Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
ANALISI DI BILANCIOPRIMA PARTE : Cenni di economia aziendaleSECONDA PARTE : Analisi di bilancio per indiciTERZA PARTE : An...
Cenni di economia aziendale         Concetto di imprenditore• «è imprenditore chi esercita professionalmente una attività ...
Acquisizione dei fattori : COSTO• L’acquisizione di fattori produttivi implica che il fattore generico  denaro venga “inve...
Tipologie di fattori produttivi • Fattori produttivi a fecondità sempliceEsauriscono la loro utilità partecipando ad un un...
I surrogati del denaro              DEBITI E CREDITI DI               FUNZIONAMENTO• Sostituiscono temporaneamente l’entra...
Il circuito della produzione
I finanziamenti attinti1.   Con vincolo di capitale di proprietà2.   Con vincolo di capitale di prestitoL’alternativa di f...
Il circuito dei finanziamenti
Il settore finanziario ed il settore             economico                        PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
Schema di rappresentazione del           capitale
Determinazione del reddito :          Il principio della competenza  La porzione di reddito totale attribuibile al periodo...
Determinazione del reddito :         Il principio della prudenza• Alla formazione del risultato di periodo devono essere f...
Schema di rappresentazione del            reddito
Le interrelazioni tra reddito e capitale
Classificazione dei costi • In base al comportamento assunto dai costi in relazione alle variazioni   delle quantità prodo...
Rappresentazione grafica dei costi            variabili                      PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
Rappresentazione grafica dei costi fissi                          PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
Diagramma di redditività (punto di pareggio)                            PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
Applicazione del diagramma di            redditivitàDescrizione                                         Dati reali      Sc...
Analisi di bilancio             Il Bilancio di esercizio• Documento informativo contabile con il quale si rappresentano la...
Stato Patrimoniale• Si può considerare alla stregua di un sistema di vasi comunicanti tra  la sezione degli investimenti (...
Schema di rappresentazione del           capitale
Conto economico• Indica le operazioni di gestione, che hanno dato luogo alla formazione  dell’utile di esercizio, quindi l...
Schema di rappresentazione del            reddito                    PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
Analisi di bilancio    conoscenza e la comprensione della gestione aziendale» (Caramiello C.)• «L’analisi di bilancio rapp...
Cosa analizziamo?• Analisi della liquidità : è tesa ad accertare la capacità dell’impresa di  operare in condizioni di equ...
Riclassificazione finanziaria dello        stato patrimoniale                               Analisi della                 ...
Indici di liquidità               Margine di tesoreria• Margine di tesoreria (MT) : rappresenta una grandezza finalizzata ...
Interpretare i valori • MT > 0 disponibilità sufficienti per soddisfare i debiti a breve scadenza • MT < 0 in caso di rich...
Indici di liquidità   Capitale circolante netto (CCN)• Il capitale circolante netto è finalizzato ad accertare se un’impre...
Indici di solidità                 Analisi della solidità• È finalizzata ad esaminare se l’azienda presenta una struttura ...
Indici di solidità                                                          Patrimonio netto                  Indice di au...
Indici di redditività   Analisi della redditività: Aree gestionali • Area operativa : si riferisce al complesso delle oper...
Indici di redditivitàFormazione del Reddito Netto
Indici di redditività                                               Utile Operativo                        ROI =Esprime la...
PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012   GRAZIE PERL’ATTENZIONE!!!  francesco.scolamiero@studiofarmadata.it  0825-683843
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Pharmexpo 25 ottobre 2012 - Introduzione al bilancio del Dott. Francesco Scolamiero

794 views

Published on

Pharmexpo 25 ottobre 2012 - Introduzione al bilancio del Dott. Francesco Scolamiero - Studio Farmadata

Filo diretto con Francesco Scolamiero:

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Pharmexpo 25 ottobre 2012 - Introduzione al bilancio del Dott. Francesco Scolamiero

  1. 1. ANALISI DI BILANCIOPRIMA PARTE : Cenni di economia aziendaleSECONDA PARTE : Analisi di bilancio per indiciTERZA PARTE : Analisi della marginalità della Farmacia PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  2. 2. Cenni di economia aziendale Concetto di imprenditore• «è imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica• Codice Civile Art. 2082 organizzata al fine della produzione e dello scambio di beni o di servizi» Azienda Insieme di beni organizzati (patrimonio)• L’impresa (ossia l’attività) può essere esercitata sia da una persona Impresa Attività fisica che da una persona giuridica.• Si parla di impresa individuale quando il soggetto giuridico è una persona fisica che risponde coi propri beni delle eventuali mancanze dellimpresa• Se l’impresa è esercitata da una persona giuridica assume invece una veste societaria, che può essere di varia natura (società di persone, di capitali e cooperative) PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  3. 3. Acquisizione dei fattori : COSTO• L’acquisizione di fattori produttivi implica che il fattore generico denaro venga “investito” in un fattore specifico della produzione• La cessione del denaro costituisce un sacrificio di ricchezza inizialmente a disposizione per effettuare la combinazione produttiva Vendita dei prodotti : RICAVO• Le risorse monetarie precedentemente investite vengono recuperate attraverso la cessione del prodotto sul mercato che viene determinata dalla quantità di denaro che affluisce all’impresa PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  4. 4. Tipologie di fattori produttivi • Fattori produttivi a fecondità sempliceEsauriscono la loro utilità partecipando ad un unico ciclo produttivoEsempi:1. Beni materiali (materie prime, merci, ecc.)2. Servizi (beni economici non materiali) • Fattori produttivi a fecondità ripetutaCedono la loro utilità economica a più cicli produttivi mantenendo inalterate leloro caratteristiche tecnicheEsempi :1. Terreni e fabbricati2. Impianti e macchinari3. Attrezzature industriali e commercialiDIFFERENTI MODALITA’ DI RECUPERO DEL LORO INVESTIMENTO PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  5. 5. I surrogati del denaro DEBITI E CREDITI DI FUNZIONAMENTO• Sostituiscono temporaneamente l’entrata e l’uscita di denaro con un diritto a riscuotere o con una obbligazione a pagare ad un momento definito.• Questi crediti e debiti possono nascere da qualsiasi tipologia di operazione dell’impresa, ed in particolare dal circuito della produzione. PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  6. 6. Il circuito della produzione
  7. 7. I finanziamenti attinti1. Con vincolo di capitale di proprietà2. Con vincolo di capitale di prestitoL’alternativa di finanziamento dipende dalle caratteristiche delprocesso produttivo e dei fattori della produzione e della condizioneeconomica dell’impresa in rapporto alla situazione del mercato deicapitali PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  8. 8. Il circuito dei finanziamenti
  9. 9. Il settore finanziario ed il settore economico PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  10. 10. Schema di rappresentazione del capitale
  11. 11. Determinazione del reddito : Il principio della competenza La porzione di reddito totale attribuibile al periodo è soltanto quella • Quale è la porzione di REDDITO TOTALE assegnabile al periodo? rinveniente dalla differenza dei soli costi e ricavi relativi ai processi produttivi compiuti (CHIUSI) nel periodo• principio della realizzazione dei ricavi : si considerano di competenza• Quali sono i PROCESSI CHIUSI nel periodo? economica del periodo i ricavi finanziariamente conseguiti per i quali è stata effettuata la relativa prestazione• principio dell’inerenza dei costi : A fronte del valore delle prestazioni così determinate si considerano di competenza tutti i costi ad esse inerenti e riconducibili PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  12. 12. Determinazione del reddito : Il principio della prudenza• Alla formazione del risultato di periodo devono essere fatte partecipare le perdite, anche se soltanto temute, mentre non devono essere considerati i ricavi se soltanto sperati• Pertanto il reddito di periodo sarà determinato come : PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  13. 13. Schema di rappresentazione del reddito
  14. 14. Le interrelazioni tra reddito e capitale
  15. 15. Classificazione dei costi • In base al comportamento assunto dai costi in relazione alle variazioni delle quantità prodotte od ai servizi erogati i costi possono classificarsi in :1. Costi variabili (Cv): l’ammontare varia in misura più o meno proporzionale al variare del volume produttivo (materie prime, servizi)2. Costi fissi (Cf): sono quei costi che non variano al variare del volume produttivo (affitti, assicurazioni, ammortamenti) Cv + Cf = Costo Totale PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  16. 16. Rappresentazione grafica dei costi variabili PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  17. 17. Rappresentazione grafica dei costi fissi PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  18. 18. Diagramma di redditività (punto di pareggio) PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  19. 19. Applicazione del diagramma di redditivitàDescrizione Dati reali Sconto 5% Sconto 10%Prezzo di vendita unitario € 8,00 € 7,60 € 7,20Costo variabile unitario € 5,60 € 5,60 € 5,60Costi fissi € 200.000,00 € 200.000,00 € 200.000,00Calcolo delle quantità di equilibrio(Break-even point) Dati reali Sconto 5% Sconto 10%Quantità di equilibrio 83.333 100.000 125.000Calcolo delle quantità da produrre NO SCONTI!!!al variare del Risultato Operativo Dati reali Sconto 5% Sconto 10%Risultato operativo che si intende conseguire € 100.000,00 € 100.000,00 € 100.000,00Quantità da vendere 125.000 150.000 187.500
  20. 20. Analisi di bilancio Il Bilancio di esercizio• Documento informativo contabile con il quale si rappresentano la situazione patrimoniale e finanziaria dell’azienda ed il risultato economico. • FINALITA’ :1. Rappresentare il quadro del patrimonio aziendale alla chiusura dell’esercizio (attività – passività)2. Evidenziare l’andamento della gestione economica (costi- ricavi)3. Composto da : STATO CONTO NOTA PATRIMONIALE ECONOMICO INTEGRATIVA PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  21. 21. Stato Patrimoniale• Si può considerare alla stregua di un sistema di vasi comunicanti tra la sezione degli investimenti (di sinistra) e quella delle fonti di finanziamento (di destra) per cui: PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  22. 22. Schema di rappresentazione del capitale
  23. 23. Conto economico• Indica le operazioni di gestione, che hanno dato luogo alla formazione dell’utile di esercizio, quindi le cause che determinano le variazioni del capitale.• L’utile di esercizio esprime il così detto autofinanziamento d’impresa• Nella misura in cui non viene distribuito, tale utile rappresenta capitale di risparmio. PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  24. 24. Schema di rappresentazione del reddito PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  25. 25. Analisi di bilancio conoscenza e la comprensione della gestione aziendale» (Caramiello C.)• «L’analisi di bilancio rappresenta una delle tecniche fondamentali per la INTERNA : svolta per mezzo di un esame comparato della propria FINALITA’ impresa nel tempo ESTERNA : realizzata confrontando la gestione della propria imprese• con i concorrenti• PER FLUSSI : caratterizzata dall’esame delle variazioni che hanno METODI interessato la struttura delle fonti e degli impieghi e che esprimono la capacità finanziaria e monetaria dell’azienda• PER INDICI : compiuta sul presupposto che le relazioni tra gli elementi del capitale e del conto economico hanno carattere fisiologico. Viene svolta attraverso quozienti costruiti con confrontando dati del conto• economico e dello stato patrimoniale PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  26. 26. Cosa analizziamo?• Analisi della liquidità : è tesa ad accertare la capacità dell’impresa di operare in condizioni di equilibrio nel breve periodo e di far fronte ai propri impegni.• Analisi della solidità : è finalizzata ad esaminare se l’azienda presenta una struttura equilibrata di lungo periodo• Analisi della redditività : è volta a verificare la redditività dell’impresa ai vari livelli della gestione ed in relazione al capitale investito PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  27. 27. Riclassificazione finanziaria dello stato patrimoniale Analisi della liquidità Analisi della solidità
  28. 28. Indici di liquidità Margine di tesoreria• Margine di tesoreria (MT) : rappresenta una grandezza finalizzata ad evidenziare la capacità dell’impresa di far fronte agli impegni di breve periodo con le risorse disponibili senza compromettere la gestione aziendale.• MT = Attività correnti – Rimanenze – Passività correnti
  29. 29. Interpretare i valori • MT > 0 disponibilità sufficienti per soddisfare i debiti a breve scadenza • MT < 0 in caso di richiesta di rientro delle somme dovute a fornitori e finanziatori, l’impresa non è in grado di assolvere al proprio impegno : l’esame di questa grandezza non deve peròprescindere dalla verifica congiunta di altri indicatori e dalle condizioniATTENZIONEoperative di altre aziende del settore. Attività correnti - Rimanenze Indice di liquidità = Passività correnti PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  30. 30. Indici di liquidità Capitale circolante netto (CCN)• Il capitale circolante netto è finalizzato ad accertare se un’impresa è in grado di fare fronte agli impegni aventi scadenza a breve con la disponibilità correnti, considerando fra le attività correnti anche le rimanenze. CCN = Attività correnti - Passività correnti• CCN < 0 tale valore negativo ha una valenza ben peggiore rispetto ad un margine di tesoreria negativo. Ciò poiché indica che nemmeno attraverso la potenziale cessione delle rimanenze i creditori sociali possono essere soddisfatti nel breve periodo
  31. 31. Indici di solidità Analisi della solidità• È finalizzata ad esaminare se l’azienda presenta una struttura equilibrata di lungo periodo
  32. 32. Indici di solidità Patrimonio netto Indice di autonomia finanziaria = Totale fonti di finanziamento• È evidente che più elevato è l’indice, espresso in valori percentuali, maggiore è l’indipendenza dai finanziamenti esterni. Nelle imprese italiane, e quindi anche le farmacie, tale indice è spesso molto basso perché sottocapitalizzate. Margine di struttura = Patrimonio netto - Attività non correnti• Tale valore evidenzia quanta parte delle attività non correnti è coperta dal patrimonio netto, ovvero non comporta il pagamento di oneri finanziari. Più è elevato il valore che assume più è solida la situazione aziendale. PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  33. 33. Indici di redditività Analisi della redditività: Aree gestionali • Area operativa : si riferisce al complesso delle operazioni necessarie per l’attuazione della produzione ed il suo collocamento sul mercato. È anche definita area “tipica”, o “caratteristica” • Area Extra operativa : si riferisce al complesso delle operazioni che non rientrano nel ciclo “tipico” acquisto –produzione - vendita, ma che sono ad esso “collaterali”; in particolare, riguarda i seguenti ambiti:1. gestione “patrimoniale”2. gestione della liquidità3. gestione delle partecipazioni • Area Finanziaria : si riferisce al complesso delle operazioni necessarie per il finanziamento dell’attività operativa ed extra operativa • Area Straordinaria : si riferisce ad eventi “straordinari”
  34. 34. Indici di redditivitàFormazione del Reddito Netto
  35. 35. Indici di redditività Utile Operativo ROI =Esprime la capacità di remunerare attraverso il reddito operativo, il Capitale investitocapitale investito. Tale indice è uno degli indicatori economici basilari, inquanto evidenzia l’efficienza complessiva del core business aziendale. Utile di esercizio ROE = Patrimonio nettoEsprime la remunerazione a favore dei soci ed è pari al rapporto tra l’utiledi esercizio ed il patrimonio netto. PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012
  36. 36. PHARMEXPO – 25 NOVEMBRE 2012 GRAZIE PERL’ATTENZIONE!!! francesco.scolamiero@studiofarmadata.it 0825-683843

×