Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Sviluppare l'inquietudine

2,212 views

Published on

I giovani sono tra i più colpiti dai problemi persistenti nel mondo attuale (obsolescenza dei sistemi formativi, divario tecnologico e competenziale, accesso al lavoro, …), ma sono spesso trascurati perché considerati parte della soluzione.
I giovani devono sviluppare l’inquietudine per essere in prima linea nel cambiamento e nello sviluppo.

Published in: Career
  • Be the first to comment

Sviluppare l'inquietudine

  1. 1. Clay Casati luglio 2015luglio 2015 “Restlessness is discontent — andRestlessness is discontent — and discontent is the first necessity of progress. Show me a thoroughly satisfied man — and I ill h f il ”I will show you a failure.” ―Thomas Edison
  2. 2. nelle organizzazioni 2
  3. 3. L’inquietudine secondo … Inquietudine è insoddisfazione q e l'insoddisfazione è la prima condizione per il progresso. M t t iMostratemi una persona completamente soddisfatta e io vi mostrerò la faccia del fallimento. Thomas A. Edison Thomas Alva Edison (1847 - 1931), inventore statunitense , autore di alcune delle invenzioni fondamentali del 19° secolo incluse la 3 alcune delle invenzioni fondamentali del 19° secolo, incluse la registrazione del suono e la lampada a incandescenza.
  4. 4. L’inquietudine secondo …q SAZQUOTE " h l A "La scienza ha il suo essere in una perpetua inquietudine mentale". William TempleWilliam Temple William Temple (Exeter, 15 ottobre 1881 – Westgate-on- S 26 tt b 1944) è t t t l li 4 Sea, 26 ottobre 1944) è stato un teologo anglicano e arcivescovo di Canterbury.
  5. 5. L’inquietudine secondo …q la necessità é la madrela necessità é la madre d ll’i id ll’i idell’invenzionedell’invenzione - proverbio inglese English proverb – when the need for something becomes imperative, you are forced to find ways of getting or achieving it (Oxford Dictionary). Il vecchio proverbio va riscrittop l’inquietudine é la madre d ll’i i 5 dell’invenzione
  6. 6. L’inquietudine secondo …q TESAZQUOT se la necessità é la madre dell’invenzione, l’insoddisfazione è il padre del progressolinsoddisfazione è il padre del progresso David Rockefeller (New York, 12 giugno 1915) banchiere statunitense fondatore del gruppo Bilderberg estatunitense, fondatore del gruppo Bilderberg e della Commissione Trilaterale. ma tutt nasce dall’inquietudinema tutt nasce dall’inquietudine 6 … ma tutto nasce dall inquietudine… ma tutto nasce dall inquietudine
  7. 7. progress/Dall’inquietudine p g / progresso q all’innovazione e al progresso necessity of progress/ necessità di progresso p g discontent/ insoddisfazioneinsoddisfazione restlessness/ Mai nella storia, una così estesa e pressante richiesta di invenzioni e/ inquietudine pressante richiesta di invenzioni e di innovazioni nei prodotti e nei processi per qualità della vita, competitività e sostenibilità 7 competitività e sostenibilità.
  8. 8. Sviluppare l’inquietudinepp q  "I giovani sono una forza di trasformazione; sono agenti creativi, intraprendenti ed t i ti d l bi t i ll ientusiasti del cambiamento, sia nelle piazze pubbliche che nel cyberspazio" - Ban Ki-moon, segretario generale delle Nazioni Unite in occasione dell’ International Youth Day 2012occasione dell International Youth Day 2012.  I giovani sono tra i più colpiti dai problemi persistenti nel mondo attuale (obsolescenza dei sistemi formativi divario tecnologico edei sistemi formativi, divario tecnologico e competenziale, accesso al lavoro, …), ma sono spesso trascurati perché considerati parte della soluzione.della soluzione.  I giovani devono sviluppare l’inquietudine per essere in prima linea nel cambiamento e nello sviluppo 8 sviluppo.
  9. 9. Innovazione:un processo complesso L'innovazione avviene attraverso un processo ineffi- ciente di ideazione, esplorazione, sperimentazione,, p , p , • combinando cose apparentemente non correlate, • usando idee in modi nuovi,usando idee in modi nuovi, • trasferendo qualcosa da un ambiente a un altro, • ricercando nuove conoscenze in modelli diversiricercando nuove conoscenze in modelli diversi. Le organizzazioni innovative forniscono ai ll b l b l bcollaboratori una licenza a sbagliare, in cambio dell’esplorazione di nuove idee. 9
  10. 10. 10
  11. 11. Sostenere gli inventorig  Enfatizzare gli aspetti avventurosi, emozionali, misteriosi, dell’invenzione, tanto quanto la, , q parte tecnica; il pensiero creativo non è solo un impegno analitico, ma anche appassionato.  Incoraggiare il pensiero creativo che comporta Incoraggiare il pensiero creativo che comporta ricorrenti "trasgressioni di confine," vale a dire, andare oltre le convenzioni, le aspettative e le disciplinediscipline.  Prevedere che ci potranno essere conseguenze impreviste a seguito della invenzione.p g Fonte: I N V E N T I O N - Enhancing inventiveness for quality of life, competitiveness, and sustainability, Lemelson-MIT Program and the National Science Foundation 2004 11 Science Foundation, 2004
  12. 12. Formare inventori & innovatori  Invenzioni e innovazione dovrebbero essere un obiettivo esplicito dell’istruzione/ formazione.  La mente creativa deve essere coltivata nelle scuole/ università, attraverso contenuti dei programmi, stile di attività, cultura generale ep g , , g attraverso iniziative con il mondo del lavoro.  Corsi sull’invenzione e sul processo creativo dovrebbero essere presenti in ogni piano didovrebbero essere presenti in ogni piano di studi, inclusi i settori non-ingegneristici.  Una infrastruttura di supporto dovrebbe esserepp implementata per consentire ai docenti di utilizzare nuovi metodi e materiali didattici. h f l f l f 12 Fonte: I N V E N T I O N - Enhancing inventiveness for quality of life, competitiveness, and sustainability, Lemelson-MIT Program and National Science Foundation, 2004
  13. 13. 13 Fonte: http://restlessdevelopment.org/
  14. 14. MANTENERE LA CALMA ED ESSERE PER SEMPRE GIOVANI EGIOVANI E INQUIETI 14 Fonte: http://restlessdevelopment.org/
  15. 15.  Se si è inquieti, si è determinati a riuscire,  ignorando chi dice che non è possibile 15 Fonte: http://restlessdevelopment.org/
  16. 16.  sai che sei in grado di fare di più,  anche se la gente pensa che tu sia incapace. 16 Fonte: http://restlessdevelopment.org/
  17. 17. È diffi il i È difficile convivere in un mondo complesso ma sicomplesso, ma si inventa, si crea, si cura, si ripara., p  L’inquietudine rende le cose migliori. 17 Fonte: http://restlessdevelopment.org/
  18. 18. Mai il mondo fu così incompiutop avanzati Non c'è mai stato così tanto da fare ovunque questioni 18 Non c è mai stato così tanto da fare, ovunque questioni irrisolte. Possibilità, per giovani professionisti e laureati, in una delle oltre 130 professioni.
  19. 19.  L’ iniziativa di lungo periodo “Industry 4.0” nasce in Germania con l’obiettivo di utilizzare lein Germania con l obiettivo di utilizzare le tecnologie avanzate della informazione e della comunicazione per incrementare la creazione di l l d d dvalore implementando un processo di produzione networked, flessibile, capace di auto-organizzarsi in modo dinamico per prodotti altamentep p personalizzabili.  Il cambiamento di paradigma atteso nel corso dei prossimi 15 o 20 anni, potrebbe giustamente essere definito come la Quarta Rivoluzione Industriale.Industriale. 19
  20. 20. IV Rivoluzione Industriale 20 Fonte: http://hortonworks.com/wp-content/uploads/2015/04/mfg_1.png
  21. 21. Importanza del Sapere L’affermazione di un’economia fondata sulla conoscenza e sull’informazione ha ridefinito il contributo del sapere come fattore di produzione economica e opportunità di crescita socialecrescita sociale. Abbiamo assistito a una straordinaria metamorfosi che fa del sapere il più importante elemento di innovazione della produzione industriale, del rafforzamento della coesionep , sociale, del miglioramento delle condizioni di vita personali e professionali degli individui. Chi non avrà conoscenza e competenze avrà un lavoro meno riconosci to stabile libero sarà n cittadino menomeno riconosciuto, stabile, libero, sarà un cittadino meno consapevole. Chi, al contrario, disporrà di conoscenza e competenze avrà un lavoro apprezzato e mobile, sarà egli stesso a creare lavoro per gli altri, sarà un cittadinostesso a creare lavoro per gli altri, sarà un cittadino consapevole, libero di trasformare in concretezza il proprio talento e le proprie potenzialità. d L'EDUCATION PER LA CRESCITA L 100 tda: L'EDUCATION PER LA CRESCITA - Le 100 proposte di Confindustria, 2014 21
  22. 22.  L’inquietudine non L inquietudine non ha confini. È senza paura. Non ha dipaura di porre grandi domande. Perché, a volte, laPerché, a volte, la risposta potrebbe essere affermativa. L'i i t di L'inquietudine muove le cose. Fonte: http://restlessdevelopment.org/ 22
  23. 23. 23 http://latemeetingsdeals.com/wp-content/uploads/2015/07/competition.jpg
  24. 24.  “Nulla ha più successo del successo” ma general- mente non insegna che a diventare dei numeri 2mente non insegna che a diventare dei numeri 2, ovvero i primi degli ultimi.  La maggior parte delle organizzazioni non aiuta a superare la paura del fallimento e ad osare usandosuperare la paura del fallimento e ad osare usando le capacità del pensiero innovativo, in quanto strutturate per produrre risultati prevedibili, affidabili e standardizzati: errori e fallimenti non sonoe standardizzati: errori e fallimenti non sono tollerati.  LaLa creazionecreazione didi unun "qualcosa"qualcosa didi nuovonuovo ee didi grande"grande" oo "qualcosa"qualcosa didi diversodiverso ee didi grande"grande" richiederichiede pensieropensiero"qualcosa"qualcosa didi diversodiverso ee didi grande"grande" richiederichiede pensieropensiero innovativo,innovativo, l’autorizzazionel’autorizzazione aa sbagliaresbagliare ee unun ambienteambiente organizzativoorganizzativo inquietoinquieto.. 24 Fonte: www.forbes.com/sites/darden/2014/08/04/why-is-innovation-so-hard/.
  25. 25.  Le organizzazioni innovative sviluppano una mentalità ibrida, in grado di mantenerementalità ibrida, in grado di mantenere l'eccellenza operativa e di tollerare contemporaneamente errori e fallimenti ridefiniti "opportunità di apprendimento” consideratiopportunità di apprendimento , considerati positivi perché aiutano le persone a sviluppare l'umiltà, necessaria per l'empatia, capacità critica nella innovazione centrata sui clienticritica nella innovazione centrata sui clienti.  L'innovazione avviene meglio in una "meritocrazia delle idee", una cultura dove i l i li i id b i i l i hvincono le migliori idee basate sui risultati e che facilita il superamento delle difese emotive che inibiscono il pensiero creativo. 25 Fonte: www.forbes.com/sites/darden/2014/08/04/why-is-innovation-so-hard/.
  26. 26. Caratteristiche dei Millenials, ovvero della Generazione Y (nati dal 1980 al 1995):  Orientati al futuro opportunity driven; esperti Orientati al futuro, opportunity-driven; esperti techno collegati 24/7; comodamente autosufficienti; imprenditoriali; inclusivi; di mentalità ambientalista.  Ottimisti fiduciosi e molto inquieti anche in tempi Ottimisti, fiduciosi e molto inquieti anche in tempi turbulenti. I Millenials, cresciuti in un'epoca di rapidi mutamenti tecnologici richiedono alle aziende:tecnologici, richiedono alle aziende:  di guadagnare maggiori opportunità per un rapido avanzamento e maggiori responsabilità in età più giovane,giovane,  di cambiare il modo di attrarre, sviluppare, promuovere e conservare le persone di talento. 26 Fonte: Generation Y: powerhouse of the global economy, Deloitte, 2009, 2015
  27. 27.  A differenza della “Lost Generation” (nati dal 1880 èèal 1900) di Ernest Hemingway - lala GenGen YY èè fiduciosafiduciosa ee ottimistaottimista..  A differenza della “Beat Generation” (nati dal 1925 A differenza della Beat Generation (nati dal 1925 al 1945) di Jack Kerouac - lala GenGen YY èè impegnataimpegnata concon entusiasmoentusiasmo nellanella societàsocietà..  Al contrario della “Baby Boomers Generation” (nati dal 1946 al 1964) di Timothy Leary - lala GenGen YY haha fiduciafiducia nell’autoritànell’autorità ee lala rispettarispetta finofino aa quandoquando èèfiduciafiducia nell’autoritànell’autorità ee lala rispettarispetta –– finofino aa quandoquando èè formataformata dada competenti,competenti, eticietici ee autenticiautentici.. 27 Fonte: Generation Y: powerhouse of the global economy, Deloitte, 2009, 2015
  28. 28. 28
  29. 29. www.circoloinquieti.it@SpiritoInquieto 29 q www.festainquietudine.it @SpiritoInquieto
  30. 30. Circolo degli Inquietig q  Costituito a Savona nel marzo 1996; non ha fini di lucro.;  Ha un proprio bimestrale “globale-locale” La Civetta  Il motto del Circolo “quanto più intendo tanto più ignoro" è di Tommaso Campanella.p  Il logo del Circolo è realizzato da Ugo Nespolo.  Il Circolo non ha una sede operativa né propria nép p p fissa. Nel suo viaggio per destinazioni culturali insolite, sceglie di volta in volta le proprie aree di sosta.  Fondatore e Presidente: Elio Ferraris 30 Fondatore e Presidente: Elio Ferraris
  31. 31. InquietaInquietaMenteMente negli anni 2008-2015 Anno Festa Inquietudine Ed InquietaMente 2015 Un Millesimo di Inquietudine VIII Sviluppare l’InquietudineInquietudine l Inquietudine 2014 Inquietudine & Fuga VII Fuga dalla Metafora Newtoniana 2013 Inquietudine & Virtù e Conoscenza VI Liceo on line #onlinelearning 20 2 d & Il potere delle 2012 Inquietudine & Potere V Il potere delle … parole, immagini … 2011 Inquietudine & Futuro IV Orizzonte 2020 2010 Inquietudine & Limite III Oltre il limite 2009 Eros & Inquietudine II “buon lavoro” Alle radici della nostra “mens inquieta in 31 2008 Alle radici della nostra Inquietudine I mens inquieta in fabrica sana”

×