• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Chiacchiere o frappe, dolci di carnevale 1
 

Chiacchiere o frappe, dolci di carnevale 1

on

  • 1,053 views

Dolci di carnevale: le frappe o chiacchiere di carnevale

Dolci di carnevale: le frappe o chiacchiere di carnevale

Statistics

Views

Total Views
1,053
Views on SlideShare
1,053
Embed Views
0

Actions

Likes
2
Downloads
3
Comments
1

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

11 of 1 previous next

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Chiacchiere o frappe, dolci di carnevale 1 Chiacchiere o frappe, dolci di carnevale 1 Presentation Transcript

    • Avanzamento con clic del mouse
    • Ingredienti: 1 uovo 1 cucchiaio di zucchero ½ bicchierino di Rum 1 cucchiaio di olio d’oliva Farina zucchero al velo olio per friggere
    • Rompiamo l’uovo nel piatto, vi aggiungiamo la cucchiaiata di zucchero, un cucchiaio di olio d’oliva e mezzo bicchierino di Rum (o qual- siasi liquore preferiate, anche un distillato secco) e mescoliamo il tutto con una forchetta;
    • Ora aggiungiamo la farina, come vedete nell’immagine e l’amalgamiamo;
    • Per la farina, detesto indicare q.b. = quanto basta, in questo caso, però, la misura varia secondo la grandezza dell’uovo e dovrete regolarvi: deve risultare un impasto abbastanza sodo da poterlo maneggiare senza attaccarsi alle mani.
    • Come vedete qui, l’impasto risulta sodo ma maneggevole, da essere facilmente steso con il matterello;
    • Cominciamo a “spianare” la sfoglia in modo uniforme aggiungendo, se occorre, altra farina, per non farla attaccare;
    • Ed ecco la sfoglia pronta per essere tagliata; come vedete non è sottilissima ma risulterà comunque friabile senza rompersi in cottura.
    • Con l’aiuto di una rotella taglia-pizza incidiamo la sfoglia come vedete: la lasciamo lunga perché, friggendola in un tegame a bordi alti si arriccerà.
    • La cottura sarà molto veloce e magari converrà tenere a portata di mano le “chiacchiere o frappe”; le possiamo mettere su un vassoio coperto di carta da forno;
    • Ora poniamo il pentolino stretto e dai bordi alti sul fornello, con due dita di olio da frittura e lo facciamo scaldare a fuoco medio; la cottura sarà rapidissima.
    • Cuoceremo le frappe una alla volta facendole colorire da entrambi i lati; occorrerà pochissimo tempo e vedrete che i tagli si apriranno in cottura assumendo forme fantasiose;
    • Appena colorite togliamo dal fuoco e le poniamo su un tovagliolo di carta assorbente a togliere l’eccesso di unto;
    • Cambiamo ancora il tovagliolo di carta e la frittura risulterà così più leggera e croccante.
    • Infine le mettiamo in un vassoio e spolverizziamo di zucchero al velo. Se non lo avete passate un cucchiaio di zucchero nel macina-caffé e in pochi secondi lo avrete impalpabile.
    • Ed ecco qui i dolci tipici di carnevale: castagnole e “chiacchiere, stracci, frappe, cenci”, ecc., comunque li chiamiate, caldi e friabili sono una bontà casalinga! Realizzazione, testo e fotografie: [email_address] Musica: “Spanish flee” Jean Claude Borelly