Gioco del regolamento

885 views

Published on

Un Gioco dell’oca per conoscere e per interiorizzare il Regolamento d’Istituto

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Gioco del regolamento

  1. 1. IL GIOCO E’UNA PRATICA ANTICA. Perché un gioco per un Regolamento?
  2. 2. Il gioco è importantissimo per dei ragazzi in crescita perché quando si gioca si presentano occasioni di rapportarsi con gli altri, si organizzano gruppi, s’impara a dominarsi, ad accettare la socialità e lo stare assieme.
  3. 3. Quando si è tutti insieme a fare delle cose , quando si vive in società, è necessario sapere che cosa è permesso fare, che cosa è proibito,cos’è doveroso fare… insomma…servono le leggi. Qui a Scuola l’insieme delle leggi lo chiamiamo REGOLAMENTO ed il gioco ideato si prefigge di accrescere la conoscenza degli articoli e di stimolarne il migliore uso possibile .
  4. 4. Titolo : un Gioco dell’oca per conoscere e per interiorizzare il Regolamento d’Istituto <ul><li>Responsabile del Progetto : Paola Tosatto </li></ul><ul><li>Coordinatrice del presente “segmento” Maria Maciariello </li></ul><ul><li>Classi interessate : tutte le Prime della Secondaria di primo grado </li></ul><ul><li>Discipline coinvolte : Italiano, Cittadinanza, Arte </li></ul><ul><li>Risultato tangibile : realizzazione di due Giochi dell’oca </li></ul><ul><li>Obiettivo: conoscere ed interiorizzare il Regolamento d’Istituto </li></ul><ul><li>Proposta organizzativa: </li></ul><ul><li>a) collaborazione tra le classi prime delle sezioni A,B,C </li></ul><ul><li>b) collaborazione tra le classi prime delle sezioni D, F, G </li></ul><ul><li>c) collaborazione della classe prima E con tutte le altre </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Incarichi per i gruppo a) -b) prima fase: </li></ul><ul><li>ciascuna classe si assume un solo aspetto del Regolamento (con insegnante di Italiano) </li></ul><ul><li>sceglie gli articoli che reputa fondanti per un buon funzionamento della Scuola ( con insegnante di Italiano) </li></ul><ul><li>progetta delle situazioni sia positive che negative da rappresentare con dei disegni ispirati al Regolamento letto ( va escluso il linguaggio verbale) ( con insegnante di Cittadinanza/ Italiano) </li></ul><ul><li>prepara le bozze dei disegni e sceglie quelli ritenuti più significativi ( circa 15 tessere da realizzare successivamente con il supporto tecnico degli insegnante di Arte ) </li></ul><ul><li>Incarichi per i gruppo c) prima fase: </li></ul><ul><li>la classe legge fiabe o romanzi di crescita ( con insegnante di Italiano) </li></ul><ul><li>sceglie personaggi o simboli desunti dalla lettura ed utili per rappresentare nel Gioco preparato dalle altre classi : soste, progressioni, uscita …la meta del Gioco ( con insegnante di Italiano e di Cittadinanza) </li></ul><ul><li>prepara le bozze dei disegni e sceglie quelli più significativi (con insegnante di Italiano ) </li></ul>
  6. 6. Seconda fase: alcuni rappresentanti dei gruppi a) -b) c) con l’insegnante coordinatrice ( Maria Maciariello)e gli insegnanti di Arte stabiliscono la disposizione di tutti i soggetti disegnati nelle varie caselle , prendono nota del formato delle tessere e della loro numerazione Incarichi per i gruppo a) -b) c) seconda fase: con la supervisione dell’insegnante di Arte della classe realizzano su cartoncino quanto spetta in base agli accordi presi Terza fase Insegnanti di Educazione artistica e coordinatrice del Progetto : disposizione sulla base del gioco delle tessere Plastificazione e preparazione delle basi su cui disporre il gioco. Alunni rappresentanti delle classi prime : condivisione delle regole
  7. 7. Nella società industriale i giochi sono prodotti in serie…ma questa volta lo abbiamo “ideato e prodotto” in proprio!!!
  8. 8. Ma allora è speciale!!!
  9. 9. Le caselle che scandiscono l’applicazione delle regole o la loro infrazione si presentano sotto una veste nuova, singolare, creativa…
  10. 10. Pace, pace è una parola che a tutti piace, solo che è facile gridarla, ma è ben difficile attuarla Tratto dalla rappresentazione teatrale “ I bambini cantano la Costituzione”
  11. 12. Come ogni altro gioco, anche il nostro per potere essere condiviso necessitava di regole così ci siamo dati da fare per individuarle e poi metterle in pratica. Avanzamento Espulsione Sosta Avanzamento con premio Retrocessione
  12. 13. <ul><li>La legge è uguale per tutti: </li></ul><ul><li>altissimi, belli o brutti. </li></ul><ul><li>Lo dice l’articolo 3: </li></ul><ul><li>sei di Como, americano o di Lanzè </li></ul>Tratto dalla rappresentazione teatrale “ I bambini cantano la Costituzione”
  13. 14. Attività svolta con alcuni rappresentanti delle classi Prime ,finalizzata ad individuare quali sarebbero state le regole da adottare giocando. Maggio 2010
  14. 18. <ul><li>E’ seguita la trasposizione in foto del gioco didattico realizzato e la sua plastificazione. Il “ prodotto finale”, ottimizzato dall’intervento di un papà esperto - fotografo, è stato possibile grazie alla collaborazione scuola-famiglia. </li></ul>
  15. 19. ECCOLO!!!
  16. 21. Regole per Gioco ________________________________ a sfondo stellato . Caselle di avanzamento : 4 ( 2 caselle ) 6 ( 5 caselle) 17 ( 1 casella ) 19 ( 2 caselle) 32 (3 caselle ) 35 (5 caselle) 40 (1 casella) 43 (3 caselle) 49 ( 2 caselle ) 57 ( 2 caselle ) Caselle di arretramento : 3 ( 1 casella) 7 ( 2 caselle) 26 ( si ritorna alla n,1) 33 ( si va alla 28) 38 ( 4 caselle) 45 ( 1 casella) 47 ( 4 caselle) 52 ( 6 caselle) 56 ( si torna alla 34) 59 ( 1 casella) Caselle di sosta: 2 – 8- 11- 16 – 23-24-27-28-37- 42- 55- ( 1 turno) 15- 60 ( 2 turni) Caselle che determinano l’uscita dal gioco : 30 -36- 53 Caselle jolly di avanzamento con premio – rilancio dei dadi : 10- 25- 31- 34- 39- 46- 54- 58
  17. 23. Regole per Gioco ________________________________a sfondo con bolle . Caselle di avanzamento: 6 ( 5 caselle) 7 ( 2 caselle ) 9 ( 2 caselle) 17 (1 casella) 19 ( 2 caselle ) 22 ( 2 caselle ) 31 (3 caselle) 52 ( 2 caselle ) 53 (5 caselle) 58 ( 1 casella ) Caselle di arretramento: 5 ( 3 casella indietro) 16 ( 4 caselle indietro) 18 ( 2 caselle indietro) 26 (vai alla casella 1) 35 ( retrocedi di 1) 37 ( retrocedi di 3) 41 (vai alla casella 34) 47 ( retrocedi di 5) 48 ( vai alla 34) Caselle di sosta : 3-7- 10- 11- 23-25-38- 44 ( 1 turno) 15- 50 ( 2 turni) Caselle che determinano l’uscita dal gioco: 8. 27- 43- 57 Caselle jolly di avanzamento con premio – rilancio dei dadi: 12-14-21-34-36-39-42
  18. 24. Il traguardo Ma perché al traguardo c’è questo burattino con la sua storia?
  19. 25. CRESCERE NON è PER NIENTE FACILE! Affinché vi sentiate meno soli nel vostro compito di crescita vi proponiamo la lettura di un romanzo per ragazzi che attende solo voi ! Alcuni vostri compagni lo hanno già fatto ed hanno realizzato quelle tessere del Gioco ispirate a momenti significativi della vita di Pinocchio perché lui, che era manipolato e raggirato da chiunque, ha conquistato la propria autonomia ed è diventato responsabile delle proprie azioni! Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi
  20. 26. Momenti dello studio fotografico per rappresentare il traguardo del Gioco, ispirato al romanzo di crescita di Carlo Collodi “ Le avventure di Pinocchio”.
  21. 28. Prima del ritocco fotografico!!!
  22. 29. Dopo il ritocco!!!
  23. 30. Evviva il diritto evviva il dovere di tutti i bambini che si vogliono bene. Sono parole davvero importanti, importantissime per tutti quanti Non c’è diritto se manca il rispetto: non posso dire “io voglio che” senza pensare ai diritti degli altri Questo è importante. Tu sai perché… Tratto dalla rappresentazione teatrale “ I bambini cantano la Costituzione”
  24. 31. Hanno collaborato: tutti gli alunni della classi prime Gli insegnanti: Tiziana Maroso Giannantonio Bertoncello Michela Mazzarol Mariolina Capuccini Sonia Marra Donatella Stocco Maria Maciariello I signori Lucia e Gianni Pasinato La dirigente Alessandra Zuffellato Anno scolastico 2009-10

×