Your SlideShare is downloading. ×
0
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Il reference in biblioteca
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il reference in biblioteca

1,237

Published on

Corso sul servizio di reference tenuto a Rimini nel 2006

Corso sul servizio di reference tenuto a Rimini nel 2006

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,237
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
38
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Transcript

    • 1. Dalla centralità della biblioteca alla centralità dell’utente corso sul Reference Rimini 2006 Reference significa “riferimento, relazione, consultazione”
    • 2. Il bibliotecario di reference, questo sconosciuto.. Chi è Cosa fa Dove sta andando
    • 3. Chi è <ul><li>È l’intermediario tra l’informazione e l’utente: </li></ul><ul><li>media tra offerta informativa del docuverso e domanda informativa dell’utente </li></ul>
    • 4. Cosa fa <ul><li>seleziona, acquisisce, cataloga le principali fonti e opere generali, con particolare attenzione per la sala di consultazione (anche virtuale!) </li></ul><ul><li>organizza il servizio di reference nel senso di creare un supporto alla ricerca sulle diverse fonti e una guida all’uso dei cataloghi </li></ul>
    • 5. Dove sta andando <ul><li>Bibliotecario in estinzione nell’era di Google (omnigooglisation of the world), Wikipedia e folksonomy </li></ul><ul><li>Il problema non è più l'accesso, ma la selezione , nell’enorme massa di informazioni sia su supporto cartaceo che elettronico (‘tanto c’è tutto su internet...’) </li></ul><ul><li>Dal solipsismo alla collaborazione! </li></ul>
    • 6. AAA bibliotecario di reference cercasi <ul><li>Buone doti di comunicatore </li></ul><ul><li>Attitudine ai rapporti interpersonali </li></ul><ul><li>Flessibilità </li></ul><ul><li>Senso del servizio pubblico </li></ul><ul><li>Propensione a gestire i cambiamenti </li></ul><ul><li>Disponibilità a lavorare in gruppo </li></ul><ul><li>Curiositas </li></ul>
    • 7. Reference è… <ul><li>Informazioni direzionali </li></ul><ul><li>Quick o ready reference </li></ul><ul><li>Ricerche bibliografiche </li></ul>
    • 8. Le buone regole <ul><li>Essere vicini all’utente ovunque esso sia </li></ul><ul><li>Sparire quando le cose funzionano </li></ul><ul><li>Materializzarsi se necessario </li></ul>
    • 9. E l’utente cosa pensa? <ul><li>Chissà perché mi sta dicendo queste cose.. Interessante, ma non le avevo mica chieste… </li></ul><ul><li>Ma guarda che gentile! Chi l’avrebbe mai detto, in biblioteca… </li></ul><ul><li>Questo mi fa perdere tempo... e tra poco mi scade il parcheggio! </li></ul><ul><li>Finalmente qualcuno che mi ha spiegato in maniera chiara come cercare un articolo di una rivista! </li></ul><ul><li>Sindrome del disappearing user e della probe question </li></ul>
    • 10. Gli ingredienti della biblioteca digitale <ul><li>Centralità dell’utente </li></ul><ul><li>Collezione digitale </li></ul><ul><li>Accesso remoto </li></ul>
    • 11. Comunicare nell’era digitale <ul><li>Comunicazioni via sms, e-mail, web tra biblioteca e utente </li></ul><ul><li>Servizi on-line per l’utente tramite OPAC, Virtual Reference Desk, ecc. </li></ul><ul><li>My library: personalizzazione dei servizi </li></ul>
    • 12. Prepariamoci a questo! <ul><li>Risorse elettroniche locali e remote (periodici elettronici, e-book, banche dati, open archives, virtual reference desk progetti di digitalizzazione) </li></ul><ul><li>Reference digitale (‘chiedilo al bibliotecario’ tramite form, e-mail, live chat, videoconferenza) </li></ul><ul><li>SDI (Disseminazione selettiva dell’informazione) </li></ul><ul><li>User education </li></ul><ul><li>Sistemi di DD elettronico </li></ul>
    • 13. Reference digitale <ul><li>assistenza personalizzata asincrona (e-mail, web-form: cfr. Sala Borsa , Cologno Monzese , Regione Toscana ) </li></ul><ul><li>assistenza personalizzata sincrona (chat, istant messagging, videoconferenza: cfr. New York Public Library ) </li></ul><ul><li>allestire repertori, FAQ, archivi di domande e risposte </li></ul><ul><li>pagina su Aidaweb a cura di Paola Gargiulo </li></ul>
    • 14. VRD ovvero Virtual reference desk <ul><li>E’ una sala di consultazione virtuale e comprende: </li></ul><ul><li>- repertori di siti organizzati per materia , ovvero elenchi ipertestuali , più o meno strutturati e commentati, di risorse disponibili in rete relativamente ad una determinata disciplina o argomento (specializzati) o a tutte le discipline (generali) </li></ul><ul><li>Generali: Segnaweb , Regione Toscana , Librarians’ Index to the Internet </li></ul><ul><li>Specializzati: DFP , Repertorio del Cilea </li></ul><ul><li>servizi di reference on-line </li></ul><ul><li>FAQ </li></ul><ul><li>Archivi di domande e risposte </li></ul>
    • 15. Fare SDI (Selective Dissemination of Information) <ul><li>Informazione/conoscenza (cfr.Levi-Strauss: crudo/cotto): la biblioteca ‘cuoce’ (=elabora) l’informazione </li></ul><ul><li>Definire gruppi di utenti in base ai profili di interesse e confezionare bollettini novità o newsletter sulla base dei profili </li></ul><ul><li>Creare comunità virtuali per mettere in comunicazione </li></ul><ul><li>Costruire vrd specializzati con risorse web accessibili </li></ul>
    • 16. Fare user education <ul><li>Fornire all’utente consapevolezza, abilità e autonomia rispetto alle proprie esigenze di informazione e conoscenza (information literacy) </li></ul><ul><li>Organizzare corsi di istruzione all’utenza e visite guidate </li></ul><ul><li>Predisporre tutorials on-line e guide all’uso della biblioteca, dell’opac e altre risorse locali e remote in una ottica di interazione con l’utente, garantendo libertà di percorsi </li></ul>
    • 17. Un invito alla cooperazione  <ul><li>Parole chiave: multimedialità, interculturalità, formazione continua </li></ul><ul><li>Allestire vrd in collaborazione con altre biblioteche (cfr. Sala Borsa) </li></ul><ul><li>Garantire un servizio di ILL/DD efficace ed efficiente </li></ul><ul><li>Lavorare in rete è meglio! </li></ul>

    ×