Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Infrabg verzeri cortinovis 20160517

384 views

Published on

Esercitazione storia, restauro, centro Bergamo, tracciati antichi Roggia Serio (fossatum Pergami), muraine, per un nuovo assetto infrastrutturale e socioeconomico, con pedonalizzazione del centro e interramento attraversamenti veicolari, parcheggi e centro servizi/commercio.. Risalita meccanizzata di collegamento in città alta.
Ricerca esercitazione tessuto storico Centri città Bergamo e provincia, reti d'acqua storiche come Roggia Serio, ipotesi di attraversamento interrato, nuova mobilità e tempi urbani, rigenerazione di superficie e utilizzo del sottosuolo per parcheggi, commercio e servizi infrapiazza, opportunità di investimenti e occasioni di finanziamenti pubblico/privato con rivalorizzazioni immobiliari per attività socioeconomiche. Connessione e correlazione fra luoghi urbani di Città Alta e Bassa per aggiornata riproposizione risalita in scale mobili e ricostituzione della connaturazione costitutiva di capoluigo del territorio provinciale. Utopie e proposte a confronto.

Published in: Real Estate
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Infrabg verzeri cortinovis 20160517

  1. 1. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 1 arch. Alfredo Verzeri 035516437 info@alfredoverzeri.it via SS. 7 Fratelli Martiri 30, 24020 Ranica arch. Antonio Cortinovis 036392243 cortinovis_879@yahoo.it via Provinciale 12, 24050 Ghisalba ESERCITAZIONE STORICO- URBANA IN e FRA la CITTÀ di BERGAMO Bozza 20150307 agg. 20160604 per info www.infrabg.it Link video animazione https://vimeo.com/alfredoverzeri Link slide www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/infra-bg-verzeri-cortinovis
  2. 2. Creative Commons per infraBG infraBG di Alfredo Verzeri è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Based on a work at www.alfredoverzeri.it. Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso www.alfredoverzeri.it. Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Per leggere una copia della licenza visita il sito web http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/. cbnaAttribution-NonCommercial-ShareAlike C 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 2
  3. 3. a Bergamo Terra che ’l Serio bagna e ’l Brembo inonda, che monti e valli mostri a l’una mano ed a l’altra il tuo verde e largo piano, or ampia ed or sublime ed or profonda; perch’io cercassi pur di sponda in sponda Nilo, Istro, Gange o s’altro è piú lontano, o mar da terren chiuso o l’oceano, che d’ogni intorno lui cinge e circonda, riveder non potrei parte piú cara e gradita di te, da cui mi venne in riva al gran Tirren famoso padre, che fra l’arme cantò rime leggiadre; benché la fama tua pur si rischiara e Si dispiega al ciel con altre penne. Torquato Tasso 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 3
  4. 4. a Bergamo per Bergamo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 4 È presumibile che il Poeta, ospite seppure in poche occasioni in casa di Famiglia Tassis, amasse il Serio e il Brembo ed anche le diramazioni delle acque in rogge e canali, che conformavano il paesaggio e la struttura degli insediamenti urbani e produttivi di quell’epoca, sia nei pressi della residenza in Bergamo, nei borghi di S. Antonio-Pignolo, sia nella casa di Zanica. Benché considerasse il fiume Serio diverso dal Brembo – pure se di carattere torrentizio - ma entrambi importanti perché vi si derivavano acque con opere idrauliche corpose che costituivano un reticolo che portava il loro vitale flusso alle terre e alle manifatture del territorio bergamasco, a tal punto da renderlo un elemento non solo caratterizzante, ma ispiratore dei versi del poeta di sangue orobico, seppure trasferitosi a Sorrento.
  5. 5. Le motivazioni per ri-pensarci Diverse sono le occasioni per ascoltare, affrontare, riflettere e nel confronto, approfondire i temi della città. E’ un percorso nella continuità, pur se si riprendono istanze precedenti o processi abbandonati: conta cogliere l’intento a ri-provarci per contribuire come atto di disponibilità basata sulla convinzione di suggerire riflessioni e proposte sincere. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 5
  6. 6. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 6
  7. 7. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 7
  8. 8. Domenica centro pedonalizzato Molti eventi e auto sconsigliate - Cronaca Bergamo 1 Ritorno al Futuro (passato….) 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 8 Prime note Sequenza di appunti e primi confronti di valutazione d’interesse sul tema di confronto di un’ipotesi, fra le tante possibili.
  9. 9. RECUPERO VALORIALE-MEMORIALE La suggestione dei cuori della città è tale perché riassume tempi storici e presenze multivaloriali: in questo è necessario assumere un punto di partenza e una direzione. Serve tuttavia riferirsi a un metodo per sapersi rapportare con tale condizione di ricerca e coinvolgimento. Quindi il recupero inteso come facoltà ri-cognitiva, capace di collocarsi nel presente ma fra passato e futuro. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 9
  10. 10. Storylab, Bancarella Fuori Porta Nuova, fine ‘800 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 10 Storylab, Bergamo Tram Elettrico Porta Nuova, inizi XX Sec. Storylab, Bergamo Centro, 1946 Storylab, Bergamo stampa Porta Nuova e Città Alta
  11. 11. Storylab, Porta Nuova deserta 1910 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 11 Storylab, Bergamo, viale Papa Giovanni Storylab, Bergamo seminario, incrocio di funicolari Storylab, Bergamo, tram a cavalli in Contrada di Prato Storylab, Porta Nuova, cartolina emessa per l’abolizione dei cancelli daziari, 1901 Storylab, Bergamo Porta Nuova, a colori, 1905
  12. 12. Storylab, Bergamo piazza libertà, Viale Vittorio Emanuele, anni ‘40 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 12 Storylab, Bergamo Porta Nuova, partenza per la Colonia-Bagni di Sole, 1930 Storylab, scavi a Bergamo in piazza Dante, (Diurno), rifugio antiaereo Storylab, Porta Nuova, pedoni movimento in città Storylab, Locandina Referendum Municipalizzazione Servizio Trasporto, 1907
  13. 13. Storylab, Bergamo, dal Ponte di S. Caterina 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 13 Storylab, parte interrata delle Muraine, Via Palma Il Vecchio Storylab, Colognola, La Guidana, scolaresca, 1952 Storylab, Anni ’50,Il Comune Invita a transitare sulle Zebre
  14. 14. Dal Piano del Verde al Piano «dal» Blu Per tema assumiamo in analogia ai Piani del Verde (che constatano le residualità nelle conurbazioni), il Piano ‘dal’ Blu, inteso non solo quale rete delle presenze irrigue del territorio, ma quale percorso per-formativo conseguente a tali risorse; sia per le terre coltive sia per le parti di città costituitesi fino a poco più di mezzo secolo fa: Bergamo sia Città dei Mille, sia dei mille «molini, magli, rote, folli». Obiettivo è ponderare quale riattivazione idraulico-energetica sia possibile oltre che assumere un quadro di conoscenza sistemico di tali reti idriche, valutando la valenza funzionale possibile. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 14 Ad esempio il Parco Caprotti trasse alimento dalla Roggia Serio Nuova formando arredo e giochi d’acqua. Oggi, isolato, non connotato da relazioni palesi, contornato da una massiva edificazione, è architettonicamente degradato per la scarsa manutenzione. Il suo verde rimasto dell’ex Stabilimento di Via Pradello, già Istituto Tessile di rilevanza storica, pare del tutto isolato. Il tratto scoperto della roggia nel Parco del Monastero Celestini-Giardini Rosselli, viene negato nella sua valenza storica, paesistica e funzionale che aveva. Anche al confine del cortile ora Gamec -ex Convento Suore Servite- non è valorizzato e insignificante sia rispetto al complesso di pregio architettonico- paesistico (che segue al parco Suardi), sia quale opera ingegneristica funzionale di attraversamento sotterraneo dell’edificato sino in fregio all’Accademia Carrara.
  15. 15. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 15 Celestini Caprotti Gamec Parco Suardi Celesti ni Caprot ti Gamec Parco Suardi Fiera di Pietra Rapu 1906 bergamo029 piano regolatore strade Abelardi
  16. 16. FLORA BERGAMASCA Notiziario FAB 45 parco Caprotti_26 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 16 CATASTO LOMBARDO VENETO primo rilievo Bergamo Parco Caprotti Roggia serio01 Rapu 1892 Bergamo020 Piano regolatore interno strade Fornoni Bonicelli Stabilimento Caprotti Parco Caprotti
  17. 17. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 17
  18. 18. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 18 CATASTO LOMBARDO VENETO primo rilievo 1808 Valtezze celestini roggia rio Bigolo 01 Celestini Giardini Rosselli
  19. 19. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 19 Roggia Serio Nuova ai Celestini Parco Rosselli Roggia Serio Nuova fra ex Stabilimento via Pradello e Parco Caprotti
  20. 20. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 20 Roggia nuova al cortile Gamec
  21. 21. Logo = Forma di esercizio metaforico diretto sono: il simbolo, la sintesi, la trasfigurazione, la trasmissione che intervengono nella comunicazione = Logica 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 21
  22. 22. A - Consultazione del luogo Colloqui della ricerca • Il prato di S. Alessandro era luogo d’interpolazione fra i borghi S. Alessandro e Pignolo, che nella epoca recente dopo la demolizione della Fiera di Pietra ebbe il nodo dell’intero sistema urbano determinandone l’assetto. • Venne strutturato sulla base di configurazioni spaziali e di servizio tipiche di un’epoca di transizione dei sistemi viari e delle zonizzazioni urbane. • Tali parametri già in mutazione nel periodo di formazione, si sono progressivamente modificati pur mantenendo la configurazione spaziale costitutiva: il risultato oggi è ‘cosa altra’ da quella ricercata e progettata. • Permane quale luogo di riferimento per il territorio orobico, assumendo valenza extracittadina. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 222016-06-06
  23. 23. A.1 - Punto dell’idea(le) di città Ascesi epocale 1) Caratterizzatosi in origine come punto di transito-incontro, quindi come luogo di scambio commerciale ed economico, poi come ambito privilegiato per sedi delle istituzioni sociali e culturali, oggi - oltre che amalgama dei precedenti ruoli - vede dominare la funzione di attraversamento veicolare estraneo e prevalente sulle altre. Questo non è solo un aspetto determinato dal sistema viabilistico e dall’incidenza della rendita urbana e immobiliare preponderanti dal dopoguerra in urbanistica, architettonica ed edilizia, ma, nel tempo, si manifestano modificazioni profonde delle modalità di rapporto nello spazio, che si incontrano e contrappongono nell’intero contesto sia urbano che sovra-urbano. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 232016-06-06
  24. 24. B - Spunti di ricerca: • Da un lato, agendo sulle componenti del medesimo, si potrebbe correggere e adeguare un sistema urbano per mantenerne il funzionamento e le caratteristiche; • dall’altro se disgregato da modalità d’uso che si sono modificate nel tempo, perciò alterato, diviene necessario ripensare gli obiettivi identitari e funzionali del sistema complessivo da correlare agli organismi esistenti e che ai diversi modi d’uso delle infrastrutture a essi congruenti. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 242016-06-06
  25. 25. C- Ri-con-figurazioni del possibile -1 Tentativi per ipotesi 1) Dal primo insediamento sul monte, alle propaggini dei borghi, alla crescita del sistema produttivo innervato colle connessioni viarie e di rogge, all’organizzazione delle cinte murarie fra urbano ed extraurbano, al superamento del sistema delle mura venete e delle cinte daziarie, al nuovo assetto viabilistico: le scelte definite e progettate dai vari attori e decisori in svariate successioni, impongono, consapevoli dalla condizione attuale, la questione precipua di come mirare a una scelta di un futuro riedito organismo. 2) Tali fasi possono porre istanze d’interventi straordinari sia a seguito di processi in corso sia per opportunità contingenti, od anche dipendenti da necessità, di ordine culturale, tecnologico ed economico. 3) Il tema posto da BG Public Space «Centro Piacentiniano» pone due questioni: È Centro: di cosa, di come, da quando? Piacentiniano e/o Murnigottiano: di chi? per chi? E’ più un baricentro, poiché al di là delle funzioni istituzionali, commerciali ecc. si pone in relazione equidistante con le formazioni storiche, costitutive e caratteriali della Bergamo composta fra Città Alta, borghi, e le zone antiche «fuori le mura». Un centro dovrebbe essere luogo di incontro della cittadinanza, carattere che dalla sua costituzione di fine ‘800 ha effettivamente maturato, ma si è costituito con i limiti della progressiva captazione di questi requisiti scontando comunque l’aver dovuto assumere la riorganizzazione viabilistica, sia la rendita urbana di pregio (nel senso neutro del termine ovvero la convenienza di un luogo rispetto ad altri per scelte di legittimo mercato edilizio). Quale capoluogo, dovendo introiettare servizi ulteriori alle dimensioni compatibili con un centro urbano, il centro «semistorico di Bergamo bassa» subisce le inesorabili interferenze tra le attività pubbliche e quelle private, conseguentemente con quanto ne ricade sulla vivibilità residenziale, turistica e commerciale oltre che culturale del centro (e di riflesso degli altri centri/poli). infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 252016-06-06
  26. 26. «Centro Piacentiniano e/o Murnigottiano» Se rapportato alla dimensione urbana, c’è tutto: è la seconda parte della città. Tuttavia le relazioni fra gli elementi costitutivi sono condizionate da carenze e interferenze che è necessario man mano mediare, sia recuperando caratteri decaduti che, se riproposti, potrebbero divenire rigeneranti, sia introducendone di aggiornati rispetto alle mutate condizioni socio economiche, ma proiettate verso una ulteriore e migliore qualità urbana. La firma finale del cosiddetto Centro Piacentiniano, ovvero la dizione tramandata alla storia, va intesa come sigla di un processo programmato e pianificato in precedenza per circa mezzo secolo. Occorre evidenziare, e ciò potrà sorprendere, ma la rappresentazione della riorganizzazione effettiva affidata a un concorso complesso, da ultimo «assegnato» a Piacentini, ricalca in modo sostanziale indirizzi, in specie di relazione con Città Alta, che già il progetto dell’ingegnere Giuseppe Murnigotti (non certo inferiore a quello di Piacentini) nel 1892 proponeva - questione già nota e studiata; si intende rendere merito al vero ideatore e precursore del Nuovo Centro di Bergamo. In ogni caso il Centro si pone come un tassello del tracciato complessivo. Ora si tratta di riconoscere tale scelta, derivata dalla dismissione fieristica e al superamento del sistema di cinta daziaria, di forte impianto architettonico, di nuova formazione urbanistica. Occorre riconsiderare come i caratteri che fondevano le trame edilizie di quei progetti si basavano sulla misura dell’incontro «transitivo» fra persone e mezzi, che poté convivere per lungo tempo, sino a quando il motore a scoppio non prevalse definitivamente imponendo i propri ritmi alla fine degli anni ’40. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 262016-06-06
  27. 27. L’analisi di confronto va quindi riportata dalle fondative relazioni e attività urbane tra amministratori, gestori, fruitori e cittadini e, all’attualità, va riferita all’accessibilità dei mezzi, alle reti di trasporto e ai sistemi di comunicazione rispetto alla redditività immobiliare delle risorse infrastrutturali. Non che i vari aspetti siano necessariamente inconciliabili, ma occorre comprenderne i pesi, le valenze e le prospettive: quali azioni urbane si possono attivare per recuperare le valenze dell’impianto centrale inteso come luogo attrattore ed emanatore non meramente fisico e geometrico in questione? infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 272016-06-06 Ipotesi: affrontare il tema significa farlo contestualmente sia per via analitico-critica che ipotetico-operativa. Come premesso, sperimentare ipotesi di intervento consente di misurare e di misurarsi sul tema, disponibili ad aprirsi a contributi specialistici e sempre utili nel dibattito sulla città.
  28. 28. Ipotesi in+fra+BG -1 E’ palese la congestione del luogo in presenza del traffico e qualora si introduca la chiusura, viene spontaneo chiedersi come e se sia possibile riottenere la condizione «naturale» del centro: quella «di incontro» non condizionata dai veicoli; al contempo come recuperare le peculiarità dello spazio storicamente segnato da forme, reti e infrastrutture costitutive. In sostanza, trasfigurare i caratteri di «esternità» del centro per rivalorizzarlo in una nuova «internità» nella città. Quindi ripercorrere per in-filtrazione dei contesti a-temporali, fra reti e infrastrutture, ciò che si è sedimentato nella storia urbana quale parte significante della città capoluogo come la sigla di area vasta BG vuol denotare. Forse è destino tornare alle figurazioni futuriste che all’epoca del concorso 1906 cominciavano ad affrontare il problema della gestione dei flussi delle presenze veicolari negli spazi vitali della città; quindi, senza rinunciare alla presenza per l’accessibilità nel centro e delle sue percorrenze urbane ed extraurbane, si pone l’opportunità di distinguere e regolamentare le interferenze incompatibili sia col senso fondativo del luogo sia con il suo possibile sviluppo e miglioramento. Certo, oggi la viabilità digitale configura ulteriori scenari anche rispetto ai futuribili mezzi di trasporto individuali o collettivi. I termini lessicali, mutuabili dalle reti informatiche, sono disparati, ma in Italia le radici linguistiche che hanno informato la semantica di riferimento espressa cum latino sensu di «infra» lega sia colla tradizione che con l’ inglese di riferimento attuale. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 282016-06-06
  29. 29. Ipotesi in+fra+BG -2 • Caratteristiche/obiettivi • Costi al metro lineare € ……………. • Sviluppo circa 1.000 m • Tot costo € ……………….. • Aumento valori immobiliari per la nuova zona pedonale • Incremento attrattività turistico commerciale • Scambi volumetrici per eventuali demolizioni • Riduzione consumi, inquinamento (filtraggio, recupero calore), tempi privati e pubblici (risparmio mezzi) • Integrabilità parcheggi e spazi sotterranei/seminterrati • Nuovi servizi e funzioni immobiliari • Tariffa transito (possibile) • Ammortamento anni ……………… infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 292016-06-06
  30. 30. Rapu 1884 Bergamo046_04 Sistemazione Fiera Bergamo Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 30 Rapu 1889 Bergamo011 piano regolatore Fiera Bergamo Frizzoni
  31. 31. Rapu 1891 Bergamo012 Sistemazione Fiera Murnigotti Planimetria 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 31
  32. 32. Rapu 1891 Bergamo013 Sistemazione Fiera Murnigotti Prospettiva 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 32 Rapu 1891 Bergamo014 Sistemazione Fiera Murnigotti Facciate
  33. 33. Rapu 1892 bergamo021 Nuovo piano regolatore trasformazione Fiera giunta 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 33
  34. 34. Rapu 1892 Bergamo046_07 Modificazioni progetto Murnigotti fiera 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 34
  35. 35. Rapu 1900 bergamo023 piano regolatore strade 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 35 Rapu 1906 bergamo029 piano regolatore strade Abelardi Rapu 1904 bergamo027 Chitò Strada Dritta Città Alta
  36. 36. Rapu 1906 bergamo032 prg cavalcavia di S. Bernardino 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 36 Rapu 1906 bergamo033 prg allargamento via Tasso piazza S. Spirito Rapu 1906 bergamo164 prg Strada via S. Giovanni piazza Baroni tronco KK Rapu 1906 bergamo168 prg Passaggio via Lazzaro Broseta Pradello Rapu 1906 bergamo173 prg Sistemazione S. Caterina piazza S. Spirito Tasso
  37. 37. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 37 Rapu 1906 Bergamo046_20 Piacentini 1° concorso planimetria Rapu 1906 Bergamo046_21 Piacentini 1 concorso planimetria scelta Rapu 1906 Bergamo046_15 sistemazione fiera Chitò Galleria S. Marta
  38. 38. Rapu 1917 Bergamo 045 prospettiva Fiera delibera 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 38 Rapu 1911 Bergamo 044 progetto fiera Piacentini delibera planimetria Rapu 1917 Bergamo 042 Planimetria Fiera delibera disegno autografo Piacentini
  39. 39. Rapu 1956 Bergamo 063 Planimetria centrale PRG Muzio città 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 39
  40. 40. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 40 infra BG THE doors: J. Morrison, R. Manzarek, R. Krieger, J. Densmore. 1967
  41. 41. Riferimenti pre-progettuali «… al Piano Urbano Mobilità 2008 4.2 Indirizzi del Piano INFRASTRUTTURE STRADALI L’obiettivo del PUM è la riduzione del traffico, pertanto la realizzazione di nuove infrastrutture stradali deve essere finalizzata al recupero ambientale e funzionale di assi di traffico esistenti o a risolvere situazioni di congestione comunque non risolvibili da interventi multimodali. Si punta comunque ad eliminare il traffico di attraversamento da tutti i quartieri…» Gli scenari e le ipotesi di intervento in prospettiva di obiettivi futuri dipendono da scelte praticabili: il transito sottosuolo può essere termine di riferimento, non solo come soluzione infrastrutturale, ma quale opportunità di valutazione fra le valenze del trasporto pubblico e privato, veicolare e ciclopedonale, con lo scopo precipuo di minimizzare i tempi di transito sia di veicoli privati sia di mezzi pubblici; con la conseguenza di limitare i consumi e l’emissione di inquinanti - prodotti alle soste semaforiche - e inoltre disporre di superfici aperte senza interferenza veicolare. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 41 Progetto nell’accezione di «ponte alla conoscenza», che presuppone la preventiva indagine stratigrafica e archeologica del sottosuolo, sia ai fini di una sua preservazione sia per una verifica di compatibilità con le preesistenze infrastrutturali.
  42. 42. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 42
  43. 43. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 432016-06-06
  44. 44. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 442016-06-06
  45. 45. infraBG Verzeri 20150428_03 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 45 Ipotesi sistema infra Sentierone con anfiteatro e giardino di relazione fra le quote
  46. 46. infraBG Verzeri 20150428_08 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 46 infraBG Verzeri 20150428_10
  47. 47. infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 472016-06-06 infraBG Verzeri 20150428_04
  48. 48. infraBG Verzeri 20150428_07 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 48 infraBG Verzeri 20150428_09
  49. 49. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 49 Ipotesi accesso tunnel di via Camozzi e scopertura Roggia Serio
  50. 50. SCHEMA INFRACITTÀ 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 50
  51. 51. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 51 SCHEMA INFRACITTÀ
  52. 52. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 52 SCHEMA INFRACITTÀ
  53. 53. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 53 SCHEMA INFRACITTÀ
  54. 54. infraBG Verzeri 20160105_06infraBG Verzeri 20160105_07 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 54 infraBG Verzeri 20160105_13 infraBG Verzeri 20160105_16 Ipotesi recupero spaziale sottosuolo per attività civico-commerciali
  55. 55. infraBG Verzeri 20160105_34 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 55 infraBG Verzeri 20160105_41 infraBG Verzeri 20160105_44 infraBG Verzeri 20160105_33 Schemi e «re-visioni» dal sopra e dal sotto degli organismi urbani -1
  56. 56. infraBG Verzeri 20160108_11 infraBG Verzeri 20160108_13 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 56 infraBG Verzeri 20160108_18infraBG Verzeri 20160108_19 Schemi e «re-visioni» dal sopra e dal sotto degli organismi urbani -2
  57. 57. infraBG Verzeri 20160112_17 infraBG Verzeri 20160112_18 infraBG Verzeri 20160112_19 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 57 Organizzazione spazi servizi, commercio, di relazione «infraPiazza» -1
  58. 58. infraBG Verzeri 20160112_21 infraBG Verzeri 20160112_24 infraBG Verzeri 20160112_25 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 58 infraBG Verzeri 20160112_29 Organizzazione spazi servizi, commercio, di relazione «infraPiazza» -1
  59. 59. infraBG Verzeri 20160112_01 infraBG Verzeri 20160112_02 infraBG Verzeri 20160112_03 infraBG Verzeri 20160112_04 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 59 Organizzazione spazi servizi, commercio, di relazione «infraPiazza» -2
  60. 60. infraBG Verzeri 20160112_05 infraBG Verzeri 20160112_06 infraBG Verzeri 20160112_07 infraBG Verzeri 20160112_08 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 60 Organizzazione spazi servizi, commercio, di relazione «infraPiazza» -3
  61. 61. infraBG Verzeri 20160112_09 infraBG Verzeri 20160112_10 infraBG Verzeri 20160112_11 infraBG Verzeri 20160112_12 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 61 Organizzazione spazi servizi, commercio, di relazione «infraPiazza» -4
  62. 62. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 62 Dal restauro alla città Note per Concorso Ateneo Restaura Bergamo 2016 Pensare al restauro quale intervento, conservativo e progettuale, su di un organismo quale esso sia offre l’opportunità di mutuare discipline e tecniche che l’elaborazione concettuale deve declinare rispetto al contesto ed alle opportunità. Primo referente di restauro è l’ambiente, nella sua accezione storica socioculturale, ovvero ciò che la disciplina del restauro informa come presupposto fondante, e rispetto alla quale si dipanano gradi e applicazioni, dal minimo elemento della rete al complesso paesaggistico, alle rigenerazioni urbane. In tal senso la proposta infraBG non può che essere una fra le altre modalità di approccio, col fine di mettere a tema i diversi aspetti; alla ricerca di un registro per il potenziale intervento (specie se inespresso), quantomeno preventivo e preservativo dell’insito fine progettuale collettivo. Le esemplificazioni infrastrutturali veicolari, la gestione degli spazi sotterranei (dislocazioni e relazioni percettive di transizione fra i livelli, oppure i captatori di luce solare innovativi, ecc.), la rielaborazione del sistema pedonalizzato, la ridefinizione di limiti con i portali che riconnettono e riscoprono fra Muraine e Fossatum Pergami l’intra e l’extra moenia de facto dell’urbanesimo novecentesco «autovincolante», vogliono interrogare lo stato dell’arte che compete ad una Città nella Storia.
  63. 63. infraBG_Verzeri_20160331_render_Ateneo_su_Donizetti infraBG_Verzeri_20160331_render_Balzer_alta_su_guiardino 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 63 Elaborazione strato urbano e di correlazione sottosuolo -1
  64. 64. infraBG_Verzeri_20160331_render_Balzer_alta_su_torre_caduti infraBG_Verzeri_20160331_render_Barolomeo_su_sentierone 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 64
  65. 65. infraBG_Verzeri_20160331_render_Bartolomeo_alta_su_giardino infraBG_Verzeri_20160331_render_Bartolomeo_alta_su_sentierone 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 65
  66. 66. infraBG_Verzeri_20160331_render_Bartolomeo_media_su_sentierone infraBG_Verzeri_20160331_render_Bartolomeo_zenit_su_Orsola 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 66
  67. 67. infraBG_Verzeri_20160331_render_Confindustria_alta_su_svincolo_provincia infraBG_Verzeri_20160331_render_Confindustria_zenit_su_Provincia 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 67
  68. 68. infraBG_Verzeri_20160331_render_Donizetti_alta_su_Prefettura infraBG_Verzeri_20160331_render_Donizetti_est_su_giardino 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 68
  69. 69. infraBG_Verzeri_20160331_render_Emanuele_alta_su_Porta_Nuova infraBG_Verzeri_20160331_render_Emanuele_su_porta_Nuova 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 69
  70. 70. infraBG_Verzeri_20160331_render_Emanuele_zenit_su_incrocio infraBG_Verzeri_20160331_render_Esedra_su_incrocio 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 70
  71. 71. infraBG_Verzeri_20160331_render_ex_laghetto_su_giardino infraBG_Verzeri_20160331_render_Frizzoni_alta_su_esedra 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 71
  72. 72. infraBG_Verzeri_20160331_render_Frizzoni_su_portale_ovest infraBG_Verzeri_20160331_render_Frizzoni_su_rampa_sentierone 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 72
  73. 73. infraBG_Verzeri_20160331_render_Frizzoni_zenit_su_incrocio infraBG_Verzeri_20160331_render_Incrocio_alta_su_esedra 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 73
  74. 74. infraBG_Verzeri_20160331_render_Incrocio_su_Emaniele infraBG_Verzeri_20160331_render_Orsola_alta_verso_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 74
  75. 75. infraBG_Verzeri_20160331_render_Planimetria infraBG_Verzeri_20160331_render_porta_est_su_Porta_Nuova 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 75
  76. 76. infraBG_Verzeri_20160331_render_Porta_Nuova_Finestra_giardino infraBG_Verzeri_20160331_render_Porta_Nuova_su_portale_ovest 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 76
  77. 77. infraBG_Verzeri_20160331_render_Porta_nuova_zenit_su_incrocio infraBG_Verzeri_20160331_render_Porta_prato_su_esedra 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 77
  78. 78. infraBG_Verzeri_20160331_render_portale_est_su_porta_nuova infraBG_Verzeri_20160331_render_sotto_da_Emauele 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 78
  79. 79. Ipotesi in+fra+BG -3 DATI SIMULAZIONE CENTRO SERVIZI-COMMERCIO- PARKING-RELAZIONE-VERDE • Superficie di intervento mq 30000 • Piani parcheggio posti auto 400 x 3 = 1200 • Piani servizi-commercio spazi attrezzabili mq 15000 x 6 = mq 90000 • Piani servizi-commercio verde-percorsi-di relazione mq 5000 x 6 = mq 30000 • Piano tecnico di base mq 30000 • Volume di microclimatizzazione mq 30000 x hm 40 = mc 1200000 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 792016-06-06
  80. 80. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 80 Dall’idea al progetto -1 Centro servizi-commercio-infrapiazza Implementare il sistema di superficie restituito alla conformazione di incontro pubblico qualora svincolato dai limiti e intromissioni del traffico veicolare, anzi fruendone per la sua soluzione di sottopasso e spazi parcheggio, quindi apporto compatibile di flusso socio economico e culturale, richiede correlazioni di contesto e di fruibilità in continuum fra gli ambiti urbani percorribili, perciò ancor meglio modulabili nella compartecipazione fra investimenti e gestione del territorio. Una prima ipotesi progettuale esemplificativa per il sottosuolo (ma altrettante potrebbero esperirsi riguardo alla rinnovabile pianificazione di superficie PGT-PUGSS) assume in prima istanza la necessità di collegarsi con favorevole accessibilità pedonale e ciclabile (oltre i dovuti sistemi meccanici per la larga fruizione) trasformando un problema di dislivello da superare in favorevoli rampe e collegamenti di distribuzione e integrazione, come quelli spazialmente caratteristici dell’assetto morfologico acclive della città e di analoghe architetture del territorio orobico. Le rampe sono l’esperienzialità storica fra reti locali e globali [ arte cultura ] procurata dai percorsi dei borghi verso Città Alta così come quelle delle reti viarie storiche pedemontane e vallive: rampa Leuceris, rampa Pignolo, rampa Mercatorum, rampa Ferdinandea. Anche la distribuzione dei pianori balconati assumono un riferimento e funzione consimile alle giaciture dei terrazzamenti agrari [ ambiente turismo ] caratteristici dei colli cittadini e montani, palchi e spalti sullo scenario della piazza inferiore attrezzabile per spettacoli e rappresentazioni. In altra modalità le vetrine col loro andamento cangiante rispecchiano le fluenze di fiumi e canali d’acqua da cui il tema infraBG prende le mosse.
  81. 81. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 81 Dall’idea al progetto -2 Centro servizi-commercio-infrapiazza Altri aspetti da sviluppare, quali quelli identitari e connotativi di materiali e tecniche locali, sono l’impiego della pietra e del mattone [ costruzioni artigianato industria ], riconoscibili ambasciatori della perizia costruttiva bergamasca. Nel novero di segni e simboli quali forme, funzioni e colori potrebbero riferirsi al giallo oro della produzione serica [ moda stile ] tanto quanto della maiscoltura [ enogastronomia tipicità ] nella versione di companatico della polenta (anche dolce tipico); oppure il rosso delle terrecotte assunti dal medesimo stemma cittadino colla corona solare a 18 raggiature che organizzano il sistema illuminotecnico energetico e sensoriale [ ricerca sviluppo ], oppure la configurazione pavimentale a tastiera delle piazze inferiori frapposte al Donizetti [ musica letteratura ]. Un progetto di recupero ideale per la riorganizzazione dei luoghi centrali riguarda non solo la città o la merceologia (comunque analizzabile per l'aspetto funzionale, operativo, gestionale ed economico) ma il fulcro di un territorio che potrebbe fornire molteplici elaborazioni ed opportunità di rappresentanza, esposizione e soprattutto incontro fisico, proprio nell'epoca ove la multimedialitá venga intesa quale ulteriore opzione e strumento virtuale atta a valorizzare ed agevolare l'irriducibile incontro nel reale, non già a surrogarlo. Ecco che "l'infrapiazza" rappresenta il focus delle modalità territoriali, fra pianura, laghi, colli e monti della originaria quadra bergamasca, e viene spontaneo pensare (in conseguenza alle analisi di ricerca della città quale capoluogo ovvero il capo dei luoghi, una fra le varie Bergamo concomitanti) ad un locus di eccellenza ed espressione dell'intero contesto provinciale.
  82. 82. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 82 Dall’idea al progetto -3 Centro servizi-commercio-infrapiazza Dalla fertile pianura fra fiumi e laghi interrelata sin dal mondo antico della via Lauceris pre romana; ai suburbi attestati fra il centro elevato dell'insediamento cittadino e l’intra ed extra moenia come il borgo Pignolo; alla Mercatorum (poi Priula) che collegava le risorse umane e naturali fra il riferimento capitolare e le vie di comunicazione vallive; alla Ferdinandea 1845 che definisce l'assetto moderno con una «rampa» agevole che per la città duale raccorda i due livelli (per «scendere» dal primo livello del centro antico), della quale va recuperata la prefigurazione di capoluogo nella nuova modalità di collegamento fra mutate referenze esterne (nazionali ed istituzionali) e conterranee (meno vincolate funzionalmente al caposaldo storico), e, che fa pensare in analogia alla rivoluzione dei trasporti immateriali digitali quindi ad un oggi riferibile alla Bergamo nel mondo, opportunità ed occasione di coinvolgimento internazionale. Dualità intesa come declinazioni di centralità (non policentrismo) e trame urbane incluse quelle immateriali, e significato di apertura all'innovazione fondata sulle radici nutritive del substrato storico. In area vasta aver investito, e investire su infrastrutture territoriali richiederebbe, per logica confacente e reciproca valorizzazione, una struttura di riferimento integrato che l'ipotesi infraBg propone (posto che non sia l'unica o miglior soluzione se confrontata con altrettante ipotesi di sviluppo del centro «Murnigottiano» 1891 adottato e attuato tramite il concorso del 1906 «formalmente» assegnato al Piacentini), anche considerato che l'ultima fase di sviluppo urbanistico caratterizzante fu assunta con ben minori risorse ormai 150 anni or sono colla rielaborazione del centro a seguito della dismissione dell'antica fiera (appunto espositiva dell'intero ambito orobico).
  83. 83. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 83 Dall’idea al progetto -4 Centro servizi-commercio-infrapiazza Insomma un terzo centro che torna alla primigenia costitutiva configurazione tramite un punto di approdo, passaggio, controllo e distribuzione per una comunità ed un carattere fra concretezza e inventiva. Per un verso si direbbe riappropriazione della presenza provinciale affidata al capoluogo affinché la esponga e diffonda come nell'antica fiera, per altro verso si assommerebbe tale rappresentanza provinciale a quella cittadina che ne gioverebbe dato l'incremento di attrattiva e complementarietà fra i rigenerati livelli edilizi e dislocazioni dei tre centri: quello nuovo infrasuolo, quello riaperto alla frequentazione ciclopedonale di più ampio circondario per città bassa, e quello meglio collegato e relazionato di città alta. La vera sfida non sta tanto nell’aspetto costruttivo-infrastrutturale-finanziario, che in fondo anche per Bergamo non è più di tante altre opere in sotterraneo o fuori terra di città e provincia, ma nel coinvolgere, nel proporsi e nel saper proporre uno sviluppo espressivo di risorse e capacità all’altezza delle potenzialità che la storia ci ha consegnato.
  84. 84. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 84 carta Scolari 1680 Vie MERCATORUM e PRIULA carta Peutingeriana - particolare itinerario Bergomum - LEUCERIS - Brixia (335 d.C.) Dalle prime reti di comunicazione ai livelli di relazione spazio temporale fisiche e virtuali
  85. 85. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 85 CITTÀ ALTA E BORGHI - Manzini 1816 STRADA FERDINANDEA 1837 Dagli spalti a rampa delle mura I livelli raccordati dalla Ferdinandea Salita del Borgo Pignolo Morfologia e architettura dei luoghi e del paesaggio storico
  86. 86. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 86 Percorsi acclivi Bergamo città e provincia: il salire metafora della vita
  87. 87. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 87 Dalla porta san Lorenzo, in Città Alta, aveva inizio la strada Priula Percorsi acclivi Bergamo città e provincia: il salire metafora della vita
  88. 88. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 88 Terrazzamenti agrari, spalti livelli naturali e antropici
  89. 89. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 89 Colori, sapori, percezione e sensorialità
  90. 90. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 90 Artigianato, tecnica, lavoro, stile
  91. 91. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 91 Pianoforte Casa Donizetti Storia, cultura, arte
  92. 92. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 92 Tecnologie illuminamento naturale e complementare emulata
  93. 93. infraBG Verzeri 20160405_renderINT Park03 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 93 infraBG Verzeri 20160405_renderINT Park02 Organizzazione passante e parcheggi livello -1
  94. 94. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 94 infraBG Verzeri 20160405_renderINT Park04 Organizzazione e parcheggi livelli -2 -3 (-4)
  95. 95. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 95 infraBGpiazzaplan4real
  96. 96. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 96 Rampa FERDINANDEA Rampa PIGNOLO Rampa MERCATORUM Rampa LEUCERIS
  97. 97. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 97 Rampa FERDINANDEA Rampa MERCATORUM Rampa PIGNOLO Rampa LEUCERIS
  98. 98. infraBGpiazzaP6real 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 98 infraBGpiazzaP5real infraBGpiazzaP4real infraBGpiazzaP7real infraBGpiazzaP8real infraBGpiazzaP9 real
  99. 99. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_bassa_sud_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 99
  100. 100. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_bassa_ovest_1 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 100
  101. 101. infraBG_Verzeri_20160420_Int_bassa_nord_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 101
  102. 102. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_bassa_est_passante_a_centro 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 102
  103. 103. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_Bassa_centro_sud 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 103
  104. 104. infraBG_Verzeri_20160420_render _Int_bassa_centro_ovest 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 104
  105. 105. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_bassa_centro_est_passante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 105
  106. 106. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_sud_centro 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 106
  107. 107. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_sud_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 107
  108. 108. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_Ovest 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 108
  109. 109. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_nord_Dante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 109
  110. 110. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_nord_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 110
  111. 111. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_est 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 111
  112. 112. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_centro_nord 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 112
  113. 113. infraBG_Verzeri_20160420_render_Int_alta_centro_est_passante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 113
  114. 114. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_Pianta_da_sud 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 114
  115. 115. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_Pianta_da_nord 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 115
  116. 116. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_est_passante_a_ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 116
  117. 117. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_centro_rampa_nord 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 117
  118. 118. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_centro_propilei_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 118
  119. 119. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_Centro_passante_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 119
  120. 120. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_centro_nord 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 120
  121. 121. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_centro_angolo_propileo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 121
  122. 122. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_centro_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 122
  123. 123. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_ovest_a_passanti 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 123
  124. 124. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_ovest_a_incrocio 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 124
  125. 125. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_est_passante_a_centro 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 125
  126. 126. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_est_nord_Dante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 126
  127. 127. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_est_nord_Dante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 127
  128. 128. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_est_nord_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 128
  129. 129. infraBG_Verzeri_20160420_render _BINT_bassa_est_Donizetti 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 129
  130. 130. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_est_Donizetti 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 130
  131. 131. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_Torre_Caduti_a_propilei 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 131
  132. 132. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_Propileo_a_CittaAlta 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 132
  133. 133. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_Bassa_centro_passante_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 133
  134. 134. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_passante_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 134
  135. 135. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_fulcro_a_soffitto 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 135
  136. 136. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_fulcro_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 136
  137. 137. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_bassa_centro_Frizzoni_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 137
  138. 138. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_ovest_passante_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 138
  139. 139. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_ovest_Municipio_a_incrocio 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 139
  140. 140. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_ovest_Donizetti_a_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 140
  141. 141. infraBG_Verzeri_20160420_render _BINT_alta_ovest_Ateneo_a_passante 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 141
  142. 142. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_ovest_Ateneo_a_Donizzetti 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 142
  143. 143. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_ovest_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 143
  144. 144. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_centro_passante_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 144
  145. 145. infraBG_Verzeri_20160420_render _BINT_alta_Centro_Frizzoni_a_Ateneo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 145
  146. 146. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_centro_Dante_a_Municipio 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 146
  147. 147. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_media_est_Ateneo_rampa_a_Bartolomeo 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 147
  148. 148. infraBG_Verzeri_20160420_render_BINT_alta_centro_Passante_a_Frizzoni 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 148
  149. 149. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 149 Il percorre la scala del tempo attraverso le soglie urbane è esperienza degli ambienti storici. Le soluzioni tecniche che consentono di rendere fruibile, funzionale e gestibile un’infrastruttura mobile che assolva a tale prerogativa si misura con le potenzialità evocative: passare da un luogo all’altro che si vuol frequentare nei modi e nei tempi disponibili; e socio- economiche: mettere in relazione aggiornata ed integrativa la sequenza di servizi ed attività che costituiscono il sistema immobiliare. Riproporre nel quadro di una nuova configurazione fra le parti della città un collegamento automatizzato (tapis roulant, ascensori, minimetro, ecc.) pare idealmente compatibile e foriero di sinergie per accessibilità e frequentazione in conseguenza della nuova ipotesi del terzo centro, l’infrapiazza sotterranea, del centro di Città Bassa con il centro antico di Città Alta. Lo schema primario del tunnel connette l’imbocco dal Sentierone (accesso da piazza Vittorio Veneto) in allineamento con la stazione bassa della Funicolare (dopo più di un secolo pensarne la riedizione sarebbe opportuno) per approdare in Piazza Vecchia di Città Alta (ad esempio sotto il Campanone in corrispondenza della celebre rampa-scala coperta). A seconda delle epoche e tecniche il tema è sempre stato presente, affrontato e risolto in prospettiva futura non senza cospicui impegni (gallerie, miniere, sale ipogee, per raccolta acque, percorsi e strutture difensive ecc.), di cui farsi ancora carico nel rispetto dell’esistente e delle sue riedite necessità. Inframobilità: RISALITA MOBILE a Città Alta -1
  150. 150. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 150 Inframobilità: RISALITA MOBILE a Città Alta -2 Il tracciato in linea retta fra cui si prevedono accessi per le utenze intermedie (P@1,2,3….), fatte salvo alternative di percorso da valutarsi in base ai bacini d’utenza, è di circa 1 kilometro per un dislivello di circa 100 metri in due pendenze: una sino alla partenza della Funicolare in leggera pendenza del 5%, e la seconda che prosegue sotto il profilo di Città Alta di pendenza del 25% quale una scalea agevole (in parallelo è possibile quindi avere libero accesso pedonale e ciclabile in corsia non meccanizzata). Risulta comparabile al concetto di collegamento verticale con ascensori a carattere condominiale, ovvero una dotazione che nella somma dei singoli percorsi attrezzati con rampe ed ascensori mobili strumenta l’infracondominio urbano, rendendolo qualitativamente aggiornato, atto ad implementare spazi e relazioni dirette (abitazione- attività-autorimessa-deposito-verde-cortile-assistenza-sorveglianza) ma esteso fra plurimi edifici. Se pensato ad un servizio sempre disponibile può essere valutato come in grado di costituire uno strumento immobiliare collettivo, oltre che al servizio commerciale e turistico, e che viene incontro alle prevedibili necessità di accessibilità per fasce di popolazioni ed utenti con diversificata mobilità (considerare l’allungamento della vita media con la possibilità di mantenere e frequentare continuativamente i propri luoghi).
  151. 151. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 151 Porta portale indicano il punto di transito, luogo della transizione e nella fattispecie delle cortine edilizie quale quella costituitesi alle Muraine del Fossatum Pergami, le cui valenze debbono beneficiare anche delle cesure determinatesi, ma per le quali (in modo simbolico riferito al portale della carta Sozzi del 1562 di collegamento al Prato della Fiera di S. Alessandro) si richiede una riedizione di accessibilità e fruizione qualora liberata dal transito veicolare. Il sentierone nella versione urbanizzata (la strada Nuova di Prato del 1733) è complemento architettonico della fiera di pietra, quindi di tenore commerciale e manifatturiero anzitutto, su cui si svilupperà la teoria di servizi moderni e di trasferimento dal Centro Alto, pare quindi coerente rielaborarne la complementarietà funzionale con l’ipotesi equivalente ma in soluzione avanzata in sottosuolo, sia per approdo veicolare sia per riproposizione del comparto espositivo provinciale nel capoluogo. Piazza Vecchia era il «giovane» sventramento che costituì nuovo assetto spaziale al centro medievale, l’ipotesi di portarvi una struttura di mobilità collegante le parti della città vuole offrile (e quindi a tutta Città Alta) opportunità di riappropriazione per attività e servizi che non siano solo meramente turistici. Come fu ricavato nuovo genius loci per sottrazione di edificato può altresì pensarsi di implementarlo connettendolo e correlandolo ex novo col territorio urbano ed extraurbano di originaria competenza. In tal senso si intende riproporre la risalita meccanizzata più volte ipotizzata ma in relazione con un corpus articolato e compiuto di funzioni e senso socioeconomico di connessione diretta fra i due centri (ancora incompiuta rispetto agli equilibri che le fasi urbanistiche si assettano e sedimentano nel tempo). Ecco tornare il tema delle porte/portali/portatori che si possono declinare anche fra le due interfacce costituite virtualmente dagli accessi di partenza ed arrivo: da Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto alla Torre Caduti sino Piazza Vecchia al Campanone (una fra le ipotesi di approdo). Inframobilità: RISALITA MOBILE a Città Alta -3
  152. 152. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 152 Cannoniera di San Michele Una panoramica della cannoniera. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole) Cannoniera di San Giacomo La galleria di accesso alla sala di manovra. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole) La cappella e il fortino tratto da "Le mura di Bergamo" dell'Azienda autonoma di soggiorno,1977 Gallerie, acquedotti, cisterne, cannoniere, contromine, miniere, cave, pozzi. Dimensioni e percorsi ampi e lunghi attraverso tutta l’antica città
  153. 153. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 153 Cannoniera di San Giovanni La galleria di sortita. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole) La galleria di collegamento tra la cannoniera precedentemente mostrata e la casamatta a difesa della faccia nord del baluardo di San Vigilio. Si notano i camini di ventilazione. (Archivio G.S.B. le Nottole) Forte di San Marco Tavola 48 tratta da "Rilievi e disegni delle mura venete" a cura del Collegio dei Geometri di Bergamo, Tipografia Bergamasca, Bergamo 1980. Cannoniera nel baluardo del Pallone Le cannoniere erano posizionate nel fianco rientrante del baluardo, protette dall'orecchione. L'arco visibile è di costruzione recente. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole) Porta del soccorso
  154. 154. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 154 Acquedotto di Prato Baglioni Meno noto rispetto all’acquedotto dei Vasi e di Sudorno e considerato spesso come una derivazione del primo, l’acquedotto di Prato Baglioni è una struttura indipendente che, con una lunghezza di circa 1400 metri, riforniva la zona della Boccola, della Fara, di S. Agostino alimentando le fontane di S. Agostino e di Osmano. Il canale inoltre, proseguendo all’esterno delle mura venete in via Pignolo, alimentava la fontana del Delfino. Il tracciato dell'acquedotto di Prato Baglioni. (Estratto mappa IGM, foglio Bergamo, 33 III S.E.) Il tratto di acquedotto sul retro delle case in S. Agostino. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole)
  155. 155. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 155 Il tracciato dell'acquedotto dei Vasi (in nero) e dell'acquedotto di Sudorno (in rosso). (Estratto mappa IGM, foglio Bergamo, 33 III S.E.) Acquedotto dei Vasi o di Castagneta Dalla sorgente di origine (Sorgente della Noce, 435 m s.l.m.) sino a porta S. Alessandro (365 m s.l.m.) l’acquedotto copriva un dislivello di 70 m. Acquedotto di Sudorno o di San Vigilio Dalla prima sorgente sino alle mura venete la lunghezza totale era di 2245 m con dislivello di 58 m. Un tratto del canale esistente sotto gli orti delle case in frazione "Gallina", lungo via Castagneta. (Fotografia Archivio G.S.B. le Nottole) Panoramica delle strutture interne della Fontana del Lantro. (Fotografia M. Glanzer - Archivio G.S.B. le Nottole)
  156. 156. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 156 Inframobilità: RISALITA MOBILE a Città Alta SCHEMI PLANOALTIMETRICI
  157. 157. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 157 Inframobilità: RISALITA MOBILE a Città Alta SCHEMA PLANIMETRICO STRADARIO
  158. 158. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 158 2016, 100 anni del nuovo centro murnigottiano, messo in atto dal Piacentini col gruppo di progettisti locali, e che esprimono la possibilità di pensare ancor oggi al futuro, seppure in una congiuntura epocale non semplice ma non certo più problematica di allora. “Ritorno al futur-ismo”, in fondo quelle ipotesi anche utopiche si rivelarono fattibili, concrete, ed il limite semmai, talvolta come in seguito, fu il non osare. Senza utopie si rischia l'atopia, perciò ogni ipotesi é degna di considerazione: essere all'altezza del proprio passato richiede anche uno slancio di fantasia o fantasticheria, un balzo che si può spiccare meglio se la rincorsa poggia su basi solide, i fondamenti della storia. Come molte idee multispaziali che la ricerca futurista sulle città mise alla prova ed offrirono ai costruttori ed ai progettisti valgono tutt’oggi, compreso quelle aeree quqli le innovative soluzioni di trasporto merci e viaggiatori dei dirigibili, dei condotti sopra e sottoelevati. L’evoluzione della tecnica aero-spaziale, si pensi ai droni ormai già impiegati per trasporto di merci e servizi negli ambiti urbani. Magari non proprio per attraccare fra la Torre dei Caduti ed il Campanone, uno degli scenari possibili e valutabili, in termini di mobilità compatibile, oltre che sostenibile per i rapporti con il territorio urbano ed extraurbano. Proposizioni fra città e capoluogo -1
  159. 159. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 159 Si consideri altresì, che come documentano i rilievi territoriali di Cristoforo Sorte e analogamente quelli Leonardeschi in terra bergamasca, le relazioni distali fra i punti notevoli del territorio erano pragmaticamente esperiti in un continuum di contatti (torri, campanili, sommità,ecc.), non solo visivi fra gli insediamenti vicinori e susseguenti- Non solo per esigenze di sorveglianza e sicurezza l'orografia locale si riorganizzava antropicamente anche in funzione di tali strumenti ed infrastrutture di collegamento/comunicazione. Quel sistema di reti e collegamenti che anche nei rilievi leonardeschi sul territorio orobico si rapportavano in contemporanea ai modelli (e utopie tecniche) delle macchine volanti, reiterazione delle ambizioni icariane di sfruttare anche l'essenza/inessenza dell'etere. L'etere quale spazio di conoscenza e cultura materiale, per l'incontro vero e fisico dei viaggiatori, quindi non solo mezzo della medialitá e virtualità, spesso oggi vagheggiata quale surrogato del rapporto reale. É a questo che serve la città, al rapporto diretto, e se i mezzi di comunicazione servono, servono perché ne aumentino le opzioni e possibilità, non per virtualizzare con la banda larga o i social web l’insostituibile faccia a faccia, il cuore a cuore. Abitanti, abitatori, abitattori quali declinazioni di ruolo che la matrice urbana consente e richiede alfine di alimentare la vitalità di flusso fra residenti e trasfertisti nelle varie direzioni e temporalità, tipiche di un luogo centrale di relazione ed elezione del circondario. Centro che deve esso stesso alimentare sulla base della sua capacità di accoglienza e correlazione per meritarsi tale prerogativa. Proposizioni fra città e capoluogo -2
  160. 160. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 160 Rapportare il centro (i centri) di Bergamo al proprio contesto provinciale significa profferire anche uno scambio fattibile di distribuzioni compatibili ambientalmente e tecnologicamente. Tramite standard, perequazioni, compensazioni su scala adeguata e coerente col flusso che gestisce, si potrebbero trasferire quote d’impatto nel recupero di suolo verde, superando i formalismi amministrativi istituzionali. Ad esempio proponendo ai vari ambiti provinciali delle quote od opzioni d’intervento e compartecipazione all’investimento infrastrutturale e insediativo come l’ipotesi esemplificativa infrabg, finalizzata ad una loro presenza insediativa di rappresentanza ed espositiva nel capoluogo (esemplificativamente l’infrapiazza, oppure nella rigenerazione di insediamenti superficie a seguito della liberazione dal traffico passante ed il collegamento sotterraneo con Città Alta). Una gestione urbanistica a livello provinciale pensabile con diritti d’insediamento compensabili con quote di recupero e messa a disposizione di fondi agricoli o silvo pastorali in disuso o abbandono (e magari da restauro architettonico dei correlati insediamenti poderali). Proposizioni fra città e capoluogo -3
  161. 161. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 161 Un’ipotesi tesa a pensare al recupero di quegli antichi (e fondativi) criteri e rapporti (talvolta ancora vigenti fra enti e soggetti possessori infracomunali) di pertinenzialitá fra ambiti urbani e campagne, tipici delle conduzioni e sostentamenti fondiari dei possessi civici e religiosi che costituivano la civitas diffusa ed organizzata a più livelli, organica ad una pianificazione gestionale che gli strumenti urbanistici attuali potrebbero riconsiderare. La partita necessita di un’estensione che distribuisca e colga le opportunità e risorse di vasta scala. Illudersi che qualche metro di verde urbano sospeso o interrato assolvano a tale compito o rimedino alla condizione urbanizzata del centro non sta nei numeri reali. Un conto è l'ambientazione floreale e l'arredo vegetale, altro é la rete ecologica ed agronomica di sostegno al territorio urbanizzato indipendentemente dai confini amministrativi. Necessariamente la corrispondenza naturalistica effettiva non può che essere del tenore relativo all'ambito di capoluogo. Infrabg sta nel presupposto di tale respiro dimensionale e compartecipativo. Proposizioni fra città e capoluogo -4
  162. 162. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 162 Infracittà/Infraprovincia Endosistemi/Esosistemi Compartecipazione territoriale ed urbana Connaturazione dei luoghi dal particulare e allo scenario di scala vasta. Le relazioni ambientali ed umane formano e si formano nel contesto. La storia ne è testimone e foriera di consigli, occorre ascoltarla nelle flebili tracce residue
  163. 163. Non si da luogo urbano senza incontro libero, diretto, informale, non vincolato (cosa che seppur ben servito con attrezzature e servizi d’accoglienza restano sempre limitate, elettive e selettive al tempo stesso): la strada, la piazza, o le «face to face hart to hart» dipendono dagli abitanti-abitatori-abitattori, e quindi dalle possibilità di risiedere-operare-transitare liberamente ed agevolmente. Possono offrirsi tanti bei luoghi, apprezzabili arredi e scenografie firmate, più o meno strutturati, ma resta il carattere aperto a fare la città: luogo e dimensione di relazione umana e correlazione territoriale soprattutto da «chi viene da fuori» e che la elegge a capoluogo se è accessibile ed anche al suo servizio. Sono le funzioni a fare la città a conferirle un senso, le forme poi corroborano, ma senza prospettive di rigenerazione socioeconomica, e prosaicamente immobiliare, gli orizzonti restano limitati (e limitanti, o esclusivisti ed esclusivi). 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 163 Città e capoluogo faccia a faccia
  164. 164. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 164 Unique Forms of Continuity in Space, 1913 bronze by Umberto Boccioni
  165. 165. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 165 Corrispondenze Utopiche 1516-2016 e FUTUR-IBILI Mentre Tommaso Moro coniava la definizione e la proposizione di UTOPIA (non quale declinazione di fuga dalla realtà senza fondamento che ha poi assunto) ideale prospettiva di una «speranza-desiderio» fondati sulla competenza analitico-critica del contesto reale, a Bergamo e per Bergamo si comincia a pensare a quelle che saranno le necessità difensive: le mura venete saranno realtà dal 1561. Un’impresa che oggi verrebbe definita utopica (altro che un bypass sotterraneo con parcheggi e centro servizi alla infrabg), ma che rispondeva ad un obbiettivo confacente alle prospettive della repubblica Veneta (finanziatori «orientali» che magari oggi si dovrebbero saper attrarre !!??……., anche nell’amena cittadina orobica, non più terra di confine quindi estremo e portale di un impero allora di valenza mondiale). Mezzo Millennio dopo e ad un secolo dall’altra utopia Futurista, corrispondente con la formazione del centro di Bergamo bassa, pensare al futuro con la stessa speranza e desiderio visionario quanto concreto di Tommaso Moro, magari distaccandosi almeno per esercizio dalle aspirazioni riduttive e minimaliste (a-topia = rinuncia o incapacità ad affrontare i temi urbani), resta stimolante e coinvolgente. Dalle opportunità ipogee alle riedizioni pindariche delle macchine volanti in forma di nuovi dirigibili. storia e fantasia restano inscindibili.
  166. 166. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 166 De optimo reipublicae statu deque nova insula UtopiA Morus, Thomas 1516 "Utopia" risulta composto di ou, "non", e tópos, "luogo", ma già nell'opera di Moro non è chiaro se essa sia l'eu- tópos, il regno perfetto della felicità, o l'ou-tópos, il luogo inesistente per antonomasia, o l'una cosa e l'altra allo stesso tempo. (Cit. Il concetto di utopia di A. Dainese)
  167. 167. Dalle macchine volanti, utopie leonardesche, alla conquista dei cieli futuristi, alla riedizione green della mobilità aerea attuale come i droni ed i nuovi dirigibili. L’infraspazialità dei trasporti. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 167
  168. 168. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 168 Boccioni, La strada entra nella casa, 1911 Sant'Elia, città futurista, 1914 Depero, Grattacieli e tunnel (1930) G. Dottori s. tit. Futurismo aereo Aeropittura Città volante G. Krutikov 1928 C. Höller ft Krutikov
  169. 169. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 169 Paisaje futurista de la ciudad de New York como se visionaba a principios del siglo XX. Tullio Crali - Cityscape 1939 Cao Fei 2009 RMB City 5 secoli di utopie 1 di futurismi
  170. 170. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 170 Scale mobili, tapies roulant, dirigibili o sottomarini? Fantasia al potere? The Beatles 1968
  171. 171. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 171
  172. 172. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 172
  173. 173. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 173 Foto L. Martorelli - Polisportiva Bergamo Alta Calcio Merita un aggiornamento?
  174. 174. 2016-06-06 infraBG Verzeri-Cortinovis2016004 174 per info www.infrabg.it arch. Alfredo Verzeri via SS. 7 Fratelli Martiri 30, 24020 Ranica, tel. 035516437 info@afredoverzeri.it arch. Antonio Cortinovis via Provinciale 12, 24050 Ghisalba, tel. 036392243 cortinovis_879@yahoo.it ESERCITAZIONE STORICO-URBANA IN e FRA la CITTÀ di BERGAMO Bozza 20150307 agg. 20160604 Grazie dell’ Attenzione Link video animazione https://vimeo.com/alfredoverzeri Link slide www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/infra-bg-verzeri-cortinovis

×