Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Riforma dispacciamento elettrico (RDE)- Principali linee d'azione

1,449 views

Published on

Francesco Cariello, coordinatore progetto RDE
Seminario di presentazione del progetto, Milano 14 dicembre 2015

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Riforma dispacciamento elettrico (RDE)- Principali linee d'azione

  1. 1. Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 1 PRINCIPALI LINEE D’AZIONE Francesco Cariello Coordinatore progetto RDE
  2. 2. Obiettivo • Inquadrare l’attività del progetto RDE all’interno del quadro strategico dell’Autorità • Inquadrare la riforma del dispacciamento nell’ambito del nuovo quadro regolatorio europeo • Presentare le principali tematiche in cui abbiamo suddiviso l’oggetto della riforma Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 2
  3. 3. Quadro strategico AEEGSI • La deliberazione 3/2015/A ha adottato il quadro strategico dell’Autorità per il quadriennio 2015- 2018; • L’attività del progetto RDE è compresa in due obiettivi strategici: • OS1 Mercato elettrico più sicuro, efficiente e flessibile; • OS2 Mercato elettrico più integrato. Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 3
  4. 4. Quadro strategico AEEGSI / filoni di attività In particolare alcuni filoni di attività che il quadro strategico riporta per ciascuno dei due obiettivi passano sotto la competenza RDE: Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 4 OS1 Deadline quadro strategico OS2 Deadline quadro strategico Testo unico integrato dispacciamento [1.a] Giu-2016 Progetto pilota bilanciamento cross border [2.c] Dic-2016 Riforma MSD [1.b] Dic-2015 Riforma sbilanciamenti [1.c] Giu-2015
  5. 5. Quadro strategico AEEGSI • I temi trattati da RDE – con riferimento alla riforma del dispacciamento - confluiscono nei 4 filoni di attività sopra descritti • Le scadenze previste dal quadro strategico sono da rivedere Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 5
  6. 6. Quadro regolatorio europeo • I regolamenti chiave per l’attività di RDE sono “CACM” – entrato in vigore lo scorso Agosto, “RfG” – entra in vigore nel 2016,“System Operation” e “Balancing” – entrambi dovrebbero essere approvati dalla Comitologia nel corso del 2016 • Purtroppo ben 3 di questi saranno “linee guida” ovvero prevedono a loro volta la pubblicazione di regolamenti attuativi da definire in seguito • Per la definizione di un completo quadro normativo europeo bisogna attendere ancora molto (2020?) • Come fare? Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 6
  7. 7. Quadro regolatorio europeo /2 • E’ chiaro che la riforma del dispacciamento non può attendere così a lungo, ma allo stesso tempo è rischioso attuare riforme che rischiano di generare un sistema “non conforme” alle regole future • L’approccio sarà quello di cercare di identificare perlomeno i vincoli ineludibili e le tendenze già chiari sin d’ora (es. h-1), sia attraverso i testi discussi in Comitologia sia attraverso l’esperienza dei progetti pilota Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 7
  8. 8. Quadro regolatorio europeo /3 • Per il futuro “Balancing NC” questo esercizio è particolarmente complesso • Ad oggi forse uno dei pochi aspetti chiari è la necessità di disporre di una sessione di mercato di “puro” bilanciamento – inteso come equilibrio in tempo reale di prelievi ed immissioni – con un orizzonte temporale molto limitato (h+1) • Riteniamo estremamente utile l’esperienza del progetto pilota TERRE cui partecipa Terna Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 8
  9. 9. Argomenti – Riforma sbilanciamenti [1.c] • Revisione meccanismo definizione prezzi sbilanciamento (modello target sviluppando quanto previsto nel DCO 368/2013) • Ipotizzando che il modello target possa entrare in operatività nel corso del 2018 è indispensabile intervenire ad inizio 2016 per definire una disciplina di più semplice implementazione che ci “traghetti” al nuovo regime mettendo in sicurezza il sistema Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 9
  10. 10. Principali argomenti – Riforma MSD [1.b] • “Flessibilizzazione MSD” (es. prestazione di pronto avviamento – warming DCO 557/2013) • Revisione dei prodotti MSD (es. separazione servizi di riserva rotante e non e i relativi fabbisogni) • Revisione partecipazione a MSD (es. abilitazione domanda, revisione criteri “rilevanza”, ruolo degli aggregatori) • Revisione complessiva del codice di rete per rimuovere ev. elementi discriminatori (es. gradiente in valore assoluto) Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 10
  11. 11. Principali argomenti – Testo Unico [1.a] • Elementi che completano la revisione del dispacciamento e diretta conseguenza del CACM (es. possibile introduzione di limiti di prezzo inferiore a zero nel mercato, coordinamento MI-MSD, possibili offerte a portafoglio in MGP/MI) Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 11
  12. 12. Principali argomenti – Progetto pilota [2.c] • Approvazione quadro regolatorio progetto TERRE (es. definizione prodotti, algoritmo centrale, gestione flussi transfrontalieri) Milano, 14 Dicembre 2015 Seminario RDE 12

×