Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Web2.0 Enterprise2.0 Semantic Web

2,429 views

Published on

Perche' il Semantic Web e' necessario alla Enterprise2.0, cioe' il Web 2.0 portato dentro le aziende

Published in: Technology

Web2.0 Enterprise2.0 Semantic Web

  1. 1. Tra Web 2.0, Enterprise 2.0 e Semantic Web: anche l’Enterprise cambia? organizzato da: Claudio Bergamini Gruppo Imola
  2. 2. • 20 anni di esperienza nell’Enterprise IT • Consulenza e Skill Transfer su Architetture, Integrazione e Processo • JBI4cics, JBI4corba, JBI4ejb usati in Apache ServiceMix, Sun NetBeans Enterprise, Sun OpenESB, Sun Glassfish, prossimamente Sun Jcaps • OMG Influence Member, JSR 312 Expert Group, CSI, WWISA, OpenESB Key Partner, NetBeans Strategic Partner 2
  3. 3. • La comunita’ italiana Java • 10 anni di articoli, pubblicazioni, libri, CD on-demand, eventi, training • Dai programmatori agli architetti • Piu’ di 1.000.000 pagine lette al mese • Semantic Web Track, Portal, Training 3
  4. 4. • Semantic Web company, now! • Ricercatori e architetti di fama internazionale • Ricerca applicata, formazione, progetti • DBin, Semantic Web for user communities, now! • ISWC 2006 Semantic Web Challenge 3rd. classificato 4
  5. 5. Agenda • Cosa sta succedendo all’Information Technology • L’ICT di oggi dentro il Web 2.0 • Quali vantaggi, possibilita’, problemi • Enterprise 2.0 e Semantic Web 5
  6. 6. Cosa e’ successo Internet, una nuova piattaforma 6
  7. 7. Cosa e’ successo nel mondo IT Internet e’ sempre piu’ una piattaforma: • I contenuti non sono piu’ solo testo ma sono dati, servizi (Api, WS), applicazioni (mashup); • Gli utenti sono diventati fornitori di contenuti, feedback, idee importanti; • E’ caduto il muro tra chi pubblica e chi legge; • E’ caduto il muro tra il “dentro il firewall” e “oltre il firewall” 7
  8. 8. Cosa e’ successo su Internet: Web2.0 Internet e’ passata attraverso: • Io pubblico, Tu leggi o Tu usi • Forum • Blog • Wiki • Social Sites (Bookmark, Tag) • Mashup Tools (API, WS, REST) • Ambienti per Mashup • Tutti mettono a disposizione, Tu assembli per le tue esigenze 8
  9. 9. Cosa e’ successo nell’Azienda Dentro l’azienda e’ passata attraverso: • Io creo, Tu (utente interno) usi • Applicazioni + Siti istituzionali • Applicazioni per l’utente Home • Il coinvolgimento del cliente con: – I portali informativi, i portali dispositivi, i portali personalizzabili, i portali self-service • L’integrazione B2B e B2C, il multicanale, il mobile • Il Sistema Informativo termina nel Device del Cliente, e il Cliente ne fa parte 9
  10. 10. Internet ci “entra dentro”: l’Information Explosion Su Internet e dentro l’Azienda: • Sempre piu’ utenti (dentro e fuori) • Sempre piu’ coinvolti • Sempre piu’ contenuti • Sempre piu’ applicazioni • Sempre piu’ integrazioni (dati, applicazioni) • Sempre piu’ strumenti per creare E’ sempre piu’ impossibile tenere Internet –cioe’ il Cliente- fuori, e forse non e’ nemmeno astuto farlo 10
  11. 11. Enterprise2.0: Web2.0 dentro le aziende I Vantaggi potenziali di “Internet dentro”: • Utenti coinvolti, Feedback immediato • I clienti ci aiutano nel Business, se li ascoltiamo • Potremmo vedere e vendere molte cose in piu’ Ma per l’organizzazione IT di oggi • Troppe informazioni, dati, applicazioni, troppa velocita’ • Non organizzati/organizzabili, non facilmente trovabili • Quindi subiti, poco utilizzabili e poco sfruttati • Costosissimo, e con poco valore aggiunto 11
  12. 12. Enterprise2.0 per il Knowledge Workers: SLATES (Andrew McAfee del MIT) SLATES • Search • Links • Authoring • Tags • Extensions • Signals 12
  13. 13. Ecco quindi l’Enterprise 2.0 Il cliente partecipa, utilizzalo e fatti utilizzare: non solo Social Tools for the Enterprise 13
  14. 14. Il problema della introvabilita’ e’ percepito Ci sono tentativi • RSS, Atom, … – pubblica, descrivi, genera, cerca, aggrega e’ un inizio ma con molti limiti • Formati diversi, ricerca sintattica, equivocabilita’ alta 14
  15. 15. Il problema della introvabilita’ e’ percepito Ci sono tentativi • Tag e TagCloud – bookmark, classificazione, pubblica, ricerca e’ un inizio ma con molti limiti • Sintassi uguale, Semantica diversa • Per me ha un significato, per te un altro, e per l’azienda non esiste 15
  16. 16. Ecco il perche’ del Semantic Web 16
  17. 17. Enterprise 2.0 + Semantic Web Rendo i contenuti piu’ usabili e integrabili 17
  18. 18. Ecco il perche’ del Semantic Web 18
  19. 19. Semantic Web: il ruolo centrale degli standard La conoscenza (testi, oggetti, funzioni applicative) puo’ non dipendere piu’ dall’applicazione • RDF, RDFS, OWL • Esiste gia’ tanta conoscenza rappresentata in modo Standard e tanta puo’ essere creata • Come quando si passo’ dai dati proprietari usati in modo proprietario a RDBMS e SQL 19
  20. 20. Fino al Semantic Web Bisogna sfruttare di piu’ le macchine • Organizzare meglio e in modo piu’ flessibile • Per trovare piu’ facilmente le cose • Per utilizzare meglio le risorse esistenti (documenti, dati, funzionalita’) e che crescono sempre piu’ • Per non passare sempre attraverso manutenzioni applicative • Occorre trasferire piu’ conoscenza e meglio organizzata alle applicazioni • Occorrono informazioni interpretabili dalle macchine 20
  21. 21. Semantic Web cosa e’ La conoscenza si puo’ organizzare • Concetti definiti univocamente – URI, classificazioni, comportamenti • Contesti definiti univocamente – Domini, Campo di applicabilita’ dei concetti • Su concetti e contesti si puo’ ragionare, evolvono, si collegano tra loro • La conoscenza si aggrega • Fuori dalle applicazioni, rappresentata in modo standard, ma usata dalle applicazioni 21
  22. 22. Per concludere: Il mondo cambia…. Subire o Gestire? • L’influenza di Internet e’ inevitabile  + Estetica per coinvolgere (RIA)  + Collaborazione per coinvolgere (Blog, Wiki)  + Partecipazione per creare e scambiare valore (Social Web)  + Chiarezza per essere utili e sfruttare i contributi dell’utente (Tassonomie e Ontologie)  + Organizzazione delle informazioni per essere efficaci (Semantic Portal)  + Riutilizzo e meno manutenzione o riscrittura  + Architettura e + servizi (SOA fino a Semantic Integration) 22
  23. 23. Domande, confronto e... … i PC … gli OPT … le reti locali … Java … Internet Vi ricorda niente? … grazie per l’attenzione! Claudio Bergamini cbergamini@imolinfo.it 23

×