Redattori e sviluppatori insieme nella comunità di pratica dei comunicatori web

2,450 views

Published on

Intervento all'interno del VeneziaCamp 2010

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,450
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
276
Actions
Shares
0
Downloads
13
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Redattori e sviluppatori insieme nella comunità di pratica dei comunicatori web

  1. 1. di Alberto Ardizzone Redattori e sviluppatori insieme nella comunità di pratica dei comunicatori web di Alberto Ardizzone
  2. 2. Un anno fa a Monteporzio in aula… <ul><li>Comunicazione istituzionale e web </li></ul><ul><li>Comunicare per essere capiti </li></ul><ul><li>Il documento sul web </li></ul><ul><li>La comunicazione social </li></ul><ul><li>Web e e multimedia </li></ul>Il corso si è svolto da giugno 2009 a maggio 2010 a Monteporzio Catone, Napoli e L’Aquila
  3. 3. … ma non solo
  4. 4. Le slide in presenza… <ul><li>Scelta di docenti qualificati </li></ul><ul><li>Distribuzione di tutti i materiali con licenza Creative Commons </li></ul><ul><li>PROPOSTA </li></ul><ul><li>Richiedere a chiunque faccia formazione nella pubblica amministrazione di rilasciare i propri materiali con licenza Creative Commons del tipo Attribuzione – Non commerciale - Condividi nello stesso modo </li></ul>
  5. 5. … e le esercitazioni a distanza <ul><li>Documenti ben formati </li></ul><ul><li>Il dovere di farsi capire… </li></ul><ul><li>… da tutti </li></ul><ul><li>PROPOSTA </li></ul><ul><li>Arrivare a un modello di circolare condivisa almeno a livello regionale </li></ul><ul><li>Gruppo di aiuto e di confronto sugli aspetti redazionali e di scrittura </li></ul>
  6. 6. Qualche mese dopo, la tecnica…
  7. 7. … e le prime prove di CMS PROPOSTA Utilizzare un’architettura comune di sito e SOLO CMS open source PROPOSTA Pubblicare in ogni sito i costi sostenuti per realizzazione e gestione del sito
  8. 8. Intanto si cementano relazioni… <ul><li>REDATTORI </li></ul><ul><li>Redazione dei contenuti </li></ul><ul><li>Apertura di spazi in ambienti social </li></ul><ul><li>Strutturazione del testo </li></ul><ul><li>Semplificazione del linguaggio </li></ul><ul><li>Accessibilità dei contneuti </li></ul><ul><li>SVILUPPATORI </li></ul><ul><li>Modificano il tema proposto </li></ul><ul><li>Analizzano e ottimizzano i plugin </li></ul><ul><li>Intervengono sul codice </li></ul><ul><li>Modificano la veste grafica </li></ul>
  9. 9. … e vengono alla luce i primi lavori
  10. 10. I materiali non mancano Schede, tutorial, filmati d’aula, videotutorial, guide preparate dai corsisti, consigli pratici
  11. 11. Materiali d’aula su Youtube, blip.tv e slideshare
  12. 12. E non tardano le prime realizzazioni 1 USP di Messina
  13. 13. E non tardano le prime realizzazioni 2 USP di Ancona
  14. 14. E non tardano le prime realizzazioni 3 USR Veneto
  15. 15. E non tardano le prime realizzazioni 4 USR Lombardia
  16. 16. Ma come continuare? <ul><li>Come dare risposta ai bisogni delle altre province? </li></ul><ul><li>Come creare sinergie all’interno della stessa regione? </li></ul><ul><li>Come abbattere frontiere? </li></ul><ul><li>Come garantire continuità? </li></ul>
  17. 17. Per continuare sembrano occorrere <ul><li>Collaborazioni con persone esperte </li></ul><ul><li>Relazioni tra chi lavora negli uffici scolastici </li></ul><ul><li>Ambienti per mettere a disposizione i materiali e soprattutto le idee </li></ul><ul><li>Prospettive condivise per guardare oltre il proprio ufficio </li></ul><ul><li>Sinergie con altri attori che abitano gli stessi ambienti (la scuola, ma anche altre pubbliche amministrazioni) </li></ul>
  18. 18. Proposte in sintesi <ul><li>Richiedere a chiunque faccia formazione nella pubblica amministrazione di rilasciare i propri materiali con licenza del tipo Attribuzione – Non commerciale - Condividi nello stesso modo </li></ul><ul><li>Arrivare a un modello di circolare condivisa almeno a livello regionale </li></ul><ul><li>Utilizzare architetture comuni di sito </li></ul><ul><li>Utilizzare solo CMS open source </li></ul><ul><li>Pubblicare in ogni sito i costi sostenuti per realizzazione e gestione </li></ul><ul><li>Collaborare , creare sinergie, diffondere, distribuire, parlare, confrontarsi con esperti , altri colleghi, docenti , altre amministrazioni </li></ul><ul><li>Andare Verso una comunità di pratica dei comunicatori Web a scuola e negli uffici scolastici </li></ul>
  19. 19. A dopo Questa presentazione è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/ o spedisci una lettera a Creative Commons, 171 Second Street, Suite 300, San Francisco, California, 94105, USA. Diritti, marchi registrati e siti web riportati in immagini e url sono riservati e proprietà dei diretti interessati e relative aziende. Alcune immagini sono tratte dal Cd consegnato a fine corso MIUR e opera di Tino Giannini e Susanna Quaranta. Grazie a tutti i docenti del corso: Gianluca Affinito, Marco Bertoni, Marco Calvo, Alessio Cartocci, Michele Diodati, Giacomo Mason, Roberto Scano.
  20. 20. Due parole “ Le parole sono fatte, prima che per essere dette, per essere capite: proprio per questo, diceva un filosofo, gli dei ci hanno dato una lingua e due orecchie. Chi non si fa capire viola la libertà di parola dei suoi ascoltatori. È un maleducato, se parla in privato e da privato. È qualcosa di peggio se è un giornalista, un insegnante, un dipendente pubblico, un eletto dal popolo. Chi è al servizio di un pubblico ha il dovere costituzionale di farsi capire.” (Tullio De Mauro)

×