Nemsys- Global Logistics 2012 - Trasporto

591 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
591
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
160
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nemsys- Global Logistics 2012 - Trasporto

  1. 1. Ridurre i costi di trasporto + Aumentare il livello di Nemsys – Case History Aumentare il livello di servizio ai clienti ? Si può!
  2. 2. Agenda • Premessa • Sistema Routemate (TMS) 2 • Caso pratico: Largo consumo
  3. 3. Premessa Trend e principali sfide del mercato Aumento del costo del carburante e aumento delle tariffe autostradali Aumento del traffico e riduzione della percorrenza media Riduzione saturazione mezzi (30% dei mezzi che viaggiano in Europa LTL) Nuove normative sui trasporti (riduzione ore lavorative settimanali dell’autista; Tendenza a negoziare tariffe costo/Km • Negli ultimi anni sono state effettuate una serie di azioni volte a ridurre i costi dello stock e ottimizzare il network riducendo i costi, ma rare sono le azioni mirate ad ottimizzare i trasporti. Questo ha portato a: – Difficoltà da parte dei Produttori /Distributori ad effettuare le consegne in maniera efficace ed efficiente – Difficoltà a sostenere il servizio da parte dei fornitori di trasporto Obiettivo: AUMENTARE L’EFFICIENZA NELLA GESTIONE DEI TRASPORTI 3 settimanali dell’autista; introduzione patente a punti; nuove normative su inquinamento / riduzione traffico) costo/Km Cosa fanno i Committenti?
  4. 4. Tipicamente il processo di pianificazione trasporti include le seguenti macro attività: Analisi degli ordini dei punti vendita (quantità, giorno riordino, giorno consegna) e analisi disponibilità merce Elaborazione piano di consegna considerando volumi, vincoli di consegna (orari di consegna, flotta giornalieri, capacità di carico) Pianificazione Giornaliera delle Consegne Ottimizzazione Trasporti Principali Attività 4 Indicatori per il monitoraggio e controllo delle performance: • Routing (km percorsi per automezzo, veicoli utilizzati) • Livello di servizio • KPI di processo (saturazione, Km, …) • Costo complessivo (costo/Km, …) Monitoraggio e controllo delle Performance Coordinamento parti coinvolte Verifica routing con personale di deposito ed eventuali aggiustamenti Gestione e aggiornamento calendari Booking dei mezzi Gestione Processi Operativi
  5. 5. Calendari di consegna Lancio onde di Cut off Ordini di Vendita SchedulazioneAttività ANALISI ORDINI PIANIFICAZIONE Volumi Mezzi Capacità di carico Orari di consegna Tipologia mezzi Tipo di supporto Tempi di scarico … Ottimizzazione Verifica piano di consegne proposto Gestione eccezioni Piano proposto Booking e conferma piano Pianificazione Trasporti Processo tipico in caso di adozione di un TMS Analisi costo di trasporto e monitoring kpi ex post preparazione a magazzino Comunicazione ordini in consegna Predisposizione Viaggi Tempo Carico Merce Stampa documenti di trasporto Valorizzazione costi trasporto ( prefattura?) SchedulazioneAttività Esecuzione trasporto Prelievo e allestimento 5 Fine mese
  6. 6. Agenda • Premessa • Sistema Routemate (TMS) 6 • Caso pratico: Largo consumo
  7. 7. Schema funzionale • Anagrafiche • Deposito • Destinatari (Clienti) • Veicoli • Tempi di carico/scarico • Impostazione velocità Gateway • Prodotti/Articoli • Ordini Vendita Articoli Ordini Vendita Articoli Ordini vendita ERP Pre-Fatture 7 WMS • Acqusizione ordini vendita • Acqusizione inevasi • Preparazione • Controllo Carichi • Impostazione velocità • Modello tariffario Gateway • Pre-Fatturazione • Composizione Viaggi (3D) • Consuntivo Viaggi • Reporting KPI • Simulazioni
  8. 8. Routemate Caratteristiche del sistema • Pianificazione di uno o più Sedi (Ce.Di., Plant, …) • Flotta di veicoli mista (es: autisti/ padroncini) • Gestione di viaggi multipli • Gestione contemporanea di consegne e ritiri 8 • Ottimizzazione dei costi di trasporto (stima) • Gestione di cartografia digitale dettagliata per la pianificazione della distribuzione/raccolta in aree urbane
  9. 9. Più di 100 installazioni attivate legate al sistema Routemate Un team di esperti che può affrontare tutte le tematiche legate al concetto di TMS I Principali settori merceologici sono referenziati Possibilità di intervenire sia su scenari Operativi Settori di applicazione • Abbigliamento/Tessile • Alimentare • Arredamento • Automotive • Chimico/Petrolifero • Editoria/Cartario Nemsys 9Copyright © 2012 Accenture All Right Reserved. Possibilità di intervenire sia su scenari Operativi (Tattici) quanto su ambiti di tipo Strategico Una forte propensione alla collaborazione con partner tecnologici, specializzati in tematiche di supply chain management. • Editoria/Cartario • Elettrodomestici • Farmaceutico • Retail/GDO • Meccanico/Siderurgico • Servizi Logistici • Trasporto conto terzi • Zootecnico
  10. 10. Alcune Referenze Alimentare / Retail / Zootecnico Logistica / Trasporti C.Terzi 10
  11. 11. In funzione della valutazione dell’opportunità e del contesto, possono essere proposti differenti scenari realizzativi: ASSESSMENT REALIZZAZIONE Ottimizzazione dei Trasporti Realizzazione del progetto (stime standard) Scenario implementazione 4-8 Wks Variabile (da 2 a 6 mesi) 11 Tradizionale Outsourcing IT / Saas Sistema (Realizzazione) Sistema (Gestione) Infrastruttura Processi di Business Elementi 1 2
  12. 12. Agenda • Premessa • Sistema Routemate (TMS) 12 • Caso pratico: Largo consumo
  13. 13. Il nuovo modello operativo implementato ha l’obiettivo di gestire in modo centralizzato la pianificazione dei trasporti secondari utilizzando l’applicativo Routemate. Caso Pratico: Produttore Largo Consumo Ambito ed obiettivi Principali Aspetti Obiettivi • Pianificazione quotidiana delle tratte secondarie effettuata centralmente dalla Logistica di Sede mediante l’utilizzo dell’applicativo Routemate • Gestione centralizzata della negoziazione delle • Riduzione costi di distribuzione, mediante: ‒ Riduzione numero viaggi ‒ Ottimizzazione tratte e saturazione dei mezzi ‒ • Gestione centralizzata della negoziazione delle tariffe e della selezione e gestione della relazione con i padroncini ‒ ‒ Ottimizzazione tratte e saturazione dei mezzi ‒ Incremento del controllo sulla consuntivazione dei costi ‒ Omogeneizzazione e rinegoziazione tariffe • Miglioramento efficienza operativa in termini di riduzione del tempo impiegato per l’attività di pianificazione • Aumento del livello di servizio al Cliente, in termini di consegna nelle finestre orarie concordate con il cliente • Incremento controllo e visibilità centrale sulle attività dei trasportatori • Focalizzazione delle risorse della Filiale sulle attività commerciali 13
  14. 14. Sw legacy La mappa applicativa del nuovo processo di planning prevede l’interazione tra tre principali sistemi. Gli interventi progettuali riguardano prevalentemente l’ERP e ROUTEMATE Produttore Largo Consumo Mappa Applicativa di Riferimento ERP ROUTEMATE ERP Routemate • Anagrafiche: – Dati Clienti – Dati Veicoli – Dati Autisti – Dati Tariffe • Ordini clienti Filiale da allestire • Ordini clienti Sede da ritrasportare INFORMAZIONI SCAMBIATE Sw legacy 14 ROUTEMATE • Ordini clienti Sede da ritrasportare Routemate ERP • Viaggi con dettaglio ordini per viaggio ed eventuali ordini inevasi • Coordinate geografiche clienti ERP Sw legacy • Viaggi con dettaglio ordini per viaggio Sw legacy ERP • Viaggi con dettaglio ordini e valorizzazione pesi per riga d’ordine PROCESSI GESTITI ERP • Gestione Portafoglio Ordini Cliente • Scarichi di magazzino • Bollettazione • Fatturazione attiva • Consuntivazione viaggi e fatturazione passiva Routemate • Composizione viaggi • Pre-fatturazione Sw legacy • Generazione liste di picking • Scarichi da magazzino 14
  15. 15. Nella fase di industrializzazione del nuovo modello operativo è stato previsto lo sviluppo di una serie di interventi sugli applicativi (ERP e Routemate) e sulla relativa integrazione tra i due sistemi. Nella figura seguente sono individuati i macro-ambiti di intervento per ciascun sistema. Revisione Anagrafiche Produttore Largo Consumo Quadro Generale Interventi Revisione Interfaccia Utente 15 ERPRoutemate Integrazione Funzionalità Revisione Cruscotto viaggi Funzionalità Reportistica
  16. 16. I principali obiettivi ottenuti sono classificabili in un aumento dell’efficienza della fase di pianificazione operativa ed in un aumento del livello di servizio al cliente Aumento efficienza Pianificazione Operativa Aumento Livello di Servizio al Cliente Ottimizzazione dei percorsi / carichi con conseguente riduzione del Costo dei Trasporti Secondari Riduzione del tempo dedicato alla Pianificazione giornaliera grazie alla velocità nella predisposizione della soluzione automatica 1 2 Caso 2: Produttore Largo Consumo Principali benefici ottenuti nella predisposizione della soluzione automatica Incremento e maggiore affidabilità del numero di informazioni relative alla gestione del cliente con conseguenti benefici in termini di servizio Omogeneizzazione e maggiore controllo sui contratti dei Padroncini Eliminazione attività legate alla consuntivazione viaggi Ampia possibilità di gestire manualmente eventuali modifiche alla soluzione automatica per la gestione di eccezioni / urgenze 3 4 5 6 High Low 16
  17. 17. Routemate Uso strategico Routemate permette inoltre di affrontare la pianificazione strategica della rete di distribuzione: – Localizzazione dei depositi – Dimensionamento della flotta di veicoli – Valutazione di politiche tariffarie – Assegnazione di aree di distribuzione ai depositi 17 – Assegnazione di aree di distribuzione ai depositi – Analisi riguardanti l’integrazione fra distribuzione primaria e secondaria – Analisi di distribuzione secondaria (deposito/punti vendita) per la definizione ottima di: • Orari di consegna • Veicoli di consegna • Deposito di distribuzione di riferimento
  18. 18. – Adottando il software per la gestione dei trasporti “Routemate ” ed eseguendo il progetto nella corretta maniera (metodologia, analisi di tutti i vincoli e di tutte le opportunità, cura dei dettagli, applicazione dei viaggi pianificati dal SW, volontà e gestione del cambiamento, …) potrete ottenere una riduzione reale del costo del trasporto fra il 5% ed il 10%. Considerazioni finali – L’adozione di uno strumento per la gestione della distribuzione inoltre consentirebbe di ottenere dei benefici anche in termini di processi di back office, permettendo ad esempio il monitoraggio quasi real time dei principali KPI del trasporto e i controlli relativi alla prefatturazione

×