Presentazione XVIII MILD

10,422 views

Published on

Presentazione della XVIII edizione del Master in International and Local Development

Published in: Education, Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
10,422
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7,395
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione XVIII MILD

  1. 1. XVIII MILDXVIII MILD Master inMaster in International andInternational and Local DevelopmentLocal Development ed. 2011/2012ed. 2011/2012
  2. 2. Obiettivo del MasterObiettivo del Master I sistemi territoriali diventano sempre più protagonisti delle politiche di innovazione e la loro capacità di generare e attrarre investimenti, sulla base di progetti e obiettivi condivisi tra i diversi attori del territorio di riferimento, diviene l'autentica risorsa per una nuova qualità dello sviluppo. Quindi, l’obiettivo è formare figure professionali in grado di progettare, promuovere e monitorare politiche per lo sviluppo locale, per l’internazionalizzazione e l’innovazione delle imprese e del territorio come sistema.
  3. 3. MANAGER DELLO SVILUPPOMANAGER DELLO SVILUPPO Competenze TecnicheCompetenze Tecniche  Effettuare analisi delle realtà territoriali in ritardo di sviluppo ed elaborare programmi e progetti di intervento;  Effettuare analisi dei sistemi produttivi e gestire piani di intervento volti a promuoverne lo sviluppo;  Conoscere, valutare e monitorare le politiche pubbliche e la programmazione regionale/europea;  Connettersi con le politiche di sviluppo ed i programmi di intervento dell’Unione Europea;  Gestire gli strumenti a sostegno delle politiche di sviluppo
  4. 4.  Cultura interdisciplinare  Capacità di assumere decisioni  Attitudine ad agire in una logica di Gruppo  Spirito di iniziativa e abilità negoziali  Capacità di lavorare per obiettivi  ……………………………………………….. MANAGER DELLO SVILUPPOMANAGER DELLO SVILUPPO Abilità TrasversaliAbilità Trasversali
  5. 5. L’articolazione dellaL’articolazione della didatticadidattica Ottobre 2011 - Ottobre 2012  1400 ore full time (400 ore di aula, 400 ore di laboratori professionalizzanti, 600 ore di stage)  Frequenza obbligatoria 8 ore al giorno dal Lunedi al Venerdi. (presenza effettiva in aula min. 80% monte ore complessivo)
  6. 6. Metodologie didatticheMetodologie didattiche Project work / Stage Testimonianze Case Studies Lezioni Frontali Lavori di gruppo Esercitazioni Simulazioni di progetto FAD
  7. 7. Il progetto formativo si avvale inoltre dell’infrastruttura di knowledge management Stoà, Knowledge Factory, che si caratterizza per una avanzata biblioteca/centro documentazione, un sistema di gestione della conoscenza (kf e-prints) ed una piattaforma per la formazione a distanza (kf e- learning). Inoltre, l’e-learning sarà utilizzato in tutte le fasi del Master, consentendo l’accesso a lezioni interattive, letture e documenti di approfondimento, contributi audio e video, test di autovalutazione sviluppati ad hoc. Metodologie didatticheMetodologie didattiche
  8. 8. La struttura del MasterLa struttura del Master A TEAM BUILDING STRUMENTI IMPRESA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE S T U D I O B LETTURA DEL TERRITORIO S T U D I O C FONDI STRUTTURALI EUROPROGETTAZIONE PROJECT MANAGEMENT - BUSINESS PLAN – METOD. PROGET – ANALISI C/B S T U D I O D INTERNAZIONALIZZAZIONE PERCORSI SPECIALISTICI CINA PERCORSI SPECIALISTICI EUROMEDITERRANEO S T U D I O E LABORATORIO – SIMULAZIONI DI PROGETTO G STAGE I N G L E S E F 1400 h
  9. 9. P.A. IMPRESA Riforma dello Stato e Decentramento dei Pot. Evoluzione e sistemi di management PA Governance degli Enti locali Contabilità pubblica Valutazione delle Politiche Pubbliche Strategia Organizzazione Marketing Analisi di Bilancio STRUMENTI Decision Making Business Communication Ricerca in Internet A
  10. 10. B LETTURA DEL TERRITORIO Geografia dello Sviluppo Analisi territoriale Strumenti e tecniche ISTAT Statistica Unione Europea Dinamiche d’Integrazione e scenari geoeconomici Metodologie di individuazione sistemi territoriali Economie e Politiche dello Sviluppo Marketing Territoriale Sistemi Urbani e Pianificazione strategica Internazionalizzazione
  11. 11. C Business PlanProject Management Metodologie di Progettazione Analisi Costi/Benefici FONDI STRUTTURALI Introduzione sui fondi FESR FSE FEASR De Minimis Bandi e Gare EUROPROGETTAZIONE 7° Programma Quadro L.L.P. Life Plus Cultura
  12. 12. D Percorsi specialistici: Cina Il Sistema Oriente La Cina: economia e sistemi produttivi Le politiche d’intern. in Cina Domanda e offerta Support e reti Doing Business Strumenti Percorsi specialistici: EUROMED Il Sistema EUROMED Euromed: economia e sistemi produttivi Le politiche d’intern. nel Mediter. Domanda e offerta Support e reti Doing Business Strumenti INTERNAZIONALIZZAZIONE Modelli di Internazionalizzazione PMI Politiche per l’internazionalizzazione
  13. 13. LABORATORIO SIMULAZIONI DI PROGETTO E La Simulazione di progetto consiste nell’ elaborazione di 4 diversi progetti di sviluppo da parte degli allievi, divisi in gruppi. In particolare, tale attività costituisce una modalità di action learning manageriale sperimentata con successo da diversi anni, in quanto avendo una “committenza” ben precisa da territorio, la simulazione si configura come “service learning”. La finalità didattica di questa attività è quella di trasferire e verificare la capacità di elaborare progetti completi sia dal punto di vista dell’analisi di contesto e di impatto che da quello più propriamente economico-finanziario. La metodologia di lavoro, basata sulla ricerca – azione, prevede momenti di confronto tra gruppi, analisi di campo, incontri con interlocutori privilegiati avvalendosi del supporto di esperti / docenti interni ed esterni e dello staff di Coordinamento. Le proposte sono valutate da un gruppo di referenti esterni e presentate in una sessione conclusiva nella quale è individuato il miglior progetto.
  14. 14. INGLESE F
  15. 15. STAGE G 600 h Momento finale e opportunità di verifica delle aspirazioni e capacità professionali acquisite dagli allievi. I project work/stage sono interventi di consulenza qualificata su progetti di sviluppo territoriale, realizzati dagli allievi individualmente o in gruppi di lavoro all'interno di enti e istituzioni pubbliche e private. Durante questa fase gli allievi sono affiancati da tutor della Scuola e da referenti degli enti ospitanti con i quali verificano periodicamente il lavoro svolto e i contenuti del report di stage.
  16. 16. PlacementPlacement Il percorso formativo non si conclude semplicemente con il conferimento del diploma, ma sin dalla prima edizione la Scuola ha dedicato particolare attenzione alla collocazione dei suoi diplomati in posizioni coerenti con l’esperienza formativa acquisita. A tal fine, al termine del Corso è previsto un Servizio Placement, nello specifico viene messo a punto un Placement Book ed una serie di servizi informativi e di collegamento, volti ad agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro. L’esperienza maturata nelle precedenti edizioni registra la disponibilità crescente del mercato del lavoro verso questa figura professionale. Più del 90% dei 600 allievi sino ad ora diplomati occupato in posizioni correlate con la formazione acquisita nel corso del Master.
  17. 17. PlacementPlacement Tra gli enti e le istituzioni, pubbliche e private, che collaborano con il Master si segnalano alcuni: APRI s.p.a., Artes, , Aster, CIDIS Onlus, Cles economia S.r.l., Comune di Napoli, Cogea s.p.a., Confindustria Napoli, Consorzio Export Italia, Cresme Consulting s.r.l., Ecosfera s.p.a. , Ecoter s.r.l., Ervet s.p.a., Fondazione IDIS - Città della Scienza, ECCOM – Centro europeo per l’organizzazione e il management culturale, Fondazione FORMIT, Intertrade CCIAA, INEA, IRES Campania, Meridiana Italia s.r.l., Ministero dello Sviluppo Economico, Onemedit s.r.l., PROMOFIRENZE – azienda speciale della CCIAA di Firenze, Provincia di Napoli, Provincia di Salerno, Regione Campania, Regione Basilicata, Regione Puglia, Sannio Europa s.c.p.a., Scenari s.r.l., Sovis s.p.a., Sudgest Aid, Telematica Italia s.r.l., Toscana Promozione
  18. 18. Stoà - Istituto di Studi per la Direzione e Gestione di ImpresaStoà - Istituto di Studi per la Direzione e Gestione di Impresa Villa Campolieto - Corso Resina, 283Villa Campolieto - Corso Resina, 283 80056 Ercolano (NA)80056 Ercolano (NA) Coordinamento Master MILD – tel. 081/7882265Coordinamento Master MILD – tel. 081/7882265 mild@stoa.itmild@stoa.it cyxmn8

×