• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
 "Cultura e Turismo." Capire per non sbagliare, ogni volta che un soggetto ti propone un progetto innovativo.
 

"Cultura e Turismo." Capire per non sbagliare, ogni volta che un soggetto ti propone un progetto innovativo.

on

  • 329 views

 

Statistics

Views

Total Views
329
Views on SlideShare
315
Embed Views
14

Actions

Likes
1
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 14

https://twitter.com 14

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

     "Cultura e Turismo." Capire per non sbagliare, ogni volta che un soggetto ti propone un progetto innovativo. "Cultura e Turismo." Capire per non sbagliare, ogni volta che un soggetto ti propone un progetto innovativo. Presentation Transcript

    • "Cultura e Turismo." Capire per non sbagliare, ogni volta che un soggetto ti propone un progetto innovativo. Firenze 2 Giugno 2014 - www.icsipsilon.it
    • Definizione etimologica. Il termine cultura deriva dal verbo latino colere, "coltivare". "Dichiarazione dei diritti dei popoli indigeni" "Le popolazioni indigene hanno il diritto di praticare e vivere le loro tradizioni e costumi, di essere rispettati nei loro diritti religiosi e spirituali e nelle loro proprietà intellettuali". New York - 2007
    • Alcune definizioni. "Quell'insieme complesso che include il sapere, le credenze, l'arte, la morale, il diritto, il costume, e ogni altra competenza e abitudine acquisita dall'uomo in quanto membro della società". Edward Tylor "Una serie di caratteristiche specifiche di una società o di un gruppo sociale in termini spirituali, materiali, intellettuali o emozionali". Unesco
    • "Le lotte fra individui, come fra governi e nazioni, derivano invariabilmente da incompresioni, intese nel senso più ampio del termine." Nicola Tesla
    • Cambiamenti sociali del post-rivoluzione industriale. La cultura ha avuto un ruolo sempre più CENTRALE. Sviluppo dei servizi/prodotti verso i loro valori intangibili. Si è assistito ad una globalizzazione delle abitudini.
    • Accezioni positive. Accezioni negative. CULTURA Eterogeneità. Staticità. Resistenza all'innovazione.Valori. Storia. Etica. Percezione distorta. Dispersione d'energie.
    • Ogni azienda ha la propria cultura intrinseca. Ciò che può essere valore si può rivelare minaccia. PUNTI BUI
    • Quando l'abitudine incontra il potere si crea una sostanza tossica per l'azienda. Chi ha potere sarà il primo a non voler cambiare perché ha molto da perdere.
    • Potere Abitudine
    • La cultura dell'azienda determina le abitudini dei lavoratori. Si rafforza nel tempo perché le abitudini sono ricompensate.
    • Per un pesce che nuota dalla nascita è impossibile avere l'idea del volo, non conosce l'aria.
    • Le prime tre cause d'insuccesso per l'implementazione dei servizi nel turismo sono. La resistenza al cambiamento. Investimenti inadeguati. Aspettative non realistiche. 2 1 3
    • La resistenza all'innovazione e le conseguenze per le aziende. Le frasi più deleterie. Abbiamo sempre fatto così, non intendiamo cambiare. È troppo radicale. Non abbiamo risorse. Non possiamo permetterci di sbagliare. È troppo complicato. Non si può. 2 3 4 5 6 1
    • Ma le convinzioni delle aziende hanno un tempo limitato, che coincide con il valore che possono creare per la società.
    • La frustrazione tipica del progettista. Nel turismo aumentano le probabilità di insuccesso in modo direttamente proporzionale al numero di variabili che entrano in gioco. Insuccesso da complessità. Ma
    • Ma il cambiamento è ciclico, inevitabile e unico nel contesto.
    • Come si facilita cambiamento? Esistono alcuni metodi.
    • Come agisce la politica? Negozia Persuade Legifera Forza
    • Come agisce il designer? Ha lo stesso obiettivo ma strumenti distinti. Usa immagini, testi, il linguaggio verbale e corporeo. Qualche software e tanta passione..
    • L'obiettivo è innovare, non complicare.
    • Serve capire chi sono i soggetti pronti a innovare e coinvolgerli attivamente nel progetto. 1
    • Divergere Convergere È importante dare la stessa importanza ad entrambi i processi relazionali, in termini di tempo e risorse. 2
    • Mettere i DECISORI di fronte alla realtà dei fatti, che solitamente già conoscono ma non vogliono affrontare. Conseguenze a medio e lungo termine. 3
    • Prendere ad esempio insuccessi passati per capire cosa si è appreso dall'errore. Ripartire da un punto condiviso comune, per affrontare la nuova sfida. 4
    • Mettere in atto processi creativi tra dipendenti e manager per trovare soluzioni partecipate. + soluzioni abbiamo maggiore è la possibilità di trovare quella giusta. 5
    • Rendere tangibili i risultati positivi che potrebbero essere raggiunti. 6
    • Capire le cadenze per i piani di budget. Proporre soluzioni al momento giusto. 7
    • Affrontare i conflitti. 8
    • Prima di decidere di andare sulla LUNA, capiamo le condizioni necessarie e sufficienti per farlo.
    • Se le seguenti condizioni sussistono allora potete imbarcarvi sulla navicella. Ci sono forti interessi che possono entrare in contrasto? L'azienda vuole veramente realizzare il cambiamento? L'azienda potrà affrontare attivamente la grandi sfide, come la riorganizzazione interna e gli investimenti necessari? Hai il supporto di almeno un DECISORE? Gli ATTORI del cambiamento potranno dedicarti il tempo necessario? Il nuovo servizio/prodotto potrà essere testato su un campione di verifica?
    • Altrimenti, lasciate perdere.
    • A cura di Adriano Toccafondi