Galdus WR 2014 lezione 1

154 views
99 views

Published on

Published in: Marketing
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
154
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Galdus WR 2014 lezione 1

  1. 1. Mauro Morellini modroman64@gmail.com Il Web Marketing come nuova opportunità di promozione
  2. 2. Concetti del corso • Nozioni generali • Strumenti informatici utili per il web marketing • Strumenti pubblicitari di web marketing • SEM e SEO • Opportunità offerte dai social network
  3. 3. Concetti del corso • Il web e il mobile come nuova piattaforma di distribuzione dei contenuti • Le valutazioni degli utenti: come cambia il ruolo dei consumatori • L’apporto degli utenti: user generated content • Social networking: Facebook, YouTube, ecc
  4. 4. Piano lezioni LEZIONE 1 – 17 MARZO • Presentazione corso • Presentazione studenti e vostri obiettivi • Testi consigliati • Web marketing: le parole chiave • La fotografia dell’utente: le varie tipologie di navigatori, chi usa Internet e come • Il Web 2.0 • I contributi degli utenti: commenti e opinioni • Strumenti statistici: Google Analytics, Alexa e Technorati
  5. 5. Piano lezioni LEZIONE 2 – DATA DA DEFINIRE • SEO e SEM • Il SEO: il posizionamento sui motori di ricerca • La teoria della Coda Lunga • Google Trends • I vari strumenti di SEM: affiliation programme, Google Ads, altre forme di pubblicità a pagamento • Il marketing virale – You Tube e il caso di Dove
  6. 6. Piano lezioni LEZIONE 3 – 31 marzo • I social network • Facebook come forma di diffusione virale • Facebook come investimento pubblicitario • Twitter • Altre piattaforme social • L’uso di blog e di piattaforme social come promozione del marchio: il caso Lonely Planet
  7. 7. Strumenti di lavoro • Lezione frontale con slide •  gruppo Facebook Web Gastro • Esercitazioni sul blog del corso http://www.galdus2014.blogspot.com
  8. 8. Testi consigliati Mafe de Baggis, World Wide We Prezzo € 18,00 Apogeo Editore
  9. 9. Testi consigliati Miriam Bertoli Web marketing per le PMI Prezzo € 19,90 Hoepli Editore
  10. 10. Testi consigliati Clara Shih L’era di Facebook Prezzo € 24,50 Gremese Editore
  11. 11. Lezione 1 • Introduzione al corso: presentiamoci • Web marketing: le parole chiave • La fotografia dell’utente: le varie tipologie di navigatori, chi usa Internet e come • Il Web 2.0 • I contributi degli utenti: i commenti
  12. 12. PROSSIMITÀ Web marketing: Le parole chiave
  13. 13. COLLABORAZIONE
  14. 14. PERTINENZA Le parole chiave
  15. 15. KeywordsMISURABILITÀ
  16. 16. SEGMENTAZIONE
  17. 17. Vantaggi del marketing online •  Minor costo dello spazio •  Solitamente, minor costo della produzione •  Occorre comunque investire sul posizionamento e sul passaparola •  Se uno spot o una segnalazione arriva da un amico è più facile che venga presa in considerazione •  Possibilità di monitorare gli andamenti grazie alle statistiche
  18. 18. Le tipologie di utenti
  19. 19. L’ erogazione dei contenuti nel Web 1.0
  20. 20. User Generated Content nel Web 2.0
  21. 21. Web 2.0 •  Coniato da Tim O’Reilly, di O’Reilly Media nel 2004, si riferisce a una nuova generazione di servizi su Internet basati sulla collaborazione e sulla condivisione tra gli utenti: social networking, wiki, peer to peer, ecc. •  Il termine comincia a essere diffuso (fonte Google Trends) dal 2006 negli USA e dalla fine del 2007 in Italia.
  22. 22. versus
  23. 23. Con Internet e in particolare con il Web 2.0 cambia radicalmente il ruolo del consumatore
  24. 24. Guide ai consumi Un caso specifico (Cinema): www.mymovies.it
  25. 25. Guide ai consumi Un caso specifico (Ristoranti): www.2spaghi.it
  26. 26. Esercitazione Facendo riferimento al vostro settore, o a un settore a vostra scelta, selezionate uno o più casi di siti di contenuti “ufficiali” e contenuti generati dagli utenti. Riportate le vostre considerazioni sul blog www.galdus2014.blogspot.com.
  27. 27. Per le nuove generazioni digitali, le fonti d’informazione alternative contano sempre di più.
  28. 28. Grazie ai Consumer Generated Media (newsgroup,forum, blog, siti che contengono uno spazio per i commenti, social network) un peso specifico mai avuto in passato
  29. 29. L’opinione delle persone acquisisce un’importanza mai avuta prima.
  30. 30. Il passaparola, la forma più efficace in assoluto di pubblicità, acquisisce una rapidità di diffusione e penetrazione amplificata dalle potenzialità offerte dalla Rete e dai social network.
  31. 31. Fonte: Forrester Research (ricerca condotta a livello europeo)
  32. 32. Marketing virale E’ l’insieme di tecniche di marketing che utilizzano le reti sociali (offline ma ora sempre più spesso online) per aumentare la visibilità e la notorietà di un prodotto o di un servizio. Il termine virale si riferisce all’idea che le persone diffondano e condividano i contenuti che ritengono interessanti e meritevoli di nota. Queste forme di comunicazione prendono la forma di videoclip divertenti, di giochi interattivi in Flash, immagini e anche semplicemente testo. Il consumatore è più facilmente disposto a vedere una pubblicità se arriva da una fonte che conosce e di cui si fida. Anzi nel caso che piaccia è anche disposto a segnalarla a sua volta ad altre persone della sua comunità e che possano apprezzare il messaggio.
  33. 33. Google Analytics è un servizio gratuito che, attraverso l’iscrizione al servizio e l’inserimento di un codice nelle proprie pagine,consente di rilevare i comportamenti dei propri utenti. Statistiche sito Morellini Ed.
  34. 34. Elementi da controllare nelle statistiche •  Andamento temporale: picchi di periodo, utilizzo nel corso della settimana (weekend vs giorni feriali), orario (ufficio/casa) •  Provenienza: Italia vs estero (volendo, dettaglio Paesi) •  Durata delle visite: sotto i 30 sec difficilmente sarà un utente che cercava voi, o comunque non lo avete catturato
  35. 35. Elementi da controllare nelle statistiche •  Pagine di accesso (da quale pagina hanno iniziato la navigazione) •  Pagine di uscita (dove l’hanno terminata) •  Sito di provenienza (referrer): verificate se esiste un link che porta a voi •  Se la provenienza è da un motore di ricerca (Yahoo, Google): frasi e parole chiave usate per arrivare a voi
  36. 36. …e soprattutto •  Sito di provenienza (referrer): verificate se esiste un link che porta a voi •  Se la provenienza è da un motore di ricerca (Yahoo, Google): frasi e parole chiave usate per arrivare a voi
  37. 37. Strumenti statistici: Alexa.com www.alexa.com è un servizio che fornisce le statistiche e le modalità di accesso ai siti Internet di tutto il mondo
  38. 38. Strumenti statistici: Blogitalia.it Censisce e classifica i blog italiani più seguiti (per il mondo www.technorati.com)
  39. 39. Esercitazione Confrontate attraverso Alexa andamenti e statistiche di uno o più siti del vostro settore. Riportate sul blog www.galdus2014.blogspot.com il risultato di questa ricerca

×