Smart City - Città meno energivore e più sostenibili

653 views
569 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
653
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
22
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smart City - Città meno energivore e più sostenibili

  1. 1. “ L’Italia delle Città Intelligenti” 4 novembre 2011, Torino Gilberto Callera Presidente WEC Italia Smart City Città meno energivore e più sostenibili
  2. 2. WORLD ENERGY COUNCIL (WEC) Fondato nel 1923, il WEC è una delle più grandi Organizzazioni Internazionali multi-energy a livello mondiale; Il WEC è una Associazione non Governativa accreditata all’ONU, senza scopo di lucro; Promuove studi e ricerche nel campo energetico a carattere regionale, inter-regionale e mondiale; Organizza ogni tre anni il World Energy Congress, il più importante Congresso multi-energy a livello mondiale. La Mission del WEC: “ Promuovere la produzione e l’utilizzo pacifico e sostenibile di tutte le forme di energia per il beneficio di tutti i popoli ”
  3. 3. LA PRESENZA DEL WEC NEL MONDO Comitati Nazionali in 95 Nazioni
  4. 4. COMITATO NAZIONALE ITALIANO DEL WEC (WEC ITALIA) Il Comitato Nazionale Italiano - membro aderente e fondatore del WEC - con i suoi associati costituisce un vasto network rappresentativo del settore energetico nazionale, tra cui figurano Istituzioni, Ministeri, Associazioni, Università e Aziende del Settore dell’Energia e dei relativi Servizi; Promuove la partecipazione dei suoi membri agli studi e agli incontri internazionali del WEC, collaborando alla loro realizzazione e alla diffusione dei loro risultati; WEC Italia partecipa in maniera attiva allo sviluppo del dibattito energetico nazionale, organizzando incontri, seminari e convegni sulle tematiche di maggiore interesse e fornendo una informazione qualificata e aggiornata in campo energetico.
  5. 5. INDICE <ul><li>Crescita della popolazione mondiale e ricchezza; </li></ul><ul><li>Domanda mondiale di energia al 2035; </li></ul><ul><li>Il crescente ruolo dell’energia elettrica; </li></ul><ul><li>Accelerazione del fenomeno dell’urbanizzazione; </li></ul><ul><li>Differenti priorità per differenti contesti urbani; </li></ul><ul><li>Necessità di nuovi modelli di sviluppo per le città; </li></ul><ul><li>Smart City, soluzioni per città meno energivore e più sostenibili : </li></ul><ul><ul><li>Reti Intelligenti; </li></ul></ul><ul><ul><li>Nuova Generazione di Edifici; </li></ul></ul><ul><ul><li>Soluzioni di Trasporto a basse Emissioni. </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni… </li></ul>
  6. 6. Crescita della popolazione mondiale 1950 – 2050 Negli ultimi quaranta anni dello scorso secolo la popolazione mondiale è raddoppiata: da 3 miliardi del 1959 ai 6 miliardi del 2000. Nell’ultimo decennio si è aggiunto 1 miliardo di persone; La crescita è prevista continuare, sebbene ad un ritmo inferiore. Al 2050, la popolazione avrà sorpassato i 9 miliardi .
  7. 7. ricchezza mondiale 1980 – 2010 Source: WEC Italy elaboration on World Bank data; ( USA $2000) GDP 2008 ($ 2000) $ 40,200 billion
  8. 8. Domanda mondiale di energia al 2035
  9. 9. Le produzioni si spostano verso risorse energetiche più costose
  10. 11. Fonte: UN-Habitat
  11. 12. Differenti priorità per differenti contesti urbani <ul><li>Paesi in Via di Sviluppo: controllo della crescita delle città : </li></ul><ul><li>- limitare una crescita dispersiva dei quartieri; </li></ul><ul><li>- sfavorire un ampio uso dei veicoli privati; </li></ul><ul><li>- sviluppare sistemi di trasporto pubblico efficienti; </li></ul><ul><li>- formulare norme e standard stringenti per i nuovi edifici. </li></ul><ul><li>Paesi Industrializzati: politiche per rimodellare le città : </li></ul><ul><li>- fermare la dispersione delle abitazioni e razionalizzare </li></ul><ul><li>l’utilizzo del territorio; </li></ul><ul><li>- ridurre la dipendenza dalla mobilità privata; </li></ul><ul><li>- ristrutturare gli edifici esistenti (standard edilizi); </li></ul><ul><li>- riorganizzazione sistemica delle reti di distribuzione. </li></ul>“ The challenge is dynamic: shaping the rapid growth of cities in emerging countries and reshaping existing rich cities”. World Energy Council - Report on Energy and Urban Innovation
  12. 13. Necessità di nuovi modelli di sviluppo per le città <ul><li>Crescente attenzione alla tutela dell’ambiente e della salute. </li></ul><ul><li>La lotta al micro-inquinamento locale (polveri sottili-Pm, ossidi di azoto-NOx) </li></ul><ul><li>prioritaria in ambiente urbano, accompagnata dall’attenzione verso </li></ul><ul><li>la riduzione delle emissioni di CO2 </li></ul>Si richiedono nuovi modelli per la pianificazione e lo sviluppo delle città “ Smart City”
  13. 14. La Smart City secondo la Commissione Europea <ul><ul><ul><li>in grado di cambiare il nostro futuro energetico </li></ul></ul></ul>
  14. 15. Reti di Distribuzione Intelligenti Le Smart Distribution Grids al centro del modello di sviluppo delle Smart Cities <ul><li>Energia bidirezionale e partecipazione attiva del consumatore </li></ul><ul><li>Monitoraggio e controllo dei flussi di energia (contatore elettronico) </li></ul><ul><li>Integrazione generazione da fonti rinnovabili </li></ul><ul><li>Gestione diffusione veicoli elettrici </li></ul>
  15. 16. Nuova Generazione di Edifici Potenziali risparmi complessivi 2010-2020 nei settori residenziale e commerciale circa 33 Mtep Fonte: dati sui risparmi Confindustria (2010) Efficienza Energetica al centro dello sviluppo sostenibile delle città: caso Italia
  16. 17. Soluzioni di trasporto a basse emissioni - 1/2 <ul><li>DUE MACRO-AREE </li></ul><ul><li>Miglioramento dell’efficienza dei motori e introduzione di veicoli a basse emissioni; </li></ul><ul><li>Razionalizzazione e ottimizzazione delle infrastrutture di trasporto. </li></ul>ITALIA 2010-2020 i risparmi ottenibili con efficienza nel settore trasporti assommano a 12 Mtep Le politiche di mobilità delle città debbono favorire la maggiore efficienza L’efficienza deli veicoli deve essere affiancata dall’ottimizzazione delle infrastrutture di trasporto. Fonte: dati sui risparmi Confindustria (2010 )
  17. 18. Soluzioni di trasporto a basse emissioni - 2/2 Miglioramento previsto per l’efficienza media del parco autovetture Scenario Nuove Politiche
  18. 19. In conclusione <ul><li>Smart City </li></ul><ul><li>è un tema molto complesso che mira a coniugare benessere, risparmio energetico e rispetto dell’ambiente, </li></ul><ul><li>e richiede… </li></ul>
  19. 20. di non adottare comportamenti… «non-smart»
  20. 21. E’ una costruzione fatta di tanti piccoli passi <ul><ul><li>Riprogettazione di infrastrutture energetiche, abitative e di trasporto </li></ul></ul><ul><ul><li>In un quadro di: </li></ul></ul><ul><ul><li>Scarsità dei mezzi finanziari; </li></ul></ul><ul><ul><li>Popolazione più anziana, che richiede servizi; </li></ul></ul><ul><ul><li>Frammentazione sociale. </li></ul></ul>

×