Integrazione Architettonica e Rimozione Eternit 26032010

1,401 views
1,342 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,401
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
55
Actions
Shares
0
Downloads
46
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Integrazione Architettonica e Rimozione Eternit 26032010

  1. 1. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  2. 2. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Contenuti 1 La presenza di eternit sulle coperture industriali 2 Applicazione del Conto Energia 3 Le possibili applicazioni impiantistiche 4 Avvertenze per gli imprenditori Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  3. 3. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Eternit e coperture industriali  La presenza di amianto sulle coperture industriali è una realtà estremamente diffusa nel panorama industriale italiano.  Sino ad oggi tale situazione è sempre stata vissuta come un problema:  Di natura ambientale: per le ovvie conseguenze inerenti la degradazione del prodotto, con conseguente rilascio di particelle cancerogene.  Di natura economica: perchè la rimozione dell’amianto ed il suo smaltimento sono sempre stati considerati un puro costo. Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  4. 4. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazione del Conto Energia  Il Decreto Ministeriale 19 Febbraio 2007 introduce un premio speciale per tutti coloro che intendono realizzare un impianto fotovoltaico con conseguente smaltimento e rimozione di eternit.  Il premio è pari al 5% della tariffa incentivante riconosciuta nel caso in cui l’impianto fotovoltaico venga realizzato in modalità “totalmente integrata” (D.M 192-2007 – art.6 comma 4 lettera c). Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  5. 5. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Le tariffe incentivanti per impianti totalmente integrati Potenza nominale Tariffa Tariffa con dell’impianto(kW) (€/kWh) premio (€/kWh) A) 1≤P≤3 0,470 0,493 B) 3 < P ≤ 20 0,442 0,464 C) P > 20 0,422 0,443 Questo premio ha completamente cambiato l’approccio al problema amianto da parte di numerosi imprenditori: “Il vincolo è stato tramutato in opportunità”. Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  6. 6. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazioni impiantistiche L’analisi delle reali caratteristiche della copertura e dello stabilimento sono alla base del progetto fotovoltaico: CARATTERISTICHE DELLA COPERTURA  tipologia di fibrocemento che costituisce la copertura  caratteristiche della coibentazione Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  7. 7. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazioni impiantistiche CARATTERISTICHE ELETTRICHE  Analisi dei consumi elettrici di stabilimento e dei profili di carico  Analisi della rete elettrica di stabilimento CARATTERISTICHE STRUTTURALI  Carico statico permanente della copertura  Orientamento dell’edificio  Inclinazione della copertura (eventualmente prima e dopo la rimozione dell’amianto) Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  8. 8. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazioni impiantistiche Dall’analisi delle caratteristiche evidenziate nei punti precedenti l’impiantista fotovoltaico è in grado di valutare la soluzione impiantistica in grado di massimizzare il ritorno economico inerente l’investimento. CARATTERISTICHE della copertura Valutazione della soluzione impiantistica elettriche strutturali Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  9. 9. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Esempio di Applicazione  Coperture a doppia falda di capannoni industriali adibiti a produzione, uffici e magazzino  Falde orientate a 25° Sud-Est • inclinazione 6° (5.500 m2) • inclinazione 17° (170 m2)  Falde orientate a 155° Nord-Ovest • inclinazione 6° (2.200 m2)  Necessità di rimozione amianto  Necessità di realizzare ex-novo di una cabina di trasformazione MT/BT Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  10. 10. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Esempio di Applicazione Massima tariffa ottenibile (integrazione totale + bonus rimozione amianto) Copertura dei costi relativi agli altri interventi (rimozione amianto, rifacimento della copertura, realizzazione cabina BT) all’interno dei “numeri” dell’investimento Connessione entro una tempistica predefinita Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  11. 11. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazioni impiantistiche Per ovviare alla peggiore esposizione delle falde di tetto orientate a Nord-Est la scelta si è orientata sull’utilizzo di 2 diverse tecnologie fotovoltaiche Cristallino + Film Sottile (Telloruro di Cadmio) = compensazione effetto della diversa esposizione delle falde Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  12. 12. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Falde orientate a S-E Falde orientate a N-O 1.788 moduli monocristallini 2.520 moduli CdTe 175 Wp per modulo 67,5 Wp per modulo Totale = 312,9 kWp Totale = 170,1 kWp Vantaggi Vantaggi + efficienza + resa alle alte temperature + risposta a radiazione dir. + risposta a radiazione indir. - costo unitario Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  13. 13. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Applicazioni impiantistiche Anche la scelta degli inverter e la conseguente configurazione delle stringhe e dei sottocampi è stata fatta in funzione delle caratteristiche dell’impianto Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  14. 14. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  15. 15. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  16. 16. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  17. 17. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Performances dell’impianto L’impianto presenta un rendimento (Performance Ratio) superiore all’80% Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  18. 18. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Analisi economica I numeri di seguito riportati sono da intendersi come puro riferimento: l’analisi economica dovrà di volta in volta essere definita sulle base delle caratteristiche peculiari del progetto e delle condizioni di mercato:  Superficie copertura: 7.870 mq  Potenza nominale impianto fotovoltaico: 483 kWp  Costo smaltimento amianto e rifacimento copertura: circa 40 €/mq  Costo impianto fotovoltaico: circa 2.500 €/kWp  Costo manutenzione impianto: circa 10.000 €/anno Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  19. 19. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Analisi economica Impianto fotovoltaico Potenza nominale (kWp) = 483,00 Produzione Riduzione di produzione Totale investimento € 1.200.000 media annua 550.000 9,79% dell'impianto sul periodo kWh Tariffa incentivante Costo EE medio € 0,4437 € 0,15 Aumento EE medio annuo 2,00% iniziale €/kWh €/kWh Tasso di sconto Autoconsumo 100,00% 4,04% Spese manutenzione 0,85% (BTP 2030) Indici di rendimento Simple Pay-back (anni) 4 Return on Investment (ROI) 19,98% Valore Attuale Netto (VAN) 2.887.908 Tasso Interno di Rendimento (TIR) 25,52% Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  20. 20. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Analisi economica Rimozione eternit + Copertura + Impianto fotovoltaico Potenza nominale (kWp) = 483,00 Produzione Riduzione di produzione Totale investimento € 1.514.000 media annua 550.000 9,79% dell'impianto sul periodo kWh Tariffa incentivante Costo EE medio € 0,4437 € 0,15 Aumento EE medio annuo 2,00% iniziale €/kWh €/kWh Tasso di sconto Autoconsumo 100,00% 4,04% Spese manutenzione 0,85% (BTP 2030) Indici di rendimento Simple Pay-back (anni) 5 Return on Investment (ROI) 14,62% Valore Attuale Netto (VAN) 2.537.764 Tasso Interno di Rendimento (TIR) 19,61% Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  21. 21. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Avvertenze per gli imprenditori Definire bene le responsabilità e le garanzie che vengono fornite. Esempio:  la società che gestirà lo smaltimento e la rimozione amianto deve essere provvista di idonea abilitazione;  la società che gestirà il rifacimento della copertura deve essere l’unica a operare direttamente sulla stessa (i.e. montaggio moduli), pena decadenza garanzia sulla copertura;  la società che realizzerà l’impianto fotovltaico dovrà fornire le garanzie inerenti l’impianto fotovoltaico (cronoprogramma, performance, disponibilità, etc). Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  22. 22. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Conclusioni (1) Gli imprenditori italiani stanno sempre più utilizzando il Conto Energia per:  risolvere una volta per tutte il problema della presenza di amianto sulla copertura;  rendersi almeno parzialmente indipendenti dalle fluttuazioni dei costi dell’energia elettrica;  investire in una tecnologia “verde” dai ritorni economici elevati e “sicuri”. Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  23. 23. Integrazione architettonica e rimozione di eternit Conclusioni (2) Il mercato fotovoltaico è ben lontano dal potersi considerare un mercato “maturo”: prova ne è l’enorme numero di aziende che ogni giorno nascono da zero definendosi “System Integrators fotovoltaici”. Per gli imprenditori diventa difficile potersi orientare in un mercato giovane e molto eterogeneo. Le aziende iscritte al GIFI rappresentano l’élite degli impiantisti fotovoltaici operanti in Italia. Grazie al GIFI gli imprenditori si possono avvalere di un punto di riferimento serio e competente. Andrea Brumgnach – Responsabile del GdL Comunicazione – Parma 26 marzo 2010
  24. 24. www.gifi-fv.it Grazie per l'attenzione Il GIFI: verso l'economia solare

×