2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD DOFLR 
N° 5 - Venerdì 11 ottobre 2013

Editoriale

Il lavoro
Luca Di Masi

D

a tifos...
2 - venerdì 11 ottobre 2013
Supplemento a ‘Il Piccolo’
numero 102 dell’11 ottobre 2013
Grafica e impaginazione
Mauro Risci...
venerdì 11 ottobre 2013 - 3

Domenica scorsa
__Rimini-Bellaria 1-0 (0-0) marcatore Baldazzi al 91’
Rimini (4-3-3) Scotti; ...
4 - venerdì 11 ottobre 2013

Tredici domande a...
Francesco Ferrini
1
l
2
l
3
l
4
l
5
l
6
l
7
l
8
l
9
l
10
l
11
l
12
l
13
...
venerdì 11 ottobre 2013 - 5

1
l
2
l
3
l
4
l
5
l
6
l
7
l
8
l
9
l
10
l
11
l
12
l
13
l

Tredici domande a...
Gabriele Cavall...
6 - venerdì 11 ottobre 2013

Renate - Alessandria:
i precedenti e gli ex
__Due gare disputate negli ultimi due
campionati ...
venerdì 11 ottobre 2013 - 7

Chi è Moreno Longo
__Moreno Longo nasce a Torino il 14
Febbraio 1976. Dopo aver chiuso la car...
8 - venerdì 11 ottobre 2013

Berretti 2013-14
__Berretti 2013-14
Portieri: Michele Lassandro e
Simone Pellegrini.
Difensor...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'orso in casa n.5 - 11 ottobre 2013

483 views
412 views

Published on

Published in: Sports
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
483
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'orso in casa n.5 - 11 ottobre 2013

  1. 1. 2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD DOFLR N° 5 - Venerdì 11 ottobre 2013 Editoriale Il lavoro Luca Di Masi D a tifoso, il lunedì non si vede l’ora arrivi la domenica successiva. E da Presidente è lo stesso. Però, nel mezzo, c’è un lavoro immenso, che uno come me, prima del febbraio scorso, non vedeva e non percepiva. Con tutta onestà, quel lavoro ce lo siamo creati noi, perché non penso che i Grigi prima del sottoscritto avessero mai lavorato così alacremente (e credo poche squadre lo facciano con questa intensità!)... Il bello è crederci così intensamente da riuscire a trasferirlo a gran parte dello staff e nonostante la stanchezza serale per le ore di lavoro e per il trasferimento quotidiano, essere soddisfatti per ciò che si sta costruendo e per i primi risultati (sportivi e non) che si portano a casa: il tutto in un clima sereno di amicizia e di condivisione di obiettivi che ci porterà sicuramente lontano. Nello scrivere queste righe tornando da una riunione a Roma per la mia squadra, mi rendo conto delle tante persone che stanno inseguendo un sogno - io per primo - ed accorgermi di esserci dentro non ha prezzo. Quante facce incontrate in questi pochi mesi, quante già conosciute in giro per l’Italia e quante nuove ma con un colore unico nel cuore... Lavorare per loro è come lavorare per se stessi e dare una gioia a loro è darla a me, alla mia squadra ed alla mia voglia di arrivare lontano, con un sogno da andare a prendere e tanti volti impressi nella mia mente per non dimenticare, guardando al futuro... Questo per me è essere Grigi e questo è ciò che predicherò quotidianamente nella ricerca di avvicinare gli obiettivi prefissati e, col lavoro, di crearmene di nuovi, sempre più appassionanti e bisognosi di volti nuovi, di cuori carichi di fede per una sola maglia, una sola città, un solo unico immenso colore. Il Grigio per sempre sarà!!
  2. 2. 2 - venerdì 11 ottobre 2013 Supplemento a ‘Il Piccolo’ numero 102 dell’11 ottobre 2013 Grafica e impaginazione Mauro Risciglione Antonella Ravazzano In collaborazione con Medial Pubblicità Srl via Parnisetti 12/A - Alessandria RISULTATI 6ª GIORNATA Alessandria-Spal 2013 0-0 PROSSIMO TURNO 13/10/2013 Alessandria-Rimini Cuneo-Real Vicenza 1-1 Bellaria Igea M.-Monza Delta Porto Tolle-Pergolettese 1-2 Castiglione-Forlì Forlì-V.Vecomp Verona 0-2 Cuneo-Delta Porto Tolle Mantova-Bassano V. 2-2 Pergolettese-Mantova Monza-Bra 3-1 Real Vicenza-Renate Renate-Torres 1-1 Spal 2013-Bra Rimini-Bellaria Igea M. 1-0 Torres-Santarcangelo Santarcangelo-Castiglione 1-0 V.Vecomp Verona-Bassano V. 2ª Divisione - Girone A Squadra Partite Reti P.ti G. V. N. P. F. S. CUNEO 11 6 3 2 1 9 4 BASSANO V. 11 6 3 2 1 9 7 PERGOLETTESE 11 6 3 2 1 7 6 RIMINI 10 6 3 2 1 11 7 REAL VICENZA 10 6 3 1 2 11 8 ALESSANDRIA 9 6 2 3 1 9 5 MONZA 9 6 2 3 1 11 9 V.VECOMP VERONA 9 6 2 3 1 6 4 RENATE 9 6 2 3 1 5 4 SANTARCANGELO 8 6 2 2 2 5 5 BELLARIA IGEA M. 7 6 2 2 2 7 5 FORLÌ 7 6 2 1 3 8 10 DELTA PORTO TOLLE 6 6 1 3 2 8 7 MANTOVA 6 6 1 3 2 12 14 TORRES 6 6 1 3 2 8 10 SPAL 2013 5 6 0 5 1 6 7 CASTIGLIONE 3 6 0 3 3 3 10 BRA 1 6 0 1 5 5 18 MARCATORI Alessandro (Real Vicenza) 7, Sinigaglia (Monza) 5, Nicastro (Rimini) 5, Valentini (Alessandria) 2, Cavalli (Alessandria) 2, Spighi (Alessandria) 1, Viviani (Alessandria) 1, Taddei (Alessandria) 1, Rantier (Alessandria) 1, Mora (Alessandria) 1 AMMONITI Cammaroto (3), Mora (2), Valentini (2), Scotto (2), Sabato, Ferrini, Viviani Prevendita Alessandria-Rimini __Punti vendita Booking Show: Tabaccheria Maxi, via Gramsci, 46 – ALessandria; S.O.M.S. Oviglio – Grigi Club Gino Armano, via XX Settembre, 30 – Oviglio; Mail Box Etc, corso C. Marx, 28 – Alessandria; Roby Viaggi, C. comm. Monferrato “Bennet” – SS 31 Villanova Monferrato; D Viaggi, piazza Repubblica, 3 – Novi Ligure.
  3. 3. venerdì 11 ottobre 2013 - 3 Domenica scorsa __Rimini-Bellaria 1-0 (0-0) marcatore Baldazzi al 91’ Rimini (4-3-3) Scotti; Ferrari Sereni Brighi M. Rosini; Spinosa (dal 82’ Catalano) Brighi A. Baldazzi (dal 94’ Gasperoni); Del Sole Fall (dal 46’ Zanigni) Nicastro. A disp. Zanier Cancelloni Amati Morga. All. M.Osio Bellaria (4-4-2) Caroppo; Capogrosso Jefferson Perini Sabatucci; Fioretti (dal 85’ Ulizio) Beghetto Arzamendia Kyeremateng; Izzillo (dal 46’ Pisanu) Cesca (dal 61’ Caranci). All. A.Pepe Arbitro sig. Morreale di Roma 1 Note: Fall ha sbagliato un calcio di rigore al 11' (parato) I precedenti... __Due vittorie, entrambe col risultato di 2-1, e una sconfitta: questo è il bilancio delle ultime tre sfide tra Alessandria e Rimini. La sconfitta è datata 30 Marzo 1980. La squadra biancorossa sbanca il Moccagatta con un secco 2-0, grazie alle reti di Valà al 68’ e Franceschelli all’86’. La sera del 18 Febbraio 2012, invece, l’Alessandria si impone per 2-1 sui riminesi nel giorno in cui tutta una città festeggia i 100 anni della sua squadra di calcio. I goal di Fabio Artico al 49’ e Iacopo Fanucchi al 64’ regalano una serata di festa a squadra e tifosi. La rete del Rimini porta la firma di Palazzi al 67’. Lo stesso Fanucchi si ripeterà meno di un anno dopo, il 25 Novembre 2012, mettendo a segno l’1-0 già al primo minuto della partita. Il secondo goal, al 61’, porta la firma di Degano. Al 90’ accorcia le distanze Brighi, fissando il risultato sul 2-1. Rimini: a caccia del primato Tino Pastorino el 1912 nasce il calcio a Rimini nelle attività della Polisportiva Libertas. La prima società calcistica risale al 1916 denominata Rimini Football Club. Curiosità sulla prima maglia che fu a scacchi bianco verdi per diventare poi bianco rossi nel 1920. Per vedere il Rimini alla ribalta dei campionati professionistici bisogna attendere gli anni 70. Dopo tanta IV serie e serie C l'avvento di Gilberto Gaspari alla presidenza determina il cambio di marcia e di ambizioni. Nel 1976 con Cesare Meucci allenatore il Rimini sale in serie B dove rimane 3 stagioni con panchine illustri: Helenio Herrera subentrato a Giorgio Sereni e Osvaldo Bagnoli. Con la retrocessione in C1 cambia presidenza: Dino Cappelli sceglie la guida di Maurizio Bruno per l'immediata risalita in B con l'ex grigio Franceschelli tra i protagonisti. Nel 1980-81 i romagnoli ottengono un brillante nono posto ma con gli stessi punti l'anno successivo retrocedono per la classifica avulsa nei confronti di Foggia Pistoiese e Cavese. In C1 si rimane per 7 stagioni di cui nel 82-83 con Arrigo Sacchi in panchina che ci riprova nel 84-85 senza successo, prima di trasferirsi a Parma. Nel 1989 nuova retrocessione in C2, categoria in cui il Rimini rimane per 14 anni. Nel 1994 il club è messo in liquidazione ma all'asta fallimentare viene acquistato dalla Cocif di Vincenzo Bellavista. E' nuova linfa e vitalità sportiva che porta a 3 play off consecutivi, persi. Ma è con l'arrivo di Leonardo Acori nell'estate 2002 che si aprono nuovi orizzonti. Malgrado la presenza della Fiorentina arrivano ancora i play off persi in finale con il Gubbio. Passano ancora 4 anni per l'atteso ritorno in serie B N nel 2006 e nell'anno successivo c'è lo storico pari casalingo contro la Juventus che vincerà il campionato e con il Rimini quinto ma che non disputa gli spareggi per l'eccessivo distacco tra la terza e la quarta classificata. Acori lascia dopo 6 stagioni e nel 2009 arrivano i play out persi contro l'Ancona. Nel corso del successivo campionato di Prima Divisione la Cocif annuncia il disimpegno economico e la squadra non viene iscritta al torneo 2010-11 con successiva revoca dell'affiliazione. Il riminese Biagio Amati acquista il Miglior attacco del girone e ambizioni fondate: il Rimini scende al Mocca per continuare la marcia vincente settore giovanile e fonda l'A.C. Rimini 1912 riuscendo ad iscrivere il club in serie D dove si classificherà terzo e vincerà i play off. Ottenuto il ripescaggio in Seconda Divisione, il primo anno sfiora la promozione perdendo gli spareggi ad opera del Cuneo mentre la scorsa stagione si salva prima a spese del Valle d'Aosta poi del Gavorrano. La squadra Il Presidente è Biagio Amati appena inibito per 4 mesi per violazioni amministrative (Covisoc) della società che è stata penalizzata di 1 punto; il Direttore Sportivo è Mauro Traini mentre in panchina siede Marco Osio, classe 1966, lo scorso anno a Bellaria, ex Nuorese e Brescello, ha allenato in serie D Valle d'Aosta Pergolese Fortis Juve e Ancona, ha vinto un campionato di Eccellenza con i Crociati No- ceto. Da calciatore lo ricordiamo in serie A con Torino Parma Empoli e 18 reti segnate e un'esperienza in Brasile, 20 partite con il Palmeiras. La rosa è stata modificata soprattutto in riferimento ai contratti cosiddetti pesanti dal punto di vista economico. In porta confermato Francesco Scotti (83) terza stagione a Rimini, scuola Lazio con il secondo Alessandro Zanier (93) dal Riccione. In difesa confermati Andrea Brighi (92) e Marco Gasperoni (92) al quarto anno, Roberto Rosini (91) terzo anno e Matteo Ferrari (94). I nuovi sono Tommaso Cancelloni (92) dal Savona ex Milazzo, Riccardo Martinelli (91) dal Bellaria via Cesena che rientra dopo un turno di squalifica, Samuele Serena (88) dall'Arezzo ex Mantova e Luca Scarabelli (92) dalla Pro Patria ma 7 presenze con i grigi nel 2012. A centrocampo sono rimasti con il capitano Marco Brighi (83) al quarto anno, Luca Valeriani (91) quarta stagione e Armando Amati (95). Le novità sono Salvatore Del Sole (88) dal S.Marino, Marco Spinosa (91) dal Treviso, Matteo Sartori (91) dalla Real Spal. Non è ancora stato utilizzato il tedesco di origine greca Kostantinos Drizis (91) scuola Hannover arrivato dalla seconda divisione teutonica. L'attacco si basa sulle punte che Osio aveva a Bellaria ovvero il senegalese Ameth Fall (91) due gol contro il Monza e Francesco Nicastro (91) 10 reti l'anno scorso e già 5 in stagione, cartellino di proprietà del Catania. Rientrano nelle rotazioni offensive i confermati Pierluigi Baldazzi (85) al quarto anno, Francesco Maio (93), Francesco Morga (86) 8 gol lo scorso campionato, Andrea Zanigni (88) quarto anno ex Valenzana. Completano i quadri Cristiano Bussi (89) dal Campobasso, Federico Erasmi (91) dal Riccione. Infortunato Nicolas Lozzi (90). La sede di via F. Santi 26 è aperta tutti i giorni con l’esposizione permanente di mobili, arredi e oggetti d’arte Istituto Vendite Giudiziarie Alessandria - Acqui Terme - Aosta LO STAFF E I TITOLARI DEL GRUPPO IVG, RENZO TRAVAGLINI E ALBERTO BARBERIS Contattateci per informazioni sulle aste immobiliari (Tribunali di Alessandria, Acqui Terme e Aosta) orari: dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 / 14.30-18.30 Sede operativa (aste ed esposizione) Nuova sede (uffici e magazzino) ALESSANDRIA Via Santi 26 (Zona D4) ALESSANDRIA Via Santi 25 (Zona D4) www.alessandria.astagiudiziaria.com • www.aosta.astagiudiziaria.com TUTTI I GIOVEDÌ, PRESSO LA SEDE, ASTE MOBILIARI Tel.0131 225142 - 0131 1851798 - Fax 0131 226145 - www.alessandria.astagiudiziaria.com Sede legale:AOSTA - Via G.B.De Tillier 8 - Tel.0165 061070 - Fax 0165 061071 - www.aosta.astagiudiziaria.com
  4. 4. 4 - venerdì 11 ottobre 2013 Tredici domande a... Francesco Ferrini 1 l 2 l 3 l 4 l 5 l 6 l 7 l 8 l 9 l 10 l 11 l 12 l 13 l SCAGLIONE presenta Nato a Ravenna Data di nascita 29 gennaio 1985 Fidanzato/sposato/libero Sposato con Laura Prima società Forlì Hai sempre giocato in questo ruolo Prima terzino sinistro, poi tutti i ruoli del centrocampo Se non avessi fatto il calciatore Lavorare nel settore agrario Momento top della carriera Spezia 2011/2012 L’avversario/compagno che ha fatto più carriera Giaccherini Il mister più importante Michele Serena Passatempo Pesca Attrice preferita Jennifer Aniston Attore preferito Denzel Washington Musica preferita Commerciale QLASSIKA donna QLASSIKA TARTAN donna FRATELLI SCAGLIONE s.n.c. ALESSANDRIA - Via L. Einaudi 42 - Zona D4 Scalo - Tel. 0131 246925 Fax 0131 246888 - scaglioneal@dealer.piaggio.net - www.piaggioscaglione.it piaggio.com
  5. 5. venerdì 11 ottobre 2013 - 5 1 l 2 l 3 l 4 l 5 l 6 l 7 l 8 l 9 l 10 l 11 l 12 l 13 l Tredici domande a... Gabriele Cavalli Nato a Lecco Data di nascita 6 febbraio 1982 Fidanzato/sposato/libero Sposato con Daria Prima società A.C. Victoria Hai sempre giocato in questo ruolo Prima trequartista/punta, poi centrocampista Se non avessi fatto il calciatore Maestro di Tennis Momento top della carriera Adesso L’avversario/compagno che ha fatto più carriera I miei compagni di oggi Rantier e Taddei Il mister più importante Dell’Orto Passatempo Tennis Attrice preferita Jodie Foster Attore preferito Denzel Washington Musica preferita Italiana L YHGLDPR GD SPACCIO OCCHIALI DEGLI LENTI SCONTO REALE SUI LISTINI 50% VENDITA DIRETTA CONSEGNA OCCHIALE IN POCHI MINUTI MISURAZIONE GRATUITA DELLA VISTA 01 DAL 20 OLTRE 2.000 MONTATURE SCONTO 30-50% SILVIA ENNIO ALESSANDRIA Corso Acqui, 173 (zona Cristo) - Tel. 0131 240228
  6. 6. 6 - venerdì 11 ottobre 2013 Renate - Alessandria: i precedenti e gli ex __Due gare disputate negli ultimi due campionati contro il Renate. L’8 Gennaio 2012, nel corso della stagione 2011-2012 del campionato di Seconda Divisione Girone A, i Grigi corsari a Meda, grazie ai goal di Nassi al 5’ e di Fanucchi al 34’ del primo tempo. Lo scorso campionato, il Maggio 2013, 11 tra Alessandria e nerazzurri, in virtù delle reti di Ferrari al 39’ del primo tempo e del rigore siglato da Ferretti al 90’. L’ex della gara è Gabriele Cavalli, vice capitano grigio. Per lui, prima di approdare all’Alessandria, 3 stagioni a Renate in Seconda Divisione, dove ha collezionato 96 presenze e ha messo a segno 2 goal. A Meda con i tifosi __I tifosi Grigi organizzano un pullman Gran Turismo domenica 20 ottobre in occasione della partita Renate-Alessandria. Ritrovo ore 12.45 in piazza Garibaldi, partenza ore 13 da Alessandria, costo e15. Info e prenotazioni entro le ore 20 di venerdì 11 ottobre al 338 9065045. Grigi e Centrale del Latte insieme per i giovani Gigi Poggio a sempre tra i simboli della città più riconosciuti ed esportati, per la qualità dei suoi prodotti e per la costante ricerca orientata a nuove proposte nel campo alimentare, la Centrale del Latte di Alessandria e Asti è una presenza vitale e importante nella vita di Alessandria. Il profilo della sua produzione, legata al territorio e alle sue tipicità con la valorizzazione del settore lattiero-caseario, da sempre eccellenza locale, fanno dell’azienda una realtà importante, in costante tenuta, nonostante i morsi nella crisi siano ovunque evidenti. Alfredo Di Meo, Presidente della Centrale del Latte, ci racconta con entusiasmo di una realtà che in questi anni ha conquistato nuove fette di mercato, sempre nel segno della qualità e della genuinità. “Il nostro punto di forza è la filiera corta, un percorso tanto breve che, nello specifico e, per quanto riguarda il latte, ci consente di arrivare in 48 ore dalla mungitura al consumatore ma non finisce qui…” Infatti il latte alessandrino è esportatissimo… “Certo; coi marchi Mulat e Milat, commercializzati rispettivamen- D te a Savona e Viareggio dove si beve il nostro latte”. Un’azienda sana con 56 dipendenti e sessanta “padroncini” che, coi loro mezzi, curano la distribuzione ma anche un’azienda che si guarda attorno…Vero, Presidente? “Portiamo avanti una strategia certamente innovativa nella filosofia di lavoro, sempre attenta a nuove quote di mercato con le proposte della linea gastronomica ma anche sensibile al sociale. La nostra idea forte è il concetto di genuinità e freschezza che attraverso il latte può svilupparsi in maniera compiuta: il latte come elemento completo, sano, che da alla dieta e all’alimentazione equilibrio, nel segno di uno stile di vita corretto e responsabile”. Un messaggio forte, rivolto anche e soprattutto alle giovani generazioni… “Lo sforzo va fatto, e lo facciamo, anche in questa direzione. Dico una banalità se sostengo che, oggi più che mai, mangiare bene e alimentarsi in maniera attenta fa parte di una La partnership tra la Centrale del Latte di Alessandria e Asti e l’Alessandria. Un messaggio genuino linea di comportamento obbligatoria ma è così…” ribadisce Di Meo. “Il nostro latte e, più in generale, tutta la nostra produzione sono, sotto questo profilo un’assoluta garanzia. Ci sono 60 anni di attività alle spalle (festeggiati da poco, ndr) e una ricerca costante a migliorarci e migliorare”. In questa logica arriva la par- ALESSANDRIA AUTO VIAGGIA SEMPRE CON VOI. Alessandria Auto ALESSANDRIA - Via Marengo, 162 SPINETTA MARENGO (AL) - Strada Statale n. 10, 20 Centralcar tnership con l’Alessandria che è innanzitutto un bel binomio di eccellenze, assolutamente riconoscibili per il nostro territorio e non solo... “Si, vero – conferma Di Meo – ma non basta. A noi interessa che il nostro marchio e la nostra filosofia di lavoro e di produzione trovino conferme continue e crescenti. E la collaborazione con l’Alessandria Calcio, col sostegno al settore giovanile vanno in questa direzione”. Sposando un’idea della società grigia… “Certo; da questo punto di vista le nostre strade si sono incontrate – conferma Di Meo – dal momento che noi conosciamo l’impegno che l’Alessandria profonde nel valorizzare l’idea di sport come gioco ma anche corretta applicazione di stili di vita e modelli di comportamento, tra cui anche l’alimentazione”. Un sostegno concreto, con la fornitura dei prodotti per il settore giovanile ma anche in GIOCalMOCCA, l’iniziativa proposta alle scuole della città. Ma una parola sui Grigi, Presidente…? “Mi sento alessandrino anche se sono nato a Napoli per cui i Grigi sono la mia quasi… squadra del cuore”. Non si nasconda, lei in tribuna partecipa come fosse al San Paolo… “Sono affezionato a questi colori e sono molto contento di questa nuova dirigenza che lavora con discrezione ma anche con molta professionalità. La partita con la Spal e la gestione della serata è la conferma che il presidente Di Masi ha le idee chiare e ottimi collaboratori. Più che una partita, è stata una festa…” Ci vorrebbe un brindisi… “Certo ma con il Latte della nostra Centrale!” emozioni stampate prepress stampa offset stampa digitale legatoria ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 legatoria SUBARU Autovar SPINETTA MARENGO (AL) Strada Statale, 10 - Tel. 0131 618780 Centralcar ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 G R U P P O alessandria ITALGRAFICA srl Novara | Via Verbano, 146 | Tel. 0321 471269 | Fax 0321 478314 commerciale@e-italgrafica.it www.italgrafica.net
  7. 7. venerdì 11 ottobre 2013 - 7 Chi è Moreno Longo __Moreno Longo nasce a Torino il 14 Febbraio 1976. Dopo aver chiuso la carriera da calciatore, nel 2007 diventa allenatore e oggi è il mister della Primavera del Torino. Cresciuto calcisticamente nel Settore Giovanile del Torino, debutta in Serie A con la maglia granata nella stagione 1994-95 e lo stesso anno vince il Torneo di Viareggio. Nei due campionati successivi conquista più spazio in prima squadra: 11 presenze in Serie A e 18 in Serie B dopo la retrocessione. Nel 1997 passa alla Lucchese, in Serie B, e vi rimane per due stagioni. Dopo essere stato capitano della squadra toscana, si trasferisce al Chievo Verona e fa parte della rosa che ottiene la promozione in Serie A nel 2001. Nel corso di quella stagione, però, Longo si infortuna gravemente e le sue presenze sono solo 12. Nel Gennaio 2003 scende in B, trasferendosi al Cagliari e poi a Teramo in Serie C1. Nell’Agosto 2004 lascia la squadra abruzzese per accasarsi prima alla Pro Vercelli, dove colleziona 19 presenze e una rete, poi all’Alessandria. Nel corso del campionato 2005-2006 scende il campo con la maglia grigia 17 volte. Al termine della stagione chiude la sua carriera da calciatore all’età di 30 anni. Nel 2007 inizia ad allenare e nel 2008 va al Canavese, dove allena i Giovanissimi Nazionali. Dal 2009 torna al Torino, come allenatore degli Allievi Nazionali, formazione che guida fino al 2012, quando ottiene la panchina della Primavera granata. Insegnare allenando: parola di Moreno Longo Gigi Poggio e c’è un dato che balza subito agli occhi, parlando della sua carriera, è che Moreno Longo è sempre stato un tipo decisamente precoce. Esordio a 18 in serie A col Toro e, dopo una un’esperienza da calciatore intensa ma concentrata, la prima panchina a trentanni. “Non so se sia un caso, aver vissuto certe situazioni un po’ in anticipo, rispetto agli altri – esordisce Longo – ma so di sicuro che in tutto quello che mi è capitato mi sono sempre buttato subito con grinta e impegno. Mi sono dato delle priorità e ho lavorato duro solo per realizzarle, con una voglia di arrivare che è un po’ la mia filosofia di vita”. Ricordiamo di Longo l’avventura in una serie D di qualche anno fa, capitano della formazione allenata da Fabrizio Viassi; un’avventura, per sua stessa ammissione, ricca di stimoli e di ricordi indimenticabili. Oggi il suo presente è la Primavera del Torino, dopo un’esperienza alla Canavese e poi con gli Allievi granata, con risultati importanti per la qualità del lavoro e i risultati del campo. Da dove è partita la molla per diventare mister? “Sono idee che ti porti dentro; la vita di squadra e S LA SCATOLA MAGICAasiero Forn di Antonella Alessandria nsi 55 Via Maria Be 979 Tel. 0131 345 Seguici su facebook dello spogliatoio è una parentesi talmente ricca, tra rapporti coi compagni e con i mister che non può non rimanerti qualcosa. Io sono un tipo orgoglioso che ha sempre amato le sfide…ed eccomi allenatore”. Longo ha un entusiasmo contagioso, ingrediente fondamentale per uno che lavora coi giovani…”Fare questo mestiere oggi ha responsabilità enormi; lavori con una materiale grezzo, se mi consenti l’espressione, a cui dare una forma e un’identità. Ma non lavori solo sul calciatore: lavori su un giovane, con la sua sensibilità di giovane e quindi devi essere bravo e pronto a trasferire concetti che non siano astratti ma indicazioni sul comportamento, suggerimenti. E la comunicazione assume una ruolo decisivo. Quindi attenzione a parlare ma anche ad ascoltare. Sotto questo profilo, il mondo è cambiato e il mister deve avere molte più capacità”. Tu sei cresciuto nel Toro e ora lavori per il Toro: una fortuna e un pri- “Io e… i Grigi”, Moreno Longo racconta la sua esperienza di allenatore che vuole arrivare lontano vilegio… “Io ho la fortuna di operare in un contesto che valorizza i giovani da sempre e li gestisce come vere risorse. Il Torino è il Torino, non si discute. Qui capisci la storia e comprendi come certi risultati siano arrivati non a caso ed esista una tradizione che anche è una scuola di lavoro. Per me poi le motivazioni sono infinite, molte di più di un altro che questa esperienza non l’ha vissuta”. Il mondo del settore giovanile è un crocevia di gente e attività, una realtà che a viverla e vederla fa impressione da quanto è vitale ma è anche un trampolino di lancio per giocatori e tecnici. Tu stai facendo bene il tuo lavoro; lo dicono anche i risultati, ma non solo quelli. Che obiettivi ti poni?”Sono onesto: non mi pongo limiti. Faccio un mestiere che mi appassiona e mi piace e a cui do tutto me stesso. Lavoro tutti i giorni per migliorarmi e per dare qualcosa di più ai miei ragazzi e alla mia società… ” Con qualche modello?”Mi dirai che sono uno sbruffone o che esagero. Il mio modello è Guardiola. No, non perché stato un tipo precoce” e ride. “Guardiola ha vinto tanto ed è un merito enorme ma il fatto davvero importante è che ha saputo mettere insieme la qualità e la professionalità, le ha fuse. Ha saputo gestire talenti e attitudini e ha creato un collettivo vero, un gruppo” Non male come punto di riferimento…”Ma lui ha vinto la propria sfida buttandosi, senza scegliere la strada più comoda: una filosofia di vita, come si diceva prima, se vuoi…”A proposito di sfide, il tuo ricordo di Alessandria…”Un ricordo forte e molto piacevole; sono orgoglioso di essere stato qui e ogni volta che vengo al Moccagatta respiro un’aria particolare, unica; e solo chi ha fatto il calciatore qui può capire di cosa sto parlando, con quella passione che cova sotto la cenere e la gente, a volte, maschera con il sarcasmo o il pessimismo ma è una passione” Erano gli anni della D, anni complicati, una squadra giovane, l’ansia di risollevarsi e tu facevi il capitano…”Non ho dimenticato niente; tutto serve quando alleni e anche quelle tensioni e quelle incertezze che ho vissuto e superato, alla fine, me le porto dentro e so quanto possano risultare utili. E poi c’è il ricordo delle persone e quel clima che, pur in certe domeniche fredde, con poca gente sulle gradinate ti dava la carica giusta, un’adrenalina speciale e poi la concentrazione che ti imponeva di non sbagliare, perché qui, anzi lì, se sbagli, non ti perdonano…”
  8. 8. 8 - venerdì 11 ottobre 2013 Berretti 2013-14 __Berretti 2013-14 Portieri: Michele Lassandro e Simone Pellegrini. Difensori: Samuele Cascio, Lorenzo Frizza, Vittorio Giordano, Nicholas Guarnieri, Flavio Manllija Arjenis Paradiso, Matteo Polla, Lorenzo Sola, Hanza Keeroumi, Luca Allara. Centrocampisti: Matteo Cominato, Andrea Mugnai, Simone Marongiu, Andrea Greggio, Davide Lomanno, Federico Sorato e Matteo Germano. Attaccanti: Luca Guerci, Luigi Manco, Simone Ivaldi, Federico Marchisio, Nicholas Pagano, Lorenzo Simone, Davide De Nardi. Staff. Allenatore: Sfefano Melchiori, allenatore 2^: Raffaele Viscomi, dirigente: Stefano Carlet, dir. arbitro: Francesco Schifino, massaggiatore: Virginio Bogliolo, medico: Dott. Biagio Polla, Prep. dei portieri: Andrea Carozzo, prep. atletico: Davide Cassinello I risultati __La Berretti pareggia 1-1 a Savona. Il goal di Guerci al 36' del secondo tempo. Battuta d'arresto invece per gli Allievi Nazionali e i Giovanissimi Nazionali. I ragazzi di Ferrarese si sono arresi alla Virtus Entella per 32. I goal grigi sono di Giudice e Casone. Sconfitta anche per la formazione di Guaraldo: 2-0 contro i pari età liguri. Vincono gli Allievi '98 Fascia B nell'amichevole contro la Juniores Regionale dell'Acqui: 1-0 grigio siglato da Crispoltoni. Terzo posto per i Pulcini 2004 a 7 nel Torneo Filostil per giovani, disputato a Valenza con Torriggia, Juventus e Fulvius Valenza. Costruire per vincere glio per loro, per la società e per tutti noi che facciamo parte dello staff. Ai ragazzi auguro di continuare ad essere convocati e di arrivare a disputare le varie amichevoli e tornei che farà questa nazionale. Michela Amisano a stagione della formazione Berretti dell’Alessandria Calcio è iniziata col piede giusto. Dopo le prime quattro giornate, il bilancio è di due vittorie, la prima all’esordio in casa con la Pro Vercelli, la seconda a Cuneo con la squadra biancorossa, e due pareggi, con il Varese (2-2) e con il Savona (1-1). I grandi cambiamenti a tutto il Settore Giovanile dalla nuova proprietà hanno rivoluzionato la guida e lo staff della Berretti: in estate la squadra è stata affidata a Mister Stefano Melchiori, al quale abbiamo chiesto una prima impressione sull’inizio di questa nuova esperienza in grigio. L D__ La media dell’età dei componenti della rosa di questa stagione mi sembra più bassa rispetto ad altre Berretti del nostro girone. Come mai questa scelta? R__ Alcune squadre giocano con molti ’94 e tanti ’95, mentre noi abbiamo solo cinque ragazzi del ’95 e il resto sono del ’96. E’ vero, sono abbastanza giovani validi, che hanno voglia di fare e possiamo crescere davvero tanto come squadra che poi è l’aspetto che mi interessa di più. Tra l’altro, siamo parecchi, 24, quando la Berretti prevede 18 giocatori a disposizione; quindi c’è anche qualche ragazzo che sta facendo dei sacrifici andando in tribuna, pur non si risparmiandosi mai ad ogni allenamento. D__ Quali sono gli obiettivi della Berretti per questa stagione? R__ La società, ad inizio anno, nella persona del Presidente Di Masi e del coordinatore organizzativo Alberto Sala, ha chiesto una crescita dei giocatori ed è una scelta che condivido. Questo è il primo obiettivo. Certo è bello ottenere i risultati, però questo viene in secondo piano, perché credo che chiunque mastichi calcio possa sostenere che il risultato è conseguente al bel gioco e alla crescita. D__ Come valuta questo inizio di campionato? R__ Noi siamo partiti abbastanza bene, con due vittorie e due pareggi. Ora sono circa due mesi che lavoriamo insieme, stiamo crescendo, abbiamo fatto delle buone prestazioni e, anche in quelle meno brillanti, l’impegno e la voglia di sacrificio ci sono sempre state da parte di tutti i ragazzi. A mio giudizio si stanno comportando bene e ci sono grandi margini di crescita ed è su questo che stiamo concentrandoci... D__ Tre ragazzi (Cascio, Sorato e Lassandro ndr.) sono stati convocati sabato 12 Ottobre in Nazionale Under 18 di Lega Pro. Immaggino sia una una soddisfazione anche per lei? R__ Credo che la convocazione dei ragazzi della propria squadra in una Rappresentativa Nazionale sia una grande soddisfazione per la società, soprattutto perché è la prima convocazione della stagione. E’ motivo d’orgo- D__ Parliamo delle avversarie del girone dell’Alessandria. Dopo le prime quattro giornate, c’è una formazione tra quelle che abbiamo affrontato che l’ha impressionata e che potrà interpretare, secondo lei, un ruolo da protagonista in questa stagione? R__ Una squadra che, secondo me, farà un campionato di vertice è la Pro Vercelli, che noi abbiamo affrontato nel modo giusto, vincendo, con grande dinamismo, caparbietà e sacrificio. E’ una squadra veramente forte e lo dimostra il fatto che ha perso contro di noi, ma poi ha vinto le altre tre partite. E’ stata costruita con giocatori importanti, per fare un campionato di vertice, per arrivare alle fasi finali e per provare a vincere lo scudetto. Anche il Varese è un’ottima squadra. Contro di noi è stata aiutata da qualche giocatore della Primavera, ma con un po’ di fortuna siamo riusciti ad ottenere il pareggio, proprio perché siamo stati molto caparbi. E posso affermare che la caparbietà è sicuramente una prerogativa di questa squadra. Cuneo e Savona stanno facendo un po’ più di fatica, ma hanno prospettive di crescita. Lo stesso Torino, che è una Berretti importante, e che storicamente punta molto sul Settore Giovanile, sta incontrando qualche difficoltà, ma anche qui ci sono molti ’96: in ogni caso, bisognerà aspettare almeno il giro di boa per poter fare una valutazione più oggettiva. D__ Cosa l’ha convinta a scegliere Alessandria e l’Alessandria? R__ Sono stato convinto dalla proposta di venire ad allenare la Berretti qui ad Alessandria dall’organizzazione che avevo visto mettere in piedi, in primis, dal Presidente Di Masi; si capiva benissimo che il progetto era, ed è, quello costruire una società importante. Ed è quello che ha fatto e che sta facendo tuttora. Si capisce dalla scelta dell’allenatore della Prima squadra, dal suo staff e dal Direttore Sportivo, che sono tutte persone che conosco e che godono della mia stima. Per quello che riguarda il Settore Giovanile, so come lavora il Coordinatore Alberto Sala; so che è una persona che non lascia niente al caso, che vuole costruire qualcosa di importante ed è seguito e sostenuto dalla società. Questa è una prerogativa importante per il calcio dei “grandi” ma sovente manca proprio a livello di Settore Giovanile. Poter costruire, poter lavorare, poter avere tutto organizzato, quasi alla perfezione, è fondamentale per poter realizzare un progetto vincente. Adesso c’è. Pavimenti in ceramica per interni ed esterni, rivestimenti, sanitari, rubinetterie ed accessori, box e piatti doccia, bagno turco e cromoterapia. kimonoceramiche arredobagno Inquadra il QR code con il tuo smartphone o con il tablet ed accedi immediatamente alla pagina del sito dedicata a questi prodotti. Esposizione e vendita: Spalto Gamondio, 27 - 15121 Alessandria Tel. 0131.443445 - www.kimonoporte.it

×