Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Wwf e sequestro ilva taranto

402 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Wwf e sequestro ilva taranto

  1. 1. WWF Italia Tel: 0805210307 Sezione Puglia Fax: 0809692171 Strada dei Dottula,1 e-mail: puglia@wwf.it 70122 Bari sito: www.wwf.it/pugliaBari, 26 luglio 2012 COMUNICATO STAMPA Sequestro ILVA Taranto, massima attenzione alla tutela dell’ambienteDopo il sequestro, senza facoltà duso, di 6 reparti dellILVA di Taranto e gli arrestidomiciliari per otto indagati, tra dirigenti ed ex dirigenti dello stabilimento siderurgico,disposti dal Gip del tribunale di Taranto Patrizia Todisco, si accendono nuovamente iriflettori sulla grande industria a Taranto che ha un impatto rilevante sulla salute umana esull’ambiente. È indubbio, infatti, che in questi anni l’inquinamento industriale ha influitonegativamente sull’agricoltura, sull’allevamento di bestiame, sull’ittiocoltura e sull’economiadella città.Su queste vicende sempre alta è stata l’attenzione del WWF, che aveva depositato unricorso avverso l’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dal Ministero dell’Ambientea favore dello stabilimento tarantino, ritenendo il provvedimento carente degli strumentiburocratici, tecnici e tecnologici idonei a garantire l’ambiente, quindi la salute dei cittadini.Nel pieno rispetto dei principi di precauzione, integrazione ambientale e dell’utilizzo dellemigliori tecnologie disponibili, la nostra associazione ha sempre richiesto un concretoabbattimento delle emissioni prodotte dalle cokerie tarantine, un campionamento continuo e“a monte” della produzione di diossina, nonché ulteriori, più incisive, prescrizioni a tuteladella salubrità ambientale della città di Taranto e della regione tutta.“Un atto dovuto – afferma il Presidente del WWF Puglia Leonardo Lorusso - non solo perrispondere alle doglianze presentate dalla società del Gruppo Riva a fine 2011, cheaddirittura richiedevano un’ulteriore riduzione delle già esigue prescrizioni contenutenell’A.I.A., ma anche per contestare la competenza e il merito dello stesso provvedimentoministeriale”. Registrato come: Ente morale riconosciuto con WWF Italia D.P.R. n.493 del 4.4.74. Via Po, 25/c 00198 Roma Schedario Anagrafe Naz.le Ricerche N. H 1890ADZ.Lo scopo finale del WWF è fermare e far regredire il degrado Cod.Fisc. 80078430586dell’ambiente naturale del nostro pianeta e contribuire a costruire P.IVA IT 02121111005 O.N.G. idoneità riconosciuta con D.M. 2005/337/000950/5un futuro in cui l’umanità possa vivere in armonia con la natura. del 9.2.2005 – ONLUS di diritto
  2. 2. Forse il WWF ci aveva visto giusto alla luce delle ultime vicende. Non solo: recentemente ilWWF ha presentato latto di significazione di parte offesa al processo relativoallinquinamento generato dagli impianti ILVA, incaricando lavv. Francesco Di Lauro per ladifesa legale.Non nascondiamo la nostra preoccupazione per la situazione che si è venuta a creare,frutto di anni di politiche industriali scellerate che hanno causato problemi ambientali esanitari, spesso irreversibili. Ed in questa situazione è ancora una volta la Magistratura atrovare la soluzione alle già acclarate problematiche ambientali richiamando con forza tuttigli attori ad una responsabilità che sembrava smarrita.Ora l’azienda è chiamata alle sue responsabilità: se vorrà ancora continuare la sua attivitàindustriale dovrà ridurre il suo impatto nocivo sul territorio e sarà l’unica responsabile dellagrave crisi sociale ed occupazionale che si è venuta a creare. WWF PUGLIAUfficio Stampa WWF PugliaReferente: Dott. Mauro Sasso, Vicepresidente338 9286547Referente legale: Avv. Antonio de Feo, Consigliere Nazionale WWF Italia347 5928265Presidente WWF Puglia: Dott. Leonardo Lorusso328 2915721

×