CORSO CONTROLLO GESTIONE FEDERALBERGHI

4,853 views

Published on

Corso sul controllo di gestione per imprese alberghiere. Tre giornate di formazione per scopire le tecniche della programmazione e del controllo applicate al settore alberghiero.
Estratto del corso.
Per scaricare le dispense complete, accedere alla pagina http://www.direzionebp.com/scarica-dispense-corso-gestione-alberghi/

Published in: Business
2 Comments
6 Likes
Statistics
Notes
  • E' adesso disponibile la versione completa delle dispense, accessibile tramite i link della presentazione oppure tramite il form al seguente indirizzo: http://www.direzionebp.com/scarica-dispense-corso-gestione-alberghi/
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Chiunque fosse interessato alla ripetizione del corso o ad un incontro di presentazione delle tecniche sul controllo di gestione del settore alberghiero ci può contattare tramite www.direzionebp.com
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total views
4,853
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
394
Actions
Shares
0
Downloads
148
Comments
2
Likes
6
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

CORSO CONTROLLO GESTIONE FEDERALBERGHI

  1. 1. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Abstract del materiale didattico del corso di 3 giorni tenutosi nel 2011 presso Federalberghi Firenze
  2. 2. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE CONTATTI Se desideri ricevere aggiornamenti su questo corso, oppure sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com DISPENSE COMPLETE DEL CORSO
  3. 3. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE ORGANIZZAZIONE Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com
  4. 4. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE GLI OBIETTIVI DEL CORSO • Illustrare la tecnica del controllo di gestione; • Interpretare l’azienda attraverso le informazioni disponibili; • Visualizzare il futuro dell’azienda sulla base di obiettivi e strumenti definiti;
  5. 5. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Agenda del corso – Prima giornata - Mattina: – Tipologie di controllo – Strumenti di controllo – Pianificazione del controllo • Il sistema degli obiettivi • L’analisi degli scostamenti • Prima giornata – Pomeriggio: – Analisi di bilancio • Riclassificazione Conto Economico • Riclassificazione Situazione Patrimoniale • Esercitazione
  6. 6. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Agenda del corso – Seconda giornata • MATTINA -Individuazione degli indicatori di controllo – La redditività generale e per divisione – Sistemi di Ripartizione dei costi comuni – La break-even analysis • POMERIGGIO – Il Budget – Dal punto di pareggio alla pianificazione. – Modelli di Budgeting – Benchmarking, opportunità e minacce.
  7. 7. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Agenda del corso – Terza giornata • MATTINA – – Analisi degli scostamenti – Cosa fare e quando? • LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA – Indici di bilancio – Prospetto dei flussi CHIEDI APPROFONDIMENTI
  8. 8. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE ESERCIZIO QUAL E’ IL RISULTATO ECONOMICO (RICAVI - COSTI) DI UN’AZIENDA AVENTE LA SEGUENTE SITUAZIONE CONTABILE? Magazzino iniziale.............50 Acquisto Cancelleria..........30 Spese Generali Fisse.........80 Compensi personale…….. 200 Banche c/c passivi ............20 Debiti vs. fornitori.............80 Interessi rata mutuo ……..20 Ricavi Ristorante…...........200 Crediti vs. Tour operator...100 Ricavi vendite diverse........50 Mutuo Acquisto Immobile..80 Rimanenze alimentari…….100 Credito IVA…..………………100 Finanziamento Reg.le………40 RISULTATO = € __________________ VERIFICA SOLUZIONE
  9. 9. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE “L’informazione giusta, al momento giusto, vale i nove decimi di qualunque battaglia” Napoleone Bonaparte LA VISIONE DI UN CONDOTTIERO
  10. 10. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Obiettivi di altri Effetti collaterali Decisioni Azioni di altri Situazione Obiettivi Obiettivi di altri Effetti collaterali Decisioni Azioni di altri Situazione Obiettivi Processo decisionale
  11. 11. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Effetti “farfalla” Anno 1859: Thomas Austin, australiano, è preoccupato: ha poca selvaggina da cacciare. Si fa mandare 24 coppie di conigli da allevare Per arginare il problema, viene introdotta la volpe… che preferisce divorare koala e pinguini 435.000.000 EURO Danni provocati dai conigli a coltivazioni e animali, ogni anno in Australia In assenza di predatori naturali, i conigli si riproducono arrivando al numero di 1.000.000.000 in meno di un secolo
  12. 12. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il “sistema” Interdipendenza Capacità del Management Capacità del Management ConcorrenzaConcorrenza PerformancePerformance Qualità del prodotto Qualità del prodotto Capacità di attirare e mantenere personale qualificato Capacità di attirare e mantenere personale qualificato
  13. 13. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE IL PROCESSO DI CONTROLLO OBIETTIVI RISULTATIMEZZI pertinenza efficacia efficienza
  14. 14. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE ... le domande chiave ... La mia azienda guadagna? Quanto? Il Flusso di Cassa è sufficiente a far fronte ai pagamenti? Il Giro di affari può crescere? Che cosa devo fare perché ciò avvenga?
  15. 15. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE CARATTERISTICHE CHE IL CONTROLLO DI GESTIONE DEVE AVERE • SELETTIVO AFFIDABILE • SEMPLICE TEMPESTIVO In una parola… EQUILIBRATO
  16. 16. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE SCHEMA DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Definizione degli obiettivi Svolgimento delle operazioni Misurazione dei risultati (costi effettivi) Attribuzione delle risorse (Costi standard) Analisi degli scostamenti Azione correttiva Ridefinizione Degli obiettivi Adeguamento risorse Azione correttiva Modifica Processi Modifica utilizzo risorse Confronto Tra obiettivi e risultati Nessuna azione
  17. 17. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il bilancio – Lo Stato Patrimoniale ATTIVITA’ PASSIVITA’ Descrizione Valore Descrizione Valore Cassa 3.000,00 Debiti v/fornitori corr. 15.000,00 Banca 25.500,00 Debiti v/fornitori imp. 70.000,00 Crediti v/ clienti 60.000,00 Mutui 80.000,00 TFR operai 25.000,00 Magazzino Materiale di consumo 25.000,00 Dispensa ristorante 35.000,00 Fondo amm. Macchinari 55.000,00 Cantina 1.500,00 Fondo amm. Immobili 95.000,00 Immobili 450.000,00 Riserve 50.000,00 Imm.ni Imm.li 200.000,00 Capitale Sociale 600.000,00 Attrezzature 190.000,00 TOTALE 990.000,00 TOTALE PASSIVO 990.000,00 Passività circolanti Passività permanenti Capitale Netto Liquidità immediate Liquidità differite Realizzabilità Immobilizzazioni o attività fisse
  18. 18. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il bilancio – Il conto economico COSTI RICAVI Descrizione Valore Descrizione Valore Spese telefoniche 7.500,00 Ricavi da Ospitalità 200.000,00 Variazione magazzino 20.000,00 Ricavi da Ristorazione 650.000,00 Acquisti fattori produttivi 250.000,00 Ricavi da Attività Congressuale 50.000,00 Materiali di consumo 25.000,00 Altri ricavi 100.000,00 Affitti passivi 50.000,00 Consulenze esterne 5.000,00 Provvigioni 50.000,00 Stipendi personale stagionale 20.000,00 Lavorazioni esterne 25.000,00 Stipendi fissi 200.000,00 Ammortamenti ed accanton. 20.000,00 Interessi su c/c 25.000,00 Interessi su mutui 7.500,00 Tasse 10.000,00 Utile 285.000,00 TOTALE COSTI 1.000.000,00 TOTALE RICAVI 1.000.000,00 Fornitori di materie e servizi Lavoratori Fattori pluriennali Finanziatori ERARIO IMPRENDITORE
  19. 19. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE CONTABILITA’ GENERALE CRM Contabilità analitica Altri Controllo di Gestione BUDGET REPORTING
  20. 20. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Natura e destinazione del reporting Natura Destinatari Report di risultato, con individuazione di tutte le gestioni. Analisi per indici DIREZIONE GENERALE Dati economici di divisione Marginalità di divisione Report di profitto KPI (Ricavo medio/RevPar/%occupazione) Scostamenti da Budget e YTD RESPONSABILI DI DIVISIONE Dati economici di reparto Unità vendute e scostamenti da Budget e YTD RESP. REPARTI OPERATIVI
  21. 21. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE PIANIFICARE E PROGRAMMARE NON SONO ATTIVITA’ NATURALI LO SFORZO NECESSARIO DEVE ESSERE STIMOLATO, INDIRIZZATO, COORDINATO E RESO DI FACILE REALIZZAZIONE
  22. 22. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE PROGRAMMARE O PREVEDERE?
  23. 23. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE IL BILANCIO – COSTI FISSI O VARIABILI? Descrizione Valore Fissi/Variabili GESTIONE Spese telefoniche 7.500,00 Variazione magazzino MAT. DI CONSUMO 20.000,00 Lavaggio e noleggio biancheria 250.000,00 Materiali di consumo 25.000,00 Affitti passivi 50.000,00 Consulenze esterne 5.000,00 Provvigioni agenzie 50.000,00 Stipendi personale ai piani 20.000,00 Manutenzione impianti 25.000,00 Compensi CdA 100.000 Ammortamenti ed accanton. 15.000,00 Perdite su crediti 5.000,00 Interessi su c/c 25.000,00 Interessi su mutui 7.500,00 Tasse 10.000,00 Pulizia piscina 2.500,00 Leasing macchine pulizia 1.500 Stipendi impiegati amministrativi 60.000 Stipendi addetti alla manutenzione 12.000
  24. 24. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE CALCOLARE IL TASSO DI OCCUPAZIONE OBIETTIVO Nell’ipotesi che: – L’azienda abbia lo stesso reddito obiettivo – Il prezzo medio rimanga invariato – All’azienda venga applicata una maggiorazione media di 2 euro a camera per la prenotazione. ESERCIZIO N. 1 VERIFICA SOLUZIONE
  25. 25. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Come cambia il tasso di occupazione di pareggio nel caso si assumesse una risorsa in amministrazione del costo di € 30.000,00 lorde l’anno? ESERCIZIO N. 6 VERIFICA SOLUZIONE
  26. 26. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE SONO SOLO DUE ESEMPI DELLE DOMANDE CHE HANNO TROVATO RISPOSTA DURANTE IL CORSO SE VUOI SCOPRIRE COME SI TROVANO LE RISPOSTE, RICHIEDI GRATUITAMENTE LE DISPENSE COMPLETE DEL CORSO
  27. 27. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Un esempio di cruscotto di controllo
  28. 28. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE
  29. 29. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Valore della Produzione Margine di Contribuzione Lordo = Valore della Produzione – Costi Variabili diretti Reddito operativo = Margine di C. Netto – Costi fissi Margine di Contribuzione Netto = Margine di c. lordo – costi di vendita Gestione Vendite ANALISI DEL REDDITO - HOTEL Gestione Produzione Gestione Manodopera Gestione servizi esterni Gestione Commerciale Controllo Struttura Operativa Controllo Costi di Struttura Oneri rettificativi Oneri figurativi Gestione Finanziaria
  30. 30. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE RICAVI TOTALI IL PUNTO DI PAREGGIO Q € COSTI VARIABILI PERDITA UTILE PUNTO DI PAREGGIO Reddito obiettivo COSTI FISSI
  31. 31. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE La formula del punto di pareggio F* = Totale costi fissi Margine di contribuzione % “F*" rappresenta il fatturato raggiunto il quale ho realizzato un margine di contribuzione assoluto sufficiente a coprire i miei costi fissi, e quindi a garantire il pareggio economico
  32. 32. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE ESERCITAZIONE CALCOLARE GLI STANDARD •Prezzo unitario •Costi unitari variabili di produzione •Costi variabili di vendita •Costi fissi unitari
  33. 33. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Alcune precisazioni: • Il modello della Break-Even-Analysis funziona se “facciamo finta che”: 1. I prezzi siano costanti nel periodo 2. I costi variabili unitari siano costanti 3. Le scorte siano costanti Quale di queste condizioni si verifica per gli alberghi?
  34. 34. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Per trovare una applicazione concreta al modello della Break Even Analysis Dividere il periodo in esame in unità più piccole ed omogenee Ripetere l’analisi per segmenti di clientela Vedere i fenomeni aziendali il più possibile in maniera organica
  35. 35. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE LE FASI DEL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE 1. Analisi della situazione di partenza e della sua prevedibile evoluzione 2. Individuazione ed analisi di punti di forza e di debolezza dell’impresa rispetto alle altre operanti nel medesimo settore 3. Definizione degli obiettivi (globali ed intermedi) da raggiungere in un arco di tempo determinato 4. Formulazione delle strategie 5. Redazione del Piano
  36. 36. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE UN ESEMPIO DI BUDGET DEL PERSONALE PIANI SALA RIST Camere Coperti Programma occupazione camere 4.000 2.000 Standard di rendimento 15 30 Giornate lavorative in un mese per dipendente 22 22 COSTI FISSI : ORGANICO MINIMO Carico di lavoro per dipendente 330 660 Personale occorrente 12 3 Fabbisogno coperto 3.960 1.980 COSTI VARIABILI : COPERTURA DEL SERVIZIO Servizi da coprire 40 20
  37. 37. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Un’assunzione sbagliata individuata entro sei mesi dall’assunzione costa 2,5 volte lo stipendio annuo della risorsa in questione.
  38. 38. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Ma come si fa ad avere il personale “giusto”?
  39. 39. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Analisi del profilo Preparazione al colloquio Il colloquio di selezione Le fasi del processo di selezione Scelta e inserimento del candidato Analisi organizzativa
  40. 40. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE LA SELEZIONE Cercate in base al TALENTO: Ogni ruolo ha bisogno di un talento specifico
  41. 41. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE E’ meglio assumere secondo le competenze perché… E’ possibile insegnare ad un tacchino a salire su un albero, ma è meglio assumere uno scoiattolo.
  42. 42. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE L’AZIENDA GUADAGNA, MA I SOLDI DOVE SONO?
  43. 43. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il concetto di leva _____Vendite_____ Capitale Investito __Reddito operativo_ Vendite ROI (Return on investment) = Rotazione dell’attivo Redditività delle vendite x ROI - ROD RILEVA FINANZARIA = x LEVA OPERATIVA
  44. 44. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE Il fabbisogno finanziario CAPITALE PROPRIO 100.000,00 TOTALE MEZZI PROPRI 18,18% 100.000,00 FIDO DI CASSA 50.000,00 CREDITO COMMERCIALE BANCARIO (SBF, ANTICIPO FATTURE) 400.000,00 TOTALE MEZZI DI TERZI 81,82% 450.000,00 TOTALE FONTI FINANZIARIE 550.000,0 FONTI FINANZIARIE DA REPERIRE -400.000 -300.000 -200.000 -100.000 0 100.000 200.000 300.000 400.000 500.000 gen-10 feb-10 mar-10 apr-10 mag-10 giu-10 lug-10 ago-10 set-10 ott-10 nov-10 dic-10 USCITE ENTRATE FABBISOGNO
  45. 45. CORSO SUL CONTROLLO DI GESTIONE PER IMPRESE ALBERGHIERE CONTATTI Se desideri ricevere aggiornamenti su questo corso, oppure sulla nostra attività di consulenza e formazione, contattateci a questi riferimenti: Brogi & Pittalis Srl Via delle Panche 79 Firenze O55 3424720 www.direzionebp.com DISPENSE COMPLETE DEL CORSO

×