roma, 22 giugno 2011                                        …bilancio partecipativoCENTRO STUDI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA  ...
natura sociale di tutti i processi innovativi            vincoli e opportunità di natura sociale,            economica, is...
Stato                                                Mercato (discrezionalità)                                            ...
può il privato sociale, le reti di iniziative   economiche e sociali di solidarietà   generare domande di valorizzazione? ...
roma, 22 giugno 2011CENTRO STUDI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA   Stefano Stortone (stefano.stortone@gmail.com)
un progetto        CULTURALE                                                •   partecipazione                            ...
SOCIETÀ CIVILE…                            informazioni                               & idee    NODI(AGGREGAZIONE)        ...
BILANCIO PARTECIPATIVO…           1a aggregazione                               …un METODO!                               ...
BILANCIO PARTECIPATIVO  Processo di partecipazione attraverso il quale icittadini – individualmente e attraverso le propri...
PILASTRI• certezza deliberativa• chiarezza economica• autorganizzazione• aggregazione• facilità               un METODO• f...
PROCESSO                      OSTE dal 28 gen                                      naio al 20 marzo   E #1 RACCOLTA  PROPF...
FASE #1 RACCOLTA PROPOSTE fino al 20 marzo                           FACILITÀ
FASE #2 ELABORAZIONE PROPOSTE fino al 08 aprileFATTIBILITÀ       • economica                  • tecnica                  •...
FASE #3 VOTAZIONE PRIORITA’ fino al 25 maggio                          approval voting                                 FAC...
FASE #3 VOTAZIONE PRIORITA’ 27 maggio    • chi partecipa                    , VOTA DI NUO                                 ...
(IN)FORMAZIONE
(IN)FORMAZIONE  4 Assemblee           di Zona1 sportello informazioni           1 canale online
TRASPARENZA & (IN)FORMAZIONE    è più facile controllare unamministrazione sulla    promessa di realizzazione di specifici...
www.canegrate-partecipa.org
cerca il profilo: canegrate   partecipa
RISULTATI
PARTECIPAZIONE            popolazione: 12.360                                             1737cittadini                ele...
PRIORITÀ CITTADINE 2010/11NUOVI ARREDI PER LA SCUOLA PRIMARIA “A.MORO”       MANUTENZIONE CENTRO SPORTIVO “S.PERTINI”DIVIS...
PRIORITÀ DI ZONA 2010/11                         MANTO STRADALE                         AREA VIA PIAVE         PARCO GIOCH...
PRIORITÀ 2010/11                               577                         503voti                               560      ...
INNOVAZIONE SOCIALECAMBIAMO PARADIGMA!            il modo di              vedere             la realtà
PROGETTO CULTURALE     un altro modo di concepire la    democrazia e la vita comunitaria•   unaltra partecipazione•   unal...
ALTRA-DEMOCRAZIA    un diverso modo di partecipare:   una democrazia di idee e progetti  (piuttosto che di persone, progra...
ALTRA-DEMOCRAZIAdiverse forme di aggregazione: le aggregazioni si formano attorno a "progetti" piuttosto che ad identità “...
ALTRA-DEMOCRAZIA un diverso modo di rappresentare: • politici che scendono tra la gente come normali cittadini • politici ...
ALTRA-DEMOCRAZIAuna condivisione di responsabilità: i cittadini condividono la responsabilità delle decisioni assieme ai l...
ALTRA-DEMOCRAZIAla formazione di un sapere diffuso: il potere è nella conoscenza; la democrazia deve aumentare i canali di...
ALTRA-DEMOCRAZIAla costruzione di un bene comune:     gli interessi (e le identità) frammentati e particolari si     incon...
BILANCIO PARTECIPATIVO                     ragioni per la nascita• volontà politica                 • attivismo sociale de...
Stefano StortonePhD in "Istituzioni e Politiche" – U.C.S.C. Milano                     stefano.stortone@unicatt.it
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

"Canegrate Partecipa!" a Romascienza 2011

1,432 views

Published on

Quale cittadino non vorrebbe contribuire nel maggior - ma anche nel più facile - modo possibile a rendere migliore e più vivibile la
propria città, la propria vita e quella della comunità con cui vive, decidendo direttamente quali scelte prioritarie compiere? Il Bilancio
Partecipativo “Canegrate Partecipa!” è un progetto innanzitutto culturale, di incentivo ad una cittadinanza attiva, e al tempo stesso un
valido strumento amministrativo, di gestione efficace ed efficiente delle risorse comuni. Per il suo carattere “sociale”, si tratta di un progetto sperimentale e adattato al contesto sociale in cui agisce e in cui vuole operare un cambiamento.

Published in: News & Politics, Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,432
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
296
Actions
Shares
0
Downloads
11
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

"Canegrate Partecipa!" a Romascienza 2011

  1. 1. roma, 22 giugno 2011 …bilancio partecipativoCENTRO STUDI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA Stefano Stortone (stefano.stortone@gmail.com)
  2. 2. natura sociale di tutti i processi innovativi vincoli e opportunità di natura sociale, economica, istituzionale, culturale«molto spesso, in passato, le imprese e la PubblicaAmministrazione hanno optato per l’adozione ditecnologia senza innovare nei propri processi, neipropri modelli organizzativi, nel proprio rapporto conbisogni e culture dei cittadini»
  3. 3. Stato Mercato (discrezionalità) (benevolenza) Terzo Settore (beneficenza!) • accesso alle risorse (autonomia economica) • vincoli “burocratici” (autonomia organizzativa)La società civile si trova costretta a richiedere risorse (economiche e legislative) ad altri attori/portatori di interessi
  4. 4. può il privato sociale, le reti di iniziative economiche e sociali di solidarietà generare domande di valorizzazione? E quale è il ruolo della pubblica amministrazione?Chi, tra gli attori in campo, è in grado disollecitare questa svolta?
  5. 5. roma, 22 giugno 2011CENTRO STUDI DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA Stefano Stortone (stefano.stortone@gmail.com)
  6. 6. un progetto CULTURALE • partecipazione una • aggregazione MENTALITÀ • tessuto sociale • sapere diffuso una INNOVAZIONE SOCIALE • legalità democraziaun altro modo di concepire la democrazia e la vita comunitaria • senso civico
  7. 7. SOCIETÀ CIVILE… informazioni & idee NODI(AGGREGAZIONE) …è RELAZIONE
  8. 8. BILANCIO PARTECIPATIVO… 1a aggregazione …un METODO! più siamo, più decidiamo bisogni (più otteniamo)! processo competizione democratica per partecipativo accedere alle risorse vo incentivo e nti inc risorse per (e aggregazione su) idee e progetti 2a aggregazione fiducia, deliberazione, condivisione co-progettazione voti sviluppo incentivo risorse coesioneIl processo partecipativo (assieme alle risorse economiche) è un incentivo “istituzionale” all’aggregazione
  9. 9. BILANCIO PARTECIPATIVO Processo di partecipazione attraverso il quale icittadini – individualmente e attraverso le proprie forme di aggregazione – decidono direttamente come spendere le risorse pubbliche del Bilancio Comunale. CANEGRATE superficie: 5.325 km2 popolazione: 12.360 elettori: 10.070 nuclei familiari: 4.200 c.ca
  10. 10. PILASTRI• certezza deliberativa• chiarezza economica• autorganizzazione• aggregazione• facilità un METODO• felicità• neutralità
  11. 11. PROCESSO OSTE dal 28 gen naio al 20 marzo E #1 RACCOLTA PROPFASFASE #2 ELABORAZIO NE PROPOSTE dal 21 marzo al 08 aprile al 27 maggio TÀ dal 09 aprileFASE #3 VOTAZIONE PRIORI
  12. 12. FASE #1 RACCOLTA PROPOSTE fino al 20 marzo FACILITÀ
  13. 13. FASE #2 ELABORAZIONE PROPOSTE fino al 08 aprileFATTIBILITÀ • economica • tecnica • legale + schede con la stessa proposta fanno la differenza!CONDIVISIONE • proposte • aree tematicheNO DISCREZIONALITÀ NEUTRALITÀ
  14. 14. FASE #3 VOTAZIONE PRIORITA’ fino al 25 maggio approval voting FACILITÀ
  15. 15. FASE #3 VOTAZIONE PRIORITA’ 27 maggio • chi partecipa , VOTA DI NUO VO • chi partecipa , VOTA CONSA PEVOLE
  16. 16. (IN)FORMAZIONE
  17. 17. (IN)FORMAZIONE 4 Assemblee di Zona1 sportello informazioni 1 canale online
  18. 18. TRASPARENZA & (IN)FORMAZIONE è più facile controllare unamministrazione sulla promessa di realizzazione di specifici interventi, piuttosto che di un generico e vario programma politico
  19. 19. www.canegrate-partecipa.org
  20. 20. cerca il profilo: canegrate partecipa
  21. 21. RISULTATI
  22. 22. PARTECIPAZIONE popolazione: 12.360 1737cittadini elettori: 10.070 621500 1337 totale1200 956 64 assemblea900 670 votazione600 650 426 proposta300 171 2008/09 2009/10 2010/11 tempo
  23. 23. PRIORITÀ CITTADINE 2010/11NUOVI ARREDI PER LA SCUOLA PRIMARIA “A.MORO” MANUTENZIONE CENTRO SPORTIVO “S.PERTINI”DIVISE E STRUMENTI PER IL MANUTENZIONE STAZIONE FSCORPO MUSICALE CITTADINO MANUTENZIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE
  24. 24. PRIORITÀ DI ZONA 2010/11 MANTO STRADALE AREA VIA PIAVE PARCO GIOCHI alle CASCINETTECAMPO BOCCEc/o CENTRO ANZIANI MARCIAPIEDE in VIA MAGENTA PARCO in VIA REDIPUGLIA
  25. 25. PRIORITÀ 2010/11 577 503voti 560 486500 403 351 398400 310300 assemblea 182 189200 176 votazione 102 proposta100 55 30 91 tempo
  26. 26. INNOVAZIONE SOCIALECAMBIAMO PARADIGMA! il modo di vedere la realtà
  27. 27. PROGETTO CULTURALE un altro modo di concepire la democrazia e la vita comunitaria• unaltra partecipazione• unaltra rappresentanza• unaltra aggregazione la democrazia è un’invenzione!• sapere diffuso• bene comune
  28. 28. ALTRA-DEMOCRAZIA un diverso modo di partecipare: una democrazia di idee e progetti (piuttosto che di persone, programmi, ideologie) i politici devono i politici devono decidere! far deciderela società civile – come insieme di organizzazioni la società civile - come insieme di cittadini –– presenta le proprie richieste in campagna deve poter realizzare le proprie ideeelettorale a tutti i candidati, esigendo che direttamente e tali progetti – se costruitivengano prese in carico o che comunque si assieme e condivisi – devono essere finanziaticontinui il dialogo nel corso del mandato. dalle risorse comuni.Canegrate Partecipa si basa su un’idea di democrazia diversamente partecipata, esercitata cioè sullescelte concrete di amministrazione della propria città, e non sulla selezione delle persone a cui delegare.
  29. 29. ALTRA-DEMOCRAZIAdiverse forme di aggregazione: le aggregazioni si formano attorno a "progetti" piuttosto che ad identità “dominanti” (ideologie o appartenenze etniche o religiose), escludendo queste ultime dalla sfera politica e semmai rafforzandole per la capacità aggregativa dei meccanismi partecipativi su singoli progetti spesso trasversali ed espressione dei movimenti emergenti la democrazia è un’invenzione!
  30. 30. ALTRA-DEMOCRAZIA un diverso modo di rappresentare: • politici che scendono tra la gente come normali cittadini • politici che propongono e non promettono … • politici che ascoltano più che parlare … • politici che sostengono il potenziale civile della società … i politici devono politici devono far risolvere i problemi! decidereil mandato di rappresentanza non è una posizione di preminenza o supremazia, ma di puro e semplice servizioLa politica reinterpreta il proprio ruolo che è principalmente quello di sostenere l’autonomia creativa dellasocietà, di mettere la cittadinanza nelle migliori condizioni per essere tale.
  31. 31. ALTRA-DEMOCRAZIAuna condivisione di responsabilità: i cittadini condividono la responsabilità delle decisioni assieme ai loro amministratori delegare interagire completamente! costantemente!
  32. 32. ALTRA-DEMOCRAZIAla formazione di un sapere diffuso: il potere è nella conoscenza; la democrazia deve aumentare i canali di scambio e di informazione per rendere i cittadini più consapevoli e attivi e diminuire il gap informativo tra loro e i loro amministratori la società è relazione!
  33. 33. ALTRA-DEMOCRAZIAla costruzione di un bene comune: gli interessi (e le identità) frammentati e particolari si incontrano e cercano di aggregarsi in un interesse generale (non competono tra loro per conquistare spazio politico)Canegrate Partecipa sta creando una discussione capillare sul territorio sui temi pubblici, ma legatoindissolubilmente a quello della partecipazione condizione inevitabile per poter giungere ad una soluzione
  34. 34. BILANCIO PARTECIPATIVO ragioni per la nascita• volontà politica • attivismo sociale della dell’Amministrazione società civile – democratizzare le – controllo diretto delle istituzioni decisioni di bilancio – inversione delle priorità – lotta alla corruzione una MENTALITÀ invenzione
  35. 35. Stefano StortonePhD in "Istituzioni e Politiche" – U.C.S.C. Milano stefano.stortone@unicatt.it

×