Le tecnologie della Comunicazione e dell'Informazione per l'innovazione della PA

2,033 views
1,947 views

Published on

Slide che userò nei mesi di Novembre e Dicembre 2010 in diversi eventi e lezioni sul tema

Published in: Technology
0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
2,033
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
36
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Le tecnologie della Comunicazione e dell'Informazione per l'innovazione della PA

  1. 1. Oh, my Gov! Le Tecnologie della Comunicazione e dell’Informazione per l’innovazione della PA
  2. 2. I principi dell’eDemocracy La democrazia digitale, sinonimo di democrazia elettronica, e sinonimo di e-democracy (contrazione inglese di Electronic Democracy), è la forma di democrazia diretta in cui vengono utilizzate le moderne tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle consultazioni popolari. (da Wikipedia in lingua italiana) eDemocracy (a combination of the words electronic and democracy) is a form of direct democracy that uses information technologies and communication technologies and strategies for political and governance processes…….. as well as through more participatory or direct forms of citizen involvement in addressing public challenges. (da Wikipedia in lingua inglese)
  3. 3. Emerge il differente approccio culturale Avere (approccio italiano): La sensazione che lo status di cittadino digitale sia fondamentalmente una rivendicazione di diritti o nuovi diritti digitali (semplificazione ed efficentamento, attraverso la digitalizzazione dei servizi, transazioni formali tra cittadini e P.A. molto più semplici) Dare (approccio anglosassone): l’assunzione che lo status di cittadino digitale sia anche un insieme di doveri. Come, ad esempio, la sperimentazione di forme di democrazia diretta (attraverso la partecipazione dei cittadini) con l’ausilio dei media sociali. Ma, soprattutto, l’impegno in una governance partecipata. J.F. Kennedy: “Non chiederti che cosa fa lo stato per te, ma chiediti cosa fai tu per lo stato”
  4. 4. I principi dell’eGovernment Per e-government (anche e-gov o amministrazione digitale) si intende il processo di informatizzazione della pubblica amministrazione, il quale - unitamente ad azioni di cambiamento organizzativo - consente di trattare la documentazione e di gestire i procedimenti con sistemi digitali, grazie all’uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT), allo scopo di ottimizzare il lavoro degli enti e di offrire agli utenti (cittadini ed imprese) sia servizi più rapidi, che nuovi servizi, attraverso - ad esempio - i siti web delle amministrazioni interessate. (da Wikipedia in lingua italiana)
  5. 5. e-Government (short for electronic government, also known as e-gov, digital government, online government, or connected government) is creating a comfortable, transparent, and cheap interaction between government and citizens (G2C – government to citizens), government and business enterprises (G2B –government to business enterprises) and relationship between governments (G2G – inter-agency relationship). There are four domains of e-government namely, governance, information and communication technology (ICT), business process re-engineering (BPR) and e-citizen. (da Wikipedia in lingua inglese) I principi dell’eGovernment
  6. 6. Il contesto Il web 1.0 •da elaboratore a ricevente •appiattimento sul mainstream •approccio redazionale •status di utente •scarso appeal •……….
  7. 7. Il contesto Il web evoluto e sociale (2.0?) •fattori determinanti per lo sviluppo: infrastruttura, tecnologia, cultura •paradigmi emergenti: partecipazione, parità, neutralità •la produzione collettiva e l’economia della conoscenza
  8. 8. Il contesto Web 1 ≠ Web 2
  9. 9. Il contesto Redazione web? •centro di controllo •lentezza decisionale •centro di potere •prevale narcisismo •stimola l’alternativa di nicchia (sito tematico) •scarso appeal •…….
  10. 10. Il contesto Web 1 ≠ Web 2 Fidelizzazione •mainstream •consumerization •committment •……….
  11. 11. Il contesto Consumerizzazione Il fenomeno in base al quale l'uso e lo stile delle tecnologie in ambiente lavorativo viene dettata, in sostanza, dall'evoluzione del profilo privato degli individui e dal loro utilizzo delle tecnologie personali user empowerment
  12. 12. Il contesto resistenza
  13. 13. Il contesto
  14. 14. Il contesto la PA italiana può ancora nascondersi?
  15. 15. Verso una nuova consapevolezza Web 2.0 is the business revolution in the computer industry caused by the move to the internet as platform, and an attempt to understand the rules for success on that new platform. Chief among those rules is this: Build applications that harness network effects to get better the more people use them.” (O'Reilly, 2006)
  16. 16. Verso una nuova consapevolezza Fonte: http://www.awaredesign.eu/articles/14-Cos-Web-2-0
  17. 17. Verso una nuova consapevolezza
  18. 18. La partecipazione spontanea http://40xvenezia.ning.com/
  19. 19. La partecipazione spontanea http://www.40xvenezia.it/
  20. 20. La partecipazione spontanea http://www.fixmystreet.com/
  21. 21. La partecipazione spontanea
  22. 22. La partecipazione spontanea
  23. 23. La partecipazione spontanea http://www.mybikelane.com/
  24. 24. La partecipazione spontanea
  25. 25. La partecipazione spontanea http://www.mobilitapalermo.org/
  26. 26. La partecipazione spontanea
  27. 27. La partecipazione spontanea http://www.sicurezzastradale.partecipami.i t/
  28. 28. La partecipazione spontanea http://spotcrime.com/
  29. 29. La partecipazione spontanea http://www.ratemycop.com/
  30. 30. La partecipazione spontanea http://www.ratemyteachers.co m/
  31. 31. La partecipazione spontanea http://www.votailprof.it/
  32. 32. La partecipazione spontanea http://www.theyworkforyou.com/
  33. 33. La partecipazione spontanea http://parlamento.openpolis.it /
  34. 34. La partecipazione gestita Una nuova sfida: IL GOVERNO PARTECIPATO!
  35. 35. La partecipazione gestita http://www.challange.gov/
  36. 36. La partecipazione gestita http://www.webeconoscenza.net/2010/06/29/a-tutti-i-dipendenti-pubblici/ Don’t hold back. Be innovative, be radical, challenge the way things are done. If you think you can make things better for less money don’t just complain to your colleagues about it – tell us about it so we can make it happen…
  37. 37. La partecipazione gestita http://www.demotopia.net/
  38. 38. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://blog.usa.gov/roller/govga b/
  39. 39. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.number10.gov.uk/
  40. 40. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.number10.gov.uk/
  41. 41. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.whitehouse.gov/blog
  42. 42. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.flickr.com/photos/whitehou se
  43. 43. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.facebook.com/government?v=app_4949752878#!/ usdos
  44. 44. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://politwitter.ca/
  45. 45. Rappresentare l’azione di governo con i social media
  46. 46. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.youtube.com/genoamunicipality
  47. 47. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.facebook.com/pages/Bologna-Italy/Regione-Emilia- Romagna/150077323746
  48. 48. Rappresentare l’azione di governo con i social media http://www.comune.torino.it/taggato/
  49. 49. Rappresentare l’azione di governo con i social media Esserci non serve. Bisogna starci!
  50. 50. Rappresentare l’azione di governo con i social media Cosa serve •la redazione web? •il knowledge manager? •la redazione diffusa? •il corporate SN? •il community manager? •la cultura della rete? •….parliamone!
  51. 51. Rappresentare l’azione di governo con i social media Tutti Redazione web? MarCom? Risorse Umane? Reparto IT? Chi “governa” il web 2.0 nella PA?
  52. 52. Verso la Governance dei servizi http://iris.comune.venezia.it/
  53. 53. Verso la Governance dei servizi
  54. 54. Verso la Governance dei servizi http://tinyurl.com/twitterpa
  55. 55. Beta perpetua Dunque. L’Amministrazione Pubblica deve accettare, INCONDIZIONATAMENTE, la sfida proposta dalla mutazione epocale in atto. •Comunicare con i social media! •Stimolare la progettazione condivisa dei servizi! •Accettare la governance condivisa anche durante il mandato! •Incentivare la multidisciplinarietà! •Stare sulla rete accettandone tutti i repentini cambiamenti! •Mutare rapidamente e porsi in un ottica BETA!
  56. 56. Ora tocca a voi! ESSERCI è diverso da STARCI!
  57. 57. Grazie! gigi.cogo@gmail.com http://www.webeconoscenza.net http://www.facebook.com/gigicogo

×