. NEJM 2007 Il 20-40% della spesa sanitaria è rappresentata da prestazioni senza benefici per i pazienti. WHO 2010 Non è poi così complicato, lei ha avuto il trattamento per cui ha pagato.
  16. 16. www.apel-pediatri.org In nome della salute: ti dichiaro malato Moynihan: BMJ 2 june 2012 Vi sono prove consistenti che la medicina danneggi le persone sane, attraverso l’individuazione precoce di malattie e anomalie che sarebbero rimaste silenti, creando nuove patologie e abbassando le soglie di normalità di molti parametri biologici: pressione arteriosa, glicemia, colesterolemia, densità ossea, …. I Check-up non riducono la mortalità, non prevengono alcuna malattia, non evitano ricoveri, disabilità o ansia. Cochrane Database Syst Rev: BMJ 2012 9
  17. 17. www.apel-pediatri.org Rispettosa: con il coinvolgimento dei pazienti •In media al paziente è concesso di parlare per 18 secondi prima di essere interrotto. Beckman: Annals of Internal Medicine: 1984 LE DECISIONI DEVONO ESSERE PARTECIPATE E CONDIVISE: SCELGA, TESTA O CROCE? •Solo il 40% dei pazienti ritiene che le cure ricevute tenessero conto delle loro preferenze. Covinsky: J Am Geriatr Soc 2000 10
  18. 18. www.apel-pediatri.org Il paziente informato è il miglior decisore • i pazienti terminali affetti da tumore scelgono interventi meno invasivi e a parità di sopravvivenza, conseguono una qualità di vita migliore e a costi più bassi. Zhang: Arch Intern Med 2009 •Contesto di cura, empatia, beneficio , rispetto, possonoaspettativa modificare il di un decorso della malattia, in modo indipendente dal principio attivo che viene somministrato. Benedetti F: Il cervello del paziene 2012 11 Ti sono rimasti solo sei mesi, ma con un trattamento aggressivo ti sembreranno molti di più.
  19. 19. www.apel-pediatri.org …..Io ero un corpo: un corpo ammalato da guarire. E avevo un bel dire: ma io sono anche una mente, forse sono anche uno spirito e certo sono un cumulo di storie, di esperienze, di sentimenti, di pensieri ed emozioni che con la mia malattia hanno probabilmente avuto un sacco da fare Nessuno sembrava volerne o poterne tenere di conto. Neppure nella terapia. Quel che veniva attaccato era il cancro, un cancro ben descritto nei manuali, con le sue statistiche di incidenza e di sopravvivenza, il cancro che può essere di tutti. Ma non il mio!
  20. 20. www.apel-pediatri.org … Ci dicono i “nuovi medici”, siamo stufi d’incarnare agli occhi dei degenti l’idea dell’angelo consolatore. Il malato ha bisogno di ben altro che del buffetto sulla guancia. Di diagnosi corrette, di terapie adeguate, di queste sì ha bisogno. Abbiamo così un terapeuta d’umore né gaio né triste, di temperamento né pessimista né ottimista, incline a tagliar corto sulle narrazioni sintomatologiche del paziente, più attento a vetrini, lastre, reperti. Difficile cavargli parola di bocca, le spiegazione ch’egli dà, ma di rado, sono misteriosofiche: sicchè, in pratica non capisci se stai migliorando o avvicinandoti rapidamente all’epilogo G. Ghirotti. Il lungo viaggio nel tunnel della malattia, 1973
  21. 21. www.apel-pediatri.org Giusta: a tutti quelli che ne hanno bisogno Più prestazioni sanitarie o più salute? La medicina si comporta come se tutte le malattie avessero una causa biologica e fossero trattabili con farmaci e chirurgia. I servizi sanitari spiegano solo il 10% della mortalità prevenibile. Il rimanente 90% è associata a stili di vita, fattori ambientali, sociali e culturali, predisposizione genetica e … caso. Stephen M: bridging the divide between health and health care - JAMA 2013 Michael Crow, Presidente dell’Arizona State University, ha proposto una radicale riforma del National Institute of Health (NIH), trasferendo parte dei finanziamenti, prevalentemente centrati sugli aspetti molecolari e genetici delle malattie, verso lo studio delle componenti sociologiche e comportamentali della salute. Crow M: Time to rethink the NIH - Nature 2012 13
  22. 22. www.apel-pediatri.org Fast e Slow medicine: i sette veleni e i relativi antidoti 1.Nuovo è meglio 2.Tutte le procedure utilizzate nella pratica clinica sono sicure efficaci e 3.L’uso di tecnologie sempre più sofisticate risolverà ogni problema di salute 4.Fare di più aiuta a guarire e migliora la qualità della vita 5. Scoprire una “malattia” prima che si manifesti attraverso i sintomi è sempre utile 6. I potenziali “fattori di rischio” devono essere trattati con i farmaci 7.Per controllare meglio le emozioni e gli stati d’animo è utile affidarsi alle cure mediche
  23. 23. www.apel-pediatri.org - Difendere i pazienti dalla sovramedicalizzazione promuovendo la «prevenzione quaternaria» PREVENZIONE QUATERNARIA Interventi che mirano ad identificare i pazienti a rischio di sovramedicalizzazione al fine di proteggerli dalla nuova invasione medica e proporre loro interventi eticamente accettabili. WONCA Dictionary of General / Family Practice, Copenhagen 2003
  24. 24. www.apel-pediatri.org … non ho dubbi che Slow medicine sia la migliore medicina del 21°secolo. Richard Smith The case for Slow medicine Sandra Vernero
  25. 25. www.apel-pediatri.org Per una pratica clinica più centrata SULLA PERSONA : - ridare valore ad ANAMNESI e ESAME OBIETTIVO - aggiungere una breve STORIA del paziente
  26. 26. www.apel-pediatri.org - porsi ogni volta la domanda se un esame o un trattamento sono di DIMOSTRATA in quel particolare paziente EFFICACIA - favorire pratiche MENO INVASIVE - favorire cambiamenti di STILI di VITA
  27. 27. www.apel-pediatri.org - imparare ad ASCOLTARE pazienti e familiari: la “voce della vita” - attribuire un RUOLO ATTIVO a pazienti e familiari - SUPERARE GLI STECCATI tra diverse specialità e professionalità e lavorare davvero in gruppo
  28. 28. www.apel-pediatri.org Gestione delle Organizzazioni sanitarie: valutare i RISULTATI CLINICO-ASSISTENZIALI e non solo costi e volumi di prestazioni
  29. 29. www.apel-pediatri.org Sapere comunicare Perche’ ? • Per raccogliere l’anamnesi • Per comunicare con il paziente • Per comunicare la diagnosi • Per ottenere consenso informato • Per migliorare la compliance terapeutica • Per instaurare un rapporto Medico-Paziente MALASANITA’ - COMUNICAZIONE La maggior parte delle denunce sono in rapporto a “mala comunicazione”
  30. 30. www.apel-pediatri.org ACOG Recommends Partnering With Patients to Improve Safety Obstet Gynecol. 2011 Raccomanda di coinvolgere attivamente i pazienti nella pianificazione dei servizi sanitari per ridurre i rischi e migliorare i risultati. Per una interazione positiva tra medico e paziente si deve creare una “ALLEANZA” basata sulla comunicazione con i pazienti, ascoltando le loro preoccupazioni, e facilitando una loro partecipazione attiva
  31. 31. www.apel-pediatri.org ACOG Recommends Partnering With Patients to Improve Safety Obstet Gynecol. 2011 ….per facilitare la comunicazione con i pazienti si consiglia anche di parlare lentamente in un linguaggio semplice e comprensibile, limitando la quantità di informazioni fornite, ripetendo i concetti , utilizzando tecniche di teach back, incoraggiando a fare domande e fornendo materiale scritto ”L’alleanza con i pazienti attraverso il miglioramento della comunicazione si traduce in soddisfazione del paziente, aumento della accuratezza diagnostica e terapeutica e una migliore qualità delle cure. "
  32. 32. www.apel-pediatri.org Superamento del concetto “paternalistico” del Medico e sostituzione della “cultura della malattia” con la “cultura della salute” To cure To care integrare il tradizionale modello bio- medico (processi di diagnosi e terapia) con un più articolato modello di medicina centrata sul bambino e la famiglia (Patient -and Family- Centered Care o PFCC). Ruolo del Pediatra di Famiglia
  33. 33. www.apel-pediatri.org L'essenza del PFCC è la certezza che ogni persona ha il diritto di essere integralmente rispettata e considerata, avendo al contempo la consapevolezza che la relazione di cura efficace si fonda sull’alleanza tra il medico, il bambino e la famiglia
  34. 34. www.apel-pediatri.org
  35. 35. www.apel-pediatri.org • L`OMS stima che l`ammontare delle prestazioni che non danno nessun beneficio ai pazienti corrispondono a circa il 20 – 40% della spesa sanitaria ( WHO 2010), • I`80% dei «nuovi» farmaci immessi sul mercato negli ultimi 30 anni non sono che copie degli esistenti e solo il 2,5% rappresenta un progresso terapeutico (Fonte: Prescrire 2012) Domenighetti-Vernero © SIMI 2014 www.apel-pediatri.org
  36. 36. www.apel-pediatri.org È la trasposizione italiana di un`iniziativa nata nel 2012 negli USA e denominata Choosing Wisely ( scegli con saggezza ), promossa in Italia dal movimento Slow Medicine, che ha l`ambizione di promuovere un’alleanza tra medici e cittadini - pazienti per contrastare l’idea che la salute si possa assicurare unicamente con il consumo di un sempre crescente numero di prestazioni e interventi in particolare se ad alto rischio di inappropriatezza. FARE DI PIÙ NON SIGNIFICA FARE MEGLIO
  37. 37. www.apel-pediatri.org • Combattere l`inapproppriatezza diagnostica e terapeutica che sottopone i pazienti a rischi supplementari, a sovradiagnosi e a sovratrattamento. • Evitare lo spreco di risorse in sanità che, quando le risorse sono limitate, allontana la società dall’obiettivo di assicurare in modo equo ai propri cittadini il massimo livello di salute e di benessere. Obbiettivi principali del progetto «Fare di più non significa fare meglio» sono:
  38. 38. www.apel-pediatri.org •SOVRAUTILIZZO •SOTTOUTILIZZO •SCORRETTO UTILIZZO Evitare: Institute of Medicine Crossing the Quality Chasm A new Health System for the 21st Century QUALITA’ = APPROPRIATEZZA Sandra Vernero - Slow medicine Sandra Vernero
  39. 39. www.apel-pediatri.org Consumer Reports Health
  40. 40. www.apel-pediatri.org Altri promotori del Progetto lanciato da Slow Medicine a dicembre 2012 • Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) • Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d'infanzia (IPASVI) • Società Italiana per la Qualità dell’Assistenza Sanitaria (SIQuAS VRQ) • Istituto Change di Torino • Partecipa Salute, promosso dall’IRCCS-Mario Negri, dal Centro Cochrane Italiano e da Zadig srl. • Inversa Onlus, associazione di pazienti affetti da idrosoadenite suppurativa • Altroconsumo • Slow Food Italia www.apel-pediatri.org
  41. 41. www.apel-pediatri.org • Assunzione di responsabilità da parte dei medici e degli altri professionisti della salute • Scelta attiva da parte delle Associazioni Professionali e delle Società Scientifiche delle pratiche che dovrebbero essere discusse tra medici, altri professionisti e pazienti in Italia • Momenti di informazione e di formazione dei professionisti, particolarmente centrati sulla relazione medico-paziente • Partecipazione di pazienti e cittadini (HEALTH LITERACY) • Diffusa sensibilizzazione dei cittadini sulle pratiche ad alto rischio di inappropriatezza individuate e sul fatto che per tutelare la loro salute non sempre sia meglio fare di più
  42. 42. www.apel-pediatri.org Sono state pubblicate liste di esami e trattamenti a rischio di inappropriatezza da parte delle società scientifiche e associazioni: 1.Società Italiana di Radiologia Medica – SIRM 2.Collegio Italiano dei Primari Medici Oncologi Ospedalieri – CIPOMO 3. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica – AIRO 4. Cochrane Neurological Field – CNF 5. Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica – ADI 6. Società Italiana di Medicina Generale – SIMG 7. Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri – ANMCO 8. Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica – SIAIP 9. Società scientifiche di IPASVI: AICO, AIOSS, AIUC, ANIMO http://www.slowmedicine.it/fare-di-piu-non-significa-fare-meglio/pratiche-a-rischio-di-inappropriatezza-in-italia.html www.apel-pediatri.org
  43. 43. www.apel-pediatri.org Hanno inoltre aderito al progetto e stanno elaborando loro liste : •Associazione Italiana di Neuroradiologia – AINR •Associazione Medici Diabetologi – AMD •Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti - FADOI •Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani – ADOI •Associazione per un’assistenza appropriata in ostetricia e ginecologia - ANDRIA •Società Italiana di Genetica Umana – SIGU •Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica – SIAAIC •Associazione Italiana di Medicina Nucleare – AIMN •Collegio Italiano dei Primari di Chirurgia Vascolare •Società Italiana di Cure Palliative – SICP •Federazione Italiana Medici pediatri – FIMP •Associazione Culturale Pediatri - ACP •ISDE Medici per l’Ambiente •Società Italiana di Pedagogia Medica - SIPeM • Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere - ANMDO •Altre Società scientifiche di IPASVI tra cui ANIARTI e AISLEC www.apel-pediatri.org
  44. 44. www.apel-pediatri.org International Roundtable on Choosing Wisely Wednesday, June 11 – Thursday, June 12, 2014 Amsterdam, The Netherlands Australia Canada Denmark Germany Italy New Zealand The Netherlands UK US www.apel-pediatri.org
  45. 45. www.apel-pediatri.org Quello che vogliamo contrastare, ridurre, cambiare è: • La medicalizzazione della vita quotidiana. • Il ricorso a farmaci e cure di non provata efficacia. • L’accanimento preventivo. • L’esclusione e le diseguaglianze nell’accesso alle cure. • L’illegalità e la corruzione. • L’aziendalizzazione selvaggia della sanità (valutazione dei costi senza una contemporanea valutazione dei benefici delle cure per i singoli e per la popolazione). • L’orientamento della ricerca in base a ragioni puramente economiche. • La conflittualità fra pazienti e sanitari (accuse di malasanità, medicina difensiva). • La moltiplicazione di malattie inventate ( disease mongering : letteralmente, «vendere malattie»). • La convinzione che fare di più significhi fare meglio.
  46. 46. www.apel-pediatri.org 2) Evoluzione della pediatria
  47. 47. www.apel-pediatri.org Evoluzione del medico curante da………….. infettivologo a …………… ”avvocato difensore della persona”
  48. 48. www.apel-pediatri.org Ruolo e uso del pediatra •Pediatria “passiva” (ovvero orientata per vari motivi , soprattutto di demagogia, alla customer satisfaction e alla soddisfazione di tutte le richieste del singolo, della società e della burocrazia) •Pediatria “intercettiva” (miglior organizzazione dell’attività e attivazione di filtri che permettono di intervenire in modo più efficace quando una famiglia si reca in studio: es: tosse e si verifica stato delle vaccinazioni, rendimento scolastico ecc.) •Pediatria “attiva” (o “di iniziativa”) (massima organizzazione dell’ambulatorio con cartella clinica informatizzata e richiamo delle famiglie che non si recano in studio. L’ambulatorio è integrato con i servizi del distretto sociosanitario e con la scuola) • PEDIATRIA SOCIALE • UTILIZZO APPROPRIATO DEI SISTEMI DI COMUNICAZIONE
  49. 49. www.apel-pediatri.org COME PDF DI COSA MI DEVO OCCUPARE ? : • EDUCAZIONE • PREVENZIONE • DIAGNOSI, CURA E RIABILITAZIONE • “GOVERNO CLINICO”: CREARE SINERGIE CON CHI E’ “IN CONTATTO CON I BAMBINI E SENSIBILIZZARE LA POLITICA A “INVESTIRE” IN QUESTO
  50. 50. www.apel-pediatri.org
  51. 51. www.apel-pediatri.org EDUCAZIONE • Della famiglia • Del bambino • Dell’adolescente • Della Società
  52. 52. www.apel-pediatri.org Rapporto sullo stato di salute • Nel rapporto vengono segnalati, fra gli altri, i seguenti problemi: – la mortalità nella fascia di età 15-24 anni – due problemi di salute emergenti: • asma • obesità – una priorità assoluta:la salute mentale e in generale la sofferenza psico-sociale
  53. 53. www.apel-pediatri.org 4) Possibili ostacoli all’iniziativa
  54. 54. www.apel-pediatri.org • In che misura i singoli medici aderiranno effettivamente al progetto ed eviteranno, quando necessario, le pratiche identificate dalla propria società scientifica di appartenenza come essere ad alto rischio di inappropriatezza ? • Diversi specialisti (ad esempio i eseguono prestazioni prescritte specialisti. In che misura i primi radiologi) da altri saranno disposti, ove necessario, a discutere con il «vero» prescrittore l`appropriatezza del test della pratica richiesta ? o OSTACOLI DAL LATO DELL`OFFERTA (Medico)
  55. 55. www.apel-pediatri.org • In che misura la propensione ad evitare le pratiche ad alto rischio di inappropriatezza sarà effettivamente «onorata» allorquando questa scelta entra in conflitto con gli incentivi economici individuali ? ( per i medici il cui reddito, o parte di esso, dipende dal volume e dalla tipologia della prescrizione oppure se esso è legato al conseguimento obiettivi «aziendali»). di • In che misura la paura di contenziosi legali (medicina difensiva) influirà sull`appropriatezza dei comportamenti prescrittivi ?
  56. 56. www.apel-pediatri.org Si tratta di un cambiamento di cultura: riflettere Possibili ostacoli - abitudini consolidate - “medicina difensiva” - scarsa abitudine alla relazione con il paziente - essere percepito come un’imposizione dall’alto - frodi - conflitti di interesse, economici e professionali - parametri di valutazione economici e quantitativi e non appropriatezza ed esiti clinici - eccessiva offerta di prestazioni - essere visto come un razionamento, un togliere prestazioni - comunicazione miracolistica, cultura del “fare di più”, pubblicità ingannevoli ………………………… www.apel-pediatri.org
  57. 57. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  58. 58. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  59. 59. www.apel-pediatri.org
  60. 60. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  61. 61. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  62. 62. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  63. 63. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  64. 64. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  65. 65. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  66. 66. www.apel-pediatri.org www.apel-pediatri.org
  67. 67. www.apel-pediatri.org EBM 1: Evidence Based Medicine EBM 2: Emotional Based Medicine EBM 3: Economic Based Medicine www.apel-pediatri.org
  68. 68. www.apel-pediatri.org Quello che vogliamo contrastare, ridurre, cambiare è: • La medicalizzazione della vita quotidiana. • Il ricorso a farmaci e cure di non provata efficacia. • L’accanimento preventivo. • L’esclusione e le diseguaglianze nell’accesso alle cure. • L’illegalità e la corruzione. • L’aziendalizzazione selvaggia della sanità (valutazione dei costi senza una contemporanea valutazione dei benefici delle cure per i singoli e per la popolazione). • L’orientamento della ricerca in base a ragioni puramente economiche. • La conflittualità fra pazienti e sanitari (accuse di malasanità, medicina difensiva). • La moltiplicazione di malattie inventate ( disease mongering : letteralmente, «vendere malattie»). • La convinzione che fare di più significhi fare meglio.
  69. 69. Ogni società scientifica/associazione di professionisti che aderisce al progetto individuerà una lista di cinque test diagnostici o trattamenti, a partire da quelli già indicati negli USA in Choosing Wisely, che : • sono effettuati molto comunemente in Italia • non apportano benefici significativi, secondo prove scientifiche di efficacia, alle principali categorie di pazienti ai quali vengono generalmente prescritti • possono al contrario esporre i pazienti a rischi Questi test e trattamenti ad alto rischio di inappropriatezza dovranno essere oggetto di aperto dialogo nella relazione tra medico e paziente per facilitare scelte sagge e consapevoli. http://www.slowmedicine.it/ Pratiche ad alto rischio d’inappropriatezza in Italia di cui medici, altri professionisti e pazienti dovrebbero parlare Sandra Vernero www.apel-pediatri.org
  70. 70. Altri promotori del Progetto lanciato da Slow Medicine a dicembre 2012 • Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO) • Federazione Nazionale Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d'infanzia (IPASVI) • Società Italiana per la Qualità dell’Assistenza Sanitaria (SIQuAS VRQ) • Istituto Change di Torino • Partecipa Salute, promosso dall’IRCCS-Mario Negri, dal Centro Cochrane Italiano e da Zadig srl. • Inversa Onlus, associazione di pazienti affetti da idrosoadenite suppurativa • Altroconsumo • Slow Food Italia www.apel-pediatri.org
  71. 71. • Assunzione di responsabilità da parte dei medici e degli altri professionisti della salute • Scelta attiva da parte delle Associazioni Professionali e delle Società Scientifiche delle pratiche che dovrebbero essere discusse tra medici, altri professionisti e pazienti in Italia • Momenti di informazione e di formazione dei professionisti, particolarmente centrati sulla relazione medico-paziente • Partecipazione di pazienti e cittadini • Diffusa sensibilizzazione dei cittadini sulle pratiche ad alto rischio di inappropriatezza individuate e sul fatto che per tutelare la loro salute non sempre sia meglio fare di più www.apel-pediatri.org
  72. 72. IMPOSTAZIONE • È fondamentale che il progetto continui ad essere, come Choosing Wisely, un progetto che parte dai medici e dagli altri professionisti sanitari, come loro assunzione di responsabilità, e non rappresenti invece imposizione e controllo dall'alto o adempimento burocratico • parallelamente deve essere percepito dai cittadini come miglioramento di qualità e sicurezza del servizio sanitario, nel loro stesso interesse, e non come razionamento della spesa sanitaria • rispetto di valori e preferenze della persona curata >> ALLEANZA tra medici e altri professionisti e cittadini • top 5 condivise a livello nazionale • far interagire le società scientifiche tra loro e con rappresentanti di pazienti e cittadini: visione sistemica www.apel-pediatri.org
  73. 73. Sono state pubblicate liste di esami e trattamenti a rischio di inappropriatezza da parte delle società scientifiche e associazioni: 1.Società Italiana di Radiologia Medica – SIRM 2.Collegio Italiano dei Primari Medici Oncologi Ospedalieri – CIPOMO 3. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica – AIRO 4. Cochrane Neurological Field – CNF 5. Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica – ADI 6. Società Italiana di Medicina Generale – SIMG 7. Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri – ANMCO 8. Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica – SIAIP 9. Società scientifiche di IPASVI: AICO, AIOSS, AIUC, ANIMO http://www.slowmedicine.it/fare-di-piu-non-significa-fare-meglio/pratiche-a-rischio-di-inappropriatezza-in-italia.html www.apel-pediatri.org
  74. 74. Hanno inoltre aderito al progetto e stanno elaborando loro liste : •Associazione Italiana di Neuroradiologia – AINR •Associazione Medici Diabetologi – AMD •Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti - FADOI •Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani – ADOI •Associazione per un’assistenza appropriata in ostetricia e ginecologia - ANDRIA •Società Italiana di Genetica Umana – SIGU •Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica – SIAAIC •Associazione Italiana di Medicina Nucleare – AIMN •Collegio Italiano dei Primari di Chirurgia Vascolare •Società Italiana di Cure Palliative – SICP •Federazione Italiana Medici pediatri – FIMP •Associazione Culturale Pediatri - ACP •ISDE Medici per l’Ambiente •Società Italiana di Pedagogia Medica - SIPeM • Associazione Nazionale dei Medici delle Direzioni Ospedaliere - ANMDO •Altre Società scientifiche di IPASVI tra cui ANIARTI e AISLEC www.apel-pediatri.org
  75. 75. International Roundtable on Choosing Wisely Wednesday, June 11 – Thursday, June 12, 2014 Amsterdam, The Netherlands Australia Canada Denmark Germany Italy New Zealand The Netherlands UK US www.apel-pediatri.org
  76. 76. Si tratta di un cambiamento di cultura: riflettere Possibili ostacoli - abitudini consolidate - “medicina difensiva” - scarsa abitudine alla relazione con il paziente - essere percepito come un’imposizione dall’alto - frodi - conflitti di interesse, economici e professionali - parametri di valutazione economici e quantitativi e non appropriatezza ed esiti clinici - eccessiva offerta di prestazioni - essere visto come un razionamento, un togliere prestazioni - comunicazione miracolistica, cultura del “fare di più”, pubblicità ingannevoli ………………………… www.apel-pediatri.org
  77. 77. www.apel-pediatri.org
  78. 78. www.apel-pediatri.org
  79. 79. www.apel-pediatri.org
  80. 80. www.apel-pediatri.org
  81. 81. www.apel-pediatri.org
  82. 82. www.apel-pediatri.org
  83. 83. STRUTTURA: ALLERGOLOGIA E FISIOP. RESPIRATORIA Responsabile di Struttura Dr. Riccardo Pellegrino - Referente Dr. Andrea Antonelli www.apel-pediatri.org
  84. 84. STRUTTURA: DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA Direttore di Struttura Dr. Giuseppe Malfi Referente Dr. Marco Cipolat www.apel-pediatri.org
  85. 85. STRUTTURA: MALATTIE INFETTIVE e TROPICALI Direttore di Struttura Dr. Guido Raineri - Referente Dr.ssa Patrizia Romano www.apel-pediatri.org
  86. 86. STRUTTURA: NEUROPSICHIATRIA INFANTILE Direttore di Struttura Dr.ssa Eleonora Briatore - Referente Dr.ssa Barbara Podestà
  87. 87. STRUTTURA: OTORINOLARINGOIATRIA E CHIRUR. CERVICO FACCIALE Direttore di Struttura Dr. Raffaele Vitiello - Referente Dr. Walter Lerda www.apel-pediatri.org
  88. 88. STRUTTURA: PEDIATRIA Direttore di Struttura Dr. Massimo Chiossi - Referente Dr.ssa Santina Merlino www.apel-pediatri.org
  89. 89. STRUTTURA: TERAPIA INTENSIVA NEONATALE Direttore di Struttura Dr. Giovanni Paolo Gancia - Referente Dr.ssa Cristina Dalmazzo www.apel-pediatri.org
  90. 90. Le cinque pratiche a rischio d’inappropriatezza di cui medici e pazienti dovrebbero parlare -Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP) www.apel-pediatri.org
  91. 91. Le cinque pratiche a rischio d’inappropriatezza di cui medici e pazienti dovrebbero parlare -Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP) Attenzione: le informazioni sopra riportate non sostituiscono la valutazione e il giudizio del medico. Per ogni quesito relativo alle pratiche sopra individuate, con riferimento alla propria specifica situazione clinica è necessario rivolgersi al medico curante. http://www.partecipasalute.it/cms/files/Scheda%20SIAIP.pdfwww.apel-pediatri.org
  92. 92. Lista di test diagnostici e/o trattamenti che in Italia: • sono effettuati molto comunemente • non apportano benefici significativi, secondo prove scientifiche di efficacia, alle principali categorie di pazienti ai quali vengono generalmente prescritti • possono al contrario esporre i pazienti a rischi www.apel-pediatri.org
  93. 93. www.apel-pediatri.org
  94. 94. Le parole che possono definire una cura slow sono tantissime: etica, sostenibilità, equilibrio, accuratezza, competenza; attenzione, tempestività, precisione, riflessività; cooperazione, condivisione, ascolto.
  95. 95. La trasparenza passa essenzialmente dalla comunicazione e dall’informazione, in particolare da quella che è stata definita «health literacy» («alfabetizzazione sanitaria», traduzione così brutta da rendere obbligatorio l’uso del termine inglese): indica la capacità delle persone di ottenere e comprendere le informazioni necessarie per accedere correttamente alle prestazioni sanitarie, per adottare e mantenere stili di vita adeguati, per utilizzare in modo appropriato ciò che il mercato della salute mette a disposizione.
  96. 96. Si tratta di un cambiamento di cultura: riflettere Possibili ostacoli - abitudini consolidate - “medicina difensiva” - scarsa abitudine alla relazione con il paziente - essere percepito come un’imposizione dall’alto - frodi - conflitti di interesse, economici e professionali - parametri di valutazione economici e quantitativi e non appropriatezza ed esiti clinici - eccessiva offerta di prestazioni - essere visto come un razionamento, un togliere prestazioni - comunicazione miracolistica, cultura del “fare di più”, pubblicità ingannevoli ………………………… www.apel-pediatri.org

×