Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Keynote Cecop

350 views

Published on

Il keynote del mio intervento in occasione dell'Expo Cecop 2012 dedicato a Facebook come strumento di visibilità e di contatto con il cliente.

Published in: Business
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Keynote Cecop

  1. 1. 1
  2. 2. 1 Un po’ di sana teoria2 Facebook: dove l’azienda si racconta3 Buone pratiche, do’s & don’ts 4 Timeline/Diario: istruzioni per l’uso 5 La gestione dei contenuti DOPO la creazione della pagina 6 Statistiche che vale la pena tenere d’occhio 7 Statistiche che vale la pena tenere d’occhio 2
  3. 3. Prima di tutto, un po’ di sana teoria 3
  4. 4. Visibilità - Nel mondo reale Zzz... Zzz...X Zzz... Y 4
  5. 5. Visibilità - Nel mondo digitale sito twittergoogle maps facebook sito google maps twitter 5
  6. 6. Il ruolo di Google 1 X 2 Y 3 Zzz... 6
  7. 7. Visibilità: conclusioni1 l’insieme delle attività online di un’azienda (sito web, Facebook, Twitter, etc.) determina l’attendibilità delle informazioni disponibili online su quell’azienda.2 maggiore l’attendibilità delle informazioni online, maggiori le probabilità che Google le inserisca tra i suoi risultati di ricerca, maggiore la visibilità dell’azienda.3 l’attività sui social network sta assumendo un peso crescente nel determinare i livelli di attività online complessiva di un’azienda, e quindi la sua visibilità.ATTIVITÀ ATTENDIBILITÀ VISIBILITÀ 7
  8. 8. I Social Media come strumento per il Customer Care Conversazioni online tracciabili e misurabili! Visibilità a parte, i social media sono uno strumento utilissimo per monitorare le conversazioni sulla nostra attività, dare risalto a un complimento, moderare una critica. 8
  9. 9. Facebook,dove l’azienda si racconta 9
  10. 10. Qualche dato per riscaldarsi 10
  11. 11. Qualche dato per riscaldarsi 28 milioni di italiani su internet 10
  12. 12. Qualche dato per riscaldarsi 28 milioni di italiani su internet 26 milioni di italiani su Google 10
  13. 13. Qualche dato per riscaldarsi 28 milioni di italiani su internet 26 milioni di italiani su Google 20 milioni di italiani su Facebook 10
  14. 14. Qualche dato per riscaldarsi 28 milioni di italiani su internet 26 milioni di italiani su Google 20 milioni di italiani su Facebook 20 milioni di smartphone 10
  15. 15. Facebook e Web in Italia28 milioni di italiani usano internet, di cui 29%21 milioni di iscritti a Facebook (71%) 46%13 25% milioni usano Facebook ogni giorno (46%) Fonte: Audiweb, Vincenzo Cosenza - Vincos.it (novembre 2011) 11
  16. 16. Facebook e Smartphone in Italia20 milioni di smarphone in Italia 9 38% milioni di italiani accedono a internet tramite smartphone (46%) 55%7,5 8% milioni di italiani accedono a Facebook ogni giorno tramite smartphone (38%) Fonte: Audiweb, Vincenzo Cosenza - Vincos.it (novembre 2011) 12
  17. 17. Molise 18.940 Facebook e SmarphoneVal d’Aosta 19.720Basilicata 25.840Abruzzi 29.860Trentino-Alto 57.040AdigeFriuli-Venezia 83.000 0%1% 2% 0% 2% 0% 0% 1% 2%GiuliaUmbria 121.200 2% 2%Marche 147.420 31% 3% 3%Calabria 161.020 4%Toscana 167.880 4%Veneto 168.980Puglia 198.980 6%Liguria 231.340 6%Sardegna 255.320 19%Emilia-Romagna 303.880 10%Sicilia 404.260Piemonte 418.100Campania 719.580Lombardia 1.399.640Lazio 2.264.420 13
  18. 18. Mito 1 - “Profili, pagine, gruppi? Tutti uguali.” PROFILO GRUPPI PAGINA persone fisiche gruppi di persone negozi, marchi, aziendevisibilità variabile (privacy) aperto, chiuso, o segreto visibilità totale non +5.000 contatti contatti infiniti contatti infiniti no analitiche si analitiche si analitiche 14
  19. 19. Mito 2 - “Tutti leggono tutto.”• Facebook ormai permette agli utenti di escludere gli status di una persona o di una pagina specifiche dal flusso degli aggiornamenti che compaiono in bacheca senza eliminare l’amicizia. 15
  20. 20. Mito 2 - “Tutti leggono tutto.”• Facebook ormai permette agli utenti di escludere gli status di una persona o di una pagina specifiche dal flusso degli aggiornamenti che compaiono in bacheca senza eliminare l’amicizia. 15
  21. 21. Mito 2 - “Tutti leggono tutto.”• Facebook ha implementato un algoritmo che assegna un valore specifico ad ogni aggiornamento di status che ne determina la probabilità che un aggiornamento di status compaia o meno sulle bacheche di amici e fan. Si chiama EdgeRank. affinity score edge weight time decay 16
  22. 22. Mito 2 - “Tutti leggono tutto.” 3 ore, il tempo entro cui un mio aggiornamento compare nel newsfeed di un amico/fan.17 % degli aggiornamenti di status compare nel newsfeed di un amico/fan. 4 i commenti sono quattro volte più importanti dei “mi piace” nel determinare l’edgerank di un aggiornamenti di status. 17
  23. 23. Mito 3 - “Devo avere un milione di fan.”• Il valore di una pagina su Facebook non sta solo e unicamente nel numero di fan ma nella possibilità di informare, coinvolgere, assistere il cliente là dove si trova, promuovere delle conversazioni e affrontare costruttivamente delle critiche che sarebbero state comunque espresse ma di cui non saremmo mai venuti a conoscenza. 18
  24. 24. Buone pratiche, do’s & dont’s 19
  25. 25. La gestione deicontenuti PRIMA della creazione della pagina 20
  26. 26. Apriamo una pagina...1 www.facebook.com/pages “crea la tua pagina” 21
  27. 27. Condoni 1/2PROFILO PERSONALE PAGINA http://www.facebook.com/pages/create.php?migrateGRUPPO DI PERSONE PAGINA 22
  28. 28. Condoni 2/2PAGINA 1 PAGINA 2 PAGINAnome “X” nome “X” PAGINA PAGINAPAGINA 1 PAGINA 2 PAGINAnome “X” nome “Y”PAGINA PAGINA http://www.facebook.com/help/contact/?id=238908726149664 23
  29. 29. La Timeline, istruzioni l’uso 24
  30. 30. Breve guida alla Timeline 25
  31. 31. Breve guida alla Timeline851x315 copertina cover photo 25
  32. 32. Breve guida alla Timeline851x315 copertina cover photo time immagine line180x180 diario del profilo profile pic info app 25
  33. 33. Diario/Timeline: elementiCopertina/Cover PhotoIl regolamento interno di Facebook proibisce l’inserimento nella copertina di: informazioni personali e dicontatto (es. indirizzo sito web, email, etc.) prezzi (es. sconto del 40%) o informazioni che dovrebberoandare nella sezione dedicata alle informazioni; riferimenti diretti a elementi tipici di Facebook (es. “mipiace”); call-to-actions cioè inviti a compiere azioni specifiche (“clicca qui”, “diventa fan”).Immagine del Profili/Profile PictureFacebook suggerisce di dedicare questo spazio al logo anche se non sono vietati usi più creativi di questospazio, magari in dialogo visivo con la copertina.Le app sostituiscono le tabLe vecchie schede presenti sulla sinistra nella vecchia impaginazione vengono sostituite da 12 app. Solo 4 delleapp eventualmente attivate possono essere visibili in home page. In sostanza le app non sono cambiate nelcontenuti ma nell’impaginazione (probabilmente vi troverete di fronte a molto spazio da riempire) e potrebbeessere utile andare comunque a darci un’occhiata. La prima app è sempre quella delle foto. 26
  34. 34. Buone Pratiche 1/3 Me l’ha detto un amico.Esiste uno spazio, alla destra degli aggiornamentiaziendali in cui compaiono le interazioni dei nostriamici con la timeline aziendale che stiamo visitando.In questo modo, se un nostro amico è fan di quellapagina, o se ha lasciato un commento, positivo onegativo, lo vediamo subito. 27
  35. 35. Buone Pratiche 2/3 Mi bevo una Fanta.La nuova timeline di Facebook permette diraccontare la storia della propria vita e dellapropria azienda, dando maggiore enfasi alleparti che ci piacciono ed eliminando quelleche ci piacciono meno.Non dimentichiamoci però che il dialogoregna sovrano sui social network, e che seci lasciamo sfuggire sbadatamente un eventospiacevole, è probabile che prima o poiqualcuno se ne ricordi. E ce lo ricordi.Volete un’esempio? Bevetevi una Fanta 28
  36. 36. Buone Pratiche 3/3 Sentiamoci in privato.La nuova timeline di Facebook permette di inviaremessaggi privati all’azienda che saranno letti egestiti direttamente dagli amministratori dellapagina.Attenzione all’uso di questo elemento!Una buona visibilità su Facebook passa dallacapacità di generare conversazioni positive epubbliche. Se le conversazioni si passano subitoin privato, che vantaggio possiamo mai trarne intermini di visibilità? 29
  37. 37. La gestione deicontenuti DOPO la creazione della pagina 30
  38. 38. Prima delle parole... c’è un’idea1. Strategia 2. Temi Chiave 3. Calendario 31
  39. 39. Il nostro calendario degli aggiornamenti EVENTI / TEMI COPERTINA IMMAGINE STATUS LINKLU 1 maggio 1° maggio 1° maggio SI -Oggi non si lavora.Voi che fate di bello?MA 2 maggio TEMA - lenti a contatto SI - trucchi per la manutenzione delle lenti a contattoME 3 maggio SI -lancio contest “il mondo... dal mio punto di vista!” http...GI 4 maggio TEMA - occhiali e montature vintage SI - segnalazione montatura vintage X http...VE 5 maggio FESTA di QUARTIERE - segnalazione apertura straordinaria con aperitivoSA 6 maggio FIERA - MIDO MIDO SI -scatti dalla fieraDO 7 maggio FIERA - MIDO SI -scatti dalla fieraLU 8 maggio FIERA - MIDO SI -scatti dalla fieraMA 9 maggio TEMA - lenti a contatto SI -lancio contest “il mondo... dal mio punto di vista!” http...ME 10 maggioGI 11 maggio TEMA - occhiali e montature vintage SI - segnalazione montatura vintage Y http...VE 12 maggio CONTEST - il mondo... dal mio punto di vista! contest -lancio contest “il mondo... dal mio punto di vista!” http...SA 13 maggio CONTEST - il mondo... dal mio punto di vista! SI -lancio contest “il mondo... dal mio punto di vista!”DO 14 maggio CONTEST - il mondo... dal mio punto di vista! SI -lancio contest “il mondo... dal mio punto di vista!” 32
  40. 40. Il nostro calendario degli aggiornamenti: quando?Quando pubblicare? Fidiamoci poco di statistiche e infografiche preconfezionate. 1 fate un po’ di prove; 2 state lontani dal picco di aggiornamenti; 33
  41. 41. Il nostro calendario degli aggiornamenti: quanto?Quanti post pubblicare? Meno di quanto si immagina. Per molti è già sufficiente... più di 5/settimana; meno di 10/settimana; 34
  42. 42. La gestione degli eventi Segnalo Chiedo alle pagineMando un invito regolarmente Segnalo l’evento amiche di (non come l’evento sulla su bacheche segnalare l’evento pagina però!) bacheca della pagina amiche (le pr di una volta) pagina !!! 1 2 3 4 35
  43. 43. Ricerca e pianificazione dei contenuti interessanti Feedly Hootsuite Google Reader Buffer News.me SproutSocial PercolateRicerca e monitoraggio Pianificazione e contenuti monitoraggio 36
  44. 44. Statisticheche vale la penatenere d’occhio 37
  45. 45. Statistiche hard1 “mi piace” totali dall’inizio2 “friends of fans” al giorno3 utilizzo pagina (click tranne “mi piace”)4 Reach = 1 + 2 38
  46. 46. Dati soft1 analisi del numero e del tono dei commenti2 partecipazione a contest3 partecipazione a eventi 39
  47. 47. Istruzioni per l’uso 40
  48. 48. Checklist di riepilogo - Creazione della pagina1 Aprite un profilo personale: la gestione degli amministratori di pagina è più semplice se passa attraverso l’apertura di un profilo personale che gestisce una o più pagine aziendali.2 Fate una ricerca di eventuali altre pagine esistenti: potrebbero essere già state create altre pagine con i vostri riferimenti. A volte il responsabile è Facebook, a volte è un vostro cliente, a volte un dipendente particolarmente intraprendente.3a Se esistono già pagine: create pure la vostra, poi fate riferimento ai link delle slide precedenti per capire come assimilare 3b Se NON esistono altre pagine: create pure la vostra. Basta andare all’indirizzo www.facebook.com/pages e seguire le le altre pagine alla vostra. istruzioni.4 Compilate la scheda in tutte le sue parti.5 Siate “vanitosi”: andate a questo indirizzo https://www.facebook.com/username e registra il tuo indirizzo univoco (in inglese, vanity url) facebook.com/nomeottico 41
  49. 49. Checklist di riepilogo - DOPO la creazione della pagina1 Definite una strategia di fondo: cosa mi rende unico? la mia storia, i miei prodotti? la mia posizione?2 Stilate un calendario degli argomenti: create un calendario (un file excel o word sono più che sufficienti) e inserite feste nazionali, eventi cittadini, eventi del vostro negozio, una selezione di argomenti ricorrenti legati alla strategia di fondo che avete precedentemente definito.3 Compilate un calendario degli aggiornamenti: solo quando avete definito con la massima precisione il susseguirsi degli argomenti (punto 2) iniziate a scrivere i singoli aggiornamenti di status.4 Pianificate la pubblicazione dei nuovi status: usate delle social media dashboard come Hootsuite o SproutSocial per pianificare la pubblicazione degli aggiornamenti. In questo modo potrete organizzare meglio il tempo da dedicare alla visibilità sui social network.5 Raccogliete informazioni in maniera organizzata: usate dei newsfeed reader per restare sempre aggiornati sulla pubblicazione di contenuti interessanti che potrebbe essere utile condividere con chi ha cliccato “mi piace” sulla vostra pagina. 42
  50. 50. Buone Pratiche e to-do1 Immagini, innanzitutto: un’immagine attira l’attenzione più di un semplice aggiornamenti di testo. Se possibile, affiancate sempre al vostro status update un’immagine a tema.2 Mai campi vuoti: compilate la vostra pagina in tutte le sue parti, anche se vi sembra inutile.3 Scegliete un’immagine accattivante per la copertina: è la prima cosa che si vede quando si arriva sulla pagina ed è importante che catturi l’attenzione regalando un’emozione positiva.4 Rispondete sempre, taggando chi vi ha scritto: anche se si tratta di complimenti o di esclamazioni, una risposta aumenta l’edgerank di quello status e denota una pagina vitale.5 Create una rete di pagine preferite: aggiungendo la pagina di un marchio alle preferite della vostra pagina, potrete taggarla nei vostri status, e lo status comparirà anche sulla pagina taggata. 43
  51. 51. Letture & Compiti a casawww.facebook.com/about/pageswww.facebook.com/businesswww.facebook.com/FacebookMarketingItalia 44
  52. 52. Massimo Potì - bioLaureato in Scienze della  Comunicazione,  Massimo Potì ha fatto della cultura digitale edella comunicazione online il centro dei suoi interessi. Dopo numerose esperienza in ufficistampa di tipo tradizionale, dal 2009  lavora come libero professionista, consulente edesperto di comunicazione e social media. Dal 2010 affianca all’attività di web pr quella diformazione e docenza sulla comunicazione online con corsi e workshop rivolti a privati,imprese, agenzie di formazione e associazioni di categoria.Tra i suoi clienti realtà importanti come  Tucano, l’azienda leader in Italia nellaprogettazione e produzione di borse e accessori per computer, Toolbox Coworking, ilpiù grande spazio per il lavoro condiviso e il coworking di Torino, CNA - ConfederazioneNazionale delle Piccole e Medie Imprese - sede di Torino.Dal 2011 Massimo Potì è un Hootsuite Certified Professional.Facebook: www.facebook.com/massimo.potiTwitter: www.twitter.com/massimopotiEmail: massimo.poti@mapopr.comCell: +39 328 4007979Skype: mapopr 45

×