Sistemi di accumulo energiaProgetti ed iniziative in corsoDott. Enrico SenatoreResponsabile Battery Storage – Terna PlusRi...
Il Gruppo Terna   • Quotata nella Borsa Italiana dal 2004, ha una capitalizzazione di mercato pari a circa 6 mld €   • Con...
Impatto delle Fonti Rinnovabili sul SENCriticità▪ La gestione delle FRNP comporta un aumento dei  costi del sistema per ef...
Tecnologie di Accumulo Applicazioni in Energia vs Applicazioni in Potenza• Le caratteristiche di ciascuna tecnologia ne de...
Progetti Terna sui Sistemi di Accumulo                                                                Energy•   Sistemi di...
Tecnologie Energy IntensiveValore della Mancata Produzione Eolica nel 2010                                                ...
Sistemi di Accumulo inclusi nel Piano di Sviluppo 2011                                                  Fascia 1         D...
Progetti Pilota Sistemi di Accumulo Piano di Sviluppo               Risolvere congestioni locali su porzioni di rete AT le...
Tecnologie Power IntensiveTematiche Legate alla SicurezzaPrincipali criticità riscontrate nelle Isole Maggiori            ...
Sistemi di Accumulo del Piano di Difesa 2012               •       Progetto volto a realizzare dispositivi automatici di r...
Contenuti dello Storage Lab “   un osservatorio privilegiato sullo stato dell’arte dei SANC al fine di sviluppare metodi, ...
Logica della sperimentazione                                                                        Applicazioni      Prov...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Sistemi di accumulo di energia: progetti ediniziative in corso

831 views

Published on

Enrico Senatore - Terna plus

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
831
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
46
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sistemi di accumulo di energia: progetti ediniziative in corso

  1. 1. Sistemi di accumulo energiaProgetti ed iniziative in corsoDott. Enrico SenatoreResponsabile Battery Storage – Terna PlusRimini, 09.11.2012 1
  2. 2. Il Gruppo Terna • Quotata nella Borsa Italiana dal 2004, ha una capitalizzazione di mercato pari a circa 6 mld € • Concessionario unico in Italia, responsabile delle attività di dispacciamento e sviluppo della rete di trasmissione ad altissima tensione 2005 2011 Sottostazioni Numero di stazioni 302 445 Trasformatori (n.) 572 630 Capacità di trasformazione (MVA) 109.968 125.571 Stalli (n.) 3.947 4.834 Linee di trasmissione (km) 35.129 63.521 Impiegati 3.389 3.517 Domanda di Energia (GWh) 330.443 316.326 *Il Gruppo Terna è al primo posto in Europa e sesto al mondo tra i gestori di rete indipendenti * Il dato si riferisce al 2010 2
  3. 3. Impatto delle Fonti Rinnovabili sul SENCriticità▪ La gestione delle FRNP comporta un aumento dei costi del sistema per effetto di: – Obbligo ritiro rinnovabili (Corrispettivo MPE) – Incremento delle Congestioni di rete o Congestioni locali su tratte a 150 kV o Congestioni di rete – Impatto sui requisiti e sulla disponibilità dei margini di riserva o Maggiore fabbisogno di riserva a causa della intermittenza/incertezza di previsione della produzione delle fonti rinnovabili non programmabili o Riduzione dei margini di riserva disponibili su impianti “convenzionali” Impatto delle FRNP sulla gestione del Sistema Le FRNP comportano anche una maggiore Elettrico Nazionale flessibilità richiesta agli “impianti convenzionali” o Necessità di frequenti fermate ed avviamenti o Rapide rampe di presa e di rilascio carico 3
  4. 4. Tecnologie di Accumulo Applicazioni in Energia vs Applicazioni in Potenza• Le caratteristiche di ciascuna tecnologia ne determinano l’idoneità a svolgere determinate funzioni;• La maggioranza delle soluzioni sono in fase sperimentale o pre-commerciale. 4
  5. 5. Progetti Terna sui Sistemi di Accumulo Energy• Sistemi di Accumulo inclusi nel Piano di Sviluppo 2011 Intensive Power• Sistemi di Accumulo inclusi nel Piano di Difesa 2012 Intensive Integrazione• Storage Lab con Smart Grid 5
  6. 6. Tecnologie Energy IntensiveValore della Mancata Produzione Eolica nel 2010 TERMOLI # LARINO Principali Aree Congestionate FOGGIA # PRESENZANO é Installato MPE Immesso %MPE #Direttrice/Zona #ANDRIA # GARIGLIANO CANDELA BARI OVEST [MW] [GWh] [GWh] VS. imm. # S. SOFIA #BENEVENTO # #Foggia - Andria 666 180 874 21% # S. MARIA C. V. MATERA # PATRIABenevento - # MONTECORVINO TARANTO # 537 163 959 17%MontefalconeBenevento - 582 134 888 15%Montecorvino # LAINO Totale 5.336 494 8.445 6% ROSSANO # ALTOMONTE E producibile Nel 2010 sono stati tagliati circa 500 GWh di E immessa Energia Eolica potenzialmente producibile Limitazione MPE 6
  7. 7. Sistemi di Accumulo inclusi nel Piano di Sviluppo 2011 Fascia 1 Direttrice critiche Fascia 2 • Il Piano di Sviluppo 2011 approvato Direttrice potenzial. critica prevede una prima fase di Fascia 3 investimento per 35 MW (circa 240 MWh) • Nel PdS sono state identificate - sulla base del dato di MPE e sulle ipotesi di trend - le dorsali già critiche e quelle potenzialmente critiche • Siti potenziali identificati e distribuiti in 3 fasce di fattibilità* • Impianti distribuiti sulle direttrici identificate con capacità media pari a circa 10 MW e 80 MWh • Amovibilità della soluzione tecnologica identificata* Le 3 fasce identificate tengono conto della facilità di installazione dei sistemi di accumulo secondo criteri quali: livello di pendenza dei terreni, disponibilità spazi e di stalli, presenza alimentazione MT, etc. 7
  8. 8. Progetti Pilota Sistemi di Accumulo Piano di Sviluppo Risolvere congestioni locali su porzioni di rete AT legate ad eccessiva generazione da FRNP; Dotarsi di adeguati margini di riserva primaria per coprire la ridotta capacità di regolazione in rete causata dalla penetrazione delle FRNPFunzionalità Dotarsi di margini aggiuntivi di riserva terziaria per coprire l’incertezza nella previsione di produzione da fonti intermittenti Fornire supporto di regolazione alle tensioni di rete e gestione dei flussi di potenza reattiva Risolvere congestioni tra zone di Mercato (funzionalità legata all’integrazione coi sistemi di difesa) Rapporto tra l’Energia nominale media e la Potenza nominale di scarica: ≥ 7 MWh/MW Rendimento nominale di round-trip AC: ≥ 75%Tecnologia Tempo di inversione di fase e Tempo di risposta compatibili con il servizio di regolazione primaria Vita utile ≥ 15 anni 8
  9. 9. Tecnologie Power IntensiveTematiche Legate alla SicurezzaPrincipali criticità riscontrate nelle Isole Maggiori Contributo dei SANC• insufficienza dei sistemi convenzionali a garantire il • realizzazione di sistemi controllo del transitorio della frequenza automatici di regolazione a• scarsa riserva primaria risposta rapida• bassa inerzia del sistema • impiego dei SANC per• quota carico interrompibile in diminuzione integrazione del contributo delle FRNP alla regolazione• integrazione degli impianti di potenza da FRNP primaria e secondaria• difficoltà di controllo delle deviazioni di frequenzaInstallazione di 40 MW di Sistemi di Accumulo di tipo Power Intensive 9
  10. 10. Sistemi di Accumulo del Piano di Difesa 2012 • Progetto volto a realizzare dispositivi automatici di regolazione bidirezionali, a risposta rapida e nel pieno controllo del GestoreDescrizione di Rete in grado di contrastare il decadimento (o l’innalzamento) della frequenza a fronte di squilibri tra generazione e carico • Regolazione di FrequenzaPrincipali • Regolazione di Tensione • TelescattoFunzionalità • Ecc • Soluzioni Tecnologiche Power Intensive. Ad esempio:Tecnologie Tecnologie al Litio Tecnologie ZEBRA 10
  11. 11. Contenuti dello Storage Lab “ un osservatorio privilegiato sullo stato dell’arte dei SANC al fine di sviluppare metodi, procedure e soluzioni Smart attraverso la definizione di un benchmark delle più promettenti tecnologie ” • Riserva e regolazione di frequenza/potenza • Stabilizzazione della rete Principali • Power Quality • Integrazione con i sistemi di difesa Contenuti • Integrazione con la gestione dinamica delle reti e con i sistemi di previsione FRNP Accumulo elettrochimico: • Ioni di Litio • ZEBRA Max 15-20 MW totali in 4 anni Tecnologie in • Altro* (VAR, Metalli liquidi, ecc) Esame Accumulo meccanico*: • CAES • Volani (*) In valutazione 11
  12. 12. Logica della sperimentazione Applicazioni Prove di tipo Prove in Sito Smart Grid Prove su Moduli Prove “on grid” Prove Integrate con Sistemi • Prove di resistenza • Cicli di carica scarica di Gestione RTN meccanica, • Reg. di frequenza/potenza • Prove di stress termico, • Telescatto • ecc • ecc • Integrazione con i sistemi di dispacciamento • Integrazione con i sistemi di difesa Prove su Soluzioni ESS Prove “off grid” • Integrazione con la gestione dinamica delle reti • Stress termici ed elettrici • Analisi tempi di risposta • Integrazione con i sistemi • Validazione dati di targa • Analisi efficienza totale predittivi della produzione da • Test sistema BMS e • Analisi di compatibilità con i FRNP sicurezza sistemi esistenti • ecc. • ecc • ecc 12

×