Your SlideShare is downloading. ×
0
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Il territorio interroga la professione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il territorio interroga la professione

267

Published on

Lezione della Scuola Etica dell'OMCEO di Bari del 11 gennaio 2014 dr. Silvestro Scotti

Lezione della Scuola Etica dell'OMCEO di Bari del 11 gennaio 2014 dr. Silvestro Scotti

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
267
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari Scuola di Etica Pubblica 2013-2014 Il territorio interroga la professione medica Silvestro Scotti silvestroscotti@gmail.com www.slideshare.net/silvestroscotti/titolo
  • 2. La salute, l’ambiente, il medico
  • 3. La salute
  • 4. Carta Costituzionale Salute Diritto fondamentale dell’individuo “primario ed assoluto”  Interesse della collettività che la Repubblica tutela come bene e valore  L’Art. 32 della Costituzione ne garantisce la tutela più piena sia sotto il profilo del valore sia sotto quello dell’efficacia.  Costituzione Italiana - Art. 32 La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.”
  • 5. Carta Costituzionale Salute “Diritto sociale” ovvero della collettività che implica l’interesse e l’obbligo per lo Stato a predisporre attraverso i propri assetti (amministrativo, sanitario, legislativo, giuridico, ordinistico) le condizioni che ne consentano il godimento.
  • 6. Carta Costituzionale Salute “Si tratta quindi di un diritto che può essere assoggettato a limiti solo a seguito del bilanciamento con altri interessi costituzionali di pari rango; e a cui sono collegati sia momenti garantistici sia momenti di intervento attivo da parte dei poteri pubblici e di integrazione sociale. E’ proprio per questo che il diritto alla salute evoca da un lato i principi costituzionali fissati nell’art. 2 e 3 (secondo comma) della Costituzione e dall’altro un ordinamento della Repubblica - e in particolare della Pubblica Amministrazione - così come definita dall’art. 97 della Costituzione”. Tratto da “Parere su Etica della comunicazione in Sanità- Comitato consultivo regionale di Bioetica”
  • 7. Carta Costituzionale Salute vs.risorse Pareggio di bilancio  Indebitamento condizionato a piano di rientro  Condizioni all’indebitamento ◦ Gravi recessioni economiche ◦ Crisi finanziarie ◦ Gravi calamità naturali  Costituzione Italiana - Art. 81*
  • 8. Carta Costituzionale Salute vs. risorse Art. 81* Lo Stato assicura l'equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, tenendo conto delle fasi avverse e delle fasi favorevoli del ciclo economico. Il ricorso all'indebitamento è consentito solo al fine di considerare gli effetti del ciclo economico e, previa autorizzazione delle Camere adottata a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, al verificarsi di eventi eccezionali. Ogni legge che importi nuovi o maggiori oneri provvede ai mezzi per farvi fronte. Le Camere ogni anno approvano con legge il bilancio e il rendiconto consuntivo presentati dal Governo. L'esercizio provvisorio del bilancio non può essere concesso se non per legge e per periodi non superiori complessivamente a quattro mesi. Il contenuto della legge di bilancio, le norme fondamentali e i criteri volti ad assicurare l'equilibrio tra le entrate e le spese dei bilanci e la sostenibilità del debito del complesso delle pubbliche amministrazioni sono stabiliti con legge approvata a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera, nel rispetto dei princìpi definiti con legge costituzionale (1). (*) Articolo così sostituito dalla legge costituzionale 20 aprile 2012, n. 1, («Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale»), le cui disposizioni si applicano a decorrere dall'esercizio finanziario relativo all'anno 2014 (articolo 6).
  • 9. Carta CostituzionaleSalute vs. risorse Legge costituzionale 20 aprile 2012, n. 1
 (1) Art. 5. 
1. La legge di cui all'articolo 81, sesto comma, della Costituzione, come sostituito dall'articolo 1 della presente legge costituzionale, disciplina, per il complesso delle pubbliche amministrazioni, in particolare:
a) le verifiche, preventive e consuntive, sugli andamenti di finanza pubblica;
b) l'accertamento delle cause degli scostamenti rispetto alle previsioni, distinguendo tra quelli dovuti all'andamento del ciclo economico, all'inefficacia degli interventi e agli eventi eccezionali;
c) il limite massimo degli scostamenti negativi cumulati di cui alla lettera b) del presente comma corretti per il ciclo economico rispetto al prodotto interno lordo, al superamento del quale occorre intervenire con misure di correzione;
d) la definizione delle gravi recessioni economiche, delle crisi finanziarie e delle gravi calamità naturali quali eventi eccezionali, ai sensi dell'articolo 81, secondo comma, della Costituzione, come sostituito dall'articolo 1 della presente legge costituzionale, al verificarsi dei quali sono consentiti il ricorso all'indebitamento non limitato a tenere conto degli effetti del ciclo economico e il superamento del limite massimo di cui alla lettera c) del presente comma sulla base di un piano di rientro;
  • 10. Carta Costituzionale Salute vs.risorse e) l'introduzione di regole sulla spesa che consentano di salvaguardare gli equilibri di bilancio e la riduzione del rapporto tra debito pubblico e prodotto interno lordo nel lungo periodo, in coerenza con gli obiettivi di finanza pubblica;
f) l'istituzione presso le Camere, nel rispetto della relativa autonomia costituzionale, di un organismo indipendente al quale attribuire compiti di analisi e verifica degli andamenti di finanza pubblica e di valutazione dell'osservanza delle regole di bilancio;
g) le modalità attraverso le quali lo Stato, nelle fasi avverse del ciclo economico o al verificarsi degli eventi eccezionali di cui alla lettera d) del presente comma, anche in deroga all'articolo 119 della Costituzione, concorre ad assicurare il finanziamento, da parte degli altri livelli di governo, dei livelli essenziali delle prestazioni e delle funzioni fondamentali inerenti ai diritti civili e sociali. 2. La legge di cui al comma 1 disciplina altresì:
a) il contenuto della legge di bilancio dello Stato;
b) la facoltà dei Comuni, delle Province, delle Città metropolitane, delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano di ricorrere all'indebitamento, ai sensi dell'articolo 119, sesto comma, secondo periodo, della Costituzione, come modificato dall'articolo 4 della presente legge costituzionale;
c) le modalità attraverso le quali i Comuni, le Province, le Città metropolitane, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano concorrono alla sostenibilità del debito del complesso delle pubbliche amministrazioni. 3. La legge di cui ai commi 1 e 2 è approvata entro il 28 febbraio 2013. 4. Le Camere, secondo modalità stabilite dai rispettivi regolamenti, esercitano la funzione di controllo sulla finanza pubblica con particolare riferimento all'equilibrio tra entrate e spese nonchè alla qualità e all'efficacia della spesa delle pubbliche amministrazioni.».
  • 11. Carta Costituzionale Salute/risorse/pubblica amministrazione Unione Europea,  Ministeri, Regioni (Aziende sanitarie), Comuni  …(Ordini professionali?)  Responsabilità diretta dei funzionari 
  • 12. Carta Costituzionale Salute/risorse/pubblica amministrazione Art. 97 Le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l'ordinamento dell'Unione europea, assicurano l'equilibrio dei bilanci e la sostenibilità del debito pubblico (1). I pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione. Nell'ordinamento degli uffici sono determinate le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari. Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge. (1) Comma così premesso dalla Legge costituzionale 20 aprile 2012, n.1(“Introduzione del principio del pareggio di bilancio nella Carta Costituzionale”) le cui disposizioni si applicano a decorrere dall’esercizio finanziario relativo all’anno 2014 (articolo 6).
  • 13. Codice Deontologico Art. 6 - Qualità professionale e gestionale Il medico agisce secondo il principio di efficacia delle cure nel rispetto dell’autonomia della persona tenendo conto dell’uso appropriato delle risorse. Il medico è tenuto a collaborare alla eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario, al fine di garantire a tutti i cittadini stesse opportunità di accesso, disponibilità, utilizzazione e qualità delle cure.
  • 14. E’ deontologicamente corretto incentivare contrattualmente l’uso appropriato delle risorse?
  • 15. L’ambiente
  • 16. Ambiente sociale, naturale e Territorio   La relazione con la comunità e le istituzioni. Gli ambiti di responsabilità del medico verso la comunità in cui opera. Messaggio: Il professionista medico affronta livelli di responsabilità diversi in funzione di: Ambito/area Ruolo Contesto sociale Grado di coinvolgimento
  • 17. Ambiente sociale intervenire in caso di emergenza o calamità;  svolgere una funzione di controllo e assistenza rispetto ai minori, agli anziani e ai disabili;  operare a favore della tutela dell’ambiente e della salute pubblica;  svolgere una corretta azione di informazione sanitaria e divulgazione scientifica. Ambito/area, Ruolo, Contesto sociale, Grado di coinvolgimento 
  • 18. Cause Ambientali e riduzione delle 10 principali cause di morte Contributo dovuto alla eliminazione completa dei fattori di rischio Cause di Morte (ICD) 1– Tumori 2– Cardiopatia ischemica 3–Cerebrovasculopatie acute 4– Altre forme di cardiopatia 5– Bronchite, enfisema, asma 6– Polmonite 7– Tutti gli incidenti 8– Incidenti automobilistici 9– Diabete mellito 10 - Suicidi Ambientali 20 10 20 17,5 30 35 35 20 5 20 Fonte: Gunning-Schepers LJ –Hagen JH: Avoidableburdenofillness: preventioncontributeto health? Soc. Sci. Med. 1987,24,945-51 howmuch can
  • 19. Ambiente naturale L’ambiente è rilevante per il medico nella misura in cui può influire sulla salute. La responsabilità del medico consiste nel promuovere una cultura favorevole a un utilizzo equilibrato delle risorse naturali. Responsabilità verso le “generazioni future”
  • 20. Il medico
  • 21. Il medico Conoscenze scientifiche e competenza professionale Codice deontologico e norme etiche Leggi dello Stato e norme contrattuali Scelte assistenziali
  • 22. Responsabilità Attitudine a rispondere del proprio operato professionale, in caso di errore od omissione, davanti all’ordine in veste di giudicante Valutazione a posteriori da parte di un soggetto esterno Competente Ottica negativa perché emerge quando ormai il danno è avvenuto (se opportunamente considerata, ha valore preventivo rispetto ad ulteriori danni consimili) Adattato da “Deontologia e responsabilità” Prof. Mariano Cingolani - Istituto di Medicina Legale Università degli Studi di Macerata CORSO IN BIOETICA ED ETICA MEDICA - San Marino 18 aprile 2009
  • 23. Ottica negativa: conseguenze Centralità del medico Prevenzione di sanzioni Sentenze della Magistratura come guida ed appiattimento della cultura scientifica  Medicina difensiva e danni al paziente da omesso intervento qualificato  Esasperazione degli aspetti formali    Adattato da “Deontologia e responsabilità” Prof. Mariano Cingolani - Istituto di Medicina Legale Università degli Studi di Macerata CORSO IN BIOETICA ED ETICA MEDICA - San Marino 18 aprile 2009
  • 24. Responsabilità Impegno a realizzare una condotta professionale corretta nell’interesse di salute dell’assistito Valutazione prima e durante la prestazione d’opera da parte dello stesso soggetto agente Ottica positiva perché consente di evitare danni al paziente Adattato da “Deontologia e responsabilità” Prof. Mariano Cingolani - Istituto di Medicina Legale Università degli Studi di Macerata CORSO IN BIOETICA ED ETICA MEDICA - San Marino 18 aprile 2009
  • 25. Ottica positiva: conseguenze Centralità del paziente  Obiettivo: tutela della salute  Conoscenze scientifiche aggiornate come guida  Medicina ispirata alla solidarietà con il paziente  Valorizzazione degli aspetti sostanziali  Adattato da “Deontologia e responsabilità” Prof. Mariano Cingolani - Istituto di Medicina Legale Università degli Studi di Macerata CORSO IN BIOETICA ED ETICA MEDICA - San Marino 18 aprile 2009
  • 26. Relazioni tra medici e responsabilità La complessità progressiva degli ambiti normativi  La tendenza delle professioni ad organizzarsi in strutture associate  I nuovi strumenti gestionali  I nuovi dispositivi In che modo modificano le relazioni tra professionisti? Quali limiti all’ ambito di responsabilità del singolo medico su compiti comuni o condivisi? 
  • 27. Esempio: la certificazione Rientra negli obblighi deontologici del medico. Codice Deontologico - Art. 24 Il medico è tenuto a rilasciare al cittadino certificazioni relative al suo stato di salute che attestino dati clinici direttamente constatati e/o oggettivamente documentati. Egli è tenuto alla massima diligenza, alla più attenta e corretta registrazione dei dati e alla formulazione di giudizi obiettivi e scientificamente corretti.
  • 28. Esempio: la certificazione Problematiche aperte sulla certificazione di malattia:  Un medico diverso da quello che ha individuato la diagnosi e stabilito una prognosi ha l’obbligo di rilasciare un certificato di malattia su richiesta del paziente?  E su richiesta di un altro medico?
  • 29. Esempio: la certificazione Problematiche aperte sulla certificazione di malattia:  La trasmissione informatizzata del certificato di malattia ne ha modificato le caratteristiche trasformandolo in una certificazione “speciale” ?  Ha delimitato l’obbligo deontologico certificativo solo ad alcuni medici?  Può un medico rifiutare la certificazione di malattia adducendo la mancanza di credenziali di accesso al sistema?
  • 30. Soluzione Necessario individuare sui piani contrattuali modelli di relazione tra professionisti, la cui attività è normata da contrattualità diverse ma derivanti da leggi e mandato professionale comuni, che garantiscano il rispetto degli obblighi deontologici.
  • 31. La responsabilità nel lavoro di squadra L’evoluzione dei modelli assistenziali è fortemente e inevitabilmente orientata verso l’integrazione orizzontale e verticale sia nell’ambito della professione medica, sia verso le altre professioni- sanitarie e non - che partecipano ai processi di presa incarico dei bisogni socioassistenziali del cittadino-utente e della collettività.
  • 32. Interazione, Interdipendenza, Integrazione Interazione: interventi puntuali di più operatori che operano settorialmente in un sistema strutturato e finalizzato Interdipendenza: interventi coordinati di più operatori che si sviluppano in un sistema che persegue obiettivi comuni Integrazione: l’applicazione negoziata e condivisa di competenze professionali diverse al fine di attuare e gestire processi complessi di prevenzione, diagnosi e cura.
  • 33. GRUPPO Membership INTERAZIONE UNIFORMITA’ Coesione INTERDIPENDENZA Negoziazione INTEGRAZIONE Groupship GRUPPO DI LAVORO DIFFERENZE
  • 34. Quale integrazione? MULTIDISCIPLINARE INTERDISCIPLINARE TRANSDISCIPLINARE
  • 35. Integrazione intraprofessionale L’integrazione intraprofessionale nell’ambito ospedaliero  Rappresenta un’esperienza storicamente consolidata  Basata su relazioni di tipo gerarchico  Sta evolvendo verso sistemi di coordinamento che riportano la responsabilità in carico ai singoli
  • 36. Integrazione intraprofessionale L’integrazione intraprofessionale nell’ambito territoriale È un’esperienza di recente introduzione ancora in stadio primordiale Caratterizzata dal rapporto tra pari In evoluzione verso modelli complessi
  • 37. Integrazione interprofessionale Co-attori:  Infermiere  Operatore sociosanitario  Assistente di studio medico  Assistente sociale  Farmacista  …………….
  • 38. Integrazione interprofessionale Rapporti lavorativi tra soggetti regolati da contrattualità diverse e mandati professionali diversi Ambito ospedaliero storicamente caratterizzato da sistema gerarchico oggi in evoluzione in cui opera personale sanitario il cui ente datoriale è un soggetto terzo Ambito territoriale caratterizzato da un sistema di collaborazione in cui opera personale sanitario dipendente dello stesso medico di medicina generale
  • 39. Definizione delle responsabilità nei diversi modelli Forme organizzative del Territorio: AFT, UCCP.  Forme organizzative dell’Ospedale: unità operative, strutture semplici, strutture complesse.  Società di professionisti  In ambito deontologico,, ove sono riposte le responsabilità in caso di contenzioso? Decisioni conseguenti e subordinate a quelle giuridico/giudiziario?
  • 40. Evoluzione del Codice Deontologico Come si differenzia la responsabilità nei casi di:  Singolo medico associato  Equipe/associazione/aggregazione  Responsabile/coordinatore/referente  Amministratore delegato di Società tra professionisti
  • 41. ETICA NELLA COMUNICAZIONE PROFESSIONALE E’ DISTINZIONE DI OFFERTA E DI COMPETENZE Spiegocosa so fare E’ RELAZIONE CON I PAZIENTI Sono trasparente, comprendo bene i bisogni e le necessità E’ RELAZIONE PER I PAZIENTI Aumento la mia immagine e fidelizzo E’ RELAZIONE CON LA SOCIETA’ Chiarisco le mie competenze e la miafunzionesociale, visibilità E’ RELAZIONE CON I COLLEGHI E LE PARTI TERZE Aggregazione, arricchimento, crescitaprofessionale

×