Gli studenti protagonisti con Progetti Europei nel settore Energia

1,079 views

Published on

Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto (CPV)

Published in: Business, Technology
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Gli studenti protagonisti con Progetti Europei nel settore Energia

  1. 1. Gli studenti protagonisti con Progetti Europei nel settore Energia Padova, 9 novembre 2007 - Fiera
  2. 2. La Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto (CPV) ha la sua sede a Vicenza. Questi i Soci Fondatori: - Camera di Commercio I.A.A. di Vicenza - Camera di Commercio I.A.A. di Verona - - Camera di Commercio I.A.A. di Padova - Camera di Commercio I.A.A. di Treviso - - Camera di Commercio I.A.A. di Venezia - Amministrazione Provinciale di Vicenza - - Associazione Industriali della Provincia di Vicenza - API - Associazione Piccole Medie Industrie di Vicenza - AIM - Aziende Industriali Municipalizzate del Comune di Vicenza - Comune di Bassano del Grappa – Enti Sostenitori Comune di Vicenza Associazione Artigiani della Provincia di Vicenza - Associazione Commercianti della Provincia di Vicenza - Associazione Commercianti della Provincia di Verona Unione Mandamentale del Comune di Bassano del Grappa
  3. 3. La Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto (CPV) Tra i suoi compiti ha lo scopo di promuovere l'incremento della produttività e della cultura economica nei settori dell'agricoltura, dell'artigianato, dell'industria, del commercio, dei servizi e della pubblica amministrazione, attraverso la diffusione della conoscenza delle più aggiornate tecniche di orga­nizzazione aziendale, delle nuove tecnologie produttive, dei sistemi informatici. A tal fine la Fondazione svolge attività di studio, di ricerca, di formazione e di informazione. Promuove e realizza l'attività di Gruppi di Studio
  4. 4. AREA GIOVANI E NUOVE PROFESSIONALITA’ <ul><li>Costruire reti che sul territorio integrino le attività dei sistemi istruzione e formazione con le attività economiche del territorio. </li></ul><ul><li>Attività principali: </li></ul><ul><li>Università – stage di ingegneria Meccanica e Meccatronica e Presenza vicentina portale www.stageunivi.it ; </li></ul><ul><li>Corsi a lunga durata finanziamento comunitario con qualifica professionale; </li></ul><ul><li>IFTS; </li></ul><ul><li>Alternanza scuola lavoro e orientamento; </li></ul><ul><li>Mobilità Europea </li></ul>
  5. 5. Progettazione <ul><li>Analisi dei fabbisogni </li></ul><ul><li>Definizione della figura professionale in termini di competenze </li></ul><ul><li>Identificazione di eventuali partner </li></ul><ul><li>Descrizione del percorso formativo per lo sviluppo della figura </li></ul><ul><li>Definizione del livello EQF di riferimento per ciascuna UF </li></ul><ul><li>Attribuzione dei punti di credito a ciascuna UF </li></ul><ul><li>Elementi per la valutazione e l’accreditamento delle competenze anche in ingresso. </li></ul><ul><li>Descrizione di eventuali servizi complementari (orientamento, placement finale, tutoraggio, assistenza etc.) </li></ul>
  6. 6. Studente al centro <ul><li>Servizi di accompagnamento: </li></ul><ul><li>INGRESSO: bilancio ed accreditamento delle competenze in ingresso (possibilità di consentire percorsi personalizzati). </li></ul><ul><li>GESTIONE: valorizzazione della mobilità e della integrazione con i sistemi europei intesa sia come vera e propria possibilità di spostarsi per parte del corso sia come leggibilità del percorso formativo da parte di persone appartenenti ad altri sistemi di FP. </li></ul><ul><li>USCITA: placement ed accompagnamento al lavoro in uscita Informatica: uso della piattaforma CAI, introduzione di FaD, forum, e altri servizi. </li></ul>
  7. 7. Alcuni dei corsi svolti <ul><li>Master sul sistema di gestione integrato qualità ambiente sicurezza (5 edizioni) </li></ul><ul><li>Energy manager 3 edizioni </li></ul><ul><li>Esperto nell'impiego delle energie rinnovabili </li></ul><ul><li>Progettista del clima artificiale </li></ul><ul><li>Tecnico di acustica ambientale </li></ul>
  8. 8. Energy manager Obiettivo del progetto: è formare una figura professionale di Responsabile dell’Energia e di esperto di gestione dell’Energia (Energy Manger) cui affidare la gestione razionale delle fonti e delle risorse ed in grado di risolvere le problematiche nell’ambito dell’utilizzo dell’energia all’interno delle industrie, del terziario e dei trasporti.
  9. 9. Energy manager <ul><li>COMPETENZE TECNICO-SCIENTIFICHE </li></ul><ul><li>Padronanza dei principi fisici e matematici collegati all’energia ed alla sua gestione; </li></ul><ul><li>Capacità di effettuare analisi tecniche e di primo dimensionamento dei processi e dei servizi energetici di stabilimento; </li></ul><ul><li>Capacità di valutare l’incidenza economica delle scelte energetiche di un’azienda; </li></ul><ul><li>Capacità di gestire nell’ottica di una generale ottimizzazione l’approvvigionamento e l’impiego delle diverse fonti energetiche; </li></ul><ul><li>Capacità di coniugare tecnologie energetiche, eco–efficienza ed eco–compatibilità, grazie anche ad un’attenta pianificazione nell’uso delle fonti rinnovabili; </li></ul><ul><li>Attenzione alle dinamiche collegate all’utilizzo delle fonti energetiche, quali i problemi di impatto ambientale, l’esigenza del controllo della qualità, il problema dei rifiuti, la logistica; </li></ul><ul><li>Capacità di informare in maniera chiara e completa i propri clienti/committenti; </li></ul><ul><li>Individuazione delle azioni degli interventi delle procedure e di quanto altro necessario per promuovere l'uso razionale dell'energia; </li></ul><ul><li>Conoscenza degli strumenti necessari a predisporre una redisposizione dei bilanci energetici in funzione anche dei parametri economici e degli usi energetici finali; </li></ul><ul><li>Approfondita conoscenza delle tecnologie idonee a conseguire un uso razionale dell'energia. </li></ul>
  10. 10. Esperto nelle energie rinnovabili <ul><li>Contenuti del Corso: </li></ul><ul><li>Solare termico </li></ul><ul><li>Fotovoltaico </li></ul><ul><li>Biomasse </li></ul><ul><li>Geotermico </li></ul><ul><li>Rifiuti solidi urbani : termovalorizzatori in connessione anche con le tecniche di teleriscaldamento e di teleraffrescamento, compostaggio o digestione </li></ul>
  11. 11. La condivisione di competenze e di criteri comuni di certificazione, che individuino nella scuola, nella formazione professionale, nel mondo del lavoro, nelle attività familiari e del tempo libero i luoghi di apprendimento, garantirà il diritto al lifelong learning del cittadino europeo, facilitando il suo perfetto adattamento alle differenti realtà economiche e sociali dei Paesi partner, anche nella prospettiva della riqualificazione professionale, della mobilità lavorativa e dell'interscambio culturale. Londra (UK) 2007 Cannes (FR) 2007 Derry (UK) 2006
  12. 12. OBIETTIVI SPECIFICI del Progetto: 1) far crescere il bagaglio di competenze dei giovani che stanno concludendo il ciclo di studi medio - superiori al fine di agevolare la loro crescita professionale, il loro inserimento nel mondo del lavoro, la loro maturazione da un punto di vista formativo; 2) sviluppare la capacità di saper effettuare delle scelte in modo consapevole in contesti differenti; 3) conferire il valore del confronto interculturale; 4) favorire lo scambio di buone prassi, quindi l’individuazione di strategie e di strumenti condivisi tra i partner del progetto, le imprese del territorio e le istituzioni. Leonardo da Vinci , in un'ottica di semplificazione della struttura complessiva del Programma, persegue tre OBIETTIVI GENERALI : 1) promuovere le abilità e le competenze, in particolare dei giovani, nella formazione professionale iniziale; 2) migliorare la qualità della formazione professionale continua nonché l'acquisizione di abilità e competenze lungo tutto l'arco della vita; 3) promuovere e rafforzare il contributo della formazione professionale al processo innovativo, al fine di migliorare la competitività e l'imprenditorialità.
  13. 13. 345 BORSE erogate fino ad oggi; 150 BORSE da consegnare nel 2008. La fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto nel 2008 avrà dato un contributo alla mobilità transnazionale giovanile attraverso l’organizzazione e gestione di 495 tirocini nel Regno Unito, Francia e Germania . Attraverso l’esperienza in più progetti europei in qualità di promotore e gestore di iniziative di formazione professionale, la Fondazione Giacomo Rumor Centro Produttività Veneto cerca di fornire sempre maggior competenza in termini organizzativi e logistici in maniera tale da rendere decisamente utile ed unica per i ragazzi l’esperienza all’estero. Il Progetto Expert training
  14. 14. 1) Il primo è stato una sessione per la predisposizione del proprio curriculum vitae secondo il formato Europass CV nella lingua del Paese di destinazione; GLI STEP PRIMA DELL PARTENZA Per fornire agli studenti gli strumenti conoscitivi e metodologici necessari per comprendere le realtà aziendali di destinazione, per conoscere più a fondo i temi dell'imprenditorialità, del lavoro di gruppo e della comunicazione sociale, per insegnare loro a gestire in modo autonomo e responsabile la modulistica adottata per monitorare e valutare l’esperienza sono stati organizzati 4 tipi di incontri: 2) incontri seminariali con i genitori e i professori per l’illustrazione degli aspetti organizzativi e più strettamente operativi : - descrizione del programma Leonardo da Vinci e nello specifico del Progetto Careers Promotion; - diritti e doveri del tirocinante; - i Paesi e partner di accoglienza: culture diverse a confronto; - identità, cultura ed intercultura; - informazioni pratiche per ciò che riguarda i viaggi, gli alloggi in famiglia, i corsi di lingua, il sussidio per il vitto, gli spostamenti locali; - informazioni per il tutoraggio ed il monitoraggio.
  15. 15. 40 borse di 13 settimane per laureati in materie tecniche o economiche Studenti durante i colloqui effettuati con SKYPE Il Progetto Expert training <ul><li>Regno Unito– 24 stage </li></ul><ul><li>Germania – 8 stage </li></ul><ul><li>Francia – 8 stage </li></ul>
  16. 16. Tra gli strumenti di monitoraggio delle attività il CPV si è avvalso dell’applicazione sperimentale del Modello Campus Azione Impresa . Questo agevola ad avere un maggiore controllo sul tirocinio, confrontando offerta di competenze, bisogni e aspettative. Il portale si presenta in lingua INGLESE, FRANCESE E TEDESCA. IL PORTALE CAMPUS AZIONE IMPRESA PER IL MONITORAGGIO
  17. 17. Scheda di registrazione per le aziende estere Curriculum vitae on-line visibile alle aziende
  18. 18. Esempio di risultati dei monitoraggio delle aziende estere, in maniera identica avviene per gli studenti Il Forum
  19. 19. EUROPASS CERTIFICATE Per attestare la validità del percorso intrapreso e conferire maggiore trasparenza e visibilità ai periodi di formazione all’estero, ad ogni studente viene consegnato il certificato l’Europass. Questo passaporto di formazione, di cui il contenuto e la forma sono stabiliti a livello comunitario, viene rilasciato alla persona in formazione dal Centro Produttività Veneto. L’introduzione di questo documento mira a migliorare il riconoscimento sul mercato del lavoro dei periodi di formazione e dei tirocini professionali svolti all’estero, incoraggiando quindi allo stesso tempo la mobilità in Europa.
  20. 20. Descrivete i benefici ottenuti dal vostro tirocinio all'estero, e l'impatto che vi attendete sulla vostra vita professionale e personale <ul><li>Alcune risposte fornite dai beneficiari </li></ul><ul><li>Grazie al tirocinio ho potuto migliorare le mie capacità di comprensione e d'espressione della lingua inglese. Sarà un'esperienza molto utile nella mia futura vita lavorativa; </li></ul><ul><li>Ho avuto modo di conoscere altre culture e di migliorare le mie competenze linguistiche; </li></ul><ul><li>Il mio inglese è decisamente migliorato e spero ciò mi aiuti a trovare un lavoro anche in un'altra nazione; </li></ul><ul><li>Ho potuto lavorare in un ambiente che non conoscevo, ho avuto la possibilità di servire i clienti e di conoscere nuovi modi di affrontare un lavoro. Lavorando in una libreria ho potuto migliorare il mio inglese e conoscere molti autori inglesi che prima non conoscevo; </li></ul><ul><li>E’ aumentata la mia capacità di comprensione della gente e la mia capacità di relazionarmi con persone di una cultura differente. Spero di poter lavorare in un paese straniero un volta terminati i miei studi; </li></ul><ul><li>Ho potuto acquisire maggiore sicurezza nelle mie capacità; </li></ul><ul><li>Con il tirocinio all’estero penso di aver imparato a rapportarmi con persone di un'altra nazionalità, inoltre ho migliorato la mia capacità di adeguarmi a molte situazioni. </li></ul>
  21. 21. Si auspica in una sempre maggiore affluenza e risposta a questo richiamo europeo alla mobilità giovanile. Tassello formativo oramai di sostanziale importanza per la formazione professionale dei nostri studenti.
  22. 22. <ul><li>Per informazioni e-mail: </li></ul><ul><li>Bressan Enrico bressan@cpv.org </li></ul><ul><li>o </li></ul><ul><li>Patricia Lynn Lynch [email_address] </li></ul><ul><li>Grazie dell’attenzione </li></ul>

×