• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Le media relations e i social media - Workshop 1
 

Le media relations e i social media - Workshop 1

on

  • 871 views

Il primo appuntamento del mio workshop alla Cattolica di Milano, nell'ambito del Master in Media Relations. Lezione sulle dinamiche social del Web e sull'importanza di influnecers e blog

Il primo appuntamento del mio workshop alla Cattolica di Milano, nell'ambito del Master in Media Relations. Lezione sulle dinamiche social del Web e sull'importanza di influnecers e blog

Statistics

Views

Total Views
871
Views on SlideShare
855
Embed Views
16

Actions

Likes
2
Downloads
25
Comments
0

4 Embeds 16

http://www.linkedin.com 13
http://a0.twimg.com 1
http://www.slashdocs.com 1
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Le media relations e i social media - Workshop 1 Le media relations e i social media - Workshop 1 Presentation Transcript

    • Online media relations L’ufficio stampa e i social network Il mondo sociale di Internet. Le regole di funzionamento. I New media non professionali. Perché entrarci in relazione?
    • Agenda - Media relations sui social media Il mondo sociale di Internet. Le regole di funzionamento. I New media non professionali. Perché entrarci in relazione? Capire la galassia Social. Geografia, antropometrica, antropologia digitali L’ufficio stampa social. Relazione, acquisto o querela? Il crisis management
    • Diamo il giusto peso alle cose La rete si modifica velocemente e radicalmente Ciò che è vero oggi può non esserlo domani
    • Diamo il giusto peso alle cose Vale 50 miliardi di dollari Ha 800 milioni di utenti attivi Ogni utente vale 62,5 dollari Nasce nel 2004 Dal luglio 2007 figura nella classifica dei 10 siti più visitati al mondo. Nel 2010 è stato primo negli Usa, superando Google Business del secolo o bolla?
    • Diamo il giusto peso alle cose La crescita di Facebook sta rallentando Le attività sui social sono in diminuzione Facebook fatigue
    • Ma Internet…
      • Ha restituito l’iniziativa all’utente, che è al centro, perché sulla Rete bisogna chiedere, scegliere, prendere. Internet “risponde”. Ma - se non sollecitata - “tace”.
      • L’utente agisce - ottiene una risposta - reagisce. Da consumatore d’informazione si trasforma in prosumer
      • Sono possibili e agevoli relazioni di tutti i tipi: “uno a uno”, “uno a molti”, “molti a uno”, “molti a molti”
          • In Internet i rapporti tendono all’orizzontalità invece che alla sudditanza: Internet dice all’utente: “Chi è sulla Rete è come te. Quindi chi crea la Realtà è come te”.
          • Il “Social Web” è un moltiplicatore. Cosa interessa e cosa non interessa agli altri ? - Questo mio ragionamento è fondato o meno ? Verrà capito ?
    • La Rete e la realtà Internet è un nuovo paradigma sociale emergente Che dal mondo digitale Nel mondo reale Sta esondando
    • Società digitale – società reale Il Web replica e amplifica le dinamiche sociali di gruppo Sul web si formano strutture aggregative di senso, all’interno delle quali nascono leader=influencers in grado di orientare il gruppo, di dettare l’agenda. Gli influencers sono a tutti gli effetti media , verso i quali è necessario attivare Relazioni
    • Dalle strutture di senso alla community Crisi economica Preoccupazione per la mia condizione M’informo per capire
      • Questa è una Struttura di senso – Cluster temporaneo
      • Nasce per necessità e interessi transitori
      • Non c’è alcun legame affettivo con il tema né coinvolgimento
      • Esiste scambio fra quanti condividono gli stessi significati ma non senso di comunità
    • Dalle strutture di senso alla community Amo viaggiare Devo scegliere dove andare Uso il Web per decidere
      • Questo è un Cluster
      • Nasce per necessità e interessi stabili
      • C’è legame affettivo con il tema, c’è coinvolgimento
      • Scambi e condivisioni fra quanti si riconoscono nella stessa passione / interesse / necessità
      • Senso di comunità fra quanti hanno condiviso le stesse esperienze
      • Assenza di un unico simbolo affettivo o nesso di connessione (l’atto di viaggiare resta, muta il dove e il come)
    • Dalle strutture di senso alla community Sono tifoso La mia squadra combatte per lo scudetto M’informo e partecipo
      • Questa è una Community
      • Nasce per necessità e interessi stabili
      • C’è un forte legame affettivo con il tema, c’è ampio coinvolgimento
      • Scambi e condivisioni intensi fra quanti si riconoscono nella stessa passione o interesse
      • Forte senso di comunità e identificazione nel gruppo
      • Unico simbolo affettivo, che stabilisce un solido nesso di connessione
      • Alto tasso di attivazione e partecipazione alle dinamiche della community
    • Concentrazione delle fonti d’informazione La produzione di User generated content è in diminuzione Concentrazione dell’attenzione su pochi produttori d’informazione Aumento di condivisioni, commenti e voti (+1, like)
    • Pochi ma buoni Pubblico : Abitudine Facilità Accordo Fiducia Soddisfazione Influencers : Reputazione Autorevolezza Qualità Capacità di ascolto Capacità di risposta Pierre Lévy lo ha chiamato information overload . L’eccesso di fonti d’informazione crea rumore e disorientamento e l’utente mette in atto una serie di contromisure difensive che gli assicurino comunque la soddisfazione dell’esigenza informativa
    • Quali sono i nuovi media? Influencers nei social media Bloggers Ma poi perché sono media? Che si possono definire anche snodi , ovvero quei luoghi di una struttura reticolare, formata da nodi attraverso cui fluiscono le informazioni, che sono in grado di aggiungere valore alle informazioni stesse
    • Crederci o no? Se dico che un albergo è valido i miei amici sono portati a crederci e magari a sceglierlo per la loro vacanza Se dico che, solo secondo me e non sulla base del meteo, la prossima settimana sicuramente pioverà i miei amici sono portati a non credermi Perché? Nel primo caso sanno che viaggio molto per lavoro e si fidano del mio giudizio Nel secondo caso sanno che non ho alcuna nozione di metereologia
    • Cosa trasforma un contenuto in una notizia? Autorevolezza Un contenuto è ininfluente se non è inverato da uno snodo e quindi in grado d’influenzare il pubblico Quel che conta per le online media relations è ciò che dice un influencers, uno snodo, sulla base della sua
    • Chiacchiere digitali La stragrande maggioranza di ciò che si dice nei social media è buzz Molto importante da ascoltare per capire cosa si pensi di un prodotto, servizio o di un personaggio, per ottenere informazioni di marketing, per misurare la reputazione Ma non è rilevante, se non in maniera accessoria, per le online media relations
    • Dal contenuto alla notizia
    • I due livelli Contenuto Notizia
    • La viralità Voto – likes, +1, Condivido – sul mio profilo, via email Commento – direttamente in calce al post, sotto la mia condivisione o quella di altri La viralità si declina in atti virali che si misurano sulla base del time spending e dell’impegno e della partecipazione che richiedono I livelli di viralità sono un indice del tasso d’interesse di un contenuto
    • Riassumendo… con alcune keywords Si creano strutture di senso , cluster o community all’interno delle quali uno o più soggetti, diventano influencers e sono quindi in grado di “dettare l’agenda” Sul Web c’è una forte circolazione di contenuti. A vari livelli tutti parlano di tutto. Si scambiano pareri, impressioni, commenti. E’ il buzz Un contenuto, che pure circola nel buzz, può diventare una notizia solo se inverato da un influencer, da uno snodo, grazie alla sua autorevolezza Il contenuto, inverato da un influencers, circolerà in maniera virale a seconda del tasso d’interesse che riscuoterà presso il o i cluster di riferimento Questa capacità degli influencers di dettare l’agenda li trasforma in media , verso i quali è necessario attivare relazioni Grazie