• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lipidi
 

Lipidi

on

  • 2,148 views

lipidi ita professoressa manuele marialuisa

lipidi ita professoressa manuele marialuisa

Statistics

Views

Total Views
2,148
Views on SlideShare
2,114
Embed Views
34

Actions

Likes
0
Downloads
38
Comments
0

2 Embeds 34

http://www.didascienze.it 33
http://www.pinterest.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Lipidi Lipidi Presentation Transcript

    • Lipidi Una delle quattro principali classi di sostanze biologicamente attive. (carboidrati, proteine, acidi nucleici) INSOLUBILI IN ACQUA E SOLUBILI NEI SOLVENTI ORGANICI NON POLARI I lipidi (la parola deriva dal greco lípos, grasso) sono caratterizzati da particolari proprietà di solubilítà; grassi ed oli Variano tra loro moltissimo per struttura chimica: Idrocarburi: minerali Costituenti delle piante e degli animali: esteri, aciclici, ciclici e policiclici.
    • L’importanza biologica dei lipidi è enorme. Nel nostro corpo i lipidi svolgono tre funzioni principali: 1) RISERVA ENERGETICA : possono essere metabolizzati per ottenere energia chimica (ATP), ma sono utilizzati solo quando non sono più disponibili i carboidrati 2) STRUTTURALE : vanno a costituire le membrane e altre strutture cellulari 3) FUNZIONALE : svolgono un ruolo di controllo del metabolismo in quanto alcuni ormoni e alcune vitamine sono di origine lipidica .
    • I lipidi vengono molto spesso suddivisi in due gruppi: LIPIDI SAPONIFICABILI e LIPIDI INSAPONIFICABILI. 1- lipidi saponificabili i: composti che si scindono per idrolisi alcalina formando saponi (sali degli acidi grassi), che devono tale proprietà alla presenza nella molecola di almeno un acido grasso idrolizzabile. Fra i lipidi saponificabili troviamo i trigliceridi, i fosfolipidi, i glicolipidi, le cere. 2- lipidi insaponificabili : sostanze che non subiscono l'idrolisi alcalina con liberazione di acidi grassi. Fra i lipidi insaponificabili troviamo i terpeni, gli steroidi,le vitamine liposolubili.
    • Acidi Grassi
      • Componenti della maggior parte dei lipidi naturali
      • Sono acidi monocarbossilici con più di tre atomi di C;
      • la catena alifatica può essere satura, insatura , ramificata
      • Quelli più frequenti nei tessuti di mammifero hanno catena lineare e numero pari di atomi di carbonio
    •  
    • ACIDI GRASSI: Proprietà fisiche
      • Punto di fusione aumenta con l’allungarsi della catena alifatica
      • La presenza di doppi legami causa l’abbassamento del punto di fusione (per l’isomero cis)
    • acido oleico 18:1 (  -9) Gli acidi grassi insaturi naturali hanno configurazione cis del doppio legame acido oleico  -9 2 4 6 8 3 5 7 9 10 11 13 15 17 12 14 16 18 carbonio 
    •  -9 2 4 6 8 3 5 7 9 10 11 13 15 17 12 14 16 18 carbonio  Ac. cis -  9 -octadecenoico (acido oleico) 18 16 14 12 10 8 6 4 2 17 15 13 11 9 7 5 3 Ac. trans -  9 -octadecenoico (acido elaidico)
    • acido linoleico 18:2 (  -6) H H H H C O O H 2 4 6 8 3 5 7 9 10 11 13 12  -6 15 17 14 16 18
    • 2 4 6 8 3 5 7 9 10 11 13 12 14 15 16 17 18  -3 acido linolenico acido  -linolenico 18:3 (  -3)
    • acido arachidonico 20:4 (  -6)  -6
    • acido grasso palmitico oleico linoleico  -linolenico eicosapentaenoico serie saturo n-9 n-6 n-3 n-3 nomenclatura 16:0 18:1 (n-9) 18:2 (n-6) 18:3 (n-3) 20:5 (n-3) fonte alimentare prevalente grassi animali oli vegetali oli vegetali oli vegetali olio di pesce
    • acido stearico (18:0) ………….... 69.7°C acido oleico (18:1) ………………. 16°C acido linoleico (18:2) …………… -5°C punti di fusione
    • 69.7°C 16°C -5°C Aumentando il grado di insaturazione della catena diminuisce la probabilità che si contraggano legami intermolecolari
    • ACIDI GRASSI: Proprietà chimiche
      • Acidi deboli (Ka < 10 -5, pKa circa 5)
      • Reattività degli acidi carbossilici
      • Reagiscono con idrossidi dei metalli alcalini formando sali solubili in acqua ( SAPONI )
      • Quelli insaturi sono sensibili all’ossidazione (autossidazione)
    • ACIDI GRASSI: Proprietà fisiche In soluzioni acquose, i sali degli acidi grassi (molecole anfipatiche) formano strutture denominate MICELLE .
    • Meccanismo d’azione dei saponi Gocce di olio emulsionate
      • I saponi comuni sono SALI DI ACIDI DEBOLI
      • - in acqua danno soluzioni alcaline per effetto dell’idrolisi parziale
      • - in presenza di ioni Ca ++ e Mg ++ (acque dure) formano sali insolubili che precipitano
      • I detergenti sintetici hanno stessa struttura dei saponi comuni ma sono SALI DI ACIDI FORTI .
      • - in acqua danno soluzioni neutre
      • - in presenza di ioni Ca ++ e Mg ++ non precipitano
    • Gli acidi grassi nel metabolismo umano
      • Sono generalmente sintetizzati dall’organismo a partire dall’unità basilare (acido acetico)
      • Vengono generati dai grassi introdotti con la dieta ad opera di enzimi denominati LIPASI, e si trovano in circolazione nel sangue.
      • Nei mitocondri sono ossidati (BETA OSSIDAZIONE) a CO 2 e H 2 O, con demolizione della catena alchilica accorciata di due atomi di C per volta.
    • I TRIESTERI DEL GLICEROLO
      • Grassi ed oli sono triesteri del glicerolo e vengono detti TRIGLICERIDI .
      • Importanza biologica:
          • - Riserva energetica
          • -Isolamento
          • -Protezione
    • Gliceridi I gliceridi sono prodotti di esterificazione del glicerolo con acidi grassi
    • glicerolo C C H 2 O COR C H 2 O H H O H monogliceride C C H 2 O COR C H 2 OCOR H O H digliceride C C H 2 O COR C H 2 OCOR RCOO H trigliceride
    • 1-oleil-2,3-dipalmitoil- sn -glicerolo 1 2 3 trigliceridi
    • I triesteri del glicerolo: proprietà fisiche Insolubili in acqua Punto di fusione in relazione alla natura degli acidi grassi in essi contenuti Tripalmitato di glicerile Dipalmitoleato di glicerile
    • I triesteri del glicerolo: proprietà chimiche
      • Tipiche degli ESTERI ed eventualmente degli acidi grassi insaturi.
      • IDROLISI
    • SAPONIFICAZIONE
      • Quando un grasso od un olio sono riscaldati in presenza di alcali si trasformano in glicerolo e sali degli acidi grassi ( saponi )
    • IDROGENAZIONE
      • Es.:Trasformazione degli oli vegetali altamente insaturi in grassi vegetali solidi (margarina) tramite idrogenazione catalitica di alcuni o tutti i doppi legami
    • FOSFOLIPIDI
      • I fosfolipidi costituiscono circa il 40% delle membrane cellulari (l'altro 60% sono proteine);
      • Si distinguono in
      • GLICEROFOSFOLIPIDI costituiti da glicerolo, acidi grassi, fosfato
      • SFINGOFOSFOLIPIDI costituiti da sfingosina , acidi grassi, fosfato
    • 1-oleoil-2-linolenoil- sn - glicero -3-fosfato 1 2 3 Acido fosfatidico
    • Fosfolipidi: proprietà fisiche
      • Molecole anfipatiche
      • Formazione di micelle e liposomi in soluzioni acquose
      Compartimento interno acquoso Membrana a doppio strato
    • Vescicola (liposoma) bilayer Micella fosfolipidi acidi grassi
    • Fosfolipidi: proprietà fisiche
      • Sono i costituenti principali delle membrane cellulari
    • 1-palmitoil-2-stearoil- sn -glicero -3-fosfo colina 16:0 18:0 colina 1 2 3 fosfatidilcolina
    • fosfatidil etanolammina fosfatidil serina fosfatidil inositolo
    • Glicerofosfolipidi La natura del gruppo X è fondamentale per la determinazione delle Proprietà fisiche dei fosfolipidi (la testa ha polarità variabile in funzione del pH)
    • Natura ionica dei fosfolipidi
    • Sfingofosfolipidi
      • La sfingosina è presente in tutti gli sfingofosfolipdi
      • L’acido grasso si lega tramite legame ammidico
      • Un gruppo polare (fosfato +X) si lega all’alcol primario
    • Sfingolipidi
      • Sono composti formati da un acido grasso legato con legame amidico alla sfingosina , che può lagare col gruppo ossidrilico primario uno zucchero, il galattosio
    • Cere
      • Le cere sono monoesteri di acidi grassi a lunga catena con alcoli a lunga catena contenenti un solo gruppo ossidrilico (alcoli grassi)
      •  
      • Hanno funzione protettiva, rivestono la pelle di molti animali e le foglie e i frutti di molte piante. 
    • Prostaglandine e Leucotrieni
      • Sono derivati dell’acido arachidonico (C 20 , con doppi legami in C5, C8, C11 e c14.
      • Le prostaglandine sono sintetizzate principalmente per ciclizzazione (CICLOSSIGENASI) tra C8 e C12 .
      Si distinguono diverse classi (A,B,E,F,G,I) Biologicamente attive in quantità minime Azioni biologiche: metabolismo dei grassi regolazione pressione arteriosa ipertermia dolore Azione dell’acido acetilsalicidico (aspirina)
    • Farmaci anti infiammmatori
      • Per azione enzimatica, dall'acido arachidonico si formano anche due importanti classi di prodotti aciclici, i LEUCOTRIENI e le LIPOSSINE , con ossidazione al C-5 e/o al C-15.
      Hanno la proprietà di regolare a livello cellulare risposte specifiche nei processi infiammatori e nelle reazioni del sistema immunitario.
    • Terpeni
      • Sono composti costituiti da una o più unità ISOPRENOIDI
      • Possono contenere diversi gruppi funzionali (OH, C=C, C=O,etc) Possono essere lineari o ciclici
    • Steroidi
      • Classe di lipidi correlata ai terpeni, nel senso che, attraverso una serie di reazioni il tri-terpene aciclico squalene si trasforma stereospecificamente in lanosterolo , uno steroide tetraciclico, precursore degli altri steroidi
      La caratteristica strutturale comune a tutti gli steroidi è un sistema di quattro anelli condensati . Gli anelli A, B e C sono a sei termini, mentre l'anello D è a cinque termini. Tutti gli anelli sono fusi tra di loro in configurazione trans .
    • Steroidi
      • COLESTEROLO
      • 27 atomi di carbonio - biosintetizzato a partire dal lanosterolo,
      • Rinvenibile in tutte le cellule animali (membrane cellulari), ma soprattutto nel cervello e nel midollo spinale;
      • La quantità totale di colesterolo media nel corpo umano è di circa 200 g. Relazione fra la concentrazione del colesterolo nel sangue e le malattie coronariche e cardiache.
    •  
    • Steroidi
      • Acidi biliari
      • Ormoni steroidei
      • - Corticosteroidei (cortisolo, aldosterone,etc)
      • - Androgeni (testosterone)
      • - Estrogeni (estradiolo)
      • - Progestinici (progesterone)
      • Ormoni steroidei
      • Corticosteroidei (cortisolo, aldosterone,etc)
    • Androgeni (testosterone)
      • - Estrogeni (estradiolo)
      • - Progestinici (progesterone)