N° 3 - Venerdì 20 settembre 2013
2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD DOFLR 
Editoriale
Vincere
È quello che ogni tifoso, ...
2 - venerdì 20 settembre 2013
Supplemento a ‘Il Piccolo’
numero 96 del 20 settembre 2013
Grafica e impaginazione
Mauro Ris...
venerdì 20 settembre 2013 - 3
Dopo una stagione comunque
soddisfacente, un avvio in salita.
Ora scende al Moccagatta, affa...
venerdì 20 settembre 2013 - 54 - venerdì 20 settembre 2013
SILVIA ENNIO
DAL 2001
LENTI
SCONTO REALE
SUI LISTINI 50%
OLTRE ...
6 - venerdì 20 settembre 2013
Lealtrenostreavversarie
di Tino Pastorino
S
econdaeultimapuntatadel
nostroviaggiotralesquadr...
venerdì 20 settembre 2013 - 7
Gianluca Segarelli.
Una vita da mediano
)5$1(62$5862
,/926752
*200,67$
',),'8,$
®
C A R G O ...
8 - venerdì 20 settembre 2013
Scuolacalcioetantoaltro…
di Gigi Poggio
O
ra che la macchina si è
avviata, bisogna ali-
ment...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

L'orso in casa n.3

491 views

Published on

Published in: Sports
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
491
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
181
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

L'orso in casa n.3

  1. 1. N° 3 - Venerdì 20 settembre 2013 2UJDQR 8IILFLDOH GHOO·86 $OHVVDQGULD DOFLR Editoriale Vincere È quello che ogni tifoso, ogni Presidente, ogni membro dello staff chiede e sempre chiederà di fare alla squadra. Certo non ba- sta chiedere. La squadra è nelle migliori condizioni per fare cal- cio, per fare il proprio mestiere. E questo è già garanzia di sereni- tà. Io sono il primo al fianco del- la squadra ogni settimana per darle serenità e metterla nelle migliori condizioni possibili per raggiungere l’unico obiettivo pos- sibile: vincere. Ed ora diventa an- che l’unico risultato accettabile: vincere. Da domenica la nostra ragione di essere tifosi dovrà avere un unico obiettivo: spingere la squadra dal primo al ventiduesimo uomo a vincere. Trascinare con quell’ali- to di tifo, col cuore; spingere tut- ti insieme il pallone dentro la re- te per essere partecipi delle vitto- rie dei ragazzi. Vittorie. Se indossi la nostra casacca da quest’anno DEVI avere un solo obiettivo: Vincere. E se si è fatto tutto per provare a raggiungerla e non si è riusciti non importa, sarà la conclusione scontata della domenica successiva. Uscire con la maglia sudata, i pantaloncini “sporchi”, metafori- camente o no. Questo si DEVE fare e questo porterà ad una sola cosa: applausi, calore e ricono- scenza. È ora che incominci qual- cosa di diverso, che incominci il Nostro campionato. Quello che tutti ci aspettiamo dalla partita di questa settimana: vincere. E per ora è l’unica cosa che conta. Luca Di Masi $/(66$1'5,$$67,*/,21($/(66$1'5,$$67,*/,21(
  2. 2. 2 - venerdì 20 settembre 2013 Supplemento a ‘Il Piccolo’ numero 96 del 20 settembre 2013 Grafica e impaginazione Mauro Risciglione Antonella Ravazzano In collaborazione con Medial Pubblicità Srl via Parnisetti 12/A - Alessandria RISULTATI 3ª GIORNATA Bassano V.-Spal 2013 2-1 Bra-Delta Porto Tolle 0-3 Castiglione-Bellaria Igea M. 0-0 Mantova-V.Vecomp Verona 0-2 Monza-Alessandria 2-1 Pergolettese-Real Vicenza 3-1 Renate-Cuneo 1-1 Santarcangelo-Rimini 1-1 Torres-Forlì 2-3 PROSSIMO TURNO 22/09/2013 Alessandria-Castiglione Bellaria Igea M.-Bra Cuneo-Bassano V. Delta Porto Tolle-Santarcangelo Forlì-Mantova Real Vicenza-Monza Rimini-Renate Spal 2013-Torres V.Vecomp Verona-Pergolettese 2ª Divisione - Girone A Squadra Partite Reti P.ti G. V. N. P. F. S. PERGOLETTESE 7 3 2 1 0 5 2 BASSANO V. 7 3 2 1 0 6 4 REAL VICENZA 6 3 2 0 1 9 5 FORLÌ 6 3 2 0 1 6 5 DELTA PORTO TOLLE 5 3 1 2 0 5 2 V.VECOMP VERONA 5 3 1 2 0 4 2 MONZA 5 3 1 2 0 6 5 RENATE 5 3 1 2 0 3 2 RIMINI 4 3 1 1 1 7 5 CUNEO 4 3 1 1 1 4 3 SANTARCANGELO 4 3 1 1 1 3 3 SPAL 2013 2 3 0 2 1 4 5 ALESSANDRIA 2 3 0 2 1 3 4 BELLARIA IGEA M. 2 3 0 2 1 3 4 CASTIGLIONE 2 3 0 2 1 1 4 TORRES 1 3 0 1 2 4 7 MANTOVA 1 3 0 1 2 4 9 BRA 1 3 0 1 2 3 9 MARCATORI Alessandro (Real Vicenza) 5, Nicastro (Ri- mini) 4, Pietribiasi (Bassano) 3, Varricchio (Spal) 3, Spighi (Alessandria) 1, Viviani (A- lessandria) 1, Valentini (Alessandria) 1 AMMONITI Mora (2) Sirri, Scotto, Sabato, Cammaroto (3), Valentini Prevendita Alessandria-Castiglione __Punti vendita Booking Show: Tabac- cheria Maxi, via Gramsci, 46 – ALessan- dria; S.O.M.S. Oviglio – Grigi Club Gino Ar- mano, via XX Settembre, 30 – Oviglio; Mail Box Etc, corso C. Marx, 28 – Ales- sandria; Roby Viaggi, C. comm. Monferra- to “Bennet” – SS 31 Villanova Monferra- to; D Viaggi, piazza Repubblica, 3 – Novi Ligure.
  3. 3. venerdì 20 settembre 2013 - 3 Dopo una stagione comunque soddisfacente, un avvio in salita. Ora scende al Moccagatta, affamata di punti, in cerca di riscatto I precedenti... __Alessandria-Castiglione: i prece- denti e gli ex della partita Solo due precedenti tra Alessandria e Castiglione, entrambe nella scor- sa stagione. All’andata (nella foto), il 27 Ottobre al Moccagatta, rosso-blu corsari con la rete al 73’ dell’ora gri- gio di Fausto Ferrari. Nel girone di ri- torno, il 10 Marzo, pareggio a reti in- violate. Numerosi gli ex della gara: oltre al neo-grigio Ferrari, 29 pre- senze e 17 gol, nelle file lombarde troviamo Simone Patacchiola, ad A- lessandria dal gennaio 2012 (4 pre- senze), Giacomo Chiazzolino, 6 pre- senze nel campionato 2009/2010, Davide Rossi, 7 reti in 26 presenze nella stagione 2012/2013 e Giaco- mo Gambaretti, 29 presenze, 1 gol. Domenica scorsa __Castiglione - Bellaria Igea Mari- na 1-1 (1-1) giocata al Lusettidi Castiglione delle Stiviere Marcatori: Izzillo al 30', Chiazzoli- no al 44'. Castiglione (4-4-2) Iali; Dal Compa- re (dal 50 Cafferata) Ruffini Patac- chiola Pini; Gambaretti Vignali (dal 70 Mangili) Chiazzolino Sevieri; Curcio Maccabiti (dal 80 Munari- ni) a disp. Bonato Zara Paruzza D.Rossi All. L.Ciulli Bellaria I.M.: Caroppo Del Pivo Be- ghetto (dal 75 D'Angelo); Perini Sabatucci Oliveira; Pisanu (dal 58 Capograsso) Arzamendia (dal 63 Evangelisti) Fioretti Izzillo Kyere- mateng. All. A.Pepe Arbitro sig. Marinelli di Tivoli Arriva il Castiglione di Tino Pastorino A Castiglione delle Stiviere (Man- tova) le prime tracce di calcio ri- salgono agli anni 20 (1924) ma solo con squadre impegnate in tornei locali. Nel primo dopoguerra, l'U.S. Castiglione partecipa al campionato pro- vinciale mantovano ma la prima ufficiale affiliazione alla FIGC risale al 1971 con l'A.C. Castiglione che disputa e vince il campionato di Seconda Categoria. Dopo anni di saliscendi, tra Promozione e Pri- ma Categoria, nel 1984-85 il salto in In- terregionale, esperienza che dura per 3 anni. Poi il ritorno in Eccellenza, ma in Emilia Romagna fino al 94-95; ottenuta la promozione si torna all'iscrizione in Lombardia ma nel 97-98 nuovo tonfo in Promozione e nel 1999-2000 addirittura in Prima Categoria, subito vinta con la de- nominazione di F.C. Castiglione e doppio salto all'Eccellenza nella stagione 2002- 03, dove la società rimane per 5 anni fino alla nuova retrocessione in Promozione del 2008. Proprio in quella estate due squadre minori, l'U.S. Savoia Castiglione e la G.S. Azzurra di Castel Goffredo decidono di fondersi in U.S. Castiglione Savoia acqui- sendo il titolo sportivo del Marmirolo per disputare il campionato di Eccellenza. I due club per due stagioni disputano due campionati distinti: Eccellenza il Ca- stiglione Savoia, Promozione il F.C. Casti- glione. Il 2010 è l'anno della svolta: il Ca- stiglione Savoia, quarto del girone C di Eccellenza lombarda vince i play off na- zionali ed è promosso in serie D. L'estate successiva la Sterilgarda, già main sponsor, rafforza l'impegno eco- nomico e con l'attuale dirigenza si decide il cambio di denominazione il F.C. Steril- garda Castiglione mentre lo storico F.C. Castiglione salvatosi ai play out di Pro- mozione decide di trasferirsi a Calcinato (Brescia) acquisendo il titolo sportivo del- la squadra locale, sempre in Promozio- ne. Nel 2010-11 lo Sterilgarda Castiglione è nono nel girone B della serie D e l'anno successivo vince lo stesso girone ottenen- do la storica promozione tra i professio- nisti, disputando un attimo campionato conclusosi con il settimo posto dopo es- sere stato anche capolista. Da citare che nel giugno 2012, come previsto per le società di Lega Pro, c'è sta- ta la trasformazione in srl e pertanto la nuova denominazione è F.C. Castiglione srl. La squadra Il Presidente è Rossano Zilia con An- drea Bottazzi Direttore Sportivo, ex cen- trocampista di Spal, Fiorenzuola, Mode- na e Leffe. L'allenatore è Lorenzo Ciulli, romano, classe 1962 al secondo anno di conduzione tecnica dopo le esperienze di Carpenedolo e Casale. Si avvale della col- laborazione di Ivan Rizzardi, responsabi- le del settore giovanile che ricordiamo a Tortona (85-87) e soprattutto con le ma- glie di Cremonese Napoli e Bari. Rispetto alla passata stagione sono solo 6 i gioca- tori rimasti per una rosa assortita ma pro- fondamente rivoluzionata. Tra i pali con- fermato Matteo Iali (92) per il quarto an- no a difendere la porta biancorossa; il se- condo è Francesco Bonato(93) dal Vene- zia ma già visto con la Sambonifacese. In difesa confermati il centrale Ruffini (87) anche per lui quarta stagione a Castiglio- ne e l'esterno sinistro Pini (86), secondo anno, ex Lumezzane. I nuovi sono il cen- trale Simone Patacchiola (91) dal Porto- gruaro, 4 presenze con i grigi nel 2012; Giacomo Gambaretti (92), 29 presenze 1 gol ad Alessandria; Federico Dal Compa- re (94) dal Treviso, ex Milan Primavera; Daniele Tonetto (94) dalla Sacilese (D); Gabriele Treccani (95) dal settore giova- nile. Le conferme a centrocampo riguar- dano Giacomo Chiazzolino (86) al terzo anno, 6 presenze con i grigi nel 2009-10; Enrico Mangili (93) anche per lui seconda stagione; i nuovi sono il mediano Paolo Vignali (89) 32 presenze per la promozio- ne della Pro Patria; Mario Colonetti (91) esterno di destra ex Mantova; Filippo Ca- sagrande (92) dal San Donà (D) ex Vene- zia; Davide Paruzza (94) dalla Primavera del Chievo; Gianluca Cafferata (94) dalla Primavera della Sampdoria; Federico Si- vieri (91) dal Lumezzane ma visto a Fano da gennaio; Riccardo Azzali dal settore giovanile. In attacco è rimasto Luca Mac- cabiti (91) 5 reti la scorsa stagione; da Ca- sale è arrivato Alessio Curcio (90) 69 pre- senze e 14 gol con i nerostellati; l'altro ex Davide Rossi (92) in prestito dalla Cremo- nese con 26 presenze e 7 reti in grigio; Luca Munarini (93) 10 gol in serie D con il Montebelluna e Federico Cardella (94) dal Pomezia (Eccellenza). Esposizione e vendita: Spalto Gamondio, 27 - 15121 Alessandria Tel. 0131.443445 - www.kimonoporte.it kimonoceramiche arredobagno Pavimenti in ceramica per interni ed esterni, rivestimenti, sanitari, rubinetterie ed accessori, box e piatti doccia, bagno turco e cromoterapia. Adesso c’è. Inquadra il QR code con il tuo smartphone o con il tablet ed accedi immediatamente alla pagina del sito dedicata a questi prodotti.
  4. 4. venerdì 20 settembre 2013 - 54 - venerdì 20 settembre 2013 SILVIA ENNIO DAL 2001 LENTI SCONTO REALE SUI LISTINI 50% OLTRE 2.000 MONTATURE SCONTO 30-50% VENDITA DIRETTA CONSEGNA OCCHIALE IN POCHI MINUTI MISURAZIONE GRATUITA DELLA VISTA VI ASPETTIAMO SPACCIO OCCHIALI DEGLI ALESSANDRIA Corso Acqui, 173 (zona Cristo) - Tel. 0131 240228 BRITISH CENTRE la scelta importante 'RYH LPSDUDUH OD OLQJXD LQJOHVH q XQD FHUWH]]D , QRVWUL FRUVL VRQR SHU ‡ EDPELQL LQ HWj SUHVFRODUH ‡ EDPELQL GHOOD VFXROD HOHPHQWDUH ‡ UDJD]]L GHOOD VFXROD PHGLD H VXSHULRUH ‡ VWXGHQWL XQLYHUVLWDUL ‡ DGXOWL GL WXWWH OH HWj ‡ D]LHQGH FRQ TXDOVLDVL SDUWLFRODUH QHFHVVLWj %ULWLVK HQWUH RI $OHVVDQGULD 3LD]]D *DULEDOGL ‡ 7HO 6DUj XQ SLDFHUH LQFRQWUDU9L Il film del campionato Alessandria-Torres 1-1 Pergolettese-Alessandria 1-1 Pergolettese-Alessandria 1-1 Pergolettese-Alessandria 1-1 Monza-Alessandria 2-1 Monza-Alessandria 2-1 Monza-Alessandria 2-1 Alessandria-Torres 1-1 Alessandria-Torres 1-1 Alessandria-Torres 1-1 Alessandria-Torres 1-1 [FotoLucaRossini] [FotoLucaRossini] [FotoLucaRossini] Monza-Alessandria 2-1 [FotoLucaRossini] Monza-Alessandria 2-1 [FotoLucaRossini]
  5. 5. 6 - venerdì 20 settembre 2013 Lealtrenostreavversarie di Tino Pastorino S econdaeultimapuntatadel nostroviaggiotralesquadre del girone A della seconda divisione Le incognite Bassano: all. Mario Petrone (ex San Marino) Non è facile affrontare una sta- gione sapendo che a fine campio- nato la proprietà lascerà il club (Stefano Rosso ovvero marchio Diesel). Mister Petrone accetta la sfidamalacampagnaacquistinon è ancora convincente. Basterà la conferma di Berrettoni? Tra i nuo- vi segnaliamo Cenetti (c) ex Vene- zia, Guccione (c) dal Casale e Pie- tribiasi, bomber ex Mantova. Cu- riositàsuBortoli,registaclasse'94 dal Milan. Arrivato anche l'ester- no difensivo Pelagatti dal San Ma- rino. Bra: all. Fabrizio Daidola (conf) e Maurizio Calamita Gioca le gare casalinghe a Cuneo Il D.S. Rizzieri è stato molto at- tivo sul mercato ma sono molte le incognite. Con Briano che ha por- tatoigiallorossidall'Eccellenzaal- la Seconda Divisione, conferma importanteperBarbaro(golaigri- gi in Coppa Italia); poi tanti giova- ni. I portieri Garino (93) dalla Sa- lernitanaeVavassori(92)figliodel patron della Pro Patria. In difesa i nuovi Passerò (Cuneo), Botturi (Pro Patria) e il brasiliano Fabris. Da seguire il centrocampista of- fensivo Diarra (Torino) nazionale under 20 del Mali. Attacco leggero leggero con l'ex Cuneo Ferrario e Fumana (94) dal Toro primavera. Delta Porto Tolle: all. Fabrizio Zuccarin (conf) Gioca le gare casa- linghe a Portogruaro Società ambiziosa per l'ottima collaborazione tra Lorenza Visen- tini, D.S. ma della famiglia pro- prietaria del club, e Ruben Buria- ni.Confermaperilbloccovincente dellaserieDedinparticolareperil bomber Marangon. Gli innesti so- no un mix tra gioventù ed espe- rienza. In difesa lo slovacco Petras (79), tanta serie B a Grosseto Cese- na Trieste Treviso e Lecce. A cen- trocampo Matteo Caciagli (86) dal Borgo a Buggiano. Attacco molto straniero con l'argentino Depetris ex Gallipoli e Brescia, i brasiliani Valim Joel ex Imola e Rodrigues dalla Sacilese. Ha fermato il Mon- za domenica scorsa. RealVicenza:all.MarioVittadel- lo (conf) Cinque dei nuovi arrivano tutti dalla Clodiense (serie D). Nuovi ancheiportieri,nuoviicentralidi- fensivi: Mei (81) ex Reggiana e Ste- fani (84) scuola Milan. Stefani, e- sordio in A con Matri nel 2003 ha scontato la squalifica per il calcio scommesse.Acentrocampospicca Rebecchi (83), cresciuto nell'Inter arrivato a metà dallo scorso cam- pionato dopo la parentesi con la Novese. In attacco ingaggiato A- lessandro (88) 14 reti segnate per la Vogherese, ex Grosseto, e subito doppietta all'esordio. Renate: all. Simone Boldini (conf) Gioca le gare casalinghe a Meda Lavoro duro per Boldini che non ha più la squadra che ha con- dotto nei play off. Rosa rivoluzio- nata soprattutto a centrocampo e in attacco, rimasto orfano del tan- dem Brighenti-Zanetti e anche dell'estroso Gaeta. Il D.S. Abate ha pescato molto in serie D mentre prosegue la collaborazione con il Parma.DaseguireilritornodiBal- do (c) tra i professionisti dopo un anno in Eccellenza e la squalifica nel campionato svizzero (Lugano) per positività alla cocaina. Berna- sconi, Florian e Spampatti le nuo- ve punte. Quelle che rischiano Bellaria Igea Marina: all. Alfon- so Pepe (al Bellaria fino a dic. 2012) Squadra con tanti punti inter- rogativi in tutti i reparti. Del Pivo (Santarcangelo) e Mattia Evange- listi (Fano) le certezze a centro- campo; Fioretti (90) ex Borgo a Buggiano in attacco. Poi tanti pre- stiti e compartecipazioni in una sortadiworkinprogressesaspera- to e probabilmente controprodu- centemaconbuonicolpinellebat- tute finali di mercato: il difensore Jefferson dal Venezia, ex Salerni- tana,ilportiereGuercidalCarpi,il difensore Capogrosso e la punta Cesca dal Pavia. Forlì: all. Attilio Bardi (conf) Le conferme importanti sono la panchina, a centrocampo (Ales- sandro Evangelisti) e in avanti (il rumenoPetrascu),Indifesac'èBo- ron. In attacco Bernacci. L'obietti- vo dichiarato è la salvezza ma è il reparto arretrato quello che desta maggioriperplessità.IlD.S.Cangi- ni è sempre alla ricerca di espe- rienza. Rimini: all. Marco Osio (ex Bella- ria) Le vicende societarie hanno creato non pochi problemi nella costruzione della squadra dopo i play out. Osio accetta la scommes- sa ma il cammino sarà molto osti- co.ImportantileconfermediScot- ti (p) e dei fratelli Brighi.. Tra i nuovi Osio ha portato con sè Nica- stroeFallinattaccoeMartinelliin difesa. Da San Marino arriva Del Sole (c). Poi un manipolo di giova- ni del Parma. Santarcangelo: all. Fabio Fra- schetti (ex Poggibonsi) Tanti giovani per una scom- messa un po' complicata ma che conferma buona parte dell'ossatu- ra dell'anno sorso. Nardi in porta, Colaindifesa,Obengacentrocam- po, Graziani in attacco. Da seguire due giovanissimi guineani Sou- mah e Camara, attaccanti classe '96, pescati in Eccellenza. Virtus Vecomp Verona: all. Lui- gi Fresco (conf) Gioca le gare casa- linghe a Legnago Espressione del quartiere di BorgoVenezia,lasquadraèallena- ta da oltre 30 anni dal suo presi- dente, Luigi Fresco. Confermato il gruppo dello scorso anno con un paio di fedelissimi, Lallo e Le- chthaler, alla loro nona stagione. Tra i nuovi l'ex grigio Pavanello. Curioso l'attacco con il nigeriano Odogwu (attualmente infortuna- to) ed il ghanese Mensah ai quali è stato affiancato lo sloveno Marja- novic. Se la giocheranno con Sca- pini ('83) ex Cuneo, 14 gol con la Sambonifacese lo scorso campio- nato. A centrocampo l'esperienza di Corrent (79) dalla Carrarese. La prossima trasferta: Vicenza città storica __Difficile raccontare Vicenza in poche sem- plici note. Basti dire che dal 1994 la città è patrimonio mondiale dell'Unesco per la sua ricchezza monumentale e artistica, che si e- salta nei capolavori palladiani ma conserva anche il nucleo romano al centro della strut- tura urbanistica medioevale che è ancor og- gi l'ossatura del centro storico, oltre a testi- monianze tardogotiche e poi rinascimentali prodotto, queste ultime, dello sviluppo eco- nomico e culturale maturato sotto il dominio veneziano. Tra palazzi, piazze e chiese, la città è tanto ricca di proposte da richiedere una visita ben più ampia della vigilia di una partita di calcio, senza contare che lo stesso stadio Menti è di per sè edificio di assoluta suggestione coi suoi quasi 80 anni di storia. alessandria G R U P P O Centralcar ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 Centralcar ALESSANDRIA Via Marengo 162 - Tel. 0131 251005 SUBARU Alessandria Auto ALESSANDRIA - Via Marengo, 162 SPINETTA MARENGO (AL) - Strada Statale n. 10, 20 Autovar SPINETTA MARENGO (AL) Strada Statale, 10 - Tel. 0131 618780 ALESSANDRIAAUTO VIAGGIASEMPRECONVOI. ITALGRAFICA srl Novara | Via Verbano, 146 | Tel. 0321 471269 | Fax 0321 478314 commerciale@e-italgrafica.it www.italgrafica.net legatoria emozioni stampate prepress stampa offset stampa digitale legatoria Il Bassano Virtus
  6. 6. venerdì 20 settembre 2013 - 7 Gianluca Segarelli. Una vita da mediano )5$1(62$5862 ,/926752 *200,67$ ',),'8,$ ® C A R G O M 108 $/(66$1'5,$ RUVR HQWR DQQRQL 7HO )D[ FDUJRPVUO#SQHXVLW Controllo GRATUITO con otoscopio • Prova gratuita dell’udito • Controlli audiometrici e impedenziometri • Prove di ascolto personalizzate • Apparecchi acustici delle migliore marche • adattamenti di qualsiasi apparecchio acustico • Assistenza anche a domicilio • Convenzionato con ASL - INAIL AUDIO CENTER Via Parma, 22 - Alessandria Tel. 0131 251212 La aspettiamo, o ci contatti per fissare un appuntamento di Gigi Poggio 6 0 presenze e 2 goal in Grigio ma una carriera densa di momenti im- portanti. Due mesi fa la decisione di abbandonare il cal- cio giocato per iniziare la carrie- ra da allenatore. Cosa ti ha portato a questa scelta? “Volevo cominciare prima con i piccoli piuttosto che con u- na prima squadra. A dire la ve- rità però non ho proprio smesso di giocare, perché la società dove alleno i bimbi (il Montelabbate, ripescato in Promozione ndr) mi ha chiesto di dare una mano sia livello di esperienza che di pre- stazione sportiva e ho accettato volentieri”. E’ stata una scelta sofferta quella di smettere con il calcio giocato? “Un po’ sofferta sì, ma il mer- cato è diventato difficilissimo, soprattutto per noi che siamo un po’ più grandi: le regole privile- giano i giovani e noi siamo ta- gliati fuori. Sapevo che, dopo 25 anni, lo spogliatoio mi sarebbe mancato, ma l’incentivo della scuola calcio, un’opportunità che in prospettiva può dare pos- sibilità di carriera, mi ha convin- to”. Hai detto che ora il tuo lavoro principale è la scuola calcio. Quali sono i valori che vuoi tra- smettere ai tuoi ragazzi? “Prima di essere un allenato- re, sono un educatore. L’impor- tante è che i bambini si diverta- no, che capiscano che vengono al campo per giocare con degli ami- ci. La cosa fondamentale comun- que è trasmettere il concetto di gioco e soprattutto che non de- vono assolutamente prendere sotto gamba la scuola”. Perugia il punto di partenza. Poi la carriera come è prosegui- ta? “Dopo tre anni di settore gio- vanile a Perugia, un anno in serie D e uno in Eccellenza, il Perugia mi riprese. L’anno dopo andai a Pesaro e lì rimasi 5 anni e comin- ciò la mia vera carriera da pro- fessionista passando con la Vis dalla C2 alla C1. Successivamen- te iniziai a girare: Padova, Foli- gno e poi Cesena, che fu il punto più alto di carriera perché arrivai in Serie A e infine Alessandria”. Giovanni Pagliari primo mae- stro. Ci sono stati anche altri al- lenatori che hanno segnato al tua carriera? “Ce ne sono stati tanti. Dopo Pagliari, ebbi Arrigoni. Lui era meno ferreo sulle regole. Il grup- po però era forte e quell’anno vincemmo il campionato, con- quistando la C1. Un altro mae- stro è stato Bisoli, prima a Foli- gno e poi a Cesena. Lui mi ha in- segnato che tutto è possibile se u- no ci crede. Io non avrei mai pen- sato di poter arrivare in Serie A ma alla fine, credendoci, ci sono riuscito. Un altro grosso pignolo fu Sarri. Lui, a livello tattico, fu perfetto. Io non giocai tantissi- mo da titolare quell’anno. Lui pe- rò mi ha insegnato cosa significa stare in campo e a livello tattico è stato un grandissimo maestro”. Al termine della prima stagio- ne in grigio la retrocessione in C2. Come l’hai vissuta e come è maturata la decisione di resta- re? “In estate ci fu un primo col- loquio con Cardini, che era preoccupato per quello che pote- va succedere. Mi disse che per lui era fondamentale che ci fossi, perché mi disse che ero un gio- catore sul quale poter sempre contare. Non me la sentii di an- dare via”. Un ricordo, un aneddoto del periodo della tua permanenza in Alessandria che ti piace ricorda- re… “La realtà alessandrina mi manca, anche se in quel periodo la famiglia era lontana e non era facile. In quel periodo ne ho ap- profittato per fare un corso d’in- glese al British Centre. E’ stata un’esperienza piacevole. Ho stretto alcune amicizie, sia con persone del corso e con persone conosciute fuori dal campo; qualcuno è diventato amico e an- cora oggi ci teniamo in contatto. Tra tutti, ricordo con piacere i pizzaioli di Pizza Sì, la tappa fissa di ogni settimana e mi piacereb- be fare una capatina lassù per ri- vedere tutti gli amici”. Da questo numero “Io... e i Grigi”, storie di calcio con l’Alessandria in testa Tutto Segarelli stagione per stagione __Gianluca Segarelli è nato a Spoleto il 23 febbraio 1978. Una carriera iniziata in D a Marsciano nella sta- gione 95/96 e poi andata avanti con 335 gare tra C1 e C2 con le maglie di Vis Pesaro, Ancona, Padova, Foli- gno, Cesena e Alessandria e con 21 presenze nel Cese- na di Bisoli che tra il 2009 e il 2010 si rese protagoni- sta di due promozioni consecutive dalla C1 alla Serie A.
  7. 7. 8 - venerdì 20 settembre 2013 Scuolacalcioetantoaltro… di Gigi Poggio O ra che la macchina si è avviata, bisogna ali- mentarla costante- mente e farla funziona- re. La metafora motoristica si ad- dice anche al settore giovanile dell’Alessandria, soprattutto in questo momento che, partiti i campionati, arrivano i primi ri- sultati. Un lavoro iniziato fin da luglio, con idee e progetti molto chiari, cresciuto strada facendo con la selezione degli organici e l’organizzazione degli staff, fino alla prime partite ufficiali. Con una coda; forse la più stimolan- te: la scuola calcio. “E’ il fulcro del nostro proget- to – conferma Alberto Sala, re- sponsabile organizzativo di tutto il settore giovanile – e sposa in pieno la filosofia con cui la socie- tà ha dato avvio alla nuova sta- gione agonistica, pensando non solo alla costruzione di giocatori di prospettiva ma soprattutto al- la crescita di giovani educati e leali e… bravi a fare sport.” “La scuola calcio, sotto que- sto profilo, vuole partire proprio dalle basi e sarà un avviamento allo sport e alla motricità corret- ta; con l’obiettivo di costruire non solo il calciatore ma soprat- tutto l’atleta, cercando di valo- rizzarne le peculiarità e le attitu- dini”. Quindi anche un progetto e- ducativo? “Soprattutto un pro- getto educativo - ribadisce Sala - in cui non si perda mai di vista l’aspetto ludico e di relazione che è poi la nostra idea di sport”. In questi giorni la scuola cal- cio è partita ufficialmente al Centro Centogrigio al quartiere Cristo. Che risposte avete avuto e quante adesioni? “Abbiamo avu- to una buona risposta – sottoli- nea Sala – con circa 30 bambini iscritti e molti altri che arrive- ranno seguendo i canali più di- sparati, chi leggendo il sito uffi- ciale della società, chi la pubbli- cità, chi portato dall’amico. C’è spazio per tutti, dai 5 ai 9 anni, con la possibilità, ovviamente, di provare e vedere se piace”. Mag- giori informazioni? “Sul sito www.alessandriacalcio.it e poi venendo in sede allo stadio Moc- cagatta” Il telefono di Sala è infuocato ma c’è spazio per un primo bilan- cio di queste settimane di attivi- tà. Organizzare il settore giova- nile significa dare vita a una real- tà in cui sono coinvolti ragazzi, famiglie, tecnici, dirigenti, ognu- no con domande e necessità che non sempre possono essere sod- disfatte al volo. Sala però è molto soddisfatto. “Abbiamo fatto be- ne finora e non parlo solo dei ri- sultati. L’investimento principa- le era ed è sulle persone e, da questo punto di vista, abbiamo riscontrato grande voglia, pas- sione e competenza, con un grande senso di positività che è poi l’atteggiamento che consen- te di superare le difficoltà, qua- lora si presentino”. Un’attività così intensa pre- suppone uno sforzo organizzati- vo ingente. Lì come stiamo an- dando? “Bene; il rapporto con i centri che ci ospitano è molto corretto; abbiamo trovato gran- de disponibilità e colto anche grande fiducia, segno che, evi- dentemente, questa società sta migliorando la propria immagi- ne, anche con le società della no- stra città c’è un rapporto di gran- de collaborazione”. Allora non fermiamoci qui… Sala ride e scappa con il telefono all’orec- chio; l’intervista è finita. I risultati del settore giovanile __Nella giornata d’esordio delle tre for- mazioni che disputano i campionati na- zionali, il bilancio recita: 1 vittoria, 1 pa- reggio ed 1 sconfitta. Sabato 14 Settembre, la Berretti ha su- perato per 4-3 la Pro Vercelli, con le reti di Marchisio (2) e di Simone e Ivaldi. Domenica 15 Settembre, trasferta ligure per gli Allievi e i Giovanissimi Nazionali, dove hanno incontrato i pari età del Ge- noa Pareggio per 1-1 per i ragazzi di Mister Maurizio Ferrarese, a segno Chiarlo per i Grigi. La formazione dei Giovanissimi Nazionali è stata invece sconfitta per 3-1. La rete della bandiera siglata da Cirio. Quattro i tornei disputati nel fine settima- na dalle formazioni del Settore Giovanile, con un bilancio di 2 primi posti, una me- daglia d’argento e un terzo gradino del podio. Gli Esordienti 2003 a 9 giocatori si sono aggiudicati il 7° Torneo del Lago “Città di Lesa” e Gabriele Randazzo è stato pre- miato miglior giocatore del torneo. I Pul- cini 2004 a 7 giocatori vittoriosi al Me- morial “Pino Salini”, dopo aver superato la Don Bosco Alessandria e l’Aurora Ales- sandria. Secondo posto invece per gli Esordienti 2002 al 1° Trofeo “Fair Play Don Bosco” e terzo posto finale per i Giovanissimi Regionali 2001 Fascia B Professionisti al Torneo M.B. Laser disputato a Ciriè con le formazioni di Ciriè, Pro Vercelli e Ge- noa. xwmrjulj{Ğĕ ȗ ȗ ȗ ȗ ȗ ȗ xlÕ juvjmxwwjß }{ {xÕ n{ jrjÖ ėę ß nuÕ ĕĖĘĖ ėėėĚĚĞßėėĘĚėĚ ß €€€Õvxwmrjulj{ĞĕÕr} ȗ ėĖ ėė Ȗ ȗ ėĖ ėė Ȗ Torna “GiocALMocca” __Dopo la bella esperienza della scorsa stagione torna GiocALMocca l'iniziativa che l'Alessandria calcio ha idea- to per coinvolgere i bambini e i ragazzi delle scuole della città. Grazie all'accordo e al- la collaborazione con l'Uffi- cio Scolastico Provinciale, o- gni settimana dirigenti, tec- nici e giocatori Grigi incon- treranno insegnanti e allievi di istituti diversi e racconte- ranno il loro lavoro e la loro esperienza e spiegheranno la loro idea di sport, con l'im- pegno poi di ritrovarsi tutti insieme al Moccagatta, per visitare lo stadio e assapora- re l'emozione di correre e giocare sull'erba del campo.

×