Riflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniscenari possibiliscenari possibiliscen...
Perché MOOC?Possiamo ipotizzare dei modelli esplicativi di questanuova offerta di formazione?A che cosa si applicano i MOO...
3
Il MOOC è molte cose …MOOC per i promotori, perMOOC per i promotori, perstudentiMa MOOC è pure altre cose …Lo strumento MO...
MOOC Cloud5
MOOC è senza dubbio una offerta di specificheopportunità di formazione con queste principalicaratteristiche:• Formazione a...
La creazione del MOOC ha permesso ai promotori:• Lo sviluppo di nuove iniziative imprenditorialida parte dei docenti• L’id...
La partecipazione al MOOC ha permesso aglistudenti di:• Acquisire nuove competenze a costitrascurabili• Sperimentare nuovi...
Il MOOC è senza dubbio una offerta formativastandardizzata:• Linguaggio• Rappresentazione• Rappresentazione• Interazione s...
La creazione del MOOC ha richiesto ai promotoridi:• Focalizzarsi su un corpo di conoscenze bendefinito e stabile• Utilizza...
La partecipazione al MOOC ha richiesto aglistudenti di:• Avere una forte auto motivazione a scegliereed ad applicarsi• Com...
Le caratteristiche MOOC, come oggi appaiono,ci inducono a pensare che possa essere unostrumento non applicabile a qualsias...
La comunanza di linguaggi, logiche inferenziali erappresentazioni mentali, sembrano esserenecessarie per garantire l’inter...
Poter venire a contatto, preselezionale evalutare “alti potenziali” (motivati e capaci)in tutto il mondo ad un costo/oppor...
Stabilizzare le best practices d’insegnamentoper poterle capitalizzare ed erogare in modoasincrono.Capitalizzare le best p...
• Misurarsi con temi che non si conoscono.• Rendere asincrono la formazione dalle altreattività prevalenti: lavoro, famigl...
La pressione sociale spinge allo studio,l’autonomia spesso al postporre: pensiamo alladecisione di iniziare e mantenere un...
Probabilmente gli studenti“molto motivati” e/o“molto capaci” traggonopoco beneficio dalleistituzioni scolastiche, senon un...
Tre culture ... un MOOC?Le tre culture secondo J.KaganLe tre culture secondo J.Kagan19
L’oggetto dei MOOC deve avere alcune caratteri-stiche che non ritroviamo in tutte le disciplineche possono essere oggetto ...
Le modalità di sviluppo di un nuovo prodottopossono essere solo in parte oggetto di un MOOC(es. descrizione formale del pr...
Nel 1959 Charles Percy Snow pubblicava la oggi-famosaRede Lecture, "The Two Cultures," una riflessionesull’accademia basat...
1. Le scienze naturali sembrano essere gli ambitiideali per l’approccio MOOCLinguaggio comuneLogica formaleRappresentazion...
2. Mentre le scienze umanistiche pongono qualchedomanda soprattutto sulle possibilità digeneralizzazione dei contesti indi...
1. Interessi Principali2. Fonti principali di evidenza3. Vocabolario principale4. Influenza di condizioni storiche5. Influ...
Dimensione 1- Interessi PrincipaliScienziatiNaturaliPrevisione e spiegazione di tutti i fenomeninaturaliScienziatiSocialiP...
Dimensione 2- Fonti principali di evidenzaScienziatiNaturaliOsservazioni controllate sperimentalmente, di entimaterialiSci...
Dimensione 3- Vocabolario principaleScienziatiNaturaliConcetti semantici e matematici i cui riferimentisono gli enti mater...
Dimensione 4- Influenza di condizioni storicheScienziatiNaturaliMinimaScienziatiSocialiModestaUmanisti Forte29Dimensione 5...
Dimensione 6- Dipendenza dal sostegno esternoScienziatiNaturaliFortemente dipendentiScienziatiSocialiModeratamente dipende...
Dimensione 8- Contributo all’economia nazionaleScienziatiNaturali ImportanteScienziatiSociali ModestoUmanisti MinimoDimens...
Possibili scenari …Conclusioni32
Polarizzazione delle applicazioni• Scienze naturali + logica formale• Integrazioni corsi “in campus”• Corporate University...
Generalizzazione delle applicazioni• Standardizzazione del “body of knowledge”delle associazioni professionali (es. APICS,...
Potenziali problemi nel medio-termine35
MOOC è un fenomeno senza dubbio interessante.Come tutti i nuovi modelli, MOOC èrappresentato secondo il senso comune chete...
La comunità scientifica tende a valutare ilMOOC come uno strumento utile per attivitàspecifiche e non per qualsiasi attivi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Evoluzione MOOC: scenari possibili

423 views

Published on

Ipotesi di modelli esplicativi della nuova offerta di formazione MOOC. Legami tra MOOC e le culture delle scienze naturali, sociali e umanistiche. Evoluzione dei MOOC: le caratteristiche dei MOOC permettono d’ipotizzare alcuni possibili scenari.

Published in: Education
1 Comment
3 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
423
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
38
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
1
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Evoluzione MOOC: scenari possibili

  1. 1. Riflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniRiflessioni su alcuniscenari possibiliscenari possibiliscenari possibiliscenari possibiliMOOCersMOOCers REUNIONREUNION 20132013scenari possibiliscenari possibiliscenari possibiliscenari possibili20202020 aprile 2013aprile 2013aprile 2013aprile 2013Luigi BattezzatiLuigi BattezzatiLuigi BattezzatiLuigi Battezzati PhDPhDPhDPhD
  2. 2. Perché MOOC?Possiamo ipotizzare dei modelli esplicativi di questanuova offerta di formazione?A che cosa si applicano i MOOC?Quali legami ci possono essere tra MOOC e le cultureQuali legami ci possono essere tra MOOC e le culturedelle scienze naturali, sociali e umanistiche ?Come si potrebbero evolvere i MOOC?I meccanismi di evoluzione, le caratteristiche diMOOC ci permettono d’ipotizzare alcuni possibiliscenari.2
  3. 3. 3
  4. 4. Il MOOC è molte cose …MOOC per i promotori, perMOOC per i promotori, perstudentiMa MOOC è pure altre cose …Lo strumento MOOC è universale?Qualche ragione per proporre eusare MOOC4
  5. 5. MOOC Cloud5
  6. 6. MOOC è senza dubbio una offerta di specificheopportunità di formazione con queste principalicaratteristiche:• Formazione a distanza utilizzando tecnologiebasate sul web,basate sul web,• Utilizzo di modalità di insegnamento miste:lezioni frontali, interazione, verifica puntualedell’apprendimento,• Coinvolgimento degli studenti nel processo divalutazione reciproco.6
  7. 7. La creazione del MOOC ha permesso ai promotori:• Lo sviluppo di nuove iniziative imprenditorialida parte dei docenti• L’identificazione di una popolazione mondiale• L’identificazione di una popolazione mondialedi studenti con motivazioni peculiari• La selezione di studenti con caratteristichepotenziali peculiari.7
  8. 8. La partecipazione al MOOC ha permesso aglistudenti di:• Acquisire nuove competenze a costitrascurabili• Sperimentare nuovi metodi di formazione più“attivi”• Utilizzare un modello d’apprendimento piùflessibile nel tempo e nello spazio8
  9. 9. Il MOOC è senza dubbio una offerta formativastandardizzata:• Linguaggio• Rappresentazione• Rappresentazione• Interazione sociale9
  10. 10. La creazione del MOOC ha richiesto ai promotoridi:• Focalizzarsi su un corpo di conoscenze bendefinito e stabile• Utilizzare un processo di comunicazionesemplice ed additivo• Eliminare l’interazione diretta tra docenti edallievi.10
  11. 11. La partecipazione al MOOC ha richiesto aglistudenti di:• Avere una forte auto motivazione a scegliereed ad applicarsi• Comprendere concetti astratti con pochiaspetti esperienziali• Accettare delle modalità di presentazionistandardizzate11
  12. 12. Le caratteristiche MOOC, come oggi appaiono,ci inducono a pensare che possa essere unostrumento non applicabile a qualsiasi tipo disapere e qualsiasi tipo di studente.Senza dubbio sembra essere efficace atrasmettere saperi “codificati” con linguaggiunivoci e soprattutto privi di ambiguità.12
  13. 13. La comunanza di linguaggi, logiche inferenziali erappresentazioni mentali, sembrano esserenecessarie per garantire l’interazione tra soggettiche non possono contestualizzare lecomunicazioniMa anche la auto motivazione degli studenti èessenziale per raggiungere dei risultatiLe caratteristiche che sembrano strutturalmentemancare nei MOOC sono proprio la contestualiz-zazione dei saperi e la gestione della motivazione13
  14. 14. Poter venire a contatto, preselezionale evalutare “alti potenziali” (motivati e capaci)in tutto il mondo ad un costo/opportunitàtrascurabile.Sviluppare uno strumento complementare allaSviluppare uno strumento complementare allaformazione in campus per dare agli studentiuna maggiore flessibilità.Permettere agli studenti di valutare a priori lecaratteristiche e l’impegno richiesto di uncorso a cui desiderano/devono iscriversi.14
  15. 15. Stabilizzare le best practices d’insegnamentoper poterle capitalizzare ed erogare in modoasincrono.Capitalizzare le best practices d’insegnamentoper sviluppare curricula personalizzati perper sviluppare curricula personalizzati perimprese (Corporate Academia)....15
  16. 16. • Misurarsi con temi che non si conoscono.• Rendere asincrono la formazione dalle altreattività prevalenti: lavoro, famiglia etc• Imparare linguaggio, logiche, rappresentazioni• Imparare linguaggio, logiche, rappresentazionidi una comunità scientifica• Integrare la formazione in campus• Ridurre al minimo i costi della formazione• Focalizzarsi su quanto si apprende non suiriconoscimenti formali16
  17. 17. La pressione sociale spinge allo studio,l’autonomia spesso al postporre: pensiamo alladecisione di iniziare e mantenere una dieta …La formazione che prevede di condividere unostesso luogo da parte di un limitato gruppo distesso luogo da parte di un limitato gruppo distudenti e docenti permette di:Stabilire relazioni tra gli studenti chefavoriscono l’apprendimento individuale esocialePersonalizzare l’approccio dei docenticontestualizzandolo17
  18. 18. Probabilmente gli studenti“molto motivati” e/o“molto capaci” traggonopoco beneficio dalleistituzioni scolastiche, senon un pubblico chepermette di aumentare laloro autostima.Invece gli studenti “menomotivati” e/o “menocapaci” hanno bisogno diessere seguiti, capiti,motivati ed aiutati: sono ilvero obiettivo delleistituzioni formative.Fortunatamente gli studentimolto “motivati e capaci” meno “motivati e capaci”loro autostima.Le grandi università hannosenza dubbio tutti eccellentistudenti ma non è detto cheabbiano tutti i miglioridocenti.Fortunatamente gli studenti“meno motivati e capaci”sono, non solo, la ragiond’essere dei docenti, maanche il valore delladevianza.18
  19. 19. Tre culture ... un MOOC?Le tre culture secondo J.KaganLe tre culture secondo J.Kagan19
  20. 20. L’oggetto dei MOOC deve avere alcune caratteri-stiche che non ritroviamo in tutte le disciplineche possono essere oggetto di un corso diformazioneL’analisi matematica e le scienze basate suL’analisi matematica e le scienze basate sumodelli matematici possono essere un eccellenteoggetto di MOOC, perché sono caratterizzati da:linguaggio standardizzatologica formalerappresentazione mentale dei concettisostanzialmente omogenea20
  21. 21. Le modalità di sviluppo di un nuovo prodottopossono essere solo in parte oggetto di un MOOC(es. descrizione formale del processo/prodotto).Lo sviluppo esperienziale dei prototipi non puòessere ne insegnato ne appreso se non da unessere ne insegnato ne appreso se non da unmaestro che cerca di plasmare ciascun “artista”.Quindi sembra essere la natura della specificacultura che ci può aiutare a capire a che cosaapplicare MOOC: ma … quante e quali sono leculture?21
  22. 22. Nel 1959 Charles Percy Snow pubblicava la oggi-famosaRede Lecture, "The Two Cultures," una riflessionesull’accademia basata sulla premessa che la vitaintellettuale è divisa in due culture: le arti e le scienzeumane da un lato e la scienza dallaltro.Da allora è emersa una terza cultura,“scienze sociali”, che include discipline22“scienze sociali”, che include disciplinequali: sociologia, scienze politiche,economia, psicologia, antropologia.Jerome Kagan, uno dei più grandipsicologi degli ultimi 50 anni, descrivele ipotesi, il vocabolario, i contributi diciascuna di queste culture; sostiene chei significati di molti dei concettiutilizzati da ogni cultura sono unici adessa e non si applicano alle altre.
  23. 23. 1. Le scienze naturali sembrano essere gli ambitiideali per l’approccio MOOCLinguaggio comuneLogica formaleRappresentazione mentale di un oggettoRappresentazione mentale di un oggettoscientificoPensiero scientifico23
  24. 24. 2. Mentre le scienze umanistiche pongono qualchedomanda soprattutto sulle possibilità digeneralizzazione dei contesti individuali3. E infine le scienze sociali sono ancora più3. E infine le scienze sociali sono ancora piùdifficili da classificare perché utilizzano metodiscientifici ma sono fortemente orientate dallescienze umanistiche.24
  25. 25. 1. Interessi Principali2. Fonti principali di evidenza3. Vocabolario principale4. Influenza di condizioni storiche5. Influenze critiche6. Dipendenza dal sostegno esterno7. Condizioni di lavoro8. Contributo all’economia nazionale9. Criteri di bellezza25The three cultures: Natural sciences, social sciences, and the humanities in the 21st century (2009);Le tre culture, Feltrinelli, 2013
  26. 26. Dimensione 1- Interessi PrincipaliScienziatiNaturaliPrevisione e spiegazione di tutti i fenomeninaturaliScienziatiSocialiPrevisione e spiegazione di comportamenti e statipsicologici degli esseri umaniUmanisti Comprensione delle reazioni umane a eventi e iUmanisti Comprensione delle reazioni umane a eventi e isignificati che gli esseri umani impongonoall’esperienza in funzione di cultura, epoca storicae storia personale.26
  27. 27. Dimensione 2- Fonti principali di evidenzaScienziatiNaturaliOsservazioni controllate sperimentalmente, di entimaterialiScienziatiSocialiComportamenti, espressioni verbali e menospesso misure biologiche, raccolti in condizioni incui i contesti non sempre possono esserecui i contesti non sempre possono esserecontrollatiUmanisti Testi scritti e comportamenti umani raccolti incondizioni in cui il controllo possibile è minimo.27
  28. 28. Dimensione 3- Vocabolario principaleScienziatiNaturaliConcetti semantici e matematici i cui riferimentisono gli enti materiali della fisica, chimica ebiologia e che si suppone trascendano i contestiindividualiScienziatiSocialiCostrutti che si riferiscono a caratteristichepsicologiche, stati e comportamenti di singoli o diSociali psicologiche, stati e comportamenti di singoli o digruppi, con un’accettazione dei vincoli che ilcontesto d’osservazione impone, rispetto allapossibilità di generalizzareUmanisti Concetti che si riferiscono al comportamentoumano e agli eventi che li provocano con fortirestrizioni contestuali alle inferenze28
  29. 29. Dimensione 4- Influenza di condizioni storicheScienziatiNaturaliMinimaScienziatiSocialiModestaUmanisti Forte29Dimensione 5- Influenze criticheScienziatiNaturaliMinimeScienziatiSocialiImportantiUmanisti Importanti
  30. 30. Dimensione 6- Dipendenza dal sostegno esternoScienziatiNaturaliFortemente dipendentiScienziatiSocialiModeratamente dipendentiUmanisti Relativamente dipendenti30Dimensione 7- Condizioni di lavoroScienziatiNaturaliCollaborazione in gruppi piccoli e grandiScienziatiSocialiCollaborazioni in piccoli gruppi e lavoro isolatoUmanisti Lavoro isolato
  31. 31. Dimensione 8- Contributo all’economia nazionaleScienziatiNaturali ImportanteScienziatiSociali ModestoUmanisti MinimoDimensione 9- Criteri di bellezzaScienziati Conclusioni che chiamano in causa le componenti31ScienziatiNaturaliConclusioni che chiamano in causa le componentimateriali fondamentali in natura inferite daevidenze prodotte da macchine e riconducibili adescrizioni matematicheScienziatiSocialiConclusioni che sostengono una concezioneteorica ampia del comportamento umanoUmanisti Argomenti semanticamente coerenti presentati inprosa elegante
  32. 32. Possibili scenari …Conclusioni32
  33. 33. Polarizzazione delle applicazioni• Scienze naturali + logica formale• Integrazioni corsi “in campus”• Corporate UniversityPolarizzazione degli studenti• Motivati e capaci• Seconda laurea• Più che avere riconoscimento formale: “saperfare”33
  34. 34. Generalizzazione delle applicazioni• Standardizzazione del “body of knowledge”delle associazioni professionali (es. APICS,PMI, …)Generalizzazione degli studenti• Formazioni di base• Etc …34
  35. 35. Potenziali problemi nel medio-termine35
  36. 36. MOOC è un fenomeno senza dubbio interessante.Come tutti i nuovi modelli, MOOC èrappresentato secondo il senso comune chetende ad attribuirgli caratteristiche diverse datende ad attribuirgli caratteristiche diverse daquelle effettive.L’esigenza di cercare paradigmi che diano unaspiegazione ordinata del mondo, spinge adattribuire a MOOC significati attuali e futuri chesono molto probabilmente troppo ambiziosi.36
  37. 37. La comunità scientifica tende a valutare ilMOOC come uno strumento utile per attivitàspecifiche e non per qualsiasi attività.MOOC è senza dubbio un cambiamento radicale,MOOC è senza dubbio un cambiamento radicale,non nel senso che coinvolgerà tutti i possibiliutilizzatori, ma piuttosto nel senso di cambiareradicalmente le opportunità di alcune tipologiedi studenti in alcuni ambiti disciplinari.37

×