Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Recovery Plan Bergamo Porta Sud segnalazione prefetto consiglio sovrintendenza 20210503paugemportasud

Relazione per Prefetto Presidente Consiglio Soprintendenza verifica richiesta recovery plan comune Bergamo demolizione scuole Porta Sud e rigenerazione consumo di suolo su verde binari dismessi senza salvaguardia paesistica e monumentale riferimenti www.paugemportasud.it

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Recovery Plan Bergamo Porta Sud segnalazione prefetto consiglio sovrintendenza 20210503paugemportasud

  1. 1. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 1 >Ill.mo Prefetto di Bergamo Dott. Enrico Ricci, protocollo.prefbg@pec.interno.it Via T. Tasso, 8 cap. 24121 Bergamo Tel: 035276111 Via P.E.C.: protocollo.prefbg@pec.interno.it >alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Palazzo Chigi Piazza Colonna 370 cap. 00187 Roma Tel: 0667791 Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica per azioni verifica richieste Recovery Plan Via P.E.C.: dipe.cipe@pec.governo.it >Alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia Via Gezio Calini, 26 cap. 25121 BRESCIA Tel: 03028965 Via P.E.C.: mbac-sabap-bs@mailcert.beniculturali.it Segnalazione di tutela patrimonio storico ambientale agrario per demolizioni e consumo suolo conseguente a richiesta finanziamento Recovery Plan Comune di Bergamo detto Porta Sud. Ill.mi Referenti Istituzionali in indirizzo riscontro da informazioni di pubblica notorietà mediatica come il Comune di Bergamo stia procedendo a una procedura di progettata demolizione dei
  2. 2. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 2 complessi scolastici fra via Gavazzeni ed Europa in relazione al progetto Porta Sud. -1 Inquadramento urbano e storico ambientale Anzitutto segnalo come in generale la questione si definisca quale rigenerazione urbana di suolo dismesso e intaccato da costruzioni in disuso, mentre trattasi invece di superfici storicamente agrarie e naturalistiche ivi incluso il sedime del dismesso scalo ferroviario che viene rappresentato come area dismessa, alla stregua di edifici già produttivi.
  3. 3. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 3
  4. 4. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 4
  5. 5. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 5 Serie storica con simulazione impatto volumetrico sul residuo verde di Porta Sud rispetto al tutto già edificato: indipedentemente che lo si rivesta o si tenti di mascherarlo con inverdimentinon può essere definito rigenerazione ma soppressione di suolo naturale nonostante la presenza di pochi dismessi binari. Oltre all’impatto vedutistico dalla campagna verso Città Alta va considerato anche quello corrispettivo che mostra ancora quelpoco frequentato ma fondamentale bacino storico diverde. Nella simulazione planivolumetrica di inserimento sagome di progetto Porta Sud in grigio e azzurroi piani degli edifici, in nocciola le coperture degli interrati, in viola le coperture deibinari. Tutto l’intervento volumetrico è a detrimento del sistema ecologico ambientale, idrologico, microclimatico ed agrario.
  6. 6. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 6 Impatto volumetrico da Boccaleone Impatto da via Europa, a destra sagoma nuovo campus scolastico, a destra edificio fronte parco Humanitassu attuale percheggio alberato e inerbito.
  7. 7. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 7 Impatto da via Gavazzenidalponte sulla Morla verso Coventino Impatto da via Gavazzenialfronte Patronato San Vincenzoverso Malpensata
  8. 8. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 8 Impatto da via Gavazzenialfronte Patronato San Vincenzodalla Malpensata Impatto da piazzale mercato Malpensata, a sinistra edifici sopra il parcheggio di recente inaugurazione ma da rifare.
  9. 9. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 9 Impatto sagome edifici lato Malpensata, notare il verde sottostante che sarà coperto con piano autorimesse compreso la parte a parcheggio ex gasometro appena inaugurato e l’alveo della storica Roggia Nuova..
  10. 10. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 10 Edifici sul verde agricolo divia Tommaseo oltre la ferrovia a nord lato Boccaleone In rosso a destra zona magazzinigenerali. Si noti che il verde di via Tommaseo non solo è staccato dalla zona dei binari ex scalo dismesso, ma oltre a nord il confine ferroviario, e che si propone dicoprire a favore dell’ edificazione su totale consumo di suolo previsto per cercare di riprodurre del verde artificioso che si considera miglioramentoverdedi qualità. Quindisi chiedonoinvestimenti su operapubblicaper trasformare verde agricolo in edificabile da collegare con un’opera non necessaria ai
  11. 11. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 11 fini pubblici. Peraltro pochi metri più a est oltre il ponte in occasione di attuale procedimentidi collegamento con aeroporto di Orio pare che non sia accettabile da parte di RFI coprire medesimi binari per mitigare l’impatto di transito nel quartiere Boccaleone e collegare tale rilevante zona urbana esistente.
  12. 12. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 12 Impattidal ponte via Piatti su ferrovia, gliedifici divia Tommaseo anche nelpunto più elevato coprono totalmente città alta per centinaia di metri.
  13. 13. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 13 Impatto angolo via Tommaseo da via David su terreno agricolo fronte ex cementeria Italcementi, considerato edificabile per rigenerazione di qualche binario dismesso distanti centina di metri.
  14. 14. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 14 Impatto su Via Tommaseo da centrale elettrica verso Città Alta e fondo via David ex cementeria Italcementi, ora archeologia industriale di pregio monumentale da tutelare anche vedutisticamente.
  15. 15. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 15 Impattoda via GavazzenifronteCasa delGiovane-Conventinoversoparcheggioalato sottopasso ferrovia e veduta storica Città Alta, la stessa che sottratta alla pubblica via e sedi storiche delConventino viene riproposta nelprogetto Porta Sud come render di riqualificazione a disposizione di chi commercialmente o residenzialmente frequenterebbero le coperture in modo esclusivo e privilegiato.
  16. 16. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 16 Impatto dal ponte sulla Morla
  17. 17. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 17 Impatto da via Gavazzenifronte parcheggio Chiesa delConventino
  18. 18. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 18 Impatto da via del Conventino verso via Gavazzeniche obnubileràtotalmente l’antica veduta diCittà Alta e al contempola veduta inversa delcomplesso monumentalee del suo verde agrario. Punto ove sfocia il canale Roggia Guidana dopo il passaggio di antico servizio sotto l’antica chiesa del Conventino e il successivo complesso conventuale. Il principio della genesi urbana ed agricola delsito.
  19. 19. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 19 Gli edifici che occulteranno la veduta di Villa Cavalli/Sottocasa ora Humanitas Nella realtà lo stato di fatto che viene omesso per documentazione e analisi storico urbana vi sono fra il verde alcuni infimi residui di binari con
  20. 20. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 20 traversine in legno ormai incorporate al terreno; quindi di fatto aree a avverabile uso agricolo o di propria spontanea rigenerazione arbustiva ed arborea, anche se proprio recentemente oggetto di sgombero degli orti ferroviari da parte di RFI forse con l’intento di non far apparire la loro presenza e giustificare il totale consumo di suolo. Peraltro, con aggravio di spese per tagli e diserbi quando lo stesso spazio se lasciato in gestione orticola di fatto produceva derrate alimentari e quindi senza necessità di manutenzione, oltre che poter essere reso produttivo di redditi d’affitto agrario.
  21. 21. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 21 https://vimeo.com/video/447662928
  22. 22. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 22
  23. 23. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 23 -2 Sistema scolastico e sua gestione, controllo e programmazione di competenza. Tornando al sistema scolastico mi risulta che tutti gli edifici fossero gestiti, manutenuti ed integrati in continuità, con debito controllo e riconosciuta soddisfazione dei requisiti di qualità ed efficienza da parte dai rappresentanti gestori dei Piani di Offerta Formativa annuali. Quindi non si comprende sulla base di quali analisi, dati ed elementi costoro debbano essere smentiti dal Comune di Bergamo, ed a che titolo soggetto alla competenza Provinciale, supportando una non dimostrata necessità od opportunità di demolizione e rifacimento, la quale non mi risulta essere prevista dagli organi di controllo e gestione dei singoli istituti scolastici provinciali o statali e quale competenza e ruolo abbia il provveditorato. Tantomeno è difficile conoscere se gli organi di gestione dei vari istituti siano stati consultati e se si siano espressi nel merito, almeno recentemente, in merito alla definizione della loro demolizione.
  24. 24. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 24 Pare invece che continui e recenti interventi di adeguamento, modifica e miglioramento, dimostrino l’ipotesi demolitoria vana e inutile quindi con notevole spreco di risorse pubbliche. Non ho conoscenza se si siano consultati gli organi scolastici, studenti e loro famiglie sul tema e le ipotesi di nuovo assetto didattico formativo, ma risulta dai piani scolastici precedenti ampia soddisfazione delle condizioni strutturali organizzative e di sviluppo delle stesse, non certo proposte di rifacimento e assemblamento totalizzante e senza respiro come previsto dal progetto di loro sostituzione. Non comprendo se la porzione scolastica del progetto Posta Sud potrebbe avere valenza giustificativa alfine di sostenere nell’insieme l’intero progetto, quindi giustificante per motivare la concessione volumetrica residenziale e commerciale. Un metodo urbanistico superato ove per eseguire opere di urbanizzazione alcuni Comuni concedevano incrementi di volumetria speculativa.
  25. 25. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 25 I plessi scolastici attuali immersi nel verde e nella tranquillità di accesso e parcamento di via Europa Esperia ITIS Paleocapa
  26. 26. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 26 Natta Chimici QuarenghiGeometri Vedute degli ottimi ed efficienti edifici con servizi e attrezzature completi.
  27. 27. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 27
  28. 28. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 28 Istituto Professionali e IPSIA Pesenti fra via Gavazzeni e Oznam in buono stato e manutenzione di cui non risulta necessita di demolizione e ricostruzione e nemmeno della demolizione degli impianti sportivi Casa del giovane che il Progetto diPorta Sud prevede.
  29. 29. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 29 La zona rossa è prevista da inverdire demolendo gli edifici scolastici ricostruendo solo la parte a sagoma di V in azzurro. Non si comprende la giustificazione e nemmeno si conoscono eventuali consensi da parte dell’Istituto Pesenti e del Patronato San Vincenzo per tale sottrazione considerato oltretutto che da altro lato della Morla si propone volumetria su suolo verde e alberato per parcheggio Humanitasattuale. -3 Finalità pubblico infrastrutturali e privato immobiliari Strano che l’azienda ferroviaria RFI si ponga un fine immobiliare su inutilizzato sedime dei binari dismessi, auspicando invece che si miri alla tutela e promozione del patrimonio pubblico che i vari Enti enunciano rispetto al suolo agrario, all’ambiente esistente, ai manufatti storici ed ai contesti panoramici e paesaggistici. Recentemente la stazione ferroviaria è stata adeguata, come il parcheggio ex deposito gas aperto dopo anni di attesa, il piazzale antistante rifatto non si comprende con quali dimostrazioni il progetto Porta Sud preveda ulteriore rifacimenti e sovraedificazioni che occulterebbero tutto il panorama di Città Alta per l’intera via Gavazzeni ovvero il percorso delle storiche Roggia Guidana, la quale peraltro si potrebbe scoprire e rivalorizzare col verde dei binari come lo è stata in funzione adacquatoria per secoli. Nondimeno i complessi scolastici sono parte di una storia civica fondamentale e quindi di un patrimonio significativo per i bergamaschi che li frequentano e li hanno frequentati, come il sottoscritto, compresi le strutture di archeologia industriale ex fabbrica Esperia e relativo patrimonio arboreo centenario.
  30. 30. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 30 Appena inaugurato il Museo TIME – I.T.I.S. P. Paleocapa con pregevole restauro se ne prevede la demolizione, mentre si potrebbe proseguire allo stesso modo per gli altri laboratori storici ancora presenti, cosiccome per la cascina agricola nel campo agricolo a lato nord est dell’Istituto per Chimici Natta, coi suoi canali irrigui medievali.
  31. 31. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 31 Antico laboratorio Esperia da tutelare e valorizzare Cascina a lato scuole Natta da conservare e restaurare a lato scuola galli con strada di antico collegamento con Boccaleone e attività agricole circostanti
  32. 32. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 32 Coperture shed in metallo originarie prima fabbrica Esperia poi laboratori scolastici Paleocapa ed ora sede Museo Time appena inaugurato dopo accorto restauro. In basso recenti edifici di sviluppo scolastico dimostranti integrazioni progressive nel sistema verde e di coerente e funzionale gestione. Gli stessi edifici scolastici sono anche di interesse architettonico e si presume meritino valutazione di riconoscimento e tutela ai sensi del patrimonio pubblico non solo per quelli più antichi di 70 anni ma anche per quelli di espressione dell’architettura moderna di qualità od autorale più recenti.
  33. 33. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 33 Istituto Natta Chimici, esempio di architettura moderna, ottimamente rispondente anche agli attuali requisiti didattici.
  34. 34. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 34
  35. 35. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 35 Corrispondenza storica fabbrica Esperia con ciminiera sino ad ora conservata, alberature e laboratori esterni di interesse storico culturale anche per il rapporto scuola-lavorochenehaimprontatolo sviluppodelsito. Unsistema che fascuolaanche nella didattica di cui non si è mai sentita richiesta di altra organizzazione almeno sino all’ultima versione del Progetto di Porta Sud che pare interessato a trasferire altre scuole in tale contesto alfine di trasformarlo in zona residenziale. Pare che con termini di definizione generica si prospetti per il progetto di Porta Sud un rifacimento della zona scolastica in stile di campus esterofilo, cosa comunque riorganizzabile pur senza demolire l’esistente, ma che è avulso dal nostro non meno valido sistema scolastico, come dimostrano i risultati di eccellenza che gli studenti di tutta la provincia hanno raggiunto grazie a questi plessi scolastici, forse non perfetti e perfettibili, ma ben distribuiti e giustapposti fra integrate autonomie ben inserite nel verde che le connota. Non a caso è una tradizione che viene dai sistemi, caritativi, assistenziali e formativi, industriali e di ricerca del Conventino-Casa del Giovane e Patronato San Vincenzo, ivi operativi proprio in relazione al sistema agricolo Morla e Guidana che ne consentiva la sussistenza, e come poi per la parte sanitaria sviluppatasi su Villa Cavalli/Sottocasa ora polo sanitario Humanitas di mirabile posizionamento in asse con lo skyline ante litteram sorridente di Città Alta già da fine ‘800, scelta posizionata dall’Architetto Simone Elia come privilegiata posizione di villeggiatura (di cui ne prevedeva l’ampliamento vedutistico proprio in direzione panoramico di Città Alta): tutte le viste da questa sequenza storico monumentale sarebbe totalmente occultate da quelli che si definiscono i palazzi innovativi ma di 6 piani lungo via Gavazzeni, proprio per offrilo come requisito di vista privilegiata dagli e appartamenti e locali attici esclusivi che infatti vengono significativamente promozionati del progetto residenziale e commerciale di Porta Sud.
  36. 36. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 36 Impianto plurisecolare delsistema idrico guidana e Morla, con Roggia Nuova in alto a sinistra tuttora scoperta all’angolo ora lato parcheggio exGasometro. Catasto 1800 Progetto ampliamento parco villa Cavalli Sottocasa per veduta Città Alta dell’architetto Simone Elia da Ranica.
  37. 37. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 37
  38. 38. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 38 Villa Cavalli Sottocasa di via Gavazzeniposta in allineamento centrale del panorama di Città Alta quale villa di Villeggiatura con annesso edificio agricolo poi diventato clinica Gavazzeni e ora Humanitas, la quale se abbisognasse di ampliamenti non si comprende perché richiederli di fronte a questa veduta su suolo pubblico prima di inserirli come già fatto nel lato parco interno.
  39. 39. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 39 La vista determinate della relazione monumentale con Villa Cavalli/Sottocasa e cardine del sistema paesistico che riguarda non solo Città Alta ma anche la corona montana a nord Ovest. Risulta che il progetto di porta sud, come sopra dimostrato, occulterebbe sostanzialmette tutte queste viste
  40. 40. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 40 Copertura Roggia Guidana lungo via Gavazzeni fronte Esperia, oggi riscopribile e comunque da tutelare non solo nei tratti scoperti.
  41. 41. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 41 Esemplificazione di cura e tutela del paesaggio per una minimale interferenza molto più lontana come il passaggio del treno di collegamento Aeroporto di Orio su via Lunga, ben svolta ma certo meno impattante sulla veduta di Città Alta rispetto al progetto di Porta Sud, ove non risulta affatto considerato alcun impatto nonostante l’abnorme edificato previsto. Oltretutto viene assunto a valore di riqualificazione urbana ilvedutismo paesistico che si renderizza dalle viste degli edifici e coperture del verde che obnubilano totalmente quelli storici esistenti sia dalle vie prossimali Gavazzeni, Piatti, Tommaseo, Malpensata, che poco più distanti SS 470 Circonvallazione Mugazzone e Gasparini, oltre che da tuttigliedifici delluogo pubblici e privati coi sedimi agricoli esistenti; da considerare anche il corrispettivo impatto della mole edificatoria emergente al piano sul residuo ganglo verde storico fra Morla e Guidana percepibile daglispalti ed edifici di Città Alta verso il territorio dominante.
  42. 42. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 42 Elemento paesistico esso stesso che decrementa il valore patrimoniale della antica urbanità togliendole la visione di significativi elementi verde con monumenti, manufatti e segni storico ambientali, andando a costituire un completamento della crosta espansiva fra i borghi. Èun danno geograficoterritoriale identitario notevole e non certo una aggiunta di qualità alla Città come sostenuto dal progetto Porta Sud nell’ edificarlo. -4 Intermodalità fra esistente e terminologia Il progetto di Porta Sud prevede peraltro che via Europa diventi asse di penetrazione intensiva del traffico urbano di accesso alle nuove edificazioni residenziali e commerciali oltre via Gavazzeni, il che inibirebbe la suddetta tranquillità ed accessibilità dei plessi scolastici, anche se venissero rifatti in un blocco totalizzante e massivo.
  43. 43. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 43 Nemmeno si può dire, se non dimostrato con dati di valutazione viabilistica oggettivi, che tale asse di penetrazione assolva alla funzione di miglior collegamento col centro città, dovendosi comunque ripercorrere la circonlocuzione da via Gavazzeni a via Bonomelli e da alto lato via Tommaseo, ovvero senza nulla cambiare dell’esistente alfine di superare la linea ferroviaria. Definire Polo Intermodale grazie a: una strada esistente, via Europa, solo da intensificare per carico di traffico e soprattutto per servire le nuove edificazioni; un arrivo di navetta sui binari esistenti per il collegamento con aeroporto di Orio al Serio non è giustificabile come innovazione. Peraltro questo, volendo, si potrebbe eseguire senza demolire scuole e men che meno edificando in espansione edilizia in totale consumo di suolo sopra il verde dei binari dismessi. In tal senso la proposta di Porta Sud prevendendo di interrare la stazione autolinee oltre la stazione ferroviaria, sempre fatto salvo che se utile dovrebbe sostenersi da sola, risulta una cesura del sistema intermodale esistente: poiché separerebbe una funzione primaria di connessione fra linee urbane ed extraurbane e la stessa tranvia delle valli costringendo i viaggiatori a percorrere trasferimento lunghi, con salite e discese nel nuovo edificio. Inoltre si inibirebbe il fondamentale interscambio col collegamento veicolare privato (anche questo appena sistemato e quindi da rifare con spreco di risorse) che viene assunto ideologicamente, e senza dimostrate giustificazioni, quale sistema da penalizzare nonostante sia in progressivo miglioramento energetico. Insomma l’attuale assetto di interscambio viario è molto più intermodale di quello proposto dal progetto Porta Sud, salvo il fatto che questa definizione lessicale non era usata.
  44. 44. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 44
  45. 45. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 45 Lo schema viario di Porta Sud trasforma la tranquilla via Europa con plessi scolastici e clinica Humanitas in asse principale di penetrazione cittadina, ma pur servendo la stazione autolinee interrate, fa ripercorrere il medesimo giro di via Gavazzeni-Bosco- Bonomelli a ovest e Gavazzeni-Piatti-Tommaseo-David-Bono a Est tutt’altro che migliorando l’attuale percorrenza pubblica, se non forse a vantaggio degli interrati residenzialie commercialisul sedime degli ex binari. Comunque non è dato sapere se sussista valutazione del modello viabilistico a supporto delprogetto Porta Sud.
  46. 46. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 46 Faccio presente che Bergamo avrebbe ben altre necessità di infrastrutture finanziabili con Recovery Plan rispetto all’obbiettivo di riesumare le previsioni espansive sull’ultimo residuo verde di enorme valore paesistico per Città Alta, i colli e la corona montana parte del senso identitario del sito da secoli. Anche se entrare nel verde dei binari dismessi non è usuale e quindi noto, proprio come si diceva perché non documentato pubblicamente. Ad esempio il collegamento fra stazione ferroviarie a e Città Alta in sotterraneo espressamente indicato nel PGT come indirizzo strategico principale oppure in alternativa sulla base di v confronti oggettivi la bretella sopra i binari che nel progetto Paugem (anche in riferimento a precedenti previsioni urbanistiche) si propone per collegare il centro con la circonvallazione superando finalmente la ferrovia , cosa che il progetto Porta Sud non affronta nemmeno pur definendosi intermodale. -5 Rigenerazione dell’esistente, concorrenza immobiliare, consumo di suolo e tutela del verde storico e agrario. Per stessa ammissione nel procedimento di rinnovo PGT in corso risulta che solo l’11% di quanto edificabile è stato richiesto dagli operatori privati grandi e piccoli nel decennio, non si comprende perché edificare ora in variante su suolo pubblico, per quanto in possesso inutilizzato di RFI. Il superamento ferroviario con espansione edificatoria è derivazione dei programmi di sviluppo dell’epoca del boom edilizio, ma allora vi era necessità anche demografica in qualche modo giustificabile gli ampliamenti urbani, oggi a seguito della toltale cementificazione del suolo tutto attorno rimane proprio questo ambito verde fra gli assi del torrente Morla e del canale Guidana che proprio la barriera ferroviaria ha miracolosamente salvaguardato. I casi della storia: sul posto più progettato per decenni per l’espansione più o meno incontrollata della città si è preservato resiliente e agro-produttivo
  47. 47. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 47 l’ultimo verde storico rimasto, anche se porta qualche binario e resta celato dietro la recinzione ferroviaria. https://vimeo.com/449471909 Questa è la realtà verde del sito, che non risulta documentata nei reportage locali mentre appaiono pubblicati i render forniti dagli operatori pubblico- privato di Porta Sud ove si evidenziano le coperture inverdite di palazzi ed autorimesse, quelli definiti nuovi parchi urbani, oppure ritagli di inquadrature mirate su apposite frazioni indistinte di binari funzionati colle linee aeree, il che da l’impressione che si debba mettere ordine ad uno scalo dismesso e invaso da ferraglia inestricabile e edifici decrepiti da sostituire col nuovo rigenerante.
  48. 48. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 48
  49. 49. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 49
  50. 50. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 50 I render di promozione porta sud con il verde ricavato sopra quello di orti e frutteti e campi secolari sgomberatiper costruirvi solai e piani edilizi da coprire con terriccio e sperare che gli alberi raffiguraticrescano fra annisulbasso strato disponibile. L’impatto degli edifici non viene eseguito in rapporto alle vedute esistenti lungo tutta via Gavazzenie all’interno stesso del verde ferroviario attuale.
  51. 51. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 51 Notare in primo piano la piccola ansa pavimentata a piazzale ancora in uso per scalo merci sulla punta est, di fatto facilmente reintegrabile ad uso agrario e comunque non tale da giustificarsi come caratterizzante area dismessa necessitante di recupero tramite volumetrizzazione e rappresentativa dell’intera area verde. L’inquadratura omette l’area divia Tommaseo totalmente agricola che rientra nelpiano di Porta Sud assumendo essa stessa impropria qualifica di area dismessa, come altre di proprietà privata a verde.
  52. 52. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 52 Altra rappresentazionefuorviantediportaSudperconsiderarlacomeunmeroinsieme di binari, peraltro rivolta verso la parte destra che resterà tale escludendo totalmente il verde dei binaridismessi a sinistra.
  53. 53. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 53 Inquadratura più adeguata per rilevare l’estensione verde, con erba secca appena tagliata per cercare di contenere l’espansione, e il frutteto centrale sgomberato dal verde orticolo, l’impatto dei binari è inesistente e non giustifica alcuna cementificazione pluripiano per quanto la sivoglia definire città verde.
  54. 54. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 54 L’area di via Tommaseo totalmente agricola oltre la ferrovia a nord , ma che viene inclusa fra quella da considerare alla stregua di uno scalo merci e fasciame di binari da rigenerarepersovraedificarvi6piani, collocarviqualchealberelloal fine didefinirla città verde. Alla realtà verde si aggiunga anche quella blu ovvero in sponda destra della Morla la presenza di riforestazione spontanea che l’attuale gestore della parte sedime ex binari RFI non può ne sgomberare come fatto cogli orti dei ferrovieri più a monte, ne radere al suolo come altre parti e sponde documentate dalle aerofotografie storiche e recenti.
  55. 55. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 55 Ponte sulla Morla di Via Gavazzeni con in sponda Destra zona di riforestazione spontanea in corso, non tagliata da RFI perche di area privata, a lato barriera corre canale scoperto Roggia Guidana. L’eventuale incremento volumetrico di Porta Sud lederebbe altresì a livello immobiliare i legittimi interessi dei sistemi socioeconomici di altri operatori della città e dintorni, miranti al recupero e valorizzazione dell’esistente già esuberante rispetto alle richieste di utilizzo e occupazione, e inoltre è noto come il sistema commerciale del centro subirebbe ulteriore tendenza a chiudere e trasferire attività all’esterno come già avvenuto. In sostanza Porta Sud non può affatto dirsi rigenerativa occupando totalmente suolo inedificato, mentre inibirebbe ulteriormente il processo di rigenerazione del patrimonio storico e recente urbano.
  56. 56. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 56 Il progresso espansivo della super edificazione bergamasca che richiederebbe ai fini disua riqualificazioneilmantenereil residuoverde preservatosifrai binarie noncerto altra cementificazione diPorta Sud. Qualificarlo area dismessa intendendola come zona produttiva alterata da edificazioni e impianti non corrisponde alla realtà di fatto, poichè è documentato che si è sempre trattato di mero uso parziale e superficiario per qualche binario e manufatto di gran lunga ininfluenti rispetto alla conduzione agraria e caratteristica naturalistica continua del suolo inerbito e arborato che era ed è l’attività maggiore di manutenzione dell’area. Altrettanto infondato è la considerazione che il sito sia invaso da fasci ferroviari costituenti impedimenti d’uso agrario e tantomeno giustificatoria di titolo riedificabile, trasformando un terreno fertile in area da coprire per 6 piani rivendicando il fatto che per un certo periodo vi siano stati posati delle traversine di legno e qualche binario facilmente smantellabile, peraltro senza linee aeree. A meno di considerare volumetria esistente i carri che vi hanno transitato.
  57. 57. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 57 Se questa fosse la razio urbanistica chiunque potrebbe rivendicare come area dismessa ogni spiaggia ove si sia portata a secco l’imbarcazione.
  58. 58. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 58 Dimostrazione dello status verde e agrario del sedime ex binari. Nonostante gli sgomberi progressivi di orti e frutteti l’area è tutt’altro che un fascio di binari o edifici dismessi da rivolumetrizzare come sostenuto dai promotori di Porta Sud.
  59. 59. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 59 Il tratto scoperto della Roggia Nuova di epoca medievale fra la scarpata del piano ferroviario e il muro dell’ex gasometro recente parcheggio di accesso dalla Malpensata ma previsto da edificare e quindisprecare l’investimento eseguito.
  60. 60. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 60 Sponde Morla con fronte exortie frutteto ferroviarisgomberatima diintensa e fertile vegetazione. L’attuale manutenzione verde di RFI costituisce attività agricola sostanziale, tutt’altro che area dismessa poiché se il possessore non intende impiegarla come prima lasciandola alle coltivazioni, che sussistevano anche durante l’uso dei binari a scalo, e invece di trarre profitto o concederla non può comunque annoverarsicome area dismessa intesa nel senso di considerala alla stregua di zona produttiva e quindi edificabile. Tanto più si dimostra nonostante la non conoscenza diffusa per inaccessibilità del sito, conoscenza anche alterata da rappresentazioni pubblicistiche inadeguate e non corrispondenti al complesso reale, debba essere soggetta a riqualificazionetramiteedificazioneperinteresse pubblicodella città. Vero il contrario ovvero che la città si riqualificherebbe ripristinandone semplicemente l’accesso libero bastandone una semplice recinzione lungo ibinariattivi.
  61. 61. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 61 Il residuale piazzale per scalo mercilimitato e in via di sgombero come il frontistante parcheggio e sede ditta autotrasporti, i quali data la totale assenza di impianti e manufatti fissi può essere recuperata facilmente all’uso verde o agricolo come già tutto il resto dei binari dismessi. Porre enfasi su questo minima porzione alfine di considerare iltutto area operativa dismessa non risponde alla realtà.
  62. 62. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 62
  63. 63. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 63 La stessa rilevazione cartografica comunale non poteva che non individuate le emergenti presenze agricole e verdi del sito. Si propone pertanto che ai fini di un procedimento informato e partecipativo si provveda ai cittadini interessati al proprio territorio soggetto a epocale trasformazione si renda in tempi e modi accessibili per presa di consapevolezza adeguata e collettiva. Assurdo considerare la cementificazione del tutto come riqualificazione ambientale per la città quando è l’esatto opposto sottraendo il verde ambientale e paesistico che ha sempre interagito in pieno e rigoglioso vitalismo biologico vegetale e animale, quindi microclimatico rilevante sempre più data la progressiva cementificazione circostante.
  64. 64. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 64 L’urbanizzazione espansiva quasi totale che il progetto di Porta Sud vuole applicare anche a uno degli ultimi vedi urbanirimasti ancora nel 2021 come fossimo ancora in fase di boomedilizio invece che regressionedirichiesta edificatoriae surplusdi volumi immobiliariesistenti e inutilizzati. Ad ogni buon conto qualora si dimostrassero utili i vari servizi pubblici da insediare in base a dati di effettivo funzionamento viario o rifacimenti scolastici questi dovrebbero giustificarsi per loro stessi, e restare ben distinti da altri obbiettivi di nuovo incremento residenziale e commerciali o di altro genere, i quali non risultano espressamente richiesto da nessuno, ma solo offerti nella proposta edificatoria del progetto Porta Sud a corredo del vendibile. Risulta assurdo che mentre secondo dati del Piano Generale del Territorio in corso di rinnovo, tentado di espungere il progetto Porta Sud dalle verifiche generali, pare che solo circa un decimo sia stato edificato rispetto alle possibilità edificatorie disponibili, ovvero mentre i vari operatori non sono intervenuti preservando di fatto quel poco ancora non occupato da edificazioni lo faccia il Comune di Bergamo cercando di sostenere la compartecipazione immobiliarista con altro ente pubblico RFI e qualche
  65. 65. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 65 esclusivo privato, il quale rispetto ad altri immobiliaristi non ha rischiato di mantenere un patrimonio immobiliare con tasse e costi non trasformati. In particolare il Comune di Bergamo ha recentemente affidato a ALER ente regionale le proprie abitazioni per uso sociale, fra cui una parte da risistemare proprio perché non riusciva più a gestirlo in modo adeguato, quindi nemmeno si comprende per quale motivo costruirne altre come quota sui nuovi edifici, dato che lo stock disponibile e il metodo di accordi per usare a prezzi convenzionati gli edifici di privati si è dimostrato virtuoso sia per i gestori che per gli utenti senza costruire ex novo, e lasciare che i concittadini convivano nel tessuto socioeconomico esistente. -6 Riferimenti documentari Risulta logico porsi il dubbio se tutti coloro che promuovono o sostengono la trasformazione del verde ex binari affidandosi in buona fede alla illustrazione parziale o alle descrizioni sommarie atte a definire un carattere di area dismessa, opposta a quello che in realtà sussiste sul sito, non abbiano per oggettive limitazioni di accesso nemmeno mai verificato tale presupposto sul quale fonda la giustificazione di rigenerazione con totale consumo di suolo, sebbene definito ambientalmente migliorativo rispetto a un ipotetico intrico di binari e attrezzature da scalo ferroviario mai esistiti. Perciò ad onor del vero si vuole mettere in condizione le Sig. Vs. in indirizzo di poter evitare di incorrere in tale malinteso. Si significa che la definizione di scalo ferroviario dismesso può indurre genericamente a supporre una presenza non solo di innumerevoli binari con linee aeree impattanti, ma di attrezzature, edifici e infrastrutture impiantistiche che in al caso sono minimali se non inesistenti. Il che per principio di realtà a cui in uno stato di diritto e civico consesso dovrebbero disporsi ogni legge e norma fra cui quelle urbanistiche nel definire aree e siti come dismesso produttivo o edificato e da rigenerare con nuova edificazione.
  66. 66. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 66 La conoscenza del luogo e dal luogo fa identificare il compendio verde agli ex binari, già in gran parte eliminati, come uno stazionamento parziale di vagoni molto relativo e subordinato per rilevanza materiale e funzionale quali-quantitativa al persistere ella condizione agraria e vegetale, di gran lunga più significativa e caratterizzante. Se si desse alla stessa stregua per area industriale/operativa dismessa questo potrebbe per analogia valere a maggior ragione sui terreni con impianti agricoli ad esempio palerie, tutori e coperture antigrandine di frutteti e vigneti che comprendono anche aree per piazzali, impianti e canali irrigui e smaltimenti, percorsi ed edifici aziendali. Quindi una vigna dismessa avrebbe titolo di rivendicare edificazione rigenerante? Non è un paragone fuori luogo poiché è quanto viene applicato per traslazione agli appezzamenti agrari limitrofi, esterni al possesso RFI e anche staccati dal sedime degli ex binari in questione. Restando a disposizione per chiarimenti, verifiche e sopralluoghi segnalo la documentazione e dimostrazione di esistenza elementi verde storico ambientale e monumentale fra cui i canali storici Guidana e Roggia Nuova elementi fondativi dell’assetto ma già oggi praticabile a parco agro urbano fluviale come esemplificativo al sito www.paugemportasud.it. Grazie dell’attenzione. Ranica lì 03/05/2021 Alfredo Verzeri architetto Via Santi 7 Fratelli Martiri n. 30 24020 Ranica (BG) Tel. 035516437 Mail: info@alfredoverzeri.it PEC: alfredo.verzeri@archiworldpec.it
  67. 67. AlfredoVerzeri architetto info@alfredoverzeri.it www.paugemportasud.it RecoveryPBergamoPortaSudSegnalaPrefConsSovr20210503verzeri.docx 2021-05-03 67 Riscoprire storia e ambiente collettivo per salvaguardare il patrimonio comune e sviluppare compatibili infrastrutture senza consumo di suolo.

×