Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Infrabgurbanisticaportasudcentrochorus appellosindaco20190510verzeri

119 views

Published on

Appello proposte Candidati Sindaco Bergamo 2019

Published in: Government & Nonprofit
  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Infrabgurbanisticaportasudcentrochorus appellosindaco20190510verzeri

  1. 1. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 1 Alla C.A dei Sigg.ri Candidati Sindaci per il Comune di Bergamo con preghiera di estensione ai Vs. Candidati Consiglieri Comunali e Liste Per via mail (gradita conferma di ricezione): On. Giacomo Stucchi stucchisindaco@gmail.com Dott. Nicholas Anesa bgmeetup@gmail.com Dott. Francesco “Cocò” Macario rifondazionebergamo@yahoo.it Dott. Giorgio Gori scrivimi@giorgiogori.it I vari documenti ulteriori citati nella comunicazione o in aggiornamento della presente, filmati ed elaborazioni sono accessibili ai seguenti link: www.alfredoverzeri.it/ www.infrabg.it www.vimeo.com/alfredoverzeri www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/presentations www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/documents APPELLO PUBBLICO DI PROPOSTE E SEGNALAZIONI PER LA CITTÀ AI CANDIDATI SINDACO PER IL COMUNE DI BERGAMO 2019 PREMESSE-PROPOSITI-TEMATICHE La dinamica urbanistica non può che essere tale, in quanto fra il fare e non fare, il programmare o non programmare, restano i processi socioeconomici che trasformano comunque lo stato delle cose. Quindi il non intervenire o il sospendere o il rinviare non è semplicemente l'attendere in prospettiva di tempi migliori o di presunte condizioni di miglior fattibilità, e chi opera nell'ambito urbanistico ne è consapevole, ma il lasciare che talune attività si deteriorino o si squalifichino a vantaggio di altre, in modo più o meno mirato o voluto, portano inevitabilmente alla contrapposizione tra bisogni e interessi nelle dinamiche del farsi dell’urbanità.
  2. 2. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 2 Per come si sono, o non, sviluppate le recenti attività urbanistiche per la città di Bergamo relazionata anche al suo contesto territoriale si può evidenziare che non vi siano effetti casuali che inducono a determinate scelte, ci si riferisce a quell'apparato del Piano di Governo del Territorio (in specifico, ma non il solo) che attiene al mandato corrispondente a un periodo di sindacatura poiché così è definito dalle norme e quindi dalle reciproche convenzioni civiche nel trattare, da più parti, in concorso collettivo e aperto, tale fenomeni urbanistici. Infatti noto, altresì come pare, forse volutamente forse consapevolmente, che al termine della fase quinquennale, sia mutato lo stato dell'arte nella gestione urbanistica con prospettive ben diverse, e senza corrispondenza agli indirizzi generali. Per un urbanista, come per un comune cittadino attento alle vicende urbane, sarebbe poco corretto, forse omissivo, non rendere palese il quadro generale, indipendentemente dai motivi sia di raggiungimento degli obbiettivi o loro varianti o loro non completamento, non tanto per una semplice elencazione del fatto o del non fatto, ma alfine di considerare la risultante rispetto alle reali dinamiche trasformative. È noto ad esempio che le varianti al Piano di Governo del Territorio debbono riferirsi alle sue principali prospettive di vario livello e concordanza sovra territoriale, dallo strategico al normativo locale, dal sovraordinato recepito in forma apposita al particolareggiato. Valutare tali indirizzi generali e condivisi, è previsto proprio tramite procedure di partecipazione aperta oltre il ristretto campo della mera approvazione di maggioranza a guida dei procedimenti urbanistici in corso, che può sempre approvarli comunque, ma non senza procedere ad apertura procedimentale che consenta partecipazione ed apporto di confronto o critica, come alternative generali e manifeste. Sia detto che ciò sta anche alla capacità dei vari rappresentanti ed operatori di far valere, seppure in minoranza, il ruolo a loro affidato dalla disciplina urbanistica generale, la quale deve promuovere interessi e principi basilari, più alti e diffusi. Non conforme e quindi, a mio parere, inaccettabile mi risulta il procedere per pezzi e stralci o eccezioni quando questi configurano, poi considerata la loro sequenza, un insieme di mutazione o sovvertimento o alterazione determinativi sia degli indirizzi generali che del loro rapporto rispetto ai contenuti di obiettivi strategici e primari che informano e costituiscono il PGT vigente.
  3. 3. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 3 Infatti, tralasciando al momento le motivazioni o le condizioni non tutte mi risulta che il combinato disposto di quanto mutato o tralasciato per questioni fra loro non disaggregabili, come: - lo sviluppo del cosiddetto centro Piacentiniano (invero Murnigottiano, vedi infrabg); il piano della mobilità urbana PUMS con linea TEB 2 e il non trattamento del collegamento ottometrico (ovvero di brevi lunghezze, e previsto interrato in condotto di mobilità elettromeccanica, con modalità dette anche people mover) che poteva sviluppare soluzioni di minimetrò o tappeti mobili o altre analoghe applicazioni in contesti simili; - le relazioni fra le connessioni di Bergamo Bassa e Alta, quindi la loro inevitabile dualità; l’inserimento del Palazzetto sport nel contesto periferico, ma comportante nuovo consumo di suolo e riduzione del servizio cimiteriale per una coincidenza con l’intervento privato Chorus Life a detrimento della plurisecolare e unica cascina storica di via Bianzana 60; - la reintroduzione di Bergamo Porta Sud, sempre comportante consumo di suolo vergine, sebbene considerato a mio avviso impropriamente (vedasi il sito allo stato agrario-urbano e naturalistico di fatto sussistente) quale aree dismesse o degradate e per questo volte a giustificare una volumetria cementificatoria con conseguente impatto sul terreno verde integro; Le iniziative sopra evidenziate non corrispondono a singole mutazioni da assommarsi come fossero una serie differita di vari elementi distinti a sé stanti, ma bensì una nuova configurazione di PGT e soprattutto di indirizzo urbanistico generale ove le parti che vi concorrono. E’ inopportuno operare per differimento di vari e singoli elementi, ovvero varianti parziali, od anche le omissioni o le scelte di non intervento, quando nei programmi urbanistici questi prevedano conseguenti attività di elaborazione ulteriore per il loro sviluppo e validazione. Per varianti significative che mutano il quadro generale e strategico, quindi fondamentale, vuole intendersi anche quanto oltre all’entità di una singola variante per uno o più elementi, anche se di apparentemente e limitata entità o di confinamento, essa nel rapporto con l’insieme ne ricostituisce una valenza o funzionalità sostanzialmente diversa. Infatti, ad esempio, cogli alberi sul verde esistente degli spartitraffico degli innesti previsti per largo Decorati, onde raggiungere il rapporto di copertura dell’Ambito di Trasformazione AT 26, allargandolo per inserire nel perimetro anche il sedime
  4. 4. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 4 cimiteriale in sostituzione del verde agricolo tradizionale a sud della ex Ote. Li, mi pare si introduca, non tanto una motivazione di discutibile mitigazione ambientale a favore dell’intervento privato Chorus Life, quanto un nuovo modus operandi per rendere edificabile un terreno agricolo e vincolato. Significa, forse, che si potrebbe ottenere variante edificatoria mettendo a disposizione altro terreno (anche se a questo staccato ed avulso) per piantare alberi che incrementerebbero il valore del verde pur diminuendone la disponibilità effettiva della superficie a verde? Si introdurrebbe una classificazione di verde non dipendente dalla sua effettiva disposizione di superficie, ma da come può essere piantumato? Sarebbe un nuovo criterio urbanistico locale? In tale evenienza verrebbe a cambiare tutto il sistema di rapporti urbanistici tecnico- ambientali. Ma non è palese consumo di suolo ridurne la disponibilità indipendentemente da quante e dove si collochino ulteriori piantagioni? Oppure sostenere che qualche collegamento viario sia previsto nei pressi o lo si integri (come già previsto per la connessione Largo decorati con via Serassi indipendentemente dal recente ampliamento edificatorio di Chorus Life), dato che per accedervi qualcosa va fatto o modificato, alfine di sostenere che questo interessi anche altri, ovvi, flussi di transito come fossero un beneficio derivante dalla nuova edificazione in variante, mentre essa stessa previa esplicita dichiarazione nello studio della viabilità riduce le dotazioni di parcheggio di interscambio per lasciare spazio a quello di Chorus Life (mentre è noto che la necessità è fortemente presente come capita in occasioni di eventi sportivi o di festività che intasano i bordi strada della zona)? Tutto ciò, si badi bene, che avviene oltretutto a detrimento di attività colturali, o presenze naturalistiche e sedimentate che verrebbero sostituite o interferite da nuove infrastrutture viarie o di altro genere, pubbliche o meno. Altro esempio in omissione sarebbe il non aver aggiornato il PUM (mi pare oltre ad essere scaduto nel 2016, ben due anni?) che ha costituito sia una mancanza di indirizzo ed opzioni nelle successive scelte per la mobilità e lo sviluppo di porzioni del territorio che con TEB Linea 2 avviene: era altrettanto importante sviluppare (indipendentemente dall’esito) trattare il collegamento con Città Alta, e come si è fatto con la Linea C o altro confronto di insieme. Notare che il nuovo PUMS Piano Urbano della Mobilità che oggi è uso definire almeno formalmente Sostenibile (nulla di diverso dal precedente ed anzi senza la medesima fase di raccolta informativa e partecipativa) pare in contrasto con un elemento fondamentale quale il collegamento sotterraneo Stazione-Centro-Città Alta, che il PGT mantiene come primario obiettivo strategico sulla carta, ma che dal nuovo PUMS
  5. 5. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 5 scompare senza che allo scrivente risulti una forte motivazione o resoconto di quanto prevedeva per la sua elaborazione il precedente PUM. Nondimeno il concorso per il cosiddetto Centro Piacentiniano è stato assegnato in difetto di queste infrastrutture viabilistiche e di relazione indicate e da verificarsi nel bando stesso: non tutti potevano sapere che il collegamento ottometrico sarebbe stato stralciato dal nuovo PUMS, come solo recentemente possibile riscontrare dal sottoscritto partecipante al concorso colla proposta infrabg. È, forse, per questo che la proposta infrabg è stata considerata troppo enfatica? Perché teneva conto di questo sistema connettivo previsto dal PGT, ovvero determinante tale sistema di collegamento urbano fra le parti (il centro è solo una fra le altre) e quindi la sua funzione rispetto al tutto. E di questo sistema infrabg, partendo dalla radice dello sviluppo urbanistico del centro basso, ovvero la proposta dell’Ing. Murnigotti (e di altri contributi emersi nel confronto urbanistico fra cui proposte di prosecuzione in tunnel dalla stazione ferroviaria a vari siti di città alta, ovvero che quindi non sono una novità di infrabg o precedenti proposte, opere peraltro realizzate e in realizzazione in tante città anche confinanti, e come strategicamente prevede lo stesso PGT vigente di Bergamo) ben prima del concorso assegnato a Piacentini nel 1906 che altro non fu che il ridisegno d’antan Murnigottiano, comprendeva l’infrastruttura storica dei canali Serio, Roggia Nuova, Curna, quindi le Muraine in traccia e in segno presenti, validata dalle consultazioni di indirizzo del concorso, ma escluse e non considerate nel giudizio concorsuale. La città è un organismo funziona per il suo complesso di elementi; fare un concorso sul centro, dopo 100 anni, è una scelta urbanistica che incide sul sistema, non può essere un ri-vernissage per ridare lustro a una piazzetta del centro o alla nomea, più o meno a la page, se fondata, come l’enfatico Piacentiniano. Comunque, per altro verso, circa le opzioni non considerate se non viste in un quadro d’insieme, ad esempio in difetto di quanto ancora previsto nelle strategie di PGT la tramvia Teb poteva ancora aver necessità di un deposito, come mi pare a suo tempo previsto su area a sud ex Ote, dovendone così eseguire un doppione oltre a quello improvvido a Ranica e con il prossimo ad Almè. Vogliate prendere atto che questa scelta/non scelta di recente variante urbanistica consente la possibilità di variare l’espansione edilizia per Chorus Life, anche riducendo il rispetto e la dotazione di servizi cimiteriali generali, indipendentemente dalla intromissione in area così angusta (quanto preziosa per il residuo agricolo tradizionale
  6. 6. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 6 e la sua cascina storica di via Bianzana) del Palazzetto/arena dello sport (torna evidente la questione di averlo voluto comunque eseguire nel fine mandato data la promessa elettorale, tuttavia senza considerarlo pertinente al sistema di mobilità e stazionamento generale e di una rete sistemica sportivo-culturale. Tale Palazzetto non è il solo degli ultimi impianti sportivi che mi paiono insediati senza una generale regia dislocativa e gestionale, qui e là, quindi privi di una loro relazione con la viabilità, oltre che rendere impossibili eventuali accorpamenti di gestione. La non definizione o il protrarsi o il sovrapporsi di ennesime riedizioni e rimandi per analisi e studi per Città Alta, determina una condizione di sospensione del processo di elaborazione e poi scelte, che non si può considerare guidata e voluta, ma solo derogata, mentre le pressioni socio-urbane aumentano e mentre in altre realtà sono da tempo affrontate e risolte, anche per le città antiche e monumentali con apposite infrastrutturazioni almeno da saper valutare e/o riconsiderare dato che la risalita a Città Alta non è questione nuova. Lo stesso dicasi per altro verso nel rapporto città antica dei borghi e delle acque storiche (anch’esse tradite nei giudizi sulle proposte per il centro Piacentiniano espresse dai cittadini nei pur limitati questionari preliminari), altresì da mantenersi in correlazione con le scelte urbanistiche in generale. Si fa solo accenno alla riscoperta dei Navigli Milanesi e di Expo 2015 che almeno come indicazione anche a Bergamo si poteva assumere come rielaborazione del tema e valorizzazione dell’esistente che qualifica la città, oltre all’appariscenza delle mura venete che chiunque, Unesco o meno, manterrebbe e che di fondo farebbe considerare fondamentale conservare il verde di Bergamo sud come formidabile residuo del rapporto agrario-ambientale, fra la intra ed extra moenia, dei caratteri medievali che ancora si possono riconoscere e soprattutto far riconoscere, invece che la ennesima proliferazione dei nuovi quartierini con o senza stanze verdi di Bergamo 3 enfaticamente detta Porta Sud o Terza Bergamo come indicato nelle persistenti definizioni dei documenti pianificatori che dir si voglia. Di fatto, è notoria la questione delle mutazioni in corso nel tessuto storico urbano monumentale dei borghi e di città alta per fenomeni urbani recenti di cosiddetta gentrificazione (presa di possesso di categorie abitative esterne e sostitutive alla composizione popolare e storica perché più abbienti), sostituzione di utilizzi e residenzialità, abbandoni di fasce popolari, attività di pressione turistica (invasiva quanto auspicabile, ma da affrontare e non solo derogare a ulteriori indagini), fenomeni aeroportuali di afflusso commerciale, dismissione scalo merci, i quali ricombinano gli interessi e le quotazioni di rendita urbana.
  7. 7. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 7 Mi è inevitabile porre la questione se Bergamo 3 o Porta Sud venga rieditata per cogliere questa opportunità di mercato tramite nuova edificazione in allargamento del centro; ciò non può che definirsi propriamente sprawl edilizio (distensione/dispersione), consumo di suolo (altro che rigenerazione urbana da aree dismesse o degradate che riguarda solo alcuni edifici peraltro di pregio di archeologia industriale all’interno del fronte ferroviario che altri analoghi comuni hanno saputo far mantenere e riutilizzare) inibendo la possibilità di recupero e riattivazione e/o rigenerabile dell’esistente, ma che comporta appunto scelte e indicazioni infrastrutturali che il PGT prevedeva, ma che non sono stati sviluppati. Questa sarebbe vera rigenerazione a partire dall’esistente e dalla sua forma urbis, intervenendo sulle infrastrutture fra restauro urbano ed innovazione (sia detto che anche L’Ateneo di Bergamo ci aveva provato anche se non vi è stato riscontro urbanistico, anzi solo demolitorio del progetto vincitore), ma lasciando aperta la maggior e diffusa partecipazione di tanti attori sull’esistente, pubblici, privati, piccoli e grandi proprietari, interesse di investitori stranieri sulle città storiche. Mi pare altresì che occupare il verde ferroviario ed agricolo a sud sia ad appannaggio solo di singole operazioni immobiliari fra cui una proprietà pubblica, come le Ferrovie dello Stato. Ma se a suo tempo, per ben altre condizioni di decenni or sono, non si è attuato anche sul sedime ferroviario parte delle volumetrie allora diffusamente previste il risultato non va considerato in negativo: non tutte servivano ma si consentivano varie opzioni, e se del verde è fortunatamente rimastoci perché talune operazioni non si sono concretizzate è da considerarsi un pregio nonostante quella fase spesso inutilmente espansiva e che si vorrebbe rieditare oggi. Porta Sud rispetto all’insieme è oggi da considerare in modo diametralmente diverso da allora, quantomeno va rivalutata l’opzione di valorizzazione e mantenimento del verde agrario ed urbano, sia pubblici sia privati, resilienti rispetto ad operazioni immobiliari riedite, e di impatto tale che toglierebbero l’ultima opzione di utilizzo o preservazione di questo ultimo ganglo verde che si addentra nella città. Notare che gli stessi orti ferroviari dimostrano pratica decennale ben prima delle attuali riedizioni, oggi tanto di moda, dei cosiddetti orti sociali. Sono un esempio storico vivo e vegeto che non si comprende perché distruggere quivi per proporne altri dove già si è costruito in precedenza. Chi dice che il futuro di Bergamo verde non sia quello dell’agricoltura urbana e del parco al posto dei binari vicino al centro?
  8. 8. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 8 Con le debite differenze tale luogo urbano è da considerarsi un “Central Park” dato l’edificato circostante: questo è un parco urbano ben più significativo e meritevole di preservazione prima di altri poco soggetti e spinte edificatorie o di alterazione antropica. Futuro significa lasciar spazio alle scelte future dei futuri cittadini, e sembri meglio investire su infrastrutture e rigenerazione dell’esistente (ridensificabile e senza consumo di suolo, anzi con infrabg produttore di suolo pedonalizzato). A Bergamo l’entità dell’esistente sottoutilizzato e meglio recuperabile è comunque tale da non richiedere alcuna nuova volumetria, potendo soddisfare ogni genere di tipologia e inserimento funzionale, che peraltro valorizzerebbe i vari siti più o meno storici. Se Bergamo è attrattiva ha altre migliori e soprattutto congrue possibilità di investimento anche immobiliare per qualsiasi investitore compreso dare spazio a qualche manufatto di edilizia sociale housing o di qualificazione di ricerca e sviluppo, dato che i contenitori da rifunzionalizzare, anche desueti non mancano, costano meno e rigenerebbero anche l’esistente e il suo intorno, senza che possano diventare pretesti per altre volumetrie. Bergamo, come la Lombardia, dispone di ampie volumetrie, anche per edilizia sociale, sottoutilizzate: quello che le agenzie di housing richiedono non è tanto il costruito ex novo, ma semmai la cogestione col privato sull’esistente. Allo stesso modo sarebbe coerente sviluppare il campus sportivo-scolastico- salutistico di via Gleno per il completamento e le dotazioni sportivo-culturali, data la sua opportuna dislocazione, accessibilità e integrabilità di funzioni e cogestioni, prima di insediare in modo che appare spezzettato il Palazzetto dello Sport a filo strada e con un’altra mesta palestrina ausiliaria nell’angusto residuale spicchio verde a sud ex Ote. Tralascio dire della residuale e risicata area, cosiddetta mercatale, fra l’intrico stradale di via S. Fermo (vi si complicano attraversamenti e incroci quando sarebbe utile un sottopasso della linea TEB in via S. Fermo) invece che il recupero della meravigliosa cascina agraria di via Bianzana, ideale per promuovere le produzioni tipiche e locali e/o altri usi e che un investitore immobiliare si ritroverebbe già fatto insostituibile da qualsivoglia velleità architettonica internazionalista. Così oggi, allo scrivente, non appare vi sia in questo fine mandato urbanistico comunale una sostanziale strategia che risponda coerentemente a quanto la modalità programmatoria del territorio prevede e prescrive, mentre gli risulta esservi solo una
  9. 9. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 9 somma di interventi da giudicarsi di per sé, uno ad uno nella loro semplice elencazione. E’ legittimo elencare e specificare ogni elemento che giunge a conclusione di mandato amministrativo ovvero urbanistico anzi doveroso, ma questo non offuscando quelle non scelte o azioni omesse al momento poco evidenti ma che, nell’insieme hanno lasciato il campo a nuove varianti di PGT tali da cambiare l’insieme in modo stravolgente: Bergamo 3 o SUD determinerebbe un sistema urbano ed edilizio per i prossimi decenni tutt’altro che ininfluenti sulle possibilità di sviluppo per quell’esistente senza consumo di suolo, che comunque si richiede per il suo sviluppo, come infrabg ha posto, a suo tempo, almeno quale questione principale a partire dal centro “murnigottiano” colla sua simbiosi “supercondominiale” (salire e scendere da città alta può essere azione di connessione come un grattacielo del passato come è la città sul monte) di connettività fisica e immateriale con Città Alta. In sostanza il metodo delle varianti e stralci a pezzi del PGT se in numero e consistenza significativa come quello che si è menzionato e che sotto si espone documentatamente (il materiale sarà possibilmente aggiornato ai link di riferimento) definisce un’urbanistica sospesa da due/tre anni, la quale sta procedendo per esclusività e per asserite nuove modalità di “sinergia pubblico-privata”, sempre limitata a pochi operatori e che comunque determinano una differenza e condizionano il futuro in generale, differentemente da quanto prevedeva il PGT stesso ridotto a strumento di modifica formale e procedurale. Resta un’opinione personale ma che si vuol estendere anche a favore di smentita oggettiva ai Sigg. Candidati Sindaci 2019 qui in indirizzo e quindi ai concittadini chiamati a scegliere per il futuro di Bergamo, quanto la remissività dell’intervento di rilancio del Centro Piacentiniano con esito concorsuale ridimensionato a poco più che interventi di ripavimentazione, perciò dimentico del substrato delle acque storiche e della sua avulsione dalla rete viaria connettiva quindi di possibile effettiva totale ed efficace ri-pedonalizzazione. All’epoca mezzi di trasporto, (non a caso il poliedrico ing. Murnigotti si rese precorritore anche in ambito motociclistico con suo celebre brevetto oltre che in urbanistica della città e del verde come Parco Sempione a Milano e delle acque in canali storici come i Navigli milanesi e nuovi come il canale di Suez ed altri) e pedoni potevano convivere, anzi il progetto della piazza diploica attraversata dalla strada Ferdinandea era un connubio voluto, cosa che oggi si potrebbe fare a livelli verticali), come era in origine e come lo sarebbe ora se riprogettato con viabilità e accessibilità- parcamento sotterranei, quindi a totale riqualificazione plurilivello;
  10. 10. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 10 Ulteriori temi forieri di riflessioni e dibattiti: - il trasferimento di attività che ineluttabilmente verrebbero sottratte ai borghi, al centro e al tessuto urbano esistente (è notorio quanto succede e successo in fuga dal centro verso poli residenziali/direzionali/commerciali anche ben più esterni di Porta Sud), verso Bergamo 3/Porta Sud, comporterà il non puntare sul riuso e rigenerazione dell’esistente; - le nuove edificazioni della riedita Porta Sud a Chorus Life (per la parte ampliata sul verde prima previsto a parco e in area cimiteriale) sono fattore limitatore di sviluppo generale e infrastrutturale, peraltro con perdita del verde più pregiato e vicino al centro (ampliare i limiti formali dei parchi esterni includendo aree già comunque verdi non apporta riduzione di consumo di suolo o miglioramento della qualità ambientale come quella del mantenere il verde anche agrario entro la città); - la soppressione della previsione di collegamento stazione-centro-città alta tema che resta da affrontare e risolvere indipendentemente da altre azioni di mobilità, che 150 anni fa con meno risorse con la funicolare seppe risolvere (pluricelebrata, ma mai riedita come fanno altre città storiche o nuove nel mondo); - la nuova modalità di deroga urbanistica per contrattare di volta in volta nuove espansioni edilizie a detrimento di verdi agrari urbani o patrimoni culturali come la cascina plurisecolare Bianzana e il suo verde agrario tradizionali, per inserire una localizzazione di struttura pubblica a supporto di un intervento commerciale-residenziale-ricettivo di tipo privato rispetto allo sviluppo, anche con privati, del campus opportuno di via Gleno; Tutti temi che rappresentano un tutt’altro PGT e soluzione di indirizzo urbanistico generale (una parte delle azioni politico amministrative locali, ma certo il più significativo e che segna indelebilmente nel bene e nel male l’identità e il funzionamento socioeconomico altre che architettonico-territoriale) che non è stato riconfigurato come si dovrebbe nel suo insieme, fra cui le infrastrutture strategiche previste per il centro duale al piano ed alto, e magari apertamente Il rischio è che tali interventi se non rivagliati da un consulto aperto e di stati generali informati e in grado di disporre di dati oggettivi per scegliere al meglio, ma poi elementi ostativi nel recupero della identità e specificità valoriale e socio-economica di tutti gli altri cittadini ed operatori di Bergamo città e capoluogo. PROPOSTE E SEGNALAZIONI PER LA CITTÀ
  11. 11. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 11 QUESTIONI E CONTRAPPOSIZIONI - Infrabg o Porta Sud? - Bergamo presente “verde” e futuro “consumo di suolo” - Porta Sud: Una colata incredibile (oggi 2019) di cemento e incomprensibili “stanze” verdi rigeneranti orti e coltivazioni reali da eliminare. - Ex Ote Chorus Life il coraggio di ricementificare anche sul verde agricolo tradizionale?…. Forse di negare la storia e l’evidenza anche della Cascina plurisecolare Bianzana! - Terza Bergamo / Bergamo 3 invece del recupero sull’esistente? - Smart city o meglio: “Cement” city? RIFERIMENTI WEB DEL PROBLEMA La condizione reale del centro di Bergamo zona Porta Nuova e Sentierone del “cosiddetto” Centro Piacentiniano, al solito propagandato come luogo di qualità semplicemente da ri-arredare, mentre è trafficato ed inaccessibile rispetto a una dimensione urbana di sicura qualità. . WP_20190214_Bergamo infrabg centro traffico automobili porta Nuova notte https://vimeo.com/320375254 Una normale serata di febbraio 2019 ore 20:30 in condizione di basso traffico.
  12. 12. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 12 WP_20190215_Bergamo infrabg centro traffico automobili sentierone_RID https://vimeo.com/320383940 Una normale giornata il 14 febbraio 2019 ore 12:10 in condizione di basso traffico. Vedasi anche altri video e sonori al link https://vimeo.com/alfredoverzeri IL CONTESTO DA CONSULTARE FRA DOCUMENTI E LUOGHI (A PIEDI E UDITO) EX SCALO FERROVIARIO PRIMA DI EDIFICARE PORTA SUD Il verde effettivo dell’area ex scalo merci, incluso orti produttivi da tempo, invece di perderlo appena si rende libero meglio rifletterci e considerare l’intervento Porta Sud non avulso dal sistema socioeconomico ed immobiliare generali, come non pare sia stato fatto nemmeno in termini comparativi. Un servizio pubblico come l’ennesimo rinnovo della stazione ferroviaria e dell’intorno non può dipendere dalle volumetrie edificatorie ulteriori consumo di suolo. Tutt’altro che area dismessa o da rigenerare da volumi preesistenti.
  13. 13. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 13 infrabg bergamosud verde binari_stazione_verzeri20190424 https://vimeo.com/335287349 Vedasi anche altri video e sonori al link https://vimeo.com/alfredoverzeri Di seguito relazione fotografica del verde, agrario, campestre e naturalistico reale dell’ex scalo merci.
  14. 14. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 14
  15. 15. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 15
  16. 16. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 16
  17. 17. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 17
  18. 18. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 18
  19. 19. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 19
  20. 20. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 20
  21. 21. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 21
  22. 22. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 22
  23. 23. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 23 Fabbricati di interesse e pregio archeologico industriale a nord della linea ferroviaria, unici elementi dismessi ma meritevoli di conservazione e tutela, non sostituzione demolitoria. Relazione fotografica del VERDE reale, agrario, dei campi urbani di via Tommaseo. Vedasi anche video e sonori al link https://vimeo.com/alfredoverzeri
  24. 24. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 24
  25. 25. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 25
  26. 26. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 26
  27. 27. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 27 L’area verde scalo ferroviario e dei campi circostanti, tranne qualche binario ininfluenti sulla rinaturalizzazione sono luoghi intonsi e sorprendenti, per chi non vi è potuto sinora accedere (per oggettive limitazioni di accesso e recinzione), di tale ultimo polmone ambientale alle porte del centro. Occorre prenderne consapevolezza collettiva prima di intaccarlo con attività edificatorie e definirlo sulla carta area dismessa o soggetta a degrado.
  28. 28. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 28 La dimensione ambientale e paesistica totalmente vera, generatrice di valore urbano, nulla che si possa considerare come area dismessa da riedificare, tantomeno ex novo.
  29. 29. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 29 La lettura storico ecologica del sistema urbano mostra come Porta Sud sia incongrua nella sua riedizione di estensione edilizia già subita da tutto il resto del contorno al piano della città. È altresì elemento di tenuta della qualità del verde nel tessuto edificato che conferisce valore a tutto il sistema, in modo non paragonabile ad altri verdi o tutele verdi comunque non interessate da pressioni edificatorie conseguenti la rendita urbana maggiore per posizioni centrali. È qui che serve azione coraggiosa e coerente di preservazione del verde per il futuro.
  30. 30. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 30 Dal macro al micro le fenomenologie antropiche ed ecosistemiche dipendono dalle anche poco apparenti entità di trasformazione. Alle varie scale cartografiche, limitatamente descrittive della realtà (equivocare su area dismessa quando è verde integrale che non tutti possono in breve tempo controllare se non affidandosi ala documentazione consultata non scevra da errori) occorre combinare una effettiva azione di approfondimento documentale e di sopralluogo prima di poter assumere pareri, quindi decisioni che possono rivelarsi incoerenti col dato reale. A maggior ragione oggi quanto il territorio mantiene pochi margini di manovra come si evidenzia essere il verde dell’ex scalo merci ultimo testimone della storia verde agro- urbana di Bergamo città.
  31. 31. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 31 Le stanze verdi di Porta Sud? Non pare proprio siano una soluzione ecologica od ambientale, ma un mero interspazio di risulta fra edifici, eventualmente arredabile con qualche elemento verde o d’acqua artificiosi, escludenti qualsiasi continuità e contiguità naturalistica sino ad oggi presente ed incrementabile. CHORUS LIFE OVVERO DEMOLIZIONE CASCINA STORICA E VERDE URBANO TRADIZIONALE A PARCO PUBBLICO E DI RISPETTO CIMITERIALE? Si riportano estratti dei documenti e dimostrazioni dello stato effettivo dei luoghi già trattati nella segnalazione ai consiglieri comunali https://www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/chorus-life-cascinabianzana- informativaconsiglieribergamo20190405verzeri ed estratto della segnalazione alla Soprintendenza con relazione fotografica della cascina/complesso colonico di Via Bianzana 60:
  32. 32. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 32 https://www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/soprintendenza-segnalazione-fotografie- cascina-bianzana20190304-chorus-life-bergamo-verzeri Il verde di tradizione agricola riconosciuto dal PGT fra le indicazioni ambientali di rilievo.
  33. 33. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 33 La cascina storica di via Bianzana prevista in demolizione invece che da rivalorizzare anche in complementarità di un intervento nuovo. L’aia e l’antico gelso per seticoltura: serve proprio del coraggio per demolirli!
  34. 34. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 34 Vista da sud verso cascina Bianzana, il verde agricolo storico irriguo di pertinenza, della Cascina Bianzana, a sud angolo via S. Fermo oggi riconnessa percettivamente dopo demolizione ex Ote (parte del fondo della cascina). Vista verso fondo di Via San Fermo Cascina Bianzana Via San Fermo
  35. 35. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 35 Dimostrazione fotografica delle necessità di parcheggio interscambio nella zona via Bianzana e rondò Largo Decorati in occasione normale evento sportivo, come previsto in Via Serassi, ma variato e soppresso con variante AT 26 Chorus Life, non convincente il sottoscritto anche data l’espansione volumetrica a sud ex Ote per residenze e palazzetto dello Sport che incrementerebbe la necessità di parcheggi.
  36. 36. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 36 LE PROPOSTE-APPELLO AI CANDIDATI, ALLE LORO LISTE E CANDIDATI CONSIGLIERI Egr. Candidati Sindaci di Bergamo On. Giacomo Stucchi, Dott. Nicholas Anesa, Dott. Francesco “Cocò” Macario, Dott. Giorgio Gori, faccio seguito a Vs. Candidatura e mi permetto di informarVi da cittadino e semplice cultore storico-urbano della città di Bergamo che considero nella sua accezione di capoluogo, per raccolta idee, proposte e segnalazioni, sopra descritte. A partire dal topos dell'incrocio del Sentierone, assunto proprio il “centro” dell'argomento dopo che il Concorso Piacentiniano non ha prodotto, a parer mio, risultati confacenti le strategie urbanistiche generali che si poteva e dovevano
  37. 37. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 37 perseguire: come documentato ai link dei video di come è in effetti, basta andarci e soffermarsi ad ascoltare e vedere con occhio critico come funziona “quell'atmosfera" nel concreto, e salvo alcune giornate che peraltro costano enormi disagi di traffico per la chiusura del centro: quanto sino ad ora non si è saputo non tanto risolvere ma nemmeno affrontare. Estratto proposta infrabg 2016 tema-problema accessibilità e transito del centro IL CENTRO E LA PIAZZA DEL SENTIERONE: LUOGO DI INCONTRO O INCROCIO STRADALE? Mi auguro che chi sceglieranno i cittadini per il prossimo mandato Comunale sappia tradurla in realtà auspicabilmente con un concorso di intenti ed azioni che travalicano la singola rappresentanza politica essendo la questione di ampia prospettiva. Premetto che tale segnalazione/proposta è riferita a precedenti attività e studi urbani nel segno della Bergamo fra storia e futuro quale capoluogo e, quindi, parte di un sistema socioeconomico di rilevanza sovracomunale, alla quale non sfuggire e colla quale è necessario rapportarsi per bene ed interesse comune.
  38. 38. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 38 Porto alla vostra attenzione alcuni documenti che, per i temi in questione, ho preparato alfine di darle la possibilità di esporli ai concittadini ed eventualmente anche a tutti i candidati per le prossime amministrative comunali della città di Bergamo. La presente proposta, dialogata col collega Antonio Cortinovis, attiene alla questione del centro di Bergamo Bassa e alla connessione con Città Alta, rispetto alla dualità Alta e Bassa che pareva sino a due anni fa orientata a essere affrontata, sebbene in grave ritardo, rispetto alle prospettive/opportunità di sviluppo della stessa, nel novero delle dotazioni infrastrutturali. Strutture che ne costituissero, come in numerosi esempi italiani e internazionali, il rilancio a partire dalla ri-valorizzazione e ri-generazione dell'esistente e del diffuso complesso di piccole e medie proprietà immobiliari, sia residenziali, sia commerciali o produttive, sia dei servizi privati, oltre che pubblici, senza ulteriore consumo di suolo: la risorsa da sempre usata della "dimensione" underground. Pertanto, Le segnalo la proposta/ricerca al link di illustrazione per il centro di Bergamo fra cui i riferimenti storici e all’organizzazione urbana dal bergamasco ing. G. Murnigotti e altri alla fine del 1800 e inizio 1900: https://vimeo.com/169191214 https://vimeo.com/161099532 https://www.slideshare.net/AlfredoVerzeri1/infra-bg-verzeri-cortinovis-20160128 Segnalo anche altri documenti, simulazioni video ed elaborazioni grafiche presenti sul sito www.infrabg.it
  39. 39. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 39 A compendio allego versione infrabg nella sintetica proposta per il concorso piacentiniano di relazione e tavole illustrative. Estratto della proposta infrabg del livello underground, della connessione con Città Alta e della ri-scopertura canali d’acque storiche.
  40. 40. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 40 La previsione del Piano Urbano Mobilità del 2006 con il collegamento Stazione-Città Alta in sotterraneo, confermata anche dal PGT vigente ma oggi assente nel nuovo Piano Urbano Mobilità Sostenibile senza riscontro motivato, e in riapprovazione due anni dopo la scadenza.
  41. 41. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 41 Uno dei principali obbiettivi strategici del PGT vigente è il collegamento Stazione-Città Alta in sede sotterranea, in fondo lo si fece 150 anni fa con la Funicolare e pure la galleria Conca d’Oro sono parte di queste applicazioni di sviluppo infrastrutturale ferme da decenni. Sottopongo poche immagini progettuali della Bergamo Bassa di fine Ottocento e primo Novecento in riferimento al tema delle infrastrutture in sotterraneo del centro basso, il Sentierone come incontro di livello provinciale. Se avrete occasione e modo di consultare la documentazione segnalata vi si troverà riscontro di come ciò non sia solo questione di immagine o denominazione.
  42. 42. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 42 Il Progetto Murnigotti del 1981 con la piazza diploica sull’asse di via Vittorio Emanuele, la teoria porticata lungo il Sentierone, l’uso delle coperture a terrazza e la preservazione della percezione panoramica di Città Alta Il progetto finale di Piacentini concordato cogli Uffici Comunali del 1917: la prospettiva del Sentierone. Il progetto finale di Piacentini concordato cogli Uffici Comunali del 1917: la piazza centrale. Notare che quello sfondo è frutto non di Piacentini 1906/7 ma dell'Ing. Giuseppe Murnigotti 1891 (vedasi immagine allegata, mi auguro possa avere tempo e modo di approfondire nel corso dell'incipiente campagna elettorale) e restituirla alla sua condizione pedonale (più o meno aulica ma irreale e spersonalizzata di quanto si riprometteva, fallendo, il recente Concorso Piacentiniano) di incontro e relazione migliorando al contempo l'accessibilità è un imperativo per il futuro di Bergamo. Analizzando le rielaborazioni finali degli Uffici Comunali del 1917 col “vincitore” del Concorso Piacentini, ma su impianto e impronta totalmente “Murnigottiana” salvo qualche comprensibile aggiunta e modifica si può comprendere come si assolvesse
  43. 43. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 43 alle allora necessità di connessione e relazioni infrastrutturali per il centro servizi del capoluogo, non di certo con un arredo pavimentale come il concorso Piacentiniano del 2017/18. Tornare alla dimensione pedonale originaria, il centro senza traffico, era questo l’obbiettivo del concorso 2017? Perché se ne promuoveva così l’immaginario? Il centro di una città, duale per Bergamo e perciò non disgiungibile e da risolvere al più presto evitando di inseguire altre chimere o palliativi, è il risultato di una storia di cui necessita comprenderne il senso e le radici reali per adeguarlo, svilupparlo e valorizzarlo come merita, e che altre realtà urbane fanno e sanno fare (o almeno ci provano). Prima di riproporre l’idea del passato di una Terza Bergamo seppure come Porta Sud riedita, occorrebbe fare i conti con le dinamiche dei flussi connettivi, materiali ed immateriali, fra cui l’aeroporto di Orio al Serio: apportatore di flusso in quantità e qualità da considerarsi quale un layer/livello urbano al top/cielo che dovrebbe commisurarsi con un corrispettivo complementare underground/sottosuolo, proprio per liberare e nobilitare la dimensione di superficie di primaria relazione socio- economica quanto storico-culturale. Ma questo è possibile solo se tale requisito di mobilità risponde alle qualità di accessibilità aperta, plurimodalità e di gestione adeguate ai criteri di valutazione oggettivamente dimostrabili; per questo necessita una consultazione e rielaborazione del complesso urbano e territoriale coinvolgente tutta la città, dal Sindaco ai Consiglieri aperta anche ai cittadini.
  44. 44. infrabg Alfredo Verzeri architetto info@alfredoverzeri.it tel. 035516437 infrabgurbanisticaportasudcentrochorusAppelloSindaco20190510verzeri.docx 2019-05-10 44 Ogni epoca pone i suoi temi, problemi ed opportunità urbane, delle cinte murarie che oggi si celebrano (ma sono infrastrutture sub-terranee), alle strade e gallerie incavate nei colli, ai ponti di attraversamento, ai canali d'acqua, alle ferrovie e funicolari ecc.. Dove e come siamo nello scenario di scala epocale, senza perderci nel contingente dell’apparente aggiornamento e variante in adeguamento? Da almeno mezzo secolo Bergamo marca un ritardo nella separazione del traffico veicolare di attraversamento del centro, in fondo trattasi di interventi analoghi a tanti altri interventi infrastrutturali sull’esistente da cui far partire un confronto, che è libertà d'azione e relazione socioeconomica anzitutto. Resta il tema problematico da affrontare, non a caso strategico del PGT e che si presumeva obbiettivo del Concorso Piacentiniano 2017. Questione che vale per il centro come per qualsiasi raccordo e svincolo di ingresso alla città o periferico, che chi frequenta ogni giorno aspetta da decenni che si risolvano. Auspico che per il futuro di Bergamo tale questione, scevra da pregiudizi tecnologici e di gestione, con numeri ed esempi comparabili, e la possibilità di fruire di investimenti infrastrutturali compartecipati di livello europeo, cosa enunciata nei vari programmi elettorali, si sviluppi sin da subito. Grazie dell'attenzione Ranica, lì 10/05/2019 Alfredo Verzeri architetto Via Santi 7 Fratelli Martiri n. 30 24020 Ranica (BG) Tel. 035516437 e-mail info@alfredoverzeri.it

×