Dalla scuola polacca

299
-1

Published on

Vita nella scuola polacca

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
299
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dalla scuola polacca

  1. 1. Dalla vita nella nostra scuola!!!
  2. 2. Le nostre immagini di Natale con Maria, Giuseppe e il bambino Gesù, i tre Magi e pure un asinello, sono conosciute da secoli. Anche la tradizione di preparare il teatro di Natale è una cosa che si ripete ogni anno. La storia del presepe ha origini molto antiche. C’è scritto che San. Francesco D’Assisi tre anni prima la sua morte abbia organizzato il presepe vivente con l’intento di aprire i cuori e rinforzare la fede della gente. Ha costruito la scena del presepe, con l’erba, e ha chiamato i personaggi “attori”. Questo è quanto avvenuto all’inizio, che poi, col passare degli anni, tutto ha avuto un evoluzione. In Polonia, la tradizione di fare il presepe è ancora molto forte. In alcuni paesi, gruppi di giovani girano per le case per fare gli auguri, portando con se un piccolo presepe e cantando i canti natalizi. Il teatro di Natale, che si chiama “Jasełka”, l’abbiamo preparato pure noi, gli alunni con gli insegnanti: Padre Rafał Kasprzyk, professoressa Alina Kobylarz e la professoressa Barbara Drelich Scilanga. Questo spettacolo è fatto in modo moderno, ma l’interprete principale rimane la tradizionale Santa Famiglia. Il teatro ci fa capire le cose alle quali bisogna dare importanza nella vita. Vi mandiamo alcune foto, le quali rappresentano l’inferno, il cielo e la Santa Famiglia che spezza l’ostia con una famiglia cristiana, un gesto tradizionale che viene fatto la vigilia di Natale. Vi salutiamo, buona osservazione.
  3. 3. INFERNO
  4. 9. C I E L O
  5. 16. FAMIGLIA
  6. 24. A PRESTO
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×