Reti di Relazioni

2,180 views

Published on

Social networking.

Published in: Business, Technology
1 Comment
3 Likes
Statistics
Notes
  • ciao, non si può proprio a scaricare?
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
2,180
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
55
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
1
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Reti di Relazioni

  1. 1. Social Networking dalle reti sociali al Digital Network
  2. 2. Le Nuove Frontiere del Web WEB 2.0 ( il web che parte da basso dalla condivisione e dalla cooperazione degli internauti )
  3. 3. L'uso dei blog , wiki , videoblog,dei tag ,dei feed RSS, di strumenti mash up, o tecnologie Ajax, Social Network , rappresentano i nuovi strumenti di Comunicazione .
  4. 5. “ Il futuro del web passa dal telefonino… non saranno i Pc ma i cellulari ad assicurare il futuro di internet…” Vinton Cerf , uno dei padri fondatori di internet Dal web 2.0 al Web 3.0
  5. 6. Ciascuno di noi stabilisce delle reti sociali, strutturate e ordinate <ul><li>Tutto ciò va a costituire un piccolo network (Pr o piccola rete) ristretto, di cui conosciamo l'estensione e l'esistenza stessa. </li></ul>
  6. 7. Esiste poi una rete più allargata (Gr o Grande Rete) <ul><li>fatta dalle persone più disparate, dalle conoscenze sporadiche, lontane e occasionali, che formano un struttura sotterranea molto più ampia ma a noi spesso sconosciuta . </li></ul>
  7. 8. Per Informarsi e Relazionarsi si va nel Web <ul><li>I Bisogni di informarsi ( 80%), di approfondire ( 69%) </li></ul><ul><li>6° Rapporto Censis / Ucsi sulla comunicazione. I media vengono usati anche per il bisogno di “relazionarsi”, per il 45% delle persone </li></ul><ul><li>La dieta mediatica prevede : </li></ul><ul><li>informazione ,si ricorre principalmente a televisione (90%), quotidiani (56%), radio (47%), teletext (il 29%), internet (29%) e libri (28%). - relazioni , con la TV sempre al primo posto (61%), seguita da radio (39%), cellulare (31%) e internet (22%). </li></ul><ul><li>approfondimento , si ricorre alla televisione (73%), quotidiani (43%) libri (36%), internet (32%), radio (28%), e settimanali (23%) </li></ul>
  8. 9. <ul><li>E' stato calcolato che il 96% delle nostre comunicazioni avviene tramite telefono e cellulare </li></ul><ul><li>Le notizie si diffondono con più rapidità e facilità tramite queste reti , rispetto alle altre possibili modalità </li></ul>
  9. 10. Le Reti tra aziende, istituzioni, associazioni sono <ul><li>le armi fondamentali per la crescita e lo sviluppo sociale ed economico del territorio . </li></ul>
  10. 11. <ul><li>Ogni azienda o istituzione isolata che non fa rete con altre, non si sviluppa o cresce molto lentamente; fatica a sopravvivere nella nuova società della conoscenza estesa, iperconnessa </li></ul>
  11. 12. Un processo dinamico e graduale di apertura al globale e all’immateriale con (maggior) uso delle ICT <ul><li>tutti i clusters, per sopravvivere nell’economia globale e immateriale, dovranno prima o poi diventare e.clusters , ossia aprirsi a reti di relazioni virtuali, a distanza, e a legami comunitari e dialogici (anche interpersonali) che eccedono grandemente la dimensione locale, per diventare multi-territoriali e transnazionali. </li></ul><ul><li>( Veneto Innovazione i Distretti Digitali ) </li></ul>
  12. 13. Network “intelIigenti” <ul><li>Tali reti hanno una &quot;intelligenza interna&quot; e seguono delle regole ben precise. La rete forte, perchè più ampia e allargata, è quella fatta dai punti deboli (GR), composta da nodi lontani o occasionali che consentono di allargare la struttura verso punti nuovi. </li></ul>
  13. 14. <ul><li>Generalmente noi utilizziamo la piccola rete nel diffondere le notizie, le relazioni e i progetti, tralasciando i nodi lontani: così le comunicazioni, le relazioni e i progetti si fermano limitandosi a pochi, i soliti. </li></ul>
  14. 16. Strumenti di social network
  15. 17. Strumenti di digital network
  16. 18. <ul><li>Siamo pronti al cambiamento? </li></ul>

×