La Lean Maintenance applicata  ad un flusso produttivo Pull        Enzo Violi_Direttore Stabilimento ITT-LOWARAGiovanni Za...
PROFILO AZIENDALE
Divisioni della Corporation      FLUID                      DEFENSE                       Electronics &   TECHNOLOGY      ...
ITT ORGANIZZAZIONE                                ITT                             Corporation        Motion &             ...
ITT – GEOGRAFICAL PROFILE     ASIA-PACIFIC /         OTHER          13%         AMERICAs                        54%  EUROP...
RESIDENTIAL COMMERCIAL WATER                                ITT                             Corporation    Motion &       ...
R&CW EMEA• 1819 dipendenti• Fatturato 2009: US$ 364 M• Territorio EMEA : Europa, Medio Oriente,  Africa
R&CW EMEA – Vendite          Fatturato per area             Altro 17%                     Italia                          ...
R&CW EMEA – Vendite               Presenza sul mercato     Edilizia               Industria leggera   Residenziale        ...
La Lean Maintenance  e la strategia ITT
“Lean Maintenance”                  OBIETTIVO:MIGLIORARE IL RENDIMENTO GLOBALE DEGLI IMPIANTI                       E CONT...
“Lean Maintenance”                                       STRATEGIA ITT:                      SVILUPPO “APPROCCIO INGEGNER...
Il piano di sviluppo della                 Lean Maintenance (anno 2011)ATTIVITA’                   GEN    FEB    MAR    AP...
Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is)           - manutenzione a guasto -
Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is)   - manutenzione preventiva e migliorativa -
Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is)            - principali evidenze emerse - Gli attuali processi di Manuten...
Fase 2: definizione tipologia d’ approccioMIGLIORAMENTO PERFORMANCE TECNICA ED ECONOMICA      PILASTRO                    ...
Fase 3: definizione degli attori del progetto                                •Direzione di Stabilimento             (indir...
Fase 4: le attività operativeGENNAIO – MAGGIO 2011      DA GIUGNO 2011 A ….                                 RIPORTARE     ...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione La richiesta di intervento...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione Il TABELLONE VISUAL MANAGE...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE  Revisione sistema gestione dati di manutenzione Il DATA BASE di Manutenzi...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE  Revisione sistema gestione dati di manutenzione L’ analisi delle prestazi...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione Principali KPI di Manutenz...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE  Revisione dei flussi di attività della manutenzione Gli Standard Work gio...
4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE   La reportistica del Servizio di Manutenzione Report settimanale di Manut...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONEAnalisi e miglioramento Affidabilità e ManutenibilitàCome si vuole procedere1. ...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE   Sviluppo della Manutenzione AutonomaObiettivo della Manutenzione Autonoma in...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE   Sviluppo della Manutenzione Autonoma                                        ...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE   Sviluppo della Manutenzione Autonoma                                        ...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE   Ri-definizione del processo dei ricambi   La ri-definizione del processo dei...
4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE        Ri-definizione del processo dei ricambi      IL PROCESSO DI GESTIONE DE...
Grazie per l’attenzione.      Domande?
ALLEGATO 1                                         LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI       SUB CFUC 4 CENTRIFUGO IND.  ...
ALLEGATO 1                                            LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI        SUB CFUC 5 MULTISTADIOWR...
ALLEGATO 1                                            LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI        SUB CFUC 5 MULTISTADIOWR...
ALLEGATO 1                                           LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI       SUB CFUC 6 SOMM 6PWRKC    ...
FLOW CHART RICHIESTA INTERVENTO MANUTENZIONE                       ALLEGATO 2.                                  RICHIESTA ...
ALLEGATO 3
ALLEGATO 4     RIEPILOGO ORE/UOMO DI MANUTENZIONE SPESE NELLA SETTIMANA RELATIVO AI MACCHINARI (BUILDING ESCLUSO)         ...
ALLEGATO 5                                                                             ANALISI WORK CENTER DI CUI E TRACCI...
ALLEGATO 6         ANALISI SULLA COMPILAZIONE DEI RAPPORTINI DI RICHIESTA DI MANUTENZIONE      ELENCO DEI CAMPI NON COMPIL...
ERRORI NELLA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA INTERVENTI URGENTI (ROSSO)                                                      ...
ALLEGATO 7Scelta della Politica ManutenzioneS l d ll P li i di M          i  ANALISI DI         GUASTI  CRITICITA         ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Itt lowara la-lean_maintenance_applicata - convegno festo 2011

1,092 views

Published on

Come ridurre gli sprechi nel processo di manutenzione - Caso Lowara ITT 2011
Viene presentata un'applicazione lean a tutti i processi di gestione manutenzione a guasto, preventiva.Vengono affrontati anche i temi dell'automanutenzione e della revisione delle politiche sui ricambi. Un progetto di re-engineering a tutto tondo.
Presentato al convegno Festo Maintenance Stories

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,092
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
8
Actions
Shares
0
Downloads
63
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Itt lowara la-lean_maintenance_applicata - convegno festo 2011

  1. 1. La Lean Maintenance applicata ad un flusso produttivo Pull Enzo Violi_Direttore Stabilimento ITT-LOWARAGiovanni Zarantonello_Responsabile Manutenzione ITT-LOWARA MAINTENANCE Stories – 11 maggio
  2. 2. PROFILO AZIENDALE
  3. 3. Divisioni della Corporation FLUID DEFENSE Electronics & TECHNOLOGY ELECTRONICS & Services SERVICESMaggior fornitore mondiale Fornitori di sistemi di Produttore di di pompe e sistemi di difesa, servizi tecnici e componenti tecnici trasporto e controllo operativi tecnologicamente tecnologicamente avanzati avanzati per il mercato dell’acqua e altri fluidi aerospaziale, la difesa, la marina, i trasporti e l’industria
  4. 4. ITT ORGANIZZAZIONE ITT Corporation Motion & Fluid Electronics & Flow Control Technology Services WWW RCW IP Residential & Water & Wastewater Commercial Water Industrial Product• ITT President and CEO Mr. Steve Loranger• Over 40000 employees in 50 countries• Americas EMEA Sales 2009 11 billions US $ Asia Pacific
  5. 5. ITT – GEOGRAFICAL PROFILE ASIA-PACIFIC / OTHER 13% AMERICAs 54% EUROPE 33%
  6. 6. RESIDENTIAL COMMERCIAL WATER ITT Corporation Motion & Fluid Electronics & Flow Control Technology Services WWW RCW IP Residential &Water & Wastewater Commercial Water Industrial Product Americas EMEA Asia Pacific RCW $ 1,08 B – 3 Regional Divisions
  7. 7. R&CW EMEA• 1819 dipendenti• Fatturato 2009: US$ 364 M• Territorio EMEA : Europa, Medio Oriente, Africa
  8. 8. R&CW EMEA – Vendite Fatturato per area Altro 17% Italia 23%Est Europa + Polonia 5% UKAustria 8% 11% MedioAsia Pacific Oriente 3% Africa 8% Germania 3% 11% Francia America 6% 5%
  9. 9. R&CW EMEA – Vendite Presenza sul mercato Edilizia Industria leggera Residenziale 27% 26% Irrigazione 11% Municipalità Edilizia Commerciale 11% 25%
  10. 10. La Lean Maintenance e la strategia ITT
  11. 11. “Lean Maintenance” OBIETTIVO:MIGLIORARE IL RENDIMENTO GLOBALE DEGLI IMPIANTI E CONTENERE IL COSTO GLOBALE DI MANUTENZIONE
  12. 12. “Lean Maintenance” STRATEGIA ITT: SVILUPPO “APPROCCIO INGEGNERISTICO” ALL’ INTERNO DEL SERVIZIO MANUTENZIONE FORTE INTEGRAZIONE CON LA PRODUZIONE Preventiva Predittiva Preventiva Ciclica •Tenere sotto controllo le condizioni di funzionamento reale degli impianti attraverso: Strumenti analisiGuasto •Da utilizzare per componenti Coinvolgimento operatori linea di cui si conosce la vita media •Perdita di produzione •Costi di riparazione elevati •Maggior quantità di ricambi a scorta
  13. 13. Il piano di sviluppo della Lean Maintenance (anno 2011)ATTIVITA’ GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 2011 20111 MAPPATURA PROCESSI MANUTENZIONE2 DEFINIZIONE TIPOLOGIA APPROCCIO •ORGANIZZAZIONE MANUTENZIONE3 DEFINIZIONE •RESPONSABILITA’ E COMPITI ATTORI •STRUMENTI GESTIONALI PROGETTO •RAPPORTI CON ALTRE FUNZIONI (in particolare PRODUZIONE)4 ATTIVITA’ OPERATIVE4. Gestione controllata1 processo di manutenzione4. Miglioramento MIGLIORAMENTO OEE2 performance processo manutenzione RIDUZIONE COSTI
  14. 14. Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is) - manutenzione a guasto -
  15. 15. Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is) - manutenzione preventiva e migliorativa -
  16. 16. Fase 1: mappatura processi manutenzione (As is) - principali evidenze emerse - Gli attuali processi di Manutenzione “A Guasto” e “Preventiva” dei Macchinari di Produzione sono complessi e poco lean Il sistema di gestione dei dati (compilazione della richiesta, inserimento, elaborazione ed analisi) risulta migliorabile sia sotto l’ aspetto tecnico che organizzativo Il controllo delle attività non è eseguito in modo sistematico Il 70% delle richieste sui macchinari di produzione sono interventi a guasto, soltanto il 30% interventi di manutenzione preventiva e/o di miglioria Il processo d’ acquisto dei componenti di ricambio non è sotto controllo.
  17. 17. Fase 2: definizione tipologia d’ approccioMIGLIORAMENTO PERFORMANCE TECNICA ED ECONOMICA PILASTRO PILASTRO TECNICO ORGANIZZATIVO •Strumenti di raccolta, •Responsabilità elaborazione ed •Compiti analisi dati •Coinvolgimento •KPI manutenzione •Motivazione •Metodologie di lavoro •Integrazione •Piano Manutenzione Produzione Produttiva Manutenzione
  18. 18. Fase 3: definizione degli attori del progetto •Direzione di Stabilimento (indirizzo attività, obiettivi, motivazione e coinvolgimento delle persone)•Resp. Manutenzione •Flow Supervisor CFU•Capi Squadra Manut. •Tecnologi CFU (attività operative) (attività operative) •Consulenza (supporto metodologico alle attività)
  19. 19. Fase 4: le attività operativeGENNAIO – MAGGIO 2011 DA GIUGNO 2011 A …. RIPORTARE IL PROCESSO 4.1 GESTIONE 4.2 CONTROLLO IN MIGLIORAMENTO CONTROLLATA PERFORMACE PROCESSO PROCESSO MANUTENZIONE MANUTENZIONE REVISIONE ANALISI E SISTEMA MIGLIORAMENTO GESTIONE DATI AFFIDABILITA’ E MANUTENZIONE MANUTENIBILITA’ REVISIONE SVILUPPO FLUSSI MANUTENZIONE ATTIVITA’ AUTONOMA (STD WORK MTZ) RI-DEFINIZIONE REPORTISTICA DEL PROCESSO MANUTENZIONE DEI RICAMBI
  20. 20. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione La richiesta di intervento di manutenzione Criticità Work Center ALLEGATO 1.xls
  21. 21. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione Il TABELLONE VISUAL MANAGEMENT di Manutenzione FLUSSO RICHIESTA ALLEGATO 2.ppt
  22. 22. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione Il DATA BASE di ManutenzioneLa definizione di uno standard di richiesta diintervento di manutenzione ha permesso diimplementare il DATA BASE di Manutenzione,strumento fondamentale nelle fasi successivedi elaborazione ed analisi dei dati.
  23. 23. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione L’ analisi delle prestazioni delle macchinePartendo dalla resa degli impianti in termini di Disponibilità ed Efficienza ( OEE )il focus del Team manutentivo rimane quello di limitare i fermi macchinadurante il tempo di apertura dell’impianto, attraverso l’ analisi dei guasticonsuntivati nel DATA BASE. % utilizzo impianto 0,3 0,25 0,2 0,15 0,1 0,05 0 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 20 Pr 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 og 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 01 02 03 04 05 06 07 08 09 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 . 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Set up 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Perdit e manut prevent 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Perdit e guast o macchina 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 Perdit e guast i at t rezz o st ampo 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 M icrof ermat e 0 0 0 0 0 0 0 0 -0 0 0 0 0 0 -0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 M anc. qualit à 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
  24. 24. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione sistema gestione dati di manutenzione Principali KPI di Manutenzione Indicatori di Prestazione calcolati dal sistema di gestione dei dati di OEE Indicatori di Efficienza calcolati dal DATA BASE di Manutenzione +QDIP ALLEGATO 3.ppt
  25. 25. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE Revisione dei flussi di attività della manutenzione Gli Standard Work giornalieri e settimanali di ManutenzioneSTANDARD WORK GIORNALIERO DI MANUTENZIONE STANDARD WORK SETTIMANALE DI MANUTENZIONEOWNER: RESP MANUTENZIONE CENTRALE OWNER: RESP MANUTENZIONE CENTRALE ATTIVITÀ RESPONSABILE QUANDO VERIFICA STATUS Coord Man Mecc 7,30 - 8,00 ATTIVITÀ RESPONSABILE QUANDO IMPIANTI DURANTE LA Coord Man Elett NOTTE E INIZIO TURNO Coord Man Stampi INDIVIDUAZIONE DEI Resp Man Centrale lun matt - merc matt ANALISI DEI RAPPORTINI Coord Man Mecc 8,00 - 8,30 WORK CENTER CRITICI DI MANUTENZIONE E Coord Man Elett PER MANUTENZIONE VERIFICA CORRETTA Coord Man Stampi COMPILAZIONE CONSEGNA RAPPORTINI Coord Man Mecc 8,00 - 8,30 MANUTENZIONE PER Coord Man Elett INSERIMENTO IN DATA Coord Man Stampi INDIVDUAZIONE DEI Resp Man Centrale lun matt - merc matt BASE CESPITI CRITICI PER I GUASTI VERIFICA DISPONIBILITÀ Coord Man Mecc 8,00 - 8,30 PERSONALE E Coord Man Elett MATERIALE PER Coord Man Stampi ESECUZIONE MANUTENZIONI PROGRAMMATE ANALISI TIPOLOGIE DI Resp Man Centrale lun matt - merc matt GIORNATA GUASTO SUI CESPTI Coord Man Mecc CRITICI E VERIFICA Coord Man Elett RIUNIONE Resp Man Centrale 8,30 - 9,00 EFFICACIA MTZ PREV Coord Man Stampi Coord Man Mecc GIORNALIERA Coord Man Elett MANUTENZIONE Coord Man Stampi COMPILAZIONE Coord Man Mecc entro le 9,00 Coord Man Elett RIUNIONE Direzione Stab mercoledì ore 16,00 DEL +QDIP Coord Man Stampi Resp Man Centrale SETTIMANALE Coord Man Mecc MANUTENZIONE Coord Man Elett RIUNIONE Resp Man Centrale CFU COMM Coord Man Stampi GIORNALIERA CFU RES PRODUZIONE
  26. 26. 4.1 GESTIONE CONTROLLATA PROCESSO MANUTENZIONE La reportistica del Servizio di Manutenzione Report settimanale di Manutenzione verso le CFU RIEPILOGO ANALISI ORE/UOMO WORK CENTER MANUTENZIONE CON OEE ALLEGATO 4.xls ALLEGATO 5.xls ANALISI COMPILAZIONE RICHIESTE MANUT. ALLEGATO 6.xls
  27. 27. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONEAnalisi e miglioramento Affidabilità e ManutenibilitàCome si vuole procedere1. Individuazione degli impianti critici attraverso l’ OEE2. Definizione del Team (Produzione e Manutenzione)3. Individuazione dei modi di guasto più critici (Data Base di Manutenzione e Metodologia FMECA applicata alla manutenzione)4. Analisi delle cause alla radice (RCA)5. Piano di miglioramento i. Modifiche e migliorie del sistema ii. Manutenzione Preventiva (ALLEGATO 7.ppt) iii. Riduzione tempi di manutenzione correttiva
  28. 28. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE Sviluppo della Manutenzione AutonomaObiettivo della Manutenzione Autonoma in ITT MIGLIORAMENTO MIGLIORARE COMPETENZE L’ EFFICIENZA ATTRAVERSO OPERATORI DEGLI IMPIANTI 1. Utilizzare correttamente le macchine rispettando le prescrizioni di sicurezza 2. Individuare prontamente le anomalie 3. Eseguire piccoli interventi
  29. 29. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE Sviluppo della Manutenzione Autonoma attività pulizia ispettiva operativi MANUTENZIONE AUTONOMA macchina standard Scelta sicurezza Linea formazione affiancam 1 step addestramento manutenz separare applicazione check-list verifica ordinare attività lubrificazione operativi ingrassaggio5S+1 pulire standard sicurezza definire 2 step formazione affiancam regole addestramento manutenz mantenere applicazione check-list verifica
  30. 30. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE Sviluppo della Manutenzione Autonoma attività controlli spettivi operativi MANUTENZIONE AUTONOMA (OMI) standard sicurezza formazione affiancam 3 step addestramento manutenz applicazione check-list verifica attività piccole operative sostituzioni procedure sicurezza 4 step formazione affiancam addestramento manutenz applicazione check-list verifica
  31. 31. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE Ri-definizione del processo dei ricambi La ri-definizione del processo dei ricambi non può prescindere da un forte rapporto di Partnership con il Fornitore  Condivisione dei risultati  Revisione dei targhet  Definizione dei nuovi obiettivi
  32. 32. 4.2 MIGLIORAMENTO PERFORMANCE MANUTENZIONE Ri-definizione del processo dei ricambi IL PROCESSO DI GESTIONE DEI RICAMBI MANUTENZIONE ACQUISTI MAGAZZINOMANUTENZIONE MANUTENZIONEAnalisi Magazzino REGOLE Criteri di gestione ACQUISTI MIGLIORAMENTO APPROCCI ACQUISTI Analisi processi 4° 1° Politiche di ordine fornitura CONTROLLO GESTIONE ATTIVITA’ OPERATIVA MANUTENZIONE MAGAZZINO 3° 2° Ottimizzazione spaziIndicatori Magazzino MAGAZZINO Procedure operative
  33. 33. Grazie per l’attenzione. Domande?
  34. 34. ALLEGATO 1 LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI SUB CFUC 4 CENTRIFUGO IND. ALLEGATO 1 WRKC CESPITE CRITICITÀ 20 "C" PO TRANCIADISCHI TCN 0399 PO TRANCIADISCHI TCN 1124 ASPO DEVOLGITORE 1125 RADDRIZZATORE TRR 112 1127 CESOIA GHIGLIOT.ASSERV.TDISCHI 40 LASER DI TAGLIO PRIMAIND. 027217 ESSICATORE POLEST. ETHA FILTER 027762 IMP.LASER DI TAGLIO PRIMAINDUS 1218 SBAVATRICE TECNOMET 71 LAVAGGIO A COCLEA TECNOFIRMA 030188 IMP.LAVG.A COCLEA ABB.A WC 70 72 "C" PM 350T COLOMBO 027997 PM 350T COLOMBO B R 90 PO 30T ITN 028931 MARCATRICE A PERCUSS STAMPIGL 0924 PO 30T ITN 100 PO 100T ITN 0011 PO 100T ITN 120 PO 180T NAVA 1164 PO 180T NAVA G 140 PO 400T NAVA 1275 PO 400T NAVA 180 "C" MULTIPRESSA 025288 MULTIPRESSA 120T X 5 NAVA 025653 PM TRANCIADISCHI 50T GALATO 025657 ALIMENTATORE NASTRO IRON 027332 IMP. LAVAGGIO SCATOLE GS 200 "C" 1°PARTE LINEA PRESSE TCS 0390 PO 250T TCS R 0391 PO 250T TCS R 0392 PO 250T TCS R 0393 PO 250T TCS R 1137 SFOGLIATORE FISSO LINEA TCS R 1282 SFOGLIATORE MOBILE LINEA TCS R 220 "C" 2°PARTE LINEA PRESSE TCS 029042 TRANSFERT 6 STAZIONI LOW R 0394 PO 250T TCS R 0395 PO 250T TCS R 0396 PO 250T TCS R 0397 PO 250T TCS R 240 "C" LINEA PRESSE NAVA 027172 GRUPP TRANC LATER C-POMPA HM 029178 BRACCI DI CARICO LINEA NAVA 1210 PO 320T NAVA 1211 PO 320T NAVA 1212 PO 450T NAVA 1213 PO 320T NAVA 1214 PO 320T NAVA 1215 PM 25T COLOMBO 1250 ROBOT DI CARICO STAMPI 1251 SFOGLIATORE LUBRIFIC DISCHI 520 "C" LINEA LAVORAZIONE COLLI SH 026968 FILETT. - LAMATR. A 2 TESTE IM 1231 FRESATR. - BARENATR. TREVISAN 540 "C" LIN.LASER SLD.CORP-GIR.NPE 026613 STAZIONE SALD. LASER RAPID 5 G 026743 PRESSETTA PNEUM. ALFAMATIC G 026892 MARCHIATRICE MOD. MB3400 G 027007 P.IDROPNEUM. OP 2M ALFAMATIC G 027139 LINEA DI SALDATURA C.R.P. G 027169 CENTRO DI LAVORO MCX600 FAMUP G 027324 COLLAUDO STATICO G 027412 SLD. RST. MOD.SPG90 88KVA ISEA G 030616 SBAVATRICE CORPI SH G 0427 PO 10T GALDABINI G 1243 TORNIO CNC GALAXI G Data di stampa: 13/05/2011
  35. 35. ALLEGATO 1 LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI SUB CFUC 5 MULTISTADIOWRKC CESPITE CRITICITÀ541 MARCHIATURA E CONFEZ CORPI SH 029015 MARCATRICE A PERCUSSIONE 1209 PRESSA PNEUMATICA TCN 580 SALDATURA ZAMPE CORPI SH 1229 SALDATRICE A RESISTENZA TCN 620 L.RIDUZ. DIAM. GIRANTI NPE 1281 SEGATRICE FRIGGI 1298 CARTEGGIATRICE - SPAZZOLATRICE 700 "C" SALDATRICE GALDAB. 700KVA 0858 SALD. A RST. 700KVA GALDABINI 720 SALDATRICE ISEA 320KVA 1314 SLD. A PRZ. SPP320 320KVA ISEA 760 L.SALD. SUPPORTO GOULDS 0056 PUNTATRICE 200KVA TCN 1274 PUNTATR. 100KVA MALAGUTI SP83 995 ISOLA DISTANZ X CAMICIA SV 030311 LINEA TRANC-CALNDR DIST.CAM.SV 1000 "C" LINEA SALD.CORPI/CAMIC. SV 0093 PO TCN G 023388 CALIBRATRICE TCN G 028238 PRESSA MANUALE A BILANCIERE G 028668 LASER DOMINO 1350 PRIMAINDUST. G 028729 PRESSA ORIZZONTALE G 028805 CALIBRATRICE WECOTECH G 029029 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC G 0350 TRAP.SENSITIVO FAMUP G 0526 TORNIO TCN G 1317 PO TCN G 1320 L.TAGLIO SVILUPPI 025368 LIN.AUTOM.CES.TAGLIO QUADROTTI 1460 PO 120T NAVA 1249 PO 120T NAVA 1880 "C" LINEA DISTANZIALI SV 0049 CALANDRA TCN 0050 SALDATRICE A TIG TCN 0051 CALIBRATRICE TCN 028806 INTESTATRICE DISTANZ DIFF NSP 031181 LAVAGGIO NOVATEC 1245 PO GIGANT 3020 N°1 LAVAGGIO-TECNOFIRMA 029059 NUOVO IMP.DI LAVAGG.TECNOFIRMA 4540 INS.SUPP.CUSC.CASSE DOMO.DIWA 024245 PO INSER. SUPPORTO CUSC. TCN R 4560 "C"1°PL69 CAL.SLD.CLBR DR.DOMO 0274 PO 15T OMICRON R 0276 POSIZ. DOPPIO DI SALD. TIG TCN R 0277 CALANDRA TCN R 23825 RIFILATRICE TCN R 4580 2°PL69 TOR/INS.SUPP.CAMIC.DRG 0265 PO 5T TCN 0267 TORNIO PARALLELO RUSSO 4600 3°PL69 SALD.COMP. CAMIC. DRNG 0263 POSIZ. ROT. DI SALD. A TIG TCN 0266 SALD.A PRZ. 178KVA BROWNBOVERI 5090 "C" LINEA FORMAZ. CAMIC.SV-SVI 027265 NUOVA RULLATRICE LUCAS G 029362 PRESSA INSERITR.CAMICIA .RINF. G 030885 LINEA CALANDR.SALDAT.SITEC SAS G 1146 PO 10T TCN G 1320 CALANDRA FW FACCIN G 1321 SALDATRICE A TIG TCN G 1322 SALDATRICE A RESISTENZA 63KVA G 5095 L.FORMAZ.CAMICIE SV R-DIWA 023748 PO ORIZZONTALE 2 STAZIONI TCN 0273 TORNIO RULLAT. TCN 029586 RULLATRICE RAS CAMICIE "R" Data di stampa: 13/05/2011
  36. 36. ALLEGATO 1 LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI SUB CFUC 5 MULTISTADIOWRKC CESPITE CRITICITÀ60 PM 60T COLOMBO 1152 PM 60T COLOMBO80 PO 100T GIGANT 027439 PO 100T GIGANT150 "C" PO 400T NAVA NEW 028003 PO 400T NAVA NEW G155 PO 200T NAVA 0933 PO 200T NAVA160 PO 250T NAVA 0008 PO 250T NAVA740 SALDATRICE ISEA 175KVA 026581 SALD. MOD. SPG175 175KVA ISEA920 SALD. TIG DISC.PROT.GIUNTO HTF 1157 SALDATRICE A TIG TCN1340 PM 160T COLOMBO 024825 PM 160T COLOMBO1380 "C" PM 500T COLOMBO 024647 PM 500T COLOMBO R 1290 PM 500T COLOMBO R 1297 ROBOT CARICO STAMPI R 1381 N°2 LAVAGGI-TECHGROUP 028134 LVG TECHGROUP (ABB.A WC1290) 031339 LVG TECHGROUP (ABB.A WC024647) 1400 PO GIGANT SV 024700 PO GIGANT 1420 PO 320T NAVA 024230 PO 320T NAVA 1520 TRANSFERT INTESTATURA DIST. SV 1325 INTESTATR.DISTANZIALI POMPE SV 1740 TORNIO PARALLELO GRAZIANO 0123 TORNIO PARALLELO GRAZIANO 1760 TORNIO CNC MAHO 024959 TORNIO CNC MAHO - GRAZIANO 1825 L.SALD-FILETT D-TRASC.GIR CE 0064 SALDATRICE 50KVA ISEA 1900 "C" LINEA TAVOLE ROTANTI SV 0483 SALDATRICE A RST. 250KVA ISEA 1323 SLD. RST.+TAV.ROT. 250KVA ISEA 1324 SLD. RST.+TAV.ROT. 250KVA ISEA 1910 "C" ROBOT SALD.GIRANTI SV2-16 029408 CENTRO ROBOT. DI SALD. STAUBLI 1920 "C" ROBOT SALD.DIFFUS. SV2-16 024444 CENTRO ROBOT. DI SALD. STAUBLI G 1930 SALD.DIFF.CON BOCC.E CONFEZ SV 028112 SALD.A RST 100KWA ISEA 1960 "C" LINEA ALBERI SV 027303 FRESATRICE SPECIALE ABERI SV G 027556 SPINGIBARRA X CNC IEMCA 4M G 028133 LVG MONOCABINA TECHGROUP G 030352 TORN.CNC ECAS 32 SOST.IL027555 G 1965 "C" LINEA ALBERI 6WE-SV33..92 028750 TORN.CNC FANTINA MOBILE G 029946 FRESATRICE ALBERI Z6 - SV33-92 G 1990 L.SLD.LASER GIR.SV15-22 030847 LASER SALD.DOMINO PRIMAINDUST. 031032 PRESSA IDRAULICA LOCATELLI 2000 "C" L.SLD.LASER IDRAULICA NSP 028669 LASER SLD DOMINO 1350 PRIMAIND R 028714 SALDATRICE A TIG LOWARA R 028746 TORNIO CTX 310 GRAZIANO R 028747 TORNIO CTX 320 GRAZIANO R 028761 RULLATRICE LOWARA R 028825 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 028826 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 028827 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 028828 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 028829 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 028999 MARCHIAT.A MICROPERC.SOMAUTS25 R 3000 N°1 LAVAGGI0-A COCLEA TECNOFI 025835 IMP.DI LAVAGGIO A COCLEA Data di stampa: 13/05/2011
  37. 37. ALLEGATO 1 LISTA CRITICITÀ WORKCENTER E CESPITI SUB CFUC 6 SOMM 6PWRKC CESPITE CRITICITÀ 2030 L FABBR COPRIC BRETEL.6" 13_60 029677 LINEA PROFIL.TRANC.TIRANTI Z6 029678 LINEA PROFIL.TRANC.COPRICAV.Z6 029679 SABBIATRICE ROSLER X TIRANT.Z6 029680 SALDATRICE MIG PER TIRANTI Z6 029982 STAMPIGL.TARGHE METALLICHE 1289 PO 50T LUCAS 2040 L.SALD.TORN.GIR.RAD 6" 13_22 029656 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC 0671 UNITATORNIT.(2 TESTE) GIR.Z6" 1234 SALDATRICE A RESIST. SCHLATTER 1242 SALDATRICE A RESIST. SCHLATTER 1248 SALDATRICE A RESIST. SCHLATTER 2050 L.SALD.DIFFUSORE RAD 6" 13_16 029653 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC 030298 SALDATR.A RST TECNA A 2 TESTE 0381 SALDATRICE A RST. 100KVA ISEA 2060 "C"L.SLD.LASER GIR.DIF 6"22_60 029606 LASER SALD DOMINO A 2 TAVOLE G 029652 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC G 029657 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC G 0854 UNITA A FORARE/INTESTARE TCN G 2070 "C" CNTR TORN DIFFUS. 6" 13_60 029584 CENTRO DI TORN DIFF 6" FAMAR R 029655 PRESSA IDROPNEUMAT.ALFAMATIC R 029658 PRESS.MANUALE SERIE TROMBOLINE R 2100 "C"L.MTG PMP-ELP 6WE 0229 P.OLEO.JENNI INSERIM.FILTRO Z6 029668 BANCO DI MONTAGGIO POMPE+EP Z6 029669 AVVITATORI LINEA MONTAGGIO Z6 029693 COLLAUDO IDRAULICO PMP+ELP Z6 Data di stampa: 13/05/2011
  38. 38. FLOW CHART RICHIESTA INTERVENTO MANUTENZIONE ALLEGATO 2. RICHIESTA TABELLONE INTERVENTO MANUTENZIONE MANUTENZIONE B G R AVVISO MANUT. COMPILAZIONE COMPILAZIONE RICH. INT. MTZ RICH. INT. MTZ RICH. INT. MTZ SU TABELLONE KANBAN MTZ “RICH. INT. MTZ DA PIANIFICARE”. VALUTAZIONE VALUTAZIONE RICH. INT. MTZ ENTITA’ GUASTO PIANIFICAZIONE POSIZIONAMENTO RICH. INT. MTZ “INT. PIANIFICATI” RIPIANIFICAZIONE INTERVENTO SI PUO’ ESEGUIRE ? ESECUZIONE INTERVENTO MTZ NO SI ESECUZIONE INTERVENTO INTERVENTO MTZ CONCLUSO ? SI NO RICH. INT. MTZ RICH. INT. MTZ RICH. INT. MTZ IN COMPILATA IN COMPILATA IN “INT. SOSPESI” “INT. REALIZZATI“INT. REALIZZATI” R/G”
  39. 39. ALLEGATO 3
  40. 40. ALLEGATO 4 RIEPILOGO ORE/UOMO DI MANUTENZIONE SPESE NELLA SETTIMANA RELATIVO AI MACCHINARI (BUILDING ESCLUSO) 120 100 SENZA PERDITA DI PRODUZIONE 80 CON PERDITA DI PRODUZIONE ORE ORETOTALE ORE DI MANUTENZIONE 60 405,62 MACCHINARITOTALE ORE DI MANUTENZIONE 40 62,62 PREVENTIVA MACCHINARI % PREVENTIVA 15% 20 0 ALTRO VERIFICHE/CONTR RIPARAZIONE ASSISTENZA DITTE MANUTENZIONE MODIFICA/MIGLIORI IMPIANTISTICA PREVENTIVA ESTERNE OLLI A TIPOLOGIA DI MANUTENZIONE
  41. 41. ALLEGATO 5 ANALISI WORK CENTER DI CUI E TRACCIATO LOEE WORK CENTER PIÙ ONEROSI IN TERMINI DI WORK CENTER PIÙ ONEROSI IN TERMINI DI ORE/UOMO DI MANUTENZIONE CON PERDITA DI ORE/UOMO DI MANUTENZIONE PRODUZIONE 240 240 4510 4510 1000WORK CENTER WORK CENTER 4515 1000 4520 4520 1380 1380 1920 0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50 55 0 10 20 30 40 50 ORE ORERIEPILOGO GLOBALE ORE/UOMO MANUTENZIONE CON ESTRATTO DAI DATI DI OEE RELATIVI AI WORK CENTER DIFFERENZIAZIONE PER TIPOLOGIA ANALIZZATI % OEE PERDITA DATO OEE ORE CON PERDITA TIPOLOGIA DI INTERVENTO TOTALE ORE PERDITA DI WCR OEE PER GUASTO GUASTO CFU PRODUZIONE MACCHINA MACCHINA (ORE) VERIFICHE/CONTROLLI 0,5 240 56,45% 26,90% 29 COMMMANUTENZIONE PREVENTIVA 0,75 1000 29,68% 51,20% 36,5 COMMASSISTENZA DITTE ESTERNE 6,5 4 1380 85,93% 0,80% 1,5 COMM MODIFICA/MIGLIORIA 9,5 1920 105,55% 0,90% 0,75 COMM ALTRO 10 4510 96,76% 0,00% 0 RES RIPARAZIONE 106,5 87,5 4515 91,57% 5,30% 4,5 RES TOTALE 133,75 91,5 4520 86,18% 6,80% 4 RES
  42. 42. ALLEGATO 6 ANALISI SULLA COMPILAZIONE DEI RAPPORTINI DI RICHIESTA DI MANUTENZIONE ELENCO DEI CAMPI NON COMPILATI NEI RAPPORTINI DI RICHIESTA INTERVENTO DI MANUTENZIONE CAMPI NON COMPILATI ENTE TOTALE RAPP NOMINATIVO RICHIEDENTE DATA ORA CRITICITA CFU RICHIEDENTE CONSEGNATI CORATO FABIO 7 COMM DE GUIO 1 5 COMM DI CLEMENTE GIANLUCA 1 COMM GROPPO 1 COMM GIURIATO LUIGI 3 COMM MAGGIO VINCENZO 6 COMMPERRONE ALEJANDRO MARCELLO 1 COMM RENSO GIANLUCA 1 4 COMM TRAFORTI ERMINIO 6 COMM URBANI JOHNNY GIUSEPPE 10 COMM VALDAGNO ANDREA 4 COMM VALLE RENZO AMORINO 10 COMM ZERBATO DIEGO 5 COMM ZUCCON LORIS 6 COMM BERLAFFA LUCIANO 1 1 RES COZZA ALESSANDRO 1 1 RES DI PASTENA LUIGI 12 RES FRIGO SIMONE 14 RES GHIOTTO CARLA 1 RES GIOPPO STEFANO 1 RES GRIFFANTE ORIETTA 1 RES LORENZI GIOVANNI 6 RES MARTELLETTO ADRIANO 43 RES PANGALLO GIUSEPPE 7 RES SASSO DANIELE 21 RES SCHIAVO GIUSEPPE 1 1 1 RES TOTALE 0 2 2 2 178 PERCENTUALE REGISTRAZIONE INTERVENTI MANUTENTORI DI CFU CONFRONTO WORK CENTER / % PERDITA PER GUASTO (DATO OEE) N° ORE ORE MEDIE ORE NOMINATIVO MANUTENTORE RAPPORTINI CFU REGISTRATE SETTIMANALI REGISTRATE/ COMPILATI 240 1000 1380 1920 4510 4515 4520 SETTIMANALI FANTON MAURIZIO 4 9 40 23% COMM 26,90% 51,20% 0,80% 0,90% FRIGO GIULIANO 7 5,75 40 14% COMM VIGNATO GIANPAOLO 6 17 40 43% RES 0,00% 5,30% 6,80% PAGANO MARIO 59 40 40 100% RES
  43. 43. ERRORI NELLA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA INTERVENTI URGENTI (ROSSO) TEMPO TEMPO MEDIO MEDIO DI DI PERDITA N° RAPP ERRORI CFU RISPOSTA INTERVENTO PRODUZIONE (minuti) (minuti) CORATO FABIO 2 0 COMM N/C 90 NO/NO DE GUIO 1 0 COMM N/C 90 SI LORENZI GIOVANNI 2 0 RES N/C 75 NO/NO SASSO DANIELE 2 2 RES 5 90 NO/NOURBANI JOHNNY GIUSEPPE 3 1 COMM 20 620 SI/SI/NO VALLE RENZO AMORINO 1 1 COMM 30 30 NO/NO ZERBATO DIEGO 2 0 COMM 20 77 SI/SI ERRORI NELLA COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA INTERVENTI URGENTI (GIALLO) TEMPO TEMPO MEDIO MEDIO DI DI PERDITA N° RAPP ERRORI CFU RISPOSTA INTERVENTO PRODUZIONE (minuti) (minuti) SASSO DANIELE 2 2 RES N/C 540 NO/SI TRAFORTI ERMINIO 3 3 COMM 60 30 NO/NO/NOURBANI JOHNNY GIUSEPPE 1 0 COMM N/C N/C NO ZERBATO DIEGO 2 0 COMM 15 315 SI/SI
  44. 44. ALLEGATO 7Scelta della Politica ManutenzioneS l d ll P li i di M i ANALISI DI GUASTI CRITICITA Elaborazione da UNI 10336 CRITICI ESISTE ESISTE SEGNALE PREVISIONE DEBOLE ? DI DURATA ? ANALISI CAUSE GUASTO (RCA ) PUO ESSERE IL COMPONENTE MONITORATO E ISPEZIONABILE ATTIVAZIONE ISPEZIONE A ATTIVAZIONE MONITORAGGIO CADENZA MANUTENZIONE SU MANUTENZIONEMANUTENZIONE CONDIZIONE O PROGRAMMATA O MANUTENZIONE AMIGLIORATIVA PREDITTIVA CICLICA GUASTO POLITICA AZIENDALE DI MANUTENZIONE

×