Cosa bolle in pentola

521 views

Published on

Le cose dette al Parmacamp del 24 marzo 2012.

Published in: Business
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Complimenti! Non è facile parlare di questi afrgomenti in modo così diretto e comprensibile. Ottimo Lavoro!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
521
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Cosa bolle in pentola

  1. 1. COSA BOLLEIN PENTOLA?IN MARKETING + ADVERTISING
  2. 2. IL FUTURO DELL’ADVERTISING?
  3. 3. NON C’E’.
  4. 4. IL FUTURO DELMARKETING?
  5. 5. BRAND & BRANDINGNON SONOCAMBIATI.
  6. 6. BRANDING = USARE IL MARKETING PERINFLUENZARE LEATTITUDINI E LE
  7. 7. BRAND = COSA LA GENTEDICE E PENSA DEIPRODOTTI E SERVIZI
  8. 8. “trattatemi bene e vi restituirò il favore”
  9. 9. IL MARKETING ALLAVECCHIAMANIERA
  10. 10. OLD MARKETING PRODUCT PACKAGING DISTRIBUTION CRM ADVERTISING CONSUMER
  11. 11. NON FUNZIONAPIU’.
  12. 12. E’ TEMPO DI CAMBIARE “Non siamo in affari per mantenere in vita i centri media. Siamo in affari per connetterci con i consumatori.”
  13. 13. IL MARKETINGORA FUNZIONACOSI’.
  14. 14. MODERN MARKETING PRODUCT PACKAGING DISTRIBUTION CRM ADVERTISING CONSUMER
  15. 15. COME POSSIAMO CREAREI FAN DI UN BRAND?
  16. 16. SPARGENDO VALOREATTRAVERSO ILMARKETING.
  17. 17. O, PIU’ SEMPLICEMENTE…
  18. 18. FACENDO VIVEREMEGLIO LEPERSONE.
  19. 19. SEMBRA SEMPLICE,VERO?
  20. 20. QUINDI, COME POSSIAMORIUSCIRCI?
  21. 21. CON PRODOTTI
  22. 22. FACENDO PRODOTTICON IL MARKETINGDENTRO.
  23. 23. PIU’ I PRODOTTI SARANNO INNOVATIVIPIU’ LA GENTE NONPOTRA’ FARE A MENO DI
  24. 24. SE E’ GOOD E DIFFERENT C’E’DENTRO ILMARKETING E LACOMUNICAZIONE.
  25. 25. good and different good no different different no good no good andno different
  26. 26. AD ESEMPIO…
  27. 27. AD ESEMPIO…
  28. 28. AD ESEMPIO…
  29. 29. AD ESEMPIO…
  30. 30. AD ESEMPIO…
  31. 31. AD ESEMPIO…
  32. 32. AD ESEMPIO…
  33. 33. AD ESEMPIO…
  34. 34. OTTIMO. MA SE ILPRODOTTONON E’ COOL?
  35. 35. COSA POSSIAMOFARE???
  36. 36. AGGIUNGERE VALOREATTRAVERSO ICONTENUTI.
  37. 37. I CONTENUTI SONOVALUTAPREGIATA.
  38. 38. LE PERSONE SONO DISPOSTE APAGARE PERI CONTENUTI.
  39. 39. LE MARCHE PAGHERANNOPER AVERECONTENUTI.
  40. 40. L’ENGAGEMENT SI OTTIENE QUANDOUN BRAND CREA QUALCOSA CHEIMPATTA VERAMENTE NELLA VITADELLE PERSONE, RENDENDOLA
  41. 41. ENGAGEMENT
  42. 42. COME POSSIAMO FARE QUESTO TIPODI MARKETING?
  43. 43. INTUENDO CONSUMERINSIGHTSFECONDI.
  44. 44. COME POSSIAMO COMPRENDEREQUESTI INSIGHTS
  45. 45. OSSERVANDO +ASCOLTANDO
  46. 46. I METODI TRADIZIONALI...FOCUSGROUPINTERVISTEINDIVIDUALISTUDIETNOGRAFICIPRODUCTTESTCOPYTESTINDAGINIQUANTITATIVE
  47. 47. STARE DENTRO AL WEB... del.icio.us
  48. 48. E POI?
  49. 49. SE VI RICORDATELA COSA +
  50. 50. FARE MARKETING OGGI SIGNIFICARENDERE MIGLIORELA VITA DELLE
  51. 51. FORNIRE RISPOSTESOCIALIRILEVANTI.
  52. 52. ETICA INTEGRITA’SOSTENIBILITA’
  53. 53. RACCONTARE UNA STORIAFACENDOPARTECIPARE LE
  54. 54. SEMPLIFICARE SEMPLIFICARESEMPLIFICARESEMPLIFICARE
  55. 55. CHIEDERE FIDELIZZAZIONE EFORNIREESPERIENZE.
  56. 56. COLLABO RAZIONE
  57. 57. AZIENDAINNOVAZIONE& CONTENUTI BETTER BRANDS PEOPLE INSIGHTS & IDEE
  58. 58. :-) GRAZIE

×