KM - le professionalità coinvolte
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

KM - le professionalità coinvolte

on

  • 961 views

Roma (Italy), 2002-04-14

Roma (Italy), 2002-04-14

Statistics

Views

Total Views
961
Views on SlideShare
961
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

KM - le professionalità coinvolte KM - le professionalità coinvolte Presentation Transcript

  • KM – le professionalità coinvolte domenico.bogliolo@uniroma1.it D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 1
  • La parabola del buon venditore Che cosa fa, di un venditore, un “bravo” venditore? Fallimento dei programmi di formazione aziendale: “culture, not education” “learning, not education” Il capitale intellettuale (individuale): scoperta dell’acqua calda D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 2
  • Che cos’è il KM Disciplina gestionale integrata, per identificare, catturare, valutare, recuperare e condividere tutti i beni informativi & cognitivi aziendali: ü basi di dati ü documenti che in precedenza erano in ü competenze ed esperienze forma solo tacita e inconoscibile I metodi impiegati dal KM non sono nuovi ma ne è nuova la loro integrazione Ø information resources management Ø document management Ø information systems management Ø business process reengineering Sviluppa e fa progredire la collaborazione, la produttività & l’innovazione È orientato NON alle funzioni => MA ai processi Tende NON a ridurre i costi => MA a migliorare i risultati complessivi D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 3
  • Trasferimento di conoscenza Dati, informazione, conoscenza, saggezza Dati (Data/Facts) = prodotto dell’osservazione [non filtrata] Informazione (Information) = dati contestualizzati Comprensione (Intelligence) = informazione + inferenza Conoscenza (Knowledge) = comprensione + certezza Saggezza (Wisdom) = conoscenza + sintesi Epistemologia della conoscenza: Conoscenza come oggetto: sistemi informativi (“Ingegneri”) Conoscenza come processo : sistemi cognitivi (“Filosofi”) D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 4
  • Trasferimento di conoscenza Dati, informazione, conoscenza, saggezza (2) convenzione semantica dato / significato / informazione conoscenza Tangibile (informa su un oggetto) Intangibile (riflette su un pensiero) Rappresentazione dei processi Coscienza dei processi Oggetti fisici Oggetti mentali Indipendenza dal contenuto Dipendenza dal contenuto Entità Consapevolezza & Intuizione Facilmente trasferibile Trasferibilità implica apprendimento Riproducibile a basso costo Non riproducibile identicamente D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 5
  • Conoscenza come capacità d’azione sapere => saper fare => comunicare => derivare conoscenze nuove da conoscenze note la scommessa degli strumenti estesi per la derivazione di conoscenza => neuro-psicologia cognitiva, ontologie formali, logica computazionale, intelligenza artificiale, sistemi esperti, agenti intelligenti strumenti non estesi => intuizione, emozione, fantasia, coscienza di sé D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 6
  • L'informazione: fonte di “senso” & di “valore” L’informazione diventa l'organizzazione infrastrutturale fondamentale L’informazione diventa lo “scopo” dell’organizzazione L’organizzazione diventa funzionale all’informazione L’informazione è la vera “ricchezza” aziendale D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 7
  • Corporate asset Conoscenza = vera ricchezza aziendale v Esplicita (formalizzata & codificata, documentazione del “core business”) v Tacita (elementi cognitivi => sapere, elementi tecnici => saper fare) v Contestuale (cultura aziendale, “encultured knowledge”) La conoscenza “è” il prodotto v“Non produciamo profitti, produciamo conoscenza” v“Il profitto serve per produrre conoscenza” v“La conoscenza produce profitti” 1597: Knowledge is power (Roger Bacon) 1997: Knowledge sharing is power (David Skyrme) D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 8
  • La ricchezza del personale Il personale = non spesa ma ricchezza Capitale: v struttura v clientela v dipendenti Capitale umano = ricchezza intangibile D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 9
  • Chi “produce” la conoscenza? Alla base del Km c’è un’esigenza di “essere” per “comunicare” L’organizzazione cognitiva non produce beni né servizî = produce conoscenza, ma: ma le macchine processano dati; gli esseri umani producono e processano informazione e conoscenza La verità è il prodotto di un accordo tra i percipienti D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 10
  • Conoscenza & nuova logica Conoscenza & processi The classic (Turing / structuralistic) logic non-sensitive to time subject verb object The top- Hard down philosophy Sender Message Receiver computing The new (Peirce / enacting) logic sensitive to time The middle- Soft up-down philosophy Sender Message Receiver computing Construction Re-Construction (poiesis) (aesthetics) D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 11
  • Gli ostacoli al KM D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 12
  • Gli equivoci (e le cause d’insuccesso) del KM 1. Preminenza della tecnologia sul metodo 2. Persistenza di una visione top-down 3. Esaltazione del Km come prodotto a scapito del KM come processo 4. Indifferenza ai problemi di comunicazione interpersonale 5. Impazienza dei risultati D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 13
  • Reclutamento di nuovi professionisti Il KM crea nuove professioni … … o dà nomi nuovi a professioni esistenti… … ma, in ogni caso, con ridefinizione dei contenuti, delle prassi, degli obiettivi La ricerca di nuove competenze sta diventando forsennata D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 14
  • Caccia al filosofo Livello Conoscenza Conoscenza = oggetto = processo dell’ Re- Teorici organizzazione dell’organizzazione ingegnerizzazione dell’individuo Specialisti di AI Psicologi D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 15
  • Che cosa fa il manager ibrido Crea conoscenza tacita Si occupa del governo esplicito della conoscenza tacita Governa sistemi informativi non-routinarî D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 16
  • Chi è il manager ibrido Nuova disciplina gestionale = quadri formati ad hoc Analista di sistemi educato in scienze umane CKO = Chief Knowledge Officer D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 17
  • La comunicazione Una nuova struttura organizzativa (1) Princípi di superamento della burocrazia: v strutture snelle v strutture dinamiche, poco statiche v responsabilizzare il personale specialmente nel contatto con l’esterno (e gli utenti interni) v importanza data alle competenze personali v ruolo basilare attribuito ai beni dell’intelligenza e della conoscenza D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 18
  • La comunicazione Una nuova struttura organizzativa (2) La sintesi => l’organizzazione militare degli USA burocrazia in pace, task force in guerra La sintesi => l’organizzazione ipertestuale coesistenza di strati e contesti interconnessi … l’ordine nasce dal caos D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 19
  • La comunicazione L’organizzazione ipertestuale Links ipertestuali Team di progetto (KM) Sistema di business (burocrazia) Base di conoscenza D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 20
  • Le applicazioni Studio di casi: Un ente di ricerca: l’ENEA (1999-2001) CaRiSMA (CApacità di RIcerca e Sviluppo Mirate alle Applicazioni): z Knowledge Base = “memoria storica” centralizzata, mappatura in “pacchetti di competenze” riunificate delle conoscenze aziendali esplicite, mediante “knowledge papers” e “discussion papers”, una volta predefiniti i codici di rappresentazione (indicizzazione) z Knowledge Exchange = strumento di distribuzione della KB per la condivisione, con motore di ricerca intelligente che “gira” alla persona competente le domande rimaste senza risposta, e ne memorizza le soluzioni fornite nella KB z Human Resource Management = sistema di gestione delle competenze individuali, con “riconoscimento di paternità”, anche per fini di carriera Schema di classificazione delle conoscenze “Thesaurus ENEA”: Micro competenze Competenze Capacità scientifico-tecnologiche Conoscenze ENEA D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 21 Fonte: Di Folco, Golinelli, Di Marco
  • Gli strumenti 1. Intranet: schema logico vWeb server vinterno Motore di ricerca DB Proxy server interno interno interno Comunità Intranet Firewall Comunità Internet Comunità Extranet D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 22
  • Gli strumenti Rete esterna & rete interna vSiamo circondati da quasi 1 miliardo di informazioni al secondo vIl cervello ne accetta circa 3 milioni al secondo vE ne codifica solo poche centinaia di bit Il cervello è una rete di nodi con un sistema di conoscenza associativa v Il valore non è contenuto nei singoli punti d’informazione v Il valore consiste nella relazione, nell’interconnessione dei punti La complessità di un sistema non dipende dalla quantità dei nodi interconnessi, ma dal numero delle relazioni instaurate tra i nodi Internet non è un veicolo d’informazioni È un’autonoma fonte d’informazione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 23
  • Le professioni del KM - l’attuale Nella PA le declaratorie rispecchiano un ordinamento top-down di tipo cartesiano-tayloristico Perciò, la protezione sindacale chiedeva definizioni precise (“chiuse”) di competenze… … per descrivere posizioni occupazionali invece di posizioni professionali La burocrazia in movimento genera nuove unità oppure famiglie o aree (“aperte”) di profili professionali D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 24
  • Le professioni del KM - la tendenza Neo-sfruttamento dei contratti “atipici”: lavoratore autonomo di seconda generazione (auto-impiego, domesticazione del luogo di lavoro, fabbrica senza mura, tele-lavoro, logistica per conto terzi, ecc.) * I nuovi contratti collettivi cercano di governare cautamente le trasformazioni Centralità della sociologia del lavoro [* Sergio Bologna] D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 25
  • Fonte: Online1999 La professione Professioni del KM (1) 1 2 3 4 Sue Hill K Manager Senior KM Analyst Senior Researcher Information Professional ADBS *Responsable *Formateur en *Chargé de *A d m i n i s t r a t e u r d e s e rv i c e des ressources information et produits électronique d'information documentaires documentation documentaires *A n a l y s t e -i n d e x e u r * V e i l l e u r- *Gestionnaire *Consultant en *A s s i s t a n t d o c u m e n t a l i s t e documentaliste de documents organisation de *C h a r g é d ' é t u d e s d'entreprise système documentaires *Informate u r- d'information *C h a r g é d e r e c h e r c e orienteur documentaire d'information * R é d a c t e u r- *Documentalist *D o c u m e n t a l i s t e -a r c h i v i s t e documentaliste e (généraliste) *G e s t i o n n a i r e d e s d o n n é e s *Einsegnant- *G e s t i o n n a i r e d e l a n g a g e documentaliste documentaire *Gestionnaire *I c o n o g r a p h e / r e c h e r c h i s te de langage documentaire Françoise CKO/CLO K Manager K Officer Manager of K projects Rossion Webmaster D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 26
  • Fonte: ISTAT La professione Professioni del KM (2) 2 - Professioni intellettuali, scientifiche & di elevata specializzazione 2.5 - Specialisti in scienze umane, sociali & gestionali 2.5.1.6 - Addetto stampa (specialisti nelle PR, dell’immagine & sim.) 2.5.3.2 - Sociologo (specialisti in sci. sociologiche & antropologiche) 2.5.3.3 - Psicologo (specialisti in sci. psicologiche& psicoterapeutiche) 2.5.3.4 - Filosofo, Storico (specialisti in sci. storiche, artistiche, politiche & filosofiche) 2.5.4 – Scrittore, Giornalista (specialisti in discipline linguistiche, letterarie e documentali) 2.5.4.5 - Archivista, Bibliotecario, Conservatore (archivisti, bibliotecari, conservatori di musei e specialisti assimilati) 2.6 – Specialisti della formazione, della ricerca & assimilati D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 27
  • Fonte: Luigi Carrozzi La professione Professioni del KM (3) Gestione Creazione Progetto Realizzazione Esercizio e del dell'artefatto controllo contenuto tecnologico di progetto *Project *K n o w l e d g e *Esperti d'integrazione di *Esperti di *Operatori di leader manager sistemi realizzazione e gestione e *T e a m *O r g a n i z a t i o *Esperti d'architetture collaudo di manutenzione leader nal manager hw/sw sistemi d'architetture *M a r k e t *Esperti di sicurezza d'elaborazione hw/sw analyst d'applicativi e dati in rete distribuiti in rete distribuite in *Sales *Esperti d'architettura dati rete manager *E s p e r t i d i c o m u n i c a z i o n e *Operatori di *P r o m o t i o n su nuove tecnologie customer care manager *Esperti d'usabilità ed e quality *C u s t o m e r ergonomia dei sistemi management relationship *Prog r a m m a t o r i manager *Sistemisti hs/sw *W e b m a s t e r D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 28
  • Fonte: ISFOL La professione Professioni del KM (4.1) Area: New economy Area: Gestione delle risorse • Content creator umane • Information broker • Esperto di analisi/valutazione lavoro e sviluppo • Progettista di applicazioni • Esperto in compensation multimediali • Esperto in comunicazione personale • Tutor online • Esperto in GRU • Virtual community manager • Esperto in formazione aziendale • Webmaster (anche Area: Grafica ed • Esperto di outplacement Editoria) D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 29
  • Fonte: ISFOL La professione Professioni del KM (4.2) Area: Beni culturali • Archivista • Bibliotecario • Manager culturale D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 30
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5) Commissione dell’Unione Europea Programma “Leonardo da Vinci” ECIA, Europea Council of Information Associations AIDA, Associazione Italiana per la Documentazione Avanzata Euroguida I&D. Competenze dei professionisti europei dell’informazione e della documentazione. Fiesole: Casalini, 2000 D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 31
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.1) Livello 1: Sensibilità alla Gruppo A: Conoscenze disciplina specifiche dell’I&D Livello 2: Conoscenza della Gruppo B: Competenze pratica connesse con la comunicazione Livello 3: Padronanza degli Gruppo C: Competenze strumenti connesse con la gestione & l’organizzazione Livello 4: Padronanza metodologica Attitudini D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 32
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.2) Livello 1: Sensibilità alla disciplina • disporre d’una cultura disciplinare di base • padroneggiare il vocabolario di base della disciplina • eseguire cómpiti semplici, pratici e concreti D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 33
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.3) Livello 2: Conoscenza della pratica • comprendere la specificità dei concetti della disciplina • maneggiare strumenti, prodotti, tecniche di base specializzate • trasmettere delle consegne pratiche • collaborare con specialisti della disciplina connessa D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 34
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.4) Livello 3: Padronanza degli strumenti • conoscere le tecniche della disciplina, definirle e utilizzarle • sfruttare una metodologia di studio o di lavoro adatta • interpretare una situazione specifica al dominio disciplinare • emettere un giudizio, eventualmente inducendo un adattamento delle attività D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 35
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.5) Livello 4: Padronanza metodologica • concettualizzare i meccanismi proprii al dominio disciplinare • concepire nuovi strumenti, prodotti, tecniche o metodi d’analisi adeguati • elaborare e dirigere progetti complessi immaginando i metodi appropriati D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 36
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.6) Gruppo A: Conoscenze specifiche Gruppo B: Competenze connesse con la dell’I&D comunicazione • Interazione con gli utenti e i clienti • Comunicazione orale • Conoscenza dell’ambiente professionale dell’I&D • Comunicazione scritta • Conoscenza del quadro giuridico e amministrativo • Pratica di una lingua straniera europeo della gestione dell’informazione • Comunicazione tramite l’immagine e il suono • Identificazione e validazione delle fonti d’informazione • Comunicazione interpersonale • Gestione delle collezioni e dei fondi • Comunicazione istituzionale • Trattamento fisico dei documenti • Tecnologie dell’informazione: informatica • Analisi e rappresentazione dell’informazione • Tecnologie dell’informazione: telecomunicazioni • Organizzazione e memorizzazione dell’informazione • Tecniche di produzione e di edizione • Ricerca dell’informazione • Elaborare e rendere disponibile l’informazione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 37
  • Fonte: DECIDoc – Euroguida I&D La professione Professioni del KM (5.7) Gruppo C: Competenze connesse con la gestione & l’organizzazione •Tecniche di segreteria •Tecniche di marketing Attitudini • Capacità d’ascolto •Tecniche commerciali • Facoltà di adattamento • Spirito di gruppo •Tecniche di approvvigionamento • Capacità d’analisi • Spirito d’iniziativa •Tecniche di gestione micro-economica • Senso di anticipazione • Senso dell’ •Tecniche di istallazione, sistemazione, attrezzatura organizzazione • Capacità di •Tecniche di pianificazione e di gestione di progetti comunicazione • Senso pedagogico •Tecniche di diagnosi e di valutazione • Spirito critico • Perseveranza •Tecniche di gestione delle risorse umane • Curiosità di spirito • Rigore •Ingegneria della formazione • Spirito di decisione • Capacità di sintesi D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 38
  • La professione Professioni del KM (6) Una nuova professione “esemplare”: il mediatore linguistico- culturale D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 39
  • Piramide K dell’Organizzazione intelligente & del suo equipaggio Knowledge managers Archivisti/ Bibliotecari / Documentalisti Ingegneri L’utente D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 40
  • La professione L’equipaggio del KM Taylor: dipendenti di linea, manager intermedî, top managers Drucker: “lavoratori della conoscenza” (K è solo una risorsa) Reich: “analisti simbolici” (lavora solo con la testa) Nonaka & Takeuchi: [vedi n. 37] v Operatori della conoscenza (information experts = archivisti, bibliotecarî & documentalisti) v Ingegneri della conoscenza (information technology experts = ingegneri) v Ufficiali della conoscenza (domain experts = knowledge managers) (K è anche un output; lavoro anche con le mani) D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 41
  • La professione Il manager intermedio E’ il manager intermedio che intercetta i flussi informativi verticali e orizzontali, nodo strategico fra top management e responsabili di line Perciò è il solo capace di realizzare l’innovazione continua Invece = nella letteratura aziendalistica tradizionale è da sempre considerato il principale oppositore al cambiamento, in quanto: frustrato, disilluso, inchiodato in cómpiti monotoni, senza possibilità di carriera e con l’incubo di diventare obsoleto di fronte alla tecnologia… Se è il top che crea la visione o il sogno, e induce il caos creativo, è l’intermedio che li traduce in realtà, creando nuovo ordine, come mediatore fra essere e dover essere D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 42
  • La professione La documentazione 94% dei documenti aziendali è su supporto cartaceo 60% del tempo di lavoro è perduto nel gestire il flusso di documenti Viene perduto 1 documento ogni 12 secondi – 7,5% dei documenti è perduto per sempre 3% dei documenti è archiviato in modo errato Oltre 6 settimane all’anno perdute per disorganizzazione 3 ore a settimana perdute per documenti mal indicizzati, mal archiviati o perduti D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 43
  • La professione La documentazione (2) Funzione tradizionale: Funzione KM: Y Centro di costo Y Centro di valore aggiunto Y Offerta di servizi Y Incontro dei bisogni degli utenti/clienti Y Distributore d’informazione Y Partner di conoscenze Caratteristiche tradizionali: Caratteristiche KM: v accesso allo spazio fisico del centro v servizi remoti di documentazione v costruire informazioni accurate tratte da fonti v fornire informazioni tratte da fonti esterne, da contatti con esperti di settore fuori e esterne dentro l’organizzazione, usando l’esperienza v misurazioni quantitative delle professionale per analizzare i risultati ricerche effettuate v misurazione del valore delle ricerche effettuate v separazione del centro di basate sulla soddisfazione dell’utente documentazione dall’organizzazione v integrazione nell’organizzazione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 44
  • La professione Il documentalista Operatore della conoscenza “artigiano” che accumula, genera, aggiorna conoscenze tacite o esplicite, proponendosi come “archivio vivente”, in costante contatto con il mondo esterno e con gli utenti / clienti finali, con accesso critico alle fonti più recenti e aggiornate, in relazione all’Ontologia di riferimento Specialista della conoscenza operatore che struttura aspetti semiotici e semantici della conoscenza esplicita (o tacita esplicitata) in forma leggibile dalla macchina (database / data warehouse, thesaurus & information retrieval / data mining) e trasferibile in rete Requisiti del documentalista • Standard intellettuale e professionale elevato • Volontà di ricreare il mondo secondo i suoi punti di vista • Un passato da “vita di espedienti”… • Capacità di immedesimarsi nei bisogni dei clienti / utenti • Capacità di mettersi in discussione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 45
  • La professione Il documentalista (2) In un’organizzazione KM: v non raccoglie più soltanto le informazioni, ma crea conoscenze v lavora sulle esperienze personali, sui valori aziendali, sulle conoscenze del contesto v esplora non solo i documenti ma anche le routines, i processi, le pratiche e le norme organizzative D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 46
  • La professione Il documentalista (3) Non è un bibliotecario, perché… 1. NON vede il documento come 1. MA il documento è una risorsa dinamica un “bene culturale”, un per un progetto determinato oggetto statico 2. NON cataloga il documento 2. MA indicizza semanticamente più volte il una volte per tutte documento a seconda del bisogno 3. NON è passivo verso la base 3. MA aggiunge valore al documento di dati derivandone thesauri, metadati, e inserendolo in una base di dati ad hoc della quale cura l’IR 4. NON fornisce l’accesso a tutti 4. MA fornisce un accesso selettivo e con nel medesimo modo modalità diverse a seconda del cliente D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 47
  • Gli strumenti Sistema informativo vs cognitivo Sistema cognitivo dell’Organizzazione Sistema Sistema informativo cognitivo dell’Organizzazione dell’Individuo Conoscenza Conoscenza esplicita Conoscenza tacita formalizzata nel tacita dell’Autore Documento del Lettore Area di Produzione Area di Intermediazione Area di Fruizione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 48
  • Le applicazioni Caso 6: Il “caso” Lisa Guedea Carreño (1) Parole d’ordine vCreative management vInnovation officer vThink like a librarian Documentalista vcalling their roses by names vbeing the gatekeeper => being the gateway to knowledge D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 49
  • Le applicazioni Il “caso” Lisa Guedea Carreño (2) Life, the universe and everything Il 70% dell’informazione aziendale con il 20% di lavoro aggiuntivo Scanning, Serendipity and Synthesis Informazione personalizzata sull’utente, anche secondo le sue modalità di apprendimento Think like a librarian L’utente/cliente diventa operatore del KM D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 50
  • La professione L’ingegnere della conoscenza Cómpiti v favorire le 4 modalità di conversione di conoscenza e, in particolar modo, la conversione di immagini e punti di vista taciti in concetti espliciti, incorporandoli in tecnologie, prodotti e sistemi innovativi v facilitare la creazione della spirale di conoscenza lungo la dimensione epistemologica e lungo quella ontologica Requisiti • Capacità di coordinare e di gestire di progetti • Capacità di sviluppare ipotesi capaci di creare nuovi concetti • Saper utilizzare le metafore per favorire l’autocoscienza • Saper integrare metodologie e tecnologie diverse • Abilità di comunicazione e di governo della discussione • Saper prevedere il futuro sulla base del passato D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 51
  • La professione L’“ufficiale” della conoscenza Cómpiti indirizzare e governare (se necessario, anche di persona) le attività di creazione di conoscenza organizzativa Requisiti • Saper cogliere il “dover essere” dell’organizzazione • Saper formulare, comunicare e affermare una vision (il più possibile aperta e ambigua) dell’organizzazione • Saper definire gli standard di qualità (anche etici ed estetici) della conoscenza • Saper scegliere il project leader giusto • Saper creare e governare il caos necessario D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 52
  • Insomma… Y Investire nella formazione in scienze dell’informazione-comunicazione-documentazione Y Investire sul professionista intellettuale come nuova categoria sociale, intermedia fra il datore di lavoro e gli strumenti di produzione Y Investire negli adeguamenti salariali del caso Y Investire in terzietà delle istituzioni: neutralità, efficacia/efficienza, spirito di servizio D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 53
  • Grazie per l’attenzione D. Bogliolo - SATIS quot;La Sapienzaquot; AIPA - Dai sistemi documentari al KM - Roma, 2003.04.14-15 54