Medicina 2.0: come il web trasforma il rapporto tra medico digitalizzato e paziente informato

  • 1,496 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
1,496
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5

Actions

Shares
Downloads
7
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Another     tweet     in  the  wall &  Pink  Floyd  modified Medicina 2.0: come il web trasforma il rapporto tra medico digitalizzato e paziente informato Tesi di Anna Trombini Corso di laurea in Scienze della Comunicazione Puibblica Sociale e Politica, Università di Bologna
  • 2. L’INDAGINE UNIVERSO 239 medici di base dell’Azienda USL della Romagna sede di Rimini CAMPIONE 68 medici di base (28%)
  • 3. IL QUESTIONARIO CONTATTO PROGRAMMA DOMANDE PERIODO 25 GEN – 25 FEB 2014
  • 4. «Sempre quando siano ben percepite le informazioni, spesso ai pazienti mancano gli elementi culturali per comprenderle in modo critico, per cui le conclusioni del paziente sono, a volte, distorte, illogiche e scientificamente errate». «I pazienti non sanno sintetizzare e interpretare correttamente la mole di informazioni sparse che trovano sul web, ciò porta a macroscopici errori di valutazione pur se basati su informazioni singolarmente non necessariamente sbagliate».
  • 5. «I pazienti non sanno interpretare le informazioni e molto spesso si spaventano o pretendono trattamenti o indagini non indicati alla loro patologia». «Le informazioni creano spesso ansia, allarme e richieste compulsive di indagini di secondo livello o non utili nel caso specifico».
  • 6. «Le informazioni reperibili sulla rete sono spesso non controllate, o comunque non scientificamente attendibili; nei casi in cui il paziente mi sembra interessato, preferisco fornire al primo colloquio una breve lista di siti certificati». «Le informazioni reperite sul web creano enorme confusione, ma a volte ispirano il medico a indagare nuove possibilità». «il problema è che i pazienti a volte parlano e leggono di cose di cui non ho mai sentito.....Internet è sconfinato, ma il nostro tempo e capacità no.....in questi casi, molto semplicemente, dico che non conosco l'argomento e di darmi tempo per documentarmi».
  • 7. OLTRE AD INCONTRARE PERSONALMENTE I PAZIENTI QUALI ALTRI MEZZI UTILIZZA PER COMUNICARE CON LORO? quasi sempre spesso qualche volta mai Telefono 56% 37% 7% 0% E-mail 1% 21% 68% 10% Blog 0% 1% 5% 94% Forum 0% 1% 5% 94% Social network 0% 1% 10% 89%
  • 8. quasi sempre spesso qualche volta mai Cercare informazioni per il mio lavoro 13% 60% 24% 3% Aggiornamento professionale 13% 43% 41% 3% Trovare supporto per una diagnosi 6% 25% 57% 12% Comunicare con i colleghi 9% 26% 49% 16% Comunicare con i pazienti 3% 7% 66% 24% Leggere o scrivere blog su temi professionali 1% 7% 29% 63% Consultare i social network generalisti 1% 6% 27% 66% Consultare social network professionali 4% 9% 30% 57% Caricare, scaricare e condividere materiali professionali 6% 22% 46% 26% Nel suo lavoro utilizza internet per: