Lean Parte 4   Livellamento
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Lean Parte 4 Livellamento

on

  • 821 views

4° parte di un training sulla lean da fare ai capireparto, supervisori e operatori

4° parte di un training sulla lean da fare ai capireparto, supervisori e operatori

Statistics

Views

Total Views
821
Views on SlideShare
818
Embed Views
3

Actions

Likes
0
Downloads
63
Comments
0

1 Embed 3

http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Lean Parte 4   Livellamento Lean Parte 4 Livellamento Presentation Transcript

  • Lean Manufacturing Produzione Snella 4° parte
  • Livellamento
  • Costruire un’azienda Lean elevata Qualità, Costi più bassi, brevissimi Lead Time
  • Heijunka Livellare il tipo e la quantità di produzione su un periodo di tempo prefissato. Questo permette alla produzione di rispettare in modo efficiente la domanda del cliente, di evitare grossi lotti, di avere il minimo d’inventario, costi di capitale e manodopera, dei lead time di produzione lunghi sull’intero flusso di valore. Metodo tradizionale:  AAAAAAAAA (c) BBBBBB (c) CCC Con il livellamento: AAA (c) BB (c) C (c) AAA (c) BB (c) C (c) AAA (c) BB (c) C (c) =cambio formato Attenzione: prerequisito essenziale è avere i tempi di cambio formato brevissimi
  • I benefici dell’Heijunka
    • Il personale sa cosa deve fare e quando
    • Non vi sono ipotesi o meraviglie sul lavoro da fare
    • Ogni individuo sa immediatamente se è in ritardo e può chiedere aiuto molto prima di avere un impatto sull’intero sistema
    • La produzione lavora sempre allo stesso ritmo, senza accelerazioni o rallentamenti *
    * “La più lenta ma costante tartaruga causa meno spreco ed è molto più desiderabile di una velocissima lepre che corre avanti e che quindi si ferma occasionalmente per riposare. Il Toyota Production System può essere realizzato solo quando tutti i lavoratori diventeranno tartarughe.” - Taichi Ohno -
  • Le sfide dell’Heijunka
    • Fattori Tecnici
    • Gli strumenti per un Heijunka su gramde scala sono spesso mancanti
    • Con l’Heijunka, c’è un bisogno maggiore di inventario di prodotti finiti. Questo può essere visto antitetico alla lean
    • Obsolescenza del prodotto finito
    • Non può essere implementato immediatamente, richiede un ambiente prevedibile e i dati del cliente
    • La previsione della domanda è imperfetta. Cattivi dati posso rovinare il processo.
    • Fattori Sociali
    • L’heijunka dipende dal contatto diretto con il cliente ed una informazione accurata sulla proiezione degli eventi (futuri)
    • Spiegare perché è importante un lavoro standardizzato prima di implementare l’heijunka
    • Ridurre la flessibilità dell’operatore il quale può opporre resistenza
    • Richiede disciplina e maggiore pianificazione
  • Il ritmo della ruota
    • Definizione:
    • La sequenza preferita della produzione dei prodotti raggruppati per processo di produzione simile per una riduzione del cambio formato.
    • La produzione della domanda attuale del cliente di tutti i prodotti nella sequenza in un dato periodo di tempo (Rhythm Time).
    314W 314H 314G 340G 340H 341H 342H 215H 343H 343G 842G 842H Cella 3 Item # Prod. Code Demand to Start 1 314W 50 2 314H 1,500 3 314G 200 4 340G 100 5 340H 750 6 341H 50 7 342H 45 8 215H 30 9 343H 100 10 343G 25 11 842G 125 12 842H 400 Item # Prod. Code Demand to Start 4 340G 200 5 340H 900 6 341H 65 7 342H 90 8 215H 70 9 343H 150 10 J43G 45 11 842G 300 12 842H 475 1 314W 5 2 314H 100 3 314G 45 Item # Prod. Code Demand to Start 7 342H 135 8 215H 140 9 343H 600 10 343G 90 11 842G 450 12 842H 900 1 314W 25 2 314H 150 3 314G 65 4 340G 45 5 340H 100 6 341H 5 Lunedì Martedì Mercoledì Esempio di Daily Consumption Trigger Reports X X X X X X X X X X = prodotti e quantità da rilasciare
  • Come viene stabilita la sequenza del ritmo?
    • Stabilire un ritmo richiede di trovare la sequenza di produzione ottimale per un gruppo di prodotti.
    • Fattori chiave:
      • Relazione tra tempi di set-up/changeover relativi agli altri prodotti.
      • Aggregare la domanda di variabilità per gruppo di prodotto.
      • Attributi del processo di produzione.
  • Fine 4° parte