Mioquotidiano.net

470 views
393 views

Published on

presentazione di
cucinotta
monti
romanin
scheggia

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
470
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Mioquotidiano.net

  1. 1. MIOQUOTIDIANO.NET Cucinotta Giuseppe Monti Francesco Romanin Tommaso Scheggia Sara Scuola Superiore di Giornalismo a.a. 2008/09 Teorie e tecniche dei nuovi media
  2. 2. Un progetto per… <ul><li>Consentire a una persona abituata a leggere più quotidiani di </li></ul><ul><li>comporre on line un proprio giornale </li></ul><ul><li>scegliendo i contenuti delle edizioni </li></ul><ul><li>cartacee di n testate nazionali e/o locali </li></ul>
  3. 3. <ul><li>Raccogliere più informazioni da testate diverse può interessare l’utente per diversi motivi: </li></ul><ul><li>Esigenze lavorative </li></ul><ul><li>Gusti ed interessi variegati </li></ul><ul><li>Preferenze trasversali tra le testate nazionali </li></ul><ul><li>Es. Mi piace la cronaca politica di Repubblica ma preferisco per gli esteri gli articoli del Corriere della Sera </li></ul>
  4. 4. Quindi… <ul><li>Una piattaforma on line che fornisce un servizio di rassegna stampa personalizzata, flessibile e completa (a pagamento) </li></ul><ul><li>Il lettore potrà così costruire il suo personal newspaper selezionando articoli, settori, firme, rubriche e supplementi dai quotidiani </li></ul>
  5. 5. Concept <ul><li>La piattaforma: </li></ul><ul><li>Stabilisce accordi forfettari con le testate per l’utilizzo dei contenuti pubblicati sulle loro edizioni cartacee </li></ul><ul><li>Offre al lettore pacchetti personalizzabili (durata dell’abbonamento, frequenza, composizione e numero di articoli/testate/settori) </li></ul>
  6. 6. <ul><li>La posizione di MIOQUOTIDIANO.NET è dunque quella di </li></ul><ul><li>un editore intermedio </li></ul><ul><li>tra i quotidiani (gruppi editoriali) e i lettori </li></ul><ul><li>Proponendosi come soggetto che facilita la fruizione, aumenta l’offerta e punta a nuovi segmenti della domanda </li></ul>
  7. 7. Audience Target <ul><li>Lettori “forti”, (più quotidiani anche nello stesso giorno) </li></ul><ul><li>Lettori di stampa locale (interessati alla parte nazionale di un grande giornale che nel quotidiano regionale non c’è o non è ben fatta) </li></ul><ul><li>Es. compro Corriere Adriatico ma vorrei leggere il Corriere della Sera per il nazionale: non voglio spendere 2 euro ogni giorno </li></ul>
  8. 8. Audience Target/2 <ul><li>Nuovi lettori (insoddisfatti dell’offerta tradizionale in edicola) </li></ul><ul><li>Lettori con interessi particolari e di nicchia, che faticano a trovare tutto in un solo giornale </li></ul><ul><li>(Es. del Sole 24 ore voglio leggere solo l’inserto culturale della domenica) </li></ul>
  9. 9. Funzionamento <ul><li>Previsti 3 livelli di interazione on line. Due sono gratuiti </li></ul><ul><li>Entrata senza log in (notizie varie senza selezione particolare. Vd primo stadio di Google News) </li></ul><ul><li>Log in gratuito: personalized recommendations, collaborative tags, lay out personalizzato </li></ul>
  10. 10. Funzionamento/2 <ul><li>3. Log in + acquisto abbonamento </li></ul><ul><li>Raccomandazioni personalizzate e collaborative tags (anche su pacchetti e giornali composti da altri utenti) </li></ul><ul><li>Gerarchizzazione automatica dei contenuti richiesti secondo frequenza di lettura e comportamento d’uso </li></ul>
  11. 11. Funzionamento/3 <ul><li>Esempi di abbonamenti possibili </li></ul><ul><li>Cronaca politica da Messaggero, economia dal Sole 24 ore, esteri da Manifesto. Niente sport né cultura (3 volte a settimana, con alert via mail) </li></ul><ul><li>Un settore da 4 diversi giornali: sono un consigliere comunale e voglio leggere tutta la politica dei quotidiani che ci sono in città (tutti i giorni per un anno) </li></ul>
  12. 12. Modello di business <ul><li>Analisi in termini di lunga coda - verifica </li></ul>articoli lettori
  13. 13. <ul><li>Per beneficiare del modello di lunga coda, si deve ipotizzare che la maggior parte dei ricavi provenga dall’area destra del grafico: </li></ul><ul><li>Presupponendo un numero di testate nazionali pari a 150, gli articoli singoli sull’asse delle x potrebbero arrivare a 15 mila (100 per ogni giornale) </li></ul><ul><li>Il numero dei lettori maggiore si concentra nell’area sinistra, sulla scia dei quotidiani più letti </li></ul>
  14. 14. <ul><li>Quindi: </li></ul><ul><li>L’obiettivo è vendere la più vasta gamma possibile di articoli agli utenti </li></ul><ul><li>Sfruttando collaborative tags e personal recommendations si realizzano vendite maggiori sugli articoli di nicchia che su quelli più gettonati (pubblicati dai grandi quotidiani generalisti) </li></ul>
  15. 15. <ul><li>TUTTAVIA: </li></ul><ul><li>MIOQUOTIDIANO.NET non vende singoli articoli. Potrebbe, teoricamente. Ma la formula scelta è quella di proporre PACCHETTI CHE CONTENGONO PIU’ ARTICOLI </li></ul>
  16. 16. <ul><li>Quindi: </li></ul><ul><li>va verificato il modello long tail tenendo conto di questa specificità, che in teoria potrebbe escluderlo (combinazioni di più articoli difficilmente collocabili sull’asse delle x) </li></ul><ul><li>L’uso dei tags e delle raccomandazioni da altri utenti potrebbe comunque spostare il modello verso destra </li></ul>
  17. 17. Modello di personalizzazione <ul><li>Senza il log in: ADAPTATIVE (come Google News senza aver dato l’ok alla personalizzazione) </li></ul><ul><li>Con log in gratuito: COSMETIC/COLLABORATIVE (cambia principalmente l’interfaccia, ma anche parte dei contenuti, diventando collaborativo sulla base dei gusti degli utenti) </li></ul>
  18. 18. <ul><li>Con abbonamento: COLLABORATIVE </li></ul><ul><li>Tags, recommendations da parte di altri utenti. Se si riceve un pdf per email, diventa anche cosmetico, cambiando l’interfaccia) </li></ul>
  19. 19. Modello di customizzazione <ul><li>Sistemi MISTI (indicati dall’utente + generati automaticamente) di: </li></ul><ul><li>- Raccolta del profilo utente </li></ul><ul><li>Creazione del DB </li></ul><ul><li>Algoritmo di accoppiamento tra profilo e contenuti </li></ul><ul><li>DB di contenuti del sito </li></ul>
  20. 20. Modello di customizzazione <ul><li>SISTEMA DI PERSONALIZZAZIONE </li></ul><ul><li>Case (accoppia il giusto mix di prodotti in base alle scelte dell’utente) </li></ul><ul><li>ma anche </li></ul><ul><li>- Semantic Filtering (utilizza le raccomandazioni e i tags di altri utenti, contemporaneamente in folksonomy e in taxonomy) </li></ul><ul><li>In ogni caso, c’è una vasta differenziazione del prodotto, e una elevata possibilità di scelta per l’utente </li></ul>
  21. 21. Analisi in termini di Marketing <ul><li>MARKETING 1 TO 1 </li></ul><ul><li>Prodotti per lettori a cui l’azienda attribuisce un alto valore e che hanno bisogni altamente differenziati </li></ul>
  22. 22. Analisi in termini di Marketing/2 <ul><li>Il marketing 1 a 1 prevede la preparazione di prodotti FUORI GAMMA, composti solo per l’utente </li></ul><ul><li>Infatti </li></ul><ul><li>Mioquotidiano.net prepara pacchetti UNICI, anche senza agire sui singoli contenuti (gli articoli) </li></ul>
  23. 23. Analisi in termini di Marketing/3 <ul><li>L’abbinamento dei contenuti è un’azione FUORI GAMMA </li></ul><ul><li>I contenuti in sé sono prodotti in gamma, non modificabili, né creabili ex novo dalla piattaforma </li></ul><ul><li>(es. espandere la memoria </li></ul><ul><li>di un HD non è come cambiare un articolo) </li></ul>
  24. 24. Conclusioni <ul><li>La piattaforma si propone anche come strumento contro la crisi dei quotidiani cartacei, sorpassati dalla lettura on line di contenuti gratuiti </li></ul><ul><li>Inoltre, è una possibilità per i grandi gruppi editoriali di ricavare proventi economici dalle news sul web </li></ul>

×