Ticonzero news N. 31 giugno luglio 2013

262 views

Published on

scietific culture and rewievs

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
262
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Ticonzero news N. 31 giugno luglio 2013

  1. 1. Disegno e Immagine di Ghisi Grütter 9. Rappresentazioni e culture visuali: dal delineator al 3d artisti Prima dell’avvento dei personal computers i progetti si disegnavano a mano a matita con il parallelineo, talvolta con il tecnigrafo, e poi si ripassavano a china con il rapidograph (prima ancora c’era il tiralinee ma questa è preistoria…) su carta lucida e, quando si sbagliava una linea, si grattava il foglio con la lametta. Per fare una prospettiva s’impiegavano almeno un paio di giorni sperando di aver posizionato bene, fin da subito, il quadro e il punto di vista e la si disegnava alla fine del processo ideativo, a progetto ultimato. Alcune persone particolarmente dotate avevano l’abilità di elaborare prospettive in (relativamente) poco tempo e si prestavano ad andare negli studi degli architetti “l’ultima notte”[…] [continua] Meccanica della fantasia di Antonio Castronuovo 9. Il Filosofo Meccanico Universale di Absalon Amet Antico sogno dell’uomo è quello di comporre poesie e racconti mediante una macchina che sostituisca la mente con degli ingranaggi e produca comunque qualcosa di sensato. Se fosse possibile, anche pensieri di natura filosofica. E tutto al fine di contrastare la fiacchezza dell’inventiva che, col passare degli anni, si fa più intensa in chiunque scriva. Le invenzioni in questo campo, anche “letterarie”, non mancano, come quella del marchingegno che il Gulliver di Swift osserva visitando la Grande Accademia di Lagado, capitale dell’isola di Balnibarbi. Uno scienziato gli illustra il funzionamento di una grande macchina in grado di comporre, con metodo combinatorio, milioni di frasi: con uno sforzo minimo si possono scrivere tutti i libri del mondo. [continua] Riflessi di luce Ticonzero news News n. 31 – giugno/luglio 2013 ------------------ aperiodico Palomar/Asilomar blog: e-mail: palbin(at)tin.it; venezian(at)alice.it; siti: www.webalice.it/venezian; www.steppa.net; issuu.com/Ti con zero
  2. 2. Energenze di Mario Agostinelli 10. Dalla biosfera alla geopolitica: ritorno al passato? I legami economici e l’egemonia degli Stati Uniti nei confronti dell’Europa e del Giappone potrebbero comportare un rilancio del carbone e del gas. Perfino l’alleanza atlantica si sta modulando su un ritorno ai fossili favorevole agli interessi a stelle e strisce. L’espansione degli impianti che estraggono gas da scisto (shale gas), senza che sia stato posto alcun vincolo monetario e freno normativo alla devastazione ambientale, consente alle compagnie americane di vendere localmente a prezzi più bassi rispetto a quelli del gas di importazione. È in atto di conseguenza un crollo della domanda interna di carbone e il contemporaneo tentativo di esportare in Asia e in Europa il combustibile più sporco a prezzi stracciati, per salvare un'industria nazionale da 40 miliardi di dollari. [continua] Nel testo un appello per una inversione di tendenza della politica energetica nazionale energia felice.it Fortunale Piccole onde di lago Bioculture di Antonio De Marco 69. Assoggettarsi o soccombere? Se si potesse avere un’immagine della Terra alla fine del primo millennio, così come oggi è possibile farlo attraverso Google Earth, sarebbe esternata una natura selvaggia e compatta, incombente sui manufatti umani, dislocati in definite aree geografiche e volti, con opere e artifizi, a contenere la sua travalicante abbondanza. Poi una crescita poderosa delle popolazioni umane, esaltata dalla rivoluzione industriale del 1700 e da quella tecnologica del 1900, ha portato a rovesciare tale conformazione e a rendere preminente la parte addomesticata del mondo su quella selvatica, generalmente ridotta a chiazze mal connesse, simili a un tessuto sfilacciato o mal rattoppato. Da un’agricoltura di pura sussistenza, familiare alle prime popolazioni umane, si è passati dapprima a pratiche agricole fondate sul latifondo e sulla rotazione delle colture, per vedere affermarsi in tempi recenti coltivazioni di tipo intensivo, con un massiccio impiego di formulati chimici e un frequente ricorso a interventi d’ingegneria genetica. [continua]
  3. 3. Scia d’acqua EPS - EconomiaPoliticaSocietà di Autori Vari 44. I Livelli Essenziali di Prestazioni Ambientali (LEPA) di Claudio Falasca A quale livello di prestazioni ambientali hanno diritto i cittadini in termini di “conoscenza-controllo” è un quesito a cui, nel nostro paese, non è possibile dare una risposta univoca. Allo stato attuale nel nostro Paese esistono il “livelli essenziali di assistenza” (LEA) per le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (Dlgs 502/92 e smi). È opportuno sottolineare come il termine “essenziale” non va inteso come “minimo”, bensì è riferito a ciò che è necessario a garantire la “qualità” della salute e dell'ambiente, caratteristica “universalistica” […] [continua] Le News di Ticonzero sono visibili anche su Labirinti di lettura di PierLuigi Albini 26.II. Esplorare un’estetica nuova: colore, visioni, materiali Non sono altro che fenomeni naturali la razionalità, l’etica, l’estetica. John Searle Affrontare i problemi di un’estetica nuova, parlando anche della visione e della percezione del colore e del materiale impiegato nella pittura, può sembrare collaterale al tema, ma esiste una continuità naturalistica, logica ed esperienziale fra il fenomeno arte e il perché e il come possiamo accedervi. Un approccio sistematico che comprenda una conoscenza dei diversi fattori che entrano in campo nel momento in cui l’artista fa arte e chi guarda reagisce all’opera che osserva, permette di ancorare il giudizio estetico non alla costruzione di una retorica, spesso incomprensibile e fumosa (penso a tanti critici d’arte), ma a riconquistare il terreno perduto di un reale umanesimo che tiene del dovuto conto le conoscenze scientifiche e tecniche. [continua] Riflessi
  4. 4. Giunchi Cultura&Società di Giovanna Corchia 67. Marco Aime, Cultura Un libro denso di stimoli alla riflessione, pagine che aiutano a superare i tanti, troppi stereotipi che rendono difficile la convivenza. Si apre con una straordinaria chiave interpretativa della Genesi, al momento della creazione dell’uomo, di Pico della Mirandola (1463-1494): Già il Sommo Padre, Dio Creatore, aveva foggiato […] questa dimora del mondo quale ci appare […]. Ma, ultimata l’opera, l’Artefice desiderava che ci fosse qualcuno capace di apprezzare la ragione di un’opera così grande , di amarne la bellezza, di ammirarne la vastità. “Oratio de hominis dignitate” Pico della Mirandola A quest’essere capace di apprezzare la bellezza del creato, aggiunge Pico, non fu assegnato un ruolo specifico ma una natura indefinita perché fosse lui stesso l’artefice del proprio destino. L’incompletezza umana qui sottolineata è un vero dono se l’uomo sa trovare in sé le risorse per riempire il vuoto che ha di fronte e giungere ad affermare . […] [continua] A proposito di film di Alessandra Bailetti 25. To Be or Not to Be (Vogliamo vivere!) Miele 26. Salvo Riflessi Gli acquerelli sono di Claudio Falasca autore di Ticonzero
  5. 5. Tutte le Rubriche M. Agostinelli ■ Energenze G. Corchia ■ Cultura&Società L. Agostini ■ Note critiche E. D’Alessio ■ Altrove e Dintorni P. L. Albini ■ Labirinti di lettura A. De Marco ■ Bioculture P.L. Albini ■ Recensioni di saggi G. Grütter ■ Disegno e Immagine Autori Vari ■ EconomiaPoliticaSocietà M. Maggi ■ Tecnorischio&Ambiente Autori Vari ■ Frodi&Favole P. Manzelli ■ Scienza e Arte Autori Vari ■ Articoli di Scienza&Società L. Michelini ■ Civitas Autori Vari ■ R/C recensioni e critica R. Nobili ■ Filosofia scientifica A. Bailetti ■ A proposito di film P. Pallottino ■ Figure C. E. Bugatti ■ 900t’Arte P. Pignalosa ■ Spettri musicali G. Camarda ■ Cronache di politica econ. F. Rufo ■ Biopolitiche A. Castronuovo ■ Meccanica della fantasia R. Vacca ■ Fuori dal coro O. Cilona ■ Democrazia&Impresa F. Zucco ■ Bioetica: Donne & Scienza Segnalazioni Archeologia e calcolatori is a peer reviewed open access journal Journal established by Mauro Cristofani and Riccardo Francovich – Editor: Paola Moscati Errata corrige L’attribuzione corretta del disegno a pag. 2 dell’articolo di Ghisi Grütter per la rubrica Disegno e Immagine, Rappresentazioni e culture visuali: dal delineator al 3d artisti è la seguente: “Luigi Franciosini, progetto per il lungomare di Pantelleria del 2010, prospettiva di Cristina Casadei” Online research in philosophy La piattaforma amplia i propri servizi a chi cerca lavoro in campo filosofico ***** “The PhilPapers Foundation and the American Philosophical Association are pleased to announce a new partnership that will enhance the Foundation's ability to support the development of PhilPapers and related services.” Darwin e la religione cattolica, ritratto di un eretico cortese “Un'immagine intima e inedita del padre della teoria dell'evoluzione. A colloquio con l'epistemologo Pievani, curatore de Charles Darwin. Lettere sulla religione.” Cronache laiche: Intervista di Federico Tulli a Telmo Pievani, per la pubblicazione di Charles Darwin. Lettere sulla religione, Torino, Einaudi, 2013. Arrivederci a settembre-ottobre

×