Nar 08 2011

442 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
442
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Nar 08 2011

  1. 1. TUTTO PER UN CANE di Ann Martin Bone è un cagnolino che ha perso la mamma e, per motivi diversi, anche le due famiglie che lo hanno successivamente adottato. Charlie è un uomo nella cui memoria bruciano ancora le morti del fratellino e del loro cucciolo Sunny. Henry è il figlio di Charlie, ha undici anni e vorrebbe tanto un cane: farebbe qualsiasi cosa per averne uno. Lo mette sempre al primo posto nellelenco dei regali per Natale, ma suo padre non vuole saperne.Henry, che è tanto obbediente quanto tenace, non rinuncia al suo sogno, e quandoincontra il randagio Bone è deciso a non lasciarsi sfuggire la possibilità di realizzare ilsuo grande desiderio. Tre vite, quelle di un padre, di un figlio e di un cane, intrecciatein una storia che parla di incontri e separazioni, di abbandono e di rinascita, dellamorte e dell irrinunciabile ricerca della felicità che accompagna la vita. PER SEMPRE di Susanna Tamaro Nora se ne è andata da quindici anni e Matteo, ogni giorno da allora, chiede a se stesso quale sia la strada da percorrere. Un viaggio intriso di amore e dolore, di ricordi che riaffiorano dal passato, di luoghi in cui la natura amplifica con la sua bellezza e la sua forza i pensieri e le domande del protagonista. Vivendo ormai da anni immerso nella natura che circonda lasua casa in mezzo ai boschi, Matteo si confronta con la propria coscienza sul filo deiricordi di un passato che riaffiora e si alterna al presente delineando i protagonisti,passati e presenti, della sua vita. "Perché, quando succede qualcosa di irreparabile,non si fa che pensare a quello che si poteva evitare?" Cercando la risposta a infinitedomande, Matteo racconta la sua storia forte e dolorosa, poetica e profonda: unastoria damore così intensa da obbligare il lettore a confrontarsi con il racconto di unavita che, alla fine, non riguarderà più soltanto il protagonista ma tutti coloro che laleggeranno. "Per sempre" è la storia di un amore. Che permane e resiste e che è,soprattutto, un amore impossibile. VACANZE IN VILLA di Sophie Kinsella Chloe ha davvero bisogno di una vacanza. Non ne può più di confezionare abiti nuziali, lei poi che non è neanche sposata! Ed è un momento delicato perché Philip, il suo compagno, ha seri problemi di lavoro e non riesce a pensare ad altro. Meno male che Gerard, uno dei suoi più cari amici, le presta la sua meravigliosa villa in Spagna dove trascorrere qualche giorno in pace... Hugh non è felice. Amanda, la sua impeccabile moglie, sembrapiù interessata ai colori delle pareti del loro lussuoso appartamento che a lui, e a Hughnon resta che lavorare dalla mattina alla sera. Ma Gerard, un vecchio compagno discuola che ha rincontrato per caso, gli dà loccasione di spezzare questa opprimenteroutine proponendogli un breve soggiorno nella sua casa in Spagna... Perfetto! E cosìChloe e Hugh si ritrovano con le rispettive famiglie nello stesso momento e nellostesso posto, scoprendo con grande disappunto che Gerard ha promesso la villa aentrambi. Dopo lo sconcerto iniziale, sono costretti a convivere tra piccoli disagi e,soprattutto, tensioni sotterranee. Perché Chloe e Hugh hanno un passato in comune,un passato che torna prepotentemente a galla durante una vacanza che si riveleràpiena di imprevisti e sorprese. "Vacanze in villa" è una commedia sulla difficoltà didifendere lamore dalle insidie dellabitudine e della quotidianità, in una sfida che sicombatte - e si vince - giorno dopo giorno. 1
  2. 2. L’ORA DI PIETRA di Margherita Oggero I suoi primi tredici anni Immacolata, per tutti Imma, li ha vissuti dove è nata, in un paese del profondo Sud, non lontano da Napoli, dove la legge è quella dettata dal boss locale e le donne sono costrette a chinare il capo di fronte al volere - o al rifiuto - dei loro uomini. Già segnata da un grande dolore durante linfanzia e testimone, non vista, di un terribile delitto, Imma cresce cercando di dominare la propria indole selvatica eindipendente: ma quando, in seguito a un suo gesto di coraggiosa ribellione, lafamiglia decide di mandarla al Nord, nascondendola a casa di una zia che lei quasi nonconosce, Imma si trova allimprovviso a fare i conti con se stessa. Le lunghe oresolitarie tra le mura dellappartamento della "zia scaduta" diventano per Imma la sfidapiù grande. Ferma dietro la finestra che è il suo solo contatto col mondo, aspetta lamagica "ora di pietra", in cui per la strada non passa nessuno, le foglie degli alberisono immobili e nessuna scia solca il cielo. Ma la vita reale non si ferma mai, e soloviolando la prigione che le è stata imposta Imma potrà conoscere il giovane venditoredi libri usati che le offrirà la più meravigliosa delle evasioni: seguendo contrepidazione le vicende di Anna Frank, quelle di Michele Amitrano - protagonista di Ionon ho paura - o di Oliver Twist, Imma supererà la nostalgia delle sue campagneassolate e assassine e troverà ancora una volta il coraggio per uno slancio di libertà. STORIA NATURALE DI UNA FAMIGLIA di Ester Armanino "Da qualche parte ho letto che la muta è la fase più delicata della vita di un insetto, il momento in cui è maggiormente esposto ai predatori e alle cadute". Bianca guarda accadere le cose, le osserva nei dettagli, come unentomologa ragazzina. Solo che il mondo è troppo grande, mobile e complicato, scappa continuamente da tutte le parti. Soprattutto la sua famiglia. Un padre sempre circondato da donne-mantidi. Una madreoperosa con gli occhi di Jane Birkin, posati ormai solo sui figli. Un fratello adolescenteche la sua forza se lè tatuata come monito sul braccio. Ma lo sguardo di Bianca èimplacabile, perché la felicità della sua famiglia è solo una superficie luccicante. Perquesto la rabbia che le si è infilata dentro, quella specie di scheggia tra le pieghe piùmorbide, Bianca vorrebbe spingerla su, arrotolarla sulla lingua e sprigionarla come unveleno. Se "crescere è abbandonare" - così dice sua madre -, allora forse occorreimparare a fidarsi di nuovo, con quel misto di adrenalina e timore che si prova quandoci si tuffa da uno strapiombo. IL BENE OSTINATO di paolo Rumiz I "Medici con lAfrica" del Cuamm (Collegio Universitario Aspiranti e Medici Missionari) si spendono dal 1950 per il diritto fondamentale alla salute e laccesso ai servizi sanitari. Il Cuamm oggi è presente in sette paesi: Angola, Etiopia, Kenya, Mozambico, Sudan, Tanzania e Uganda. Lincontro tra il Cuamm e Paolo Rumiz è la scintilla da cui nasce questo libro. Cè uno scrittore-viaggiatore che si innamora del progetto, parte per lAfrica e osserva unaltra Italia in azione. Si sofferma sulle donne e sugli uomininon solo medici - che con le famiglie decidono di vivere e lavorare nei villaggi e nellecittà dove opera il Cuamm. Quali sono le loro storie? Come è cambiata la loro vita?Qual è la radice del loro impegno? È loccasione per indagare e raccontare un mondopoco conosciuto, composto da singolari emigranti, professionisti che si sradicanodallItalia con le proprie famiglie per trapiantarsi in contesti disagiati, spessopericolosi, sempre impegnativi. Sono storie particolari, a volte uniche, che connettonoil Nord e il Sud del mondo. E forse aprono una strada al futuro. 2
  3. 3. UNA LONTANA FOLIA di Kate Morton Edie Burchill ha unanima appassionata e un bruciante amore per i libri. Forse per questo non capisce sua madre Meredith, una donna fredda, scostante e silenziosa, che ha passato una vita intera assorta in pensieri che solo lei conosce. Ma un giorno a casa Burchill arriva una lettera con il timbro di cinquantanni prima: sulla busta, lindirizzo di Milderhurst Castle, la dimora di campagna dove Meredith, sfollata da Londra, trovòaccoglienza quando aveva tredici anni. Di fronte a quella lettera ingiallita dal tempo,Meredith è sconvolta. E la figlia comprende che sua madre nasconde un segreto. Ecosì che Edie comincia un viaggio nel passato di quella donna che non ha maiconosciuto davvero; un viaggio che inizia proprio dallimponente castello ormai inrovina, con il suo giardino vasto e impenetrabile, dove Meredith ha vissuto i giorni chehanno segnato il suo destino. Il castello è ancora abitato dalle tre figlie del famososcrittore Raymond Blythe, allora giovani e bellissime, con una vita piena di promessedavanti a sé. Ma di quelle promesse la vita non ne ha mantenuta nessuna, e loro ogginon sono che tre ombre, prigioniere di una lontana follia, destinate a vagare senzapace tra i corridoi dellantica dimora. Un luogo che, scoprirà Edie, porta impresso ilricordo di un incendio rovinoso, e di una morte che non ha mai trovato un senso. Soloimmergendosi nei misteri di Milderhurst Castle, Edie potrà liberare sua madre da ciòche la opprime. Imparando, finalmente, a volerle bene. IL CANTASTORIE DI MARRAKECH di Joydeep Roy-Bhattacharya Nella celebre Jemaa el-Fnaa, la grande piazza che domina la medina di Marrakech, ascoltatori attenti e semplici passanti da anni si raccolgono attorno ad Hassan, un cantastorie che ama rievocare la vicenda di una coppia di stranieri svaniti nel nulla una sera di qualche anno prima. Tutti nella Jemaa el-Fnaa avevano notato quella giovane americana, luminosa e bellissima, accompagnata da quellindiano enigmatico, tutti ne erano rimasti come ipnotizzati, e ora sembra di vederli di nuovo apparire escomparire tra i vicoli della medina, evocati in lampi di immagini e ricordi. Perchéognuno ha un suo tassello da aggiungere alla storia che Hassan sta cercando diricostruire nel tentativo di svelare il mistero di quellin-spiegabile scomparsa. Ciò chepreme ad Hassan è scagionare suo fratello Mustafa, che contro ogni logica si èdichiarato colpevole dellomicidio dei due giovani. Hassan è convinto della suainnocenza e ne cerca tenacemente il filo: per questo suscita le memorie e i raccontidei testimoni di quella notte. Ma più testimonianze raccoglie, più la realtà sembra farsievanescente, perché nessuno di quei tasselli combacia con gli altri, anzi, a ognidettaglio che si aggiunge la verità sfuma ulteriormente, i fatti si fanno più elusivi. Equei due stranieri assumono unaura favolosa ed enigmatica come il loro destino,mentre il lettore è indotto a chiedersi se Hassan riuscirà mai nel suo intento o seinvece, con crescente inquietudine, non sia lui stesso parte del mistero. GENEROSITY di Richard Powers Nella variegata fauna di giovani attirati a Chicago dal corso di scrittura creativa tenuto da Russell Stone compare un giorno una giovane rifugiata algerina dalla presenza inquietantemente luminosa. Thassa Amzwar è scampata agli orrori della guerra civile nel suo Paese, eppure irradia una contagiosa e costante joie de vivre. Tanto che i suoi compagni lhanno subito ribattezzata Miss Generosity. La sua vitalità, la sua deliziosa esuberanza non mancano di turbare e incuriosire il malinconico Russell. Èanche nel tentativo di proteggerla da se stessa che Russell comincia a studiareattentamente il caso. Forse cè una spiegazione scientifica: generosità e genetica sonoun binomio possibile, hanno perfino due sillabe in comune. Forse è un caso rarissimo 3
  4. 4. di ipertimia, una forma di euforia ininterrotta. La notizia si diffonde tra gli studiosi einteressa in particolar modo Thomas Kurton, scienziato di successo ma ancheimprenditore senza scrupoli, che dichiara di avere finalmente scoperto il gene dellafelicità. E in un Paese che ha posto la ricerca della felicità tra i suoi valori fondantilannuncio si trasforma in una bomba mediática. Assediata da radio e tv, nonché dagliinsonni ficcanaso della Rete, Thassa non potrà che finire nel più celebre dei talk-show,con esiti a dir poco disastrosi. Finché, schiacciata dal peso di una felicità ormai vissutacome una condanna, Miss Generosity si vedrà costretta a compiere gesti estremi,prima di fuggire da tutto e da tutti. LA GALLINA di Fabrizio Ottaviani In un anno imprecisato del secolo scorso, in una ricca ed elegante città del Nord Europa, una vecchia vestita come uno spaventapasseri riesce con un tranello a consegnare una gallina viva al maggiordomo di Elena e Massimiliano De Giorgi, facoltosi e influenti coniugi di mezza età. Nel giro di poche ore, tuttavia, si comprende che nessuno ha mai ordinato una gallina viva. Cosa si nasconde, allora, dietro un regalo tanto singolare? Si tratta di uno scherzo di cattivo gusto? Chi è stato a organizzare quellache sembra una burla, e per quale ragione? Nei giorni successivi Elena e Massimilianoentrano in contrasto nel decidere il metodo migliore per sbarazzarsi della bestia, in uncrescendo di errori ed equivoci che coinvolgono anche i domestici e che apronogradualmente ma in maniera inesorabile la strada alla catastrofe. Esilarante farsaraggelata dallo humor più nero, "La gallina" è anche un atroce apologo in grado dimaterializzare le paure più profonde; fra tutte, quella di perdere per sempre la propriaumanità. MANNA E MIELE, FERRO E FUOCO di Giuseppina Torregrossa Romilda Gelardi viene alla luce in una notte di tormenta. Nel caldo della loro casa, Marica e Alfonso si illuminano davanti al miracolo di quella figlia femmina tanto desiderata, bella e polposa come una spiga di grano a giugno. Romilda si rivela subito una bambina speciale, capace di stabilire un dialogo istintivo con cose e persone. E suo padre Alfonso si rende conto che, di tutti i figli, forse solo Romilda ha le capacità per ereditare i segretidel suo mestiere. Sì, perché Alfonso è un mannaluoro: uno dei pochissimi depositaridellarte di estrarre dai frassini la manna, sostanza dalle miracolose virtù nutritive ecurative. Romilda cresce così tra gli insegnamenti della madre, e quelli del padre. MaRomilda è destinata a incontrare presto la violenza del ferro e la prepotenza del fuoco:don Francesco, barone di Ventimiglia, la chiede in sposa ancora bambina. Seguire donFrancesco significherà lasciare il bosco, conoscere le durezze di una vita più agiata maprofondamente inautentica - in cui anche lesperienza della maternità può finire perespropriare una donna di se stessa. Giuseppina Torre-grossa torna ai temi che le sonovisceralmente cari: la sua terra e la femminilità. Una Sicilia nobile é feroce, terra dipazzi e sognatori, di aranceti e solfatare, è il palcoscenico sul quale si muovonopersonaggi memorabili, sul quale grandezza e miseria delle umane passioni prendonovita nel canto di una donna alla ricerca della propria libertà. OH, BOY! DI Marie-Aude Murail I Morlevent sono tre: un maschio e due femmine. Orfani da poche ore. Hanno giurato di non separarsi mai. Siméon Morlevent, 14 anni. Smilzo per non dire emaciato. Occhi marroni. Segni particolari: superdotato intellettualmente, si accinge a preparare la maturità. Morgane Morlevent, 8 anni. Occhi marroni. Orecchie a sventola. Prima della classe e molto attaccata al fratello. Segni particolari: gli adulti si dimenticano sempre di 4
  5. 5. lei. Sempre. Venise Morlevent, 5 anni. Occhi blu, capelli biondi, uno zuccherino. Labambina che tutti sognano. Segni particolari: fa vivere delle torride storie damore allesue Barbie. I tre Morlevent non hanno nessuna intenzione di affidare il loro futuro allaprima assistente sociale che passa. Il loro obiettivo è lasciare lorfanotrofio dove sonostati parcheggiati e trovare una famiglia. Al momento, solo due persone potrebberoaccettare di adottarli. Per delle ottime ragioni. Per delle tremende ragioni. Una delledue non brilla per simpatia, laltro è irresponsabile e... ah, in più si detestano. LUNGA E’ LA NOTTE di Anthony Flacco Sanford Clark ha tredici anni e vive in Canada nei primi anni 20. È un bravo ragazzino senza troppi grilli per la testa e francamente non capisce per quale motivo sua madre Winnie insista perché si trasferisca in California con il fratello di lei, lo zio Stewart, intenzionato ad avviare unattività di allevamento di polli. Sanford parte a testa bassa, con le parole di sua madre che ancora gli frullano nella mente: "Vedrai saràunavventura, andrai a scuola, ti divertirai...". Ma la California non sarà la terrapromessa, solo un luogo solitario e ostile, dove il vero volto dello zio Stewart,attraente come un divo di Hollywood" rivelerà la sua natura deviata. Sanford diventauno schiavo costretto a lavorare senza sosta. Maltrattato, sottoposto a ogni sorta disofferenze e umiliazioni, si dovrà confrontare con il cuore nero e violento dello zio. Unessere dallanimo guasto e degenerato che lo rende complice di brutali atti di ferocia.Il ranch diventa per Sanford una prigione fisica e mentale, dove senso di colpa,abbrutimento e sopraffazione non gli danno tregua. Scampato fortunosamente a undestino segnato, Sanford dopo anni di lotta per sconfiggere i demoni riuscirà adaffrancarsi dal passato. Dimostrando che unanima può mantenersi candida ancheattraversando le fiamme dellinferno. FILM L’ADULTERA di Noelle Harrison Tre voci narranti si alternano raccontando le loro rispettive storie che si svolgono in epoche diverse, ma tutte accomunate dal tema delladulterio. Nicholas fugge dal suo matrimonio e soprattutto da una moglie infedele e si rifugia in un vecchio cottage nella selvaggia natura irlandese. Deluso dalla vita, si dedica al restauro di questa casa che sembra parlargli, è come selui sentisse delle voci e di tanto in tanto avvertisse la presenza eterea di una donnadel passato che sembra intrappolata nel rimpianto. Lo stesso cottage è stato abitatoallinizio degli anni Quaranta da June Fanning, una donna inglese rimasta sola dopoche il marito è partito per la guerra. La sua lontana vicenda si mescola a quella diNicholas. E tra loro prende forma il racconto di una terza misteriosa persona,unadultera. Chi è questa donna? I tre destini si intrecciano finché grazie a una serie diindizi, viene svelata la sua identità e Nicholas comprende finalmente cosa non hafunzionato nel rapporto con la moglie amata e cosa deve fare per riprendere in manola propria vita. GIUDIZIO UNIVERSALE di Paolo Villaggio Lantefatto di questa storia lhanno scritto e raccontato in tanti - un meteorite si schianta sulla Terra, il genere umano si estingue - ma in pochi hanno descritto ciò che avviene dopo. Il dopo, secondo Paolo Villaggio, assomiglia molto a un tribunale. Ci sono i giudici - Dio, Gesù, Buddha, Maometto, le divinità indiane e diversi intrusi -, cè un segretario - laColomba - e ci sono i "chiamati in giudizio" - lumanità intera. Allinizio, certo, cèconfusione, parecchia confusione. Ogni divinità vuole prevalere, avere la prima - olultima - parola, stabilire la supremazia in base alla conta dei fedeli. Ben presto, però,il Giudizio comincia, non cè tempo da perdere. In rigoroso ordine alfabetico, uomini e 5
  6. 6. donne vengono invitati a esporre la bontà o meno del loro operato terreno. Come uncronista appassionato e curioso, Paolo Villaggio assiste alla "chiamata" e alle"testimonianze", concentrandosi sui personaggi più noti della Storia. Da MariaAntonietta a Hitler, da Leonardo da Vinci a Cristoforo Colombo, da papa Wojtyla aZinédine Zidane. Paolo Villaggio compone alla sua maniera un rocambolesco ritratto difamiglia dellUmanità. E sullo sfondo, tra i Grandi, un piccolo ragioniere spintona perfarsi largo, perché anche lui ha qualcosa da dire. LA SCATOLA ROSSA di Florence Aubenas Come si vive quando ogni giorno si deve trovare un modo per sbarcare il lunario? Come vive chi la "grande crisi economica" che ha colpito lEuropa e il mondo intero la porta impressa sulla pelle? Per sentire il cuore pulsante di questa crisi, Florence Aubenas decide di mischiarsi agli ultimi, come vengono spesso chiamate le vittime del mercato, che però sono tanti, così tanti che molti governi ormai temono la rivolta sociale. Per seimesi Florence diventa una di loro, a Caen, una cittadina di provincia. Si tinge dibiondo e si finge disoccupata, senza esperienza né particolari qualifiche. La sua storia,come quella di ogni altro, finisce in una scatola rossa, un raccoglitore che dora in poidetterà il suo "destino" lavorativo. La signora Aubenas, 48 anni, ogni giorno sipresenta allufficio di collocamento, un luogo dove il tempo è dilatato, scandito dallanoia, dallattesa e dallangoscia di restare a mani vuote. Aspetterà un mese prima ditrovare un lavoro come donna delle pulizie sul ferryboat di Ouistreham, che attraversala Manica. "Se ti offrono un posto lì, rifiutalo. È il peggio del peggio, galera e lavoriforzati insieme" le avevano detto. Lei invece accetta. È veramente dura, ma è ancheunoccasione per incontrare altre anime che quel lavoro umile e snervante lo fanno persopravvivere. Come Florence, Fanfan e Mimi, un transessuale che lavora per pagarsile operazioni. Tra di loro nasce unamicizia solidale, fatta di confidenze e sostegnoreciproco... Vampiri, fantasmi e company…… DARK DIVINE di Bree Despain La prima volta che Grace Divine ha incontrato Daniel, con quegli occhi neri così profondi e misteriosi, non immaginava certo che tra loro sarebbe nata subito unamicizia tenerissima, destinata a diventare qualcosa di più. Una notte, però, Daniel scompare. Quella stessa notte, Jude, il fratello di Grace, viene ritrovato sulla veranda di casa, ricoperto di sangue. Nessuno sa cosa gli sia successo, e lui si rifiuta di parlarne. Da quel momento, la vita non sarà più la stessa per Grace: Daniel, il suoDaniel, lha abbandonata, senza nemmeno una spiegazione, e lei non riesce aperdonarlo. O a dimenticarsi di lui. Finché un giorno, improvvisamente, Danielricompare: sono passati tre anni, e in lui cè qualcosa di diverso. Forse gli occhi,ancora più scuri, ancora più magnetici. Questa volta, tra lui e Grace è subito amore,un sentimento irresistibile e travolgente. Grace non è mai stata così felice in vita sua.Non sa ancora che qualcosa di molto pericoloso minaccia il loro amore: Daniel ha unsegreto, lo stesso che si cela nel buio della notte in cui Jude è stato assalito. Unsegreto terribile che lei non può ignorare. Ma Grace ha già perso Daniel una volta, eora è disposta a rinunciare a qualunque cosa, anche la più importante. 6
  7. 7. DEVIL’S KISS di Sarwat Chadda Billi non è unadolescente qualunque: è lunica ragazza ammessa nellOrdine dei Templari. Nonostante sia stata addestrata in gran segreto a combattere come un valoroso guerriero e a riconoscere il pericolo al primo istante, si innamora del seducente Mike e compie lerrore fatale di baciarlo. Mike, infatti, si rivela il rinnegato Arcangelo Gabriele. E con quel bacio demoniaco, lha assoggettata alla propria volontà. SIRENE di Tricia Rayburn A diciassette anni, Vanessa ha paura di tutto: del buio, delle altezze, delloceano... ma per fortuna Justine, la sorella maggiore, è sempre al suo fianco per proteggerla e incoraggiarla. Finché una notte, Justine si tuffa da una scogliera e il suo corpo senza vita riaffiora a miglia di distanza dalla loro casa di vacanza di Winter Harbor, nel Maine. Vanessa non riesce a convincersi che la morte di Justine sia accidentale, soprattutto dopo averscoperto quanti segreti nascondesse la sorella che tutti consideravano irreprensibile.Poi anche il ragazzo di Justine sparisce e nello stesso tempo tutta la cittadina diWinter Harbor comincia a contare numerosi uomini affogati, tutti ritrovati con unenigmatico sorriso stampato sulle labbra. Nel giro di poche settimane, Vanessascoprirà molte cose: come è morta la sorella, le dolcezze e i rischi dellamore, equalcosa di sconvolgente sulla propria natura... DREAM di Dorotea De Spirito È possibile innamorarsi di un ragazzo conosciuto in sogno? Esperia pensa di sì, perché sta succedendo proprio a lei. Diciotto anni, una vita normale tra la scuola e gli amici e, improvvisamente, il colpo di fulmine. Lui si chiama William Holden, lha incontrato in un suo sogno e da allora non riesce più a toglierselo dalla testa. Un amore davvero impossibile, perché nella vita reale William è una pop star londinese: come dire, quanto di piùlontano dalla vita di Esperia. E il loro amore svanisce con lalba, ogni mattina. INCUBUS DREAMS di Laurell Hamilton Anita Blake vorrebbe assistere in pace alle nozze dellamico e collega Larry Kirkland. Ma, per una cacciatrice di vampiri che collabora col Preternatural Investigation Team - lagenzia che indaga sui delitti commessi dalle creature della notte -, è impossibile godersi anche un solo giorno di meritato riposo: una giovane spogliarellista è stata trovata morta nel vicolo di fronte al locale in cui lavorava, quindi Anita ècostretta a lasciare la cerimonia per raggiungere la scena del crimine. Perché ilcadavere, oltre a essere completamente dissanguato, presenta anche i segni dinumerosi morsi di vampiri. Mentre il detective incaricato del caso punta subito il ditocontro i seguaci di Jean-Claude, Master della Città nonché amante di Anita, laSterminatrice si convince che lomicidio sia opera di rinnegati, cioè di vampiri che sisono ribellati ai propri padroni. Determinata a scagionare Jean-Claude, Anita si lanciaa capofitto nelle indagini, che ben presto le rivelano una verità di gran lunga peggioredei suoi più cupi sospetti: qualcuno infatti sta tramando per eliminare il Master ediventare così il nuovo capo dei vampiri di St. Louis... DELIRIUM di Oliver Lauren Nel futuro in cui vive Lena, lamore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione. È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a unoperazione che li priva della possibilità di innamorarsi. Lena non vede lora di essere "curata", 7
  8. 8. smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisaper lei. Ma mancano novantacinque giorni alloperazione e, mentre viene sottoposta atutti gli esami necessari, a Lena capita limpensabile. Si infetta: si innamora di Alex. Equesto sentimento è come ritornare a vivere, in una società di automi che nonconosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena scoprirà limportanza discegliere chi si vuole diventare e con chi si vuole passare il resto della propria vita...Età di lettura: da 14 anni. Gialli, noir e polizieschi SANGUE NERO di Stuart Macbride Richard Knox ha pagato per le sue colpe. In passato si è macchiato di una serie di crimini, ma ha trascorso gli ultimi dieci anni in prigione e oggi è un uomo pentito. Ha ritrovato la fede in Dio, vuole lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare una nuova vita lontano da Newcastle. O così dice. Il sergente Logan McRae invece non ne è convinto, e soprattutto non è affatto contento che Knox abbia scelto di trasferirsi proprio ad Aberdeen. Logan farà parte del team di supporto per aiutare Knox areinserirsi nella società, e ciò significa che dovrà lavorare a fianco dellarrogantedetective Danby della Northumbria Police, incaricato di supervisionare il caso. Ma lecose sono destinate a complicarsi ulteriormente, fino a sfociare nel sangue. Perché incittà è in corso una feroce guerra tra gangster e cè qualcuno venuto da Newcastle chevuole dire la sua. Uno che conosce Richard Knox e vuole riscuotere i suoi crediti. CATTIVE COMPAGNIE di Ruth Newman Londra. Quella che Kate tiene stasera fra le mani sembra una banale foto delle vacanze, lennesimo ritratto degli amici che lhanno invitata a cena. Ma sullo sfondo, dietro le colonne ricoperte di gelsomino del ristorante... proprio lui, Charlie. Kate non ha dubbi, quello è suo marito. Gli stessi capelli neri, gli occhi azzurri. Eppure questo non è assolutamente possibile. Perché Charlie è morto durante una vacanza in Sicilia, esattamente un anno fa. Kate è sconvolta, ma nessuno le crede,nemmeno Luke, il migliore amico di Charlie. Tutti continuano a ripeterle che devetogliersi dalla testa questa ossessione per il marito scomparso e rifarsi una vita. Perloro luomo della foto è un perfetto sconosciuto. Ma Kate è sicura: si tratta di Charlie.E se cè anche solo una tenue speranza che lui possa essere ancora vivo, lei deveritrovarlo. Ecco perché si butta a capofitto in unindagine privata contro tutto e tutti.Unindagine che la porta a Miami e poi in Sicilia. Giorno dopo giorno, indizio dopoindizio, le discrepanze nella scomparsa del marito diventano sempre più numerose emolto, troppo sospette. Forse Charlie è stato ucciso? E il suo matrimonio era davveroperfetto come lei lo ricorda? Ma soprattutto, Kate può fidarsi davvero degli amici diCharlie, quelli che le sono stati vicini durante tutto questo tempo? Un thrillerpsicologico pieno di torbidi segreti e doppi giochi, dove nessuno è quello che sembra,nemmeno lamico di una vita che credi di conoscere alla perfezione. L’ULTIMO UOMO BUONO di A.J. Kazinski Niels Bentzon è un poliziotto diverso dagli altri. Uno dallarma poco facile, noto in tutta Copenaghen per i suoi metodi non convenzionali. Niels è un negoziatore, chiamato a risolvere situazioni con ostaggi in pericolo di vita. Ma è anche un uomo scomodo. Per questo, i suoi superiori gli assegnano 8
  9. 9. un caso in apparenza banale e poco importante. La segnalazione giunge da unpoliziotto di Venezia, tramite Interpol: qualcuno sta uccidendo una ad una alcunepersone particolari, da un capo allaltro del mondo. Tutte le vittime hanno strani segnisulla schiena, che non sono tatuaggi ma nemmeno ferite. E tutte avevano una cosa incomune, una sola: erano persone stimate, amate, dedite agli altri. Erano personebuone. Cè un disegno dietro tutti questi omicidi, ma nessuno pare vederlo. Cè unkiller, forse più di uno, che agisce secondo un ordine prestabilito. Ogni omicidio ècalcolato, e secondo questi calcoli la prossima vittima sarà a Venezia. Oppure proprioa Copenaghen. Niels si trova di fronte a un compito quasi impossibile, per un poliziottoabituato a dare la caccia ai "cattivi": deve trovare lultimo uomo buono e impedire chevenga ucciso. Ma come? E se tutto questo fosse parte di un progetto ancora piùgrande e semplicemente inarrestabile? ESECUZIONE di Angela Capobianchi Camminare in pineta di notte lha sempre resa nervosa. Il freddo, il silenzio spettrale e gli improvvisi fruscii del vento tra le foglie trasformano quel luogo, di giorno così piacevole, in uno scenario decisamente inquietante. Quella sera in particolare Adele Manin è costretta a inoltrarsi nella zona più fitta e desolata per cercare il suo cane che sembra scomparso tra i cespugli. Mentre cammina nel buio, sente una musicaimprovvisa provenire da una villa: si tratta di quella stravagante di Luisa Baratti,linsegnante di piano, che si diverte a spaventare le poche anime che si addentranofino a quel punto. Adele è rapita dalle note, ma avverte una forte inquietudinequando, a pochi metri dalla casa, scorge il proprio cane intento a rovistare in quelloche sembra un mucchio di stracci. Avvicinandosi, Adele si accorge che quellammassoinforme è in realtà il giovane corpo di una ragazza, le gambe divaricate, il volto incisoallaltezza della fronte, e sangue, sulle foglie, gli aghi, sangue dappertutto. Poi solobuio. Poche ore dopo viene incaricato delle indagini il commissario Riccardo Conti, unuomo tormentato, solo, in continua lotta con il proprio egoismo e con le richieste dellamoglie. Conti apprende ben presto che la vittima era unallieva della Baratti,linsegnante di piano più famosa della città, una donna arcigna e distaccata che nonha alcuna intenzione di collaborare con lui. Interrogando i compagni della ragazza, ilcommissario si rende conto che nascondono un segreto... MOONLIGHT MILE di Dennis Lehane "Ti ricordi di me?" Così la voce al telefono si rivolge al detective Patrick Kenzie svegliandolo nel cuore della notte. Una voce di donna. Nessuna presentazione, nessun giro di parole. Solo un imperativo, che suona come una minaccia: "Lhai trovata una volta. Trovala di nuovo. Me lo devi". Forse un incubo, si dice il detective al risveglio. Se ne scorderà presto, pensa. Invece il mattino dopo lei è lì, sulle scale della metropolitana, ad aspettarlo. Un volto segnato dal tempo e dalla mano dura del destino. Unvolto che Kenzie aveva sperato di non vedere più. Perché, dodici anni prima, la stessadonna gli aveva chiesto di trovare sua nipote: una bambina di nome Amanda,scomparsa nel nulla. Lui e la sua partner, Angie Gennaro, lavevano ritrovatarestituendola alla madre, che beveva e la trascurava, e sbattendo in carcere i rapitori:persone che non volevano farle del male, bensì darle una famiglia stabile e serena. Uncaso strano, in cui i colpevoli non coincidevano con i cattivi, e la cui soluzione non erastata un lieto fine. Un caso che Kenzie si era sempre portato dentro con angoscia. Perquesto ora che Amanda, ormai diciassettenne, pare essere scomparsa di nuovo, ildetective non può tirarsi indietro. La sua ricerca sarà per lui e Angie linizio di unviaggio nel cuore di un mercato squallido, dove adozioni, identità e raccolte di fondi 9
  10. 10. sono oggetto di traffici illeciti. Un mondo dove il bene può assumere i contorni delmale, e il male quelli del bene. NEL NOME DEL TUO SANGUE di Jacques Expert Antonio Rodrigues è seduto sul divano. Sua moglie è in camera, addormentata grazie ai sonniferi, lunico rimedio che le permette di allontanare il dolore. Antonio è davanti al televisore, ma la sua mente è altrove, concentrata sullodio verso il pirata della strada che gli ha ammazzato il figlio e poi è scappato. La sua mente è concentrata sulla disperazione della moglie, che gli ha chiesto di compiere un gestoestremo, lunico che potrà ridarle la pace. "Trovalo. E uccidilo." Ma la ricerca diAntonio Rodrigues è un abisso denso di sorprese. Il colpevole in realtà è una personaa lui incredibilmente vicina. È un uomo che continua impunito la propria esistenzafatta di incrollabili certezze: il riconoscimento sociale, il ruolo di dirigente in unapiccola azienda e lillusione di potere che ne deriva. Una vita in apparenza tranquillache continua grazie alle meschine autogiustificazioni per il gesto compiuto, fino a chequalcosa va storto... In un vorticoso e raffinato thriller psicologico va in scena ildramma delluomo che si fa giustizia da sé. Impossibile per il lettore chiamarsi fuori. NEROPIOGGIA di Flavio Soriga Non succede mai nulla a Nuraiò, una cittadina (immaginaria ma non troppo) della Sardegna. Finché non viene uccisa la professoressa Marta Deiana, una giovane donna bella e disinibita, capelli rossi tagliati corti e occhi di caffè forte. Quando inizia lindagine, i carabinieri - a cominciare dal maresciallo Martino Crissanti - sanno già molto. Piovono, nella notte del delitto, gocce pesanti contro i vetri, le case, lasfalto. E in questaSardegna lontana da ogni luogo comune continua a piovere sui buoni e sui cattivi,gente alla quale prima o poi la vita presenta un conto da pagare: Nicola Rau, lamantedi Marta e di Sara, stanco di una moglie troppo normale; Alberto Sannìo, lexcalciatore che dopo un infortunio si è fatto prete e ora sta partendo verso la TerraSanta per un viaggio di penitenza e riflessione; Efisietto Marras, il marito di Marta,lindiziato dei primi sospetti; e poi "il ragazzo" Giovanni, che nel paese è a conoscenzadi troppi segreti, tra cui quelli legati ai traffici che ruotano intorno alla nuova discarica.Grazie a questa coro di anime irrequiete, ben definite da una lingua impetuosa,"Neropioggia" riesce a ricreare un intero microcosmo sociale e antropologico, "dove sipensa come negli anni Cinquanta, ma si mangia e si consuma il triplo di allora, unpaese di consumatori modernissimi con la testa rimasta indietro". LA PORTA DI ATLANTIDE di Giulio Leoni Vanja è bellissima. Alta come una modella, lo sguardo di ghiaccio e i lunghi capelli completamente bianchi... il suo fascino enigmatico spicca nella sala semivuota dove è in corso una conferenza sulla leggendaria isola di Atlantide. Ovvio che la noti uno scrittore di romanzi gialli, tanto sembra fuori posto in quel luogo. Come è insolito il mestiere che si è scelta in Italia: la dama di compagnia. E le sorprese sono appena cominciate:poche ore dopo lincontro alla conferenza, muore in circostanze sospette lanzianasignora che Vanja assisteva, una donna che è stata un tempo una famosa veggente, eche porta con sé il segreto delle sue visioni. Tra cui forse proprio la chiave che apre laporta dellisola perduta. Affascinato dalla giovane slava, il protagonista inizia unapersonale indagine. Ma presto viene travolto da un turbine di indizi e prove cheassumono una luce ancor più sinistra in presenza di nuovi omicidi. Una trama in cuinulla sembra avere senso, e in cui compaiono via via fatti e personaggi sempre piùstrani. Nulla, se non appunto le tracce appena visibili di quella antica terra, Atlantide, 10
  11. 11. e del mistero della sua scomparsa. Perché è da quella remota tragedia che tutto haavuto origine. Lo crede disperatamente Vanja, custode di un segreto inconfessabileche si è portata dentro dalla nascita. E comincerà a crederlo anche il protagonista,sempre più sconcertato da quello che va scoprendo: Atlantide è davvero esistita, lesue rovine attendono qualcuno che le riporti alla luce con il loro segreto. LA DETECTIVE di Y S Lee 1859. Le ombre del crepuscolo guadagnano spazio nel cielo di Londra. E le file di tegole ordinate nascondono alla vista il corpo che si è appena schiantato a terra... Un muratore muore in circostanze misteriose, precipitando dalla Torre dellOrologio, ancora in costruzione. E la Miss Scrimshaws Academy for Girls, agenzia dinvestigazioni private al femminile, affida allex ragazza di strada Mary Quinn un secondo caso su cui indagare. I giornali riferiscono di unantica maledizione abbattutasi sulcantiere, ma a una vera detective interessano le prove. Mary si travestirà daapprendista operaio per agire indisturbata. Tornerà indietro nel tempo, a quando erauna bambina che aveva per madre la solitudine e per padre la povertà. A quando eradisposta a tutto, anche a vestirsi da ragazzo per rubare qualcosa da mangiare. Non èfacile però ingannare chi ti vede con gli occhi dellamore... AGRO’ E LA SCOMPARSA DI OMBER di Domenico Cacopardo La scomparsa di Omber Pagliotta, denunciata dalla figlia Alicante, mette in moto Italo Agrò, sostituto procuratore della Repubblica di Roma. Scompare anche Sabino Utignaro, autista del Pagliotta. Dopo una settimana, nella darsena di Porto San Giorgio affiora il cadavere di Utignaro mentre, qualche giorno dopo, a Roma, viene ritrovato anche il cadavere di Pagliotta, nellappartamento disabitato sopra quello di Utignaro. Entrambi sono stati uccisi con la medesima tecnica. Agròindaga nel mondo degli affari di Pagliotta, scoprendo che è destinatario di moltiquattrini inviatigli via Malta e via San Marino da organizzazioni criminali. Nelleindagini, si innesta anche un filone di pedofilia e di frequentazione di prostitute.Mentre la Guardia di Finanza approfondisce gli aspetti economici dellattività dellavittima, viene assassinata a Macerata la sua segretaria, Elisabetta Diolosa. Agrò temeora un quarto omicidio, ma una sera... I CANI DI ROMA di Conor Fitzgerald La canicola dellagosto romano pesta duro. Dagli alberi le cicale berciano il loro canto ipnotico. Nel vicinato i televisori stanno vomitando programmi per casalinghe assopite e Arturo Clemente viene assassinato in casa sua da un uomo che neanche conosce. Quando il commissario Alee Blume arriva sulla scena già fin troppo affollata del delitto, scopre che la vittima, impegnata in prima persona contro le violenze sugli animali, non è uno qualsiasi: si dà il caso che la vedova sia unaparlamentare dellopposizione. Blume, americano di origine, romano dadozione esbirro per vocazione, benché abbia passato oramai più di metà della sua vita nellacapitale, non ha ancora imparato a piegarsi alle convenienze e alle clientele a cui icolleghi sembrano tanto attenti. Sarà così costretto a giostrarsi continuamente tra laricerca della verità e le pressioni da parte dei diretti superiori e dei palazzi del potereperché dia ai giornali un colpevole; si troverà a lottare per mantenere il controllo delcaso in una città in cui anche unindagine per omicidio deve piegarsi alle esigenzedella politica. 11

×