• Save
Mass Customization
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Mass Customization

  • 3,204 views
Uploaded on

La crescita del mercato di prodotti personalizzati: contesto, driver criticità. ...

La crescita del mercato di prodotti personalizzati: contesto, driver criticità.
Primo Report Osservatorio Mass Customization.

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,204
On Slideshare
3,180
From Embeds
24
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
2

Embeds 24

http://www.slideshare.net 16
http://www.linkedin.com 5
https://www.linkedin.com 3

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La crescita del mercato di prodotti personalizzati: contesto, driver, criticità Osservatorio Mass Customization Primo Report Marco Santambrogio – Managing Director VALUELAB
  • 2. Indice – La Mass Customization
      • DEFINIZIONE
      • SVILUPPO IN DIVERSI MERCATI  ESEMPI
      • INTERAZIONI DEL / CON IL CLIENTE
      • DRIVER AZIENDALI DELLO SVILUPPO
      • DRIVER DI MERCATO DELLO SVILUPPO
      • CRITICITÀ DI MERCATO
      • KEY POINTS
  • 3. Definizione di Mass Customization
    • La Mass Customization è un approccio di business che consente di fornire prodotti o servizi personalizzati a consumatori individuali o segmenti di nicchia su larga scala e con tecnologie flessibili, senza la perdita dei benefici della produzione di massa (efficienza, produttività, qualità, contenimento dei costi e velocità di risposta)
    • Elementi distintivi:
      • Cliente non solo Consumer bensì Prosumer
      • Tecnologie di produzione flessibili
  • 4. Abbigliamento e Accessori (1)
    • Customization sia dell’elemento Funzionale che Estetico
    • Spesso copresenza del “su misura”
    Sportswear O’Neill Occhiali Oakley Accessori Longchamps
  • 5. Accessori - Louis Vuitton Abbigliamento - Brooks Brothers Personalizzazione del modello attraverso il sito web. Nel flagship store di New York è anche presente un dispositivo “body scanner 3d” Abbigliamento e Accessori (2) Opportunità di apporre le proprie iniziali sugli accessori attraverso il sito web della maison Accessori - Muji Opportunità di personalizzazione “in store” Accessori - Fendi Personalizzazione da parte del cliente
  • 6. Calzature
    • Customization sia dell’elemento Funzionale che Estetico
    Kickers Crea il tuo Original Adidas MiAdidas Nike Nike iD
  • 7. Automotive
    • Scelta di colori, cromature e accessori
    • Possibilità di intervenire a diversi livelli della catena da parte del Cliente finale e/o del concessionario
    • Grande diffusione di configuratori on-line
    Mini Mini Roof Designer FIAT 500 Alfa Romeo
  • 8. Prodotti elettronici
    • La tecnologia favorisce il processo di customizzazione
    • Possibilità di personalizzazione sia da parte dell’Azienda che del Cliente
    • Dopo l’acquisto, possibilità di far evolvere ulteriormente il prodotto
    Software SAP Personal computer Dell Telefonia zzzPhone
  • 9. Arredamento
    • Customizzazione sia dell’elemento Funzionale che Estetico
    • Copresenza del “su misura”
    • Nata primariamente per soddisfare esigenze del B2B, poi esteso anche al B2C
    Us Toogether Effebiemme Arredamento modulare per ufficio Divani&Divani by Natuzzi Personalizza il tuo divano
  • 10. Gadget e Prodotti Personalizzati
    • Prevalenza della personalizzazione estetica
    • Basso valore unitario dei prodotti
    • Nata primariamente per soddisfare esigenze del B2B, poi esteso anche al B2C
    B2B B2C
  • 11.
    • Rivisitazione e rivitalizzazione dei grandi classici
    • Esaltazione dell’aspetto ludico della customizzazione
    • L’Utilizzatore del prodotto personalizzato e l’Acquirente spesso non coincidono
    Hasbro MyMonopoly Giochi e Tempo Libero Eleven Forty Company The Opus LEGO LEGO Factory
  • 12. Alimentare
    • Customization sia dell’elemento Funzionale che Estetico
    • Criticità del rispetto degli standard qualitativi e della normativa in vigore
    Mars My M&M’s My Muesli
  • 13. Servizi Servizi alle imprese Affinion Viaggi Expedia Assicurazioni Europe Assistance
    • Rivolti sia al B2B che al B2C
    • Esaltata la logica del configuratore on line e dell’e-commerce
  • 14. Interazioni del / con il Cliente
    • Modalità
      • Indiretta  tramite una persona (dell’Azienda o del Retailer)
      • Diretta  tramite la tecnologia (Es.: configuratore web)
    • La scelta dipende da
      • Complessità oggettiva del processo di scelta e configurazione
      • Scelte aziendali di gestione della shopping experience (politiche di Customer e Brand management)
    • L’interazione con la persona è più “calda” ma la tecnologia consente di
      • Allargare le possibilità d’interazione a tutti i luoghi e momenti
      • Ridurre i costi di gestione dell’assistenza
      • Fornire un feedback immediato al cliente del possibile risultato ottenibile dalla scelta, permettendo di iterare il processo
      • Standardizzare l’acquisizione delle specifiche / preferenze
  • 15. Driver aziendali della Mass Customization
    • Possibilità di sottoporre al Cliente più alternative di acquisto. Configuratore di prodotto come facilitatore
    • Riduzione / eliminazione dell’ obsolescenza commerciale
    • Possibilità di ottenere prezzi più elevati
    • Possibilità di differenziare e personalizzare il prezzo (riducendo la possibilità di adattamento da parte dei competitor)
    • Miglioramento anche dei prodotti standard attraverso una verifica continua delle esigenze / preferenze del mercato
    • Possibilità di ridurre gli investimenti in Ricerche di Mercato e R&D
    • Miglioramento dei flussi di cassa tramite l’anticipo del fattore vendita e incasso rispetto alla produzione e consegna
    • Possibilità di assumere un ruolo importante nel portafoglio fornitori del retailer
  • 16. Rilevanza del trend
  • 17. Driver di mercato dello sviluppo della Mass Customization
    • Crescente volontà di “posizionamento d’immagine” da parte delle persone, comunicando a due livelli:
      • Tramite il prodotto si cerca l’omologazione e l’appartenenza ad un segmento e l’espressione di uno status ( differenziazione verticale )
      • Tramite la personalizzazione di quel prodotto si ricerca l’ individualità e la distinzione ( differenziazione orizzontale )
    • Progressiva commoditizzazione della componente funzionale standard di molti prodotti che vengono acquistati e crescente apprezzamento delle componenti di personalizzazione
      • Funzionali su misura
      • Emozionali
    • Crescente instabilità e infedeltà al Prodotto / Brand , alla quale reagire offrendo una maggior varietà di offerta da parte del Retailer e/o dell’Azienda
    • Crescente diffusione e utilizzo di Internet con possibilità di:
      • ricerca del contatto diretto con l’azienda / disintermediazione
      • interazione e simulazione in ambiente digitale
  • 18. Criticità di mercato della Mass Customization (1)
    • Individuazione della soglia limite di varietà , oltre la quale il Cliente viene disorientato
    • Individuazione della soglia limite di spesa sostenibile da parte del Cliente per ottenere il prodotto personalizzato
    • Individuazione della soglia limite di attesa da parte del Cliente per ottenere il prodotto personalizzato
    • Possibile riduzione del ruolo dell’Azienda / Brand come guida, indirizzo e riferimento nella scelta tra le opzioni possibili
    • Maggior complessità della comunicazione di Brand e di Prodotto
  • 19. Individuazione della soglia limite di VARIETÀ Orangebox Ltd
  • 20. Criticità di mercato della Mass Customization (2)
    • Impossibilità di mostrare il prodotto e farlo testare prima dell’acquisto
    • Possibile complessità e onerosità del processo di scelta e acquisto del prodotto  potenziale impatto negativo della shopping experience sulla qualità percepita del prodotto
    • Potenziale costo incrementale dell’ assistere il Cliente nel processo di customizzazione, da parte dell’Azienda e/o dei suoi Partner distributivi (attrezzature, training, ecc.)
    • Possibile conflitto di canale con i Retailer dovuto alla disintermediazione
  • 21. Key points
    • Valutazione attenta del ROI di questo approccio , considerando congiuntamente aspetti industriali e di mercato
    • Dimensionamento delle opportunità (segmento di domanda o trend di mercato ?)
      • Customer intelligence
      • Benchmarking competitivo
    • Modalità di calibrare rispetto al Cliente l’ equilibrio di varietà, prezzi e servizio
    • Gestione dei rapporti di canale e delle modalità di interazione / integrazione
  • 22. Via Durini, 23 – 20122 Milano Tel. +39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi, 5 – 00144 Roma Tel. +39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 P.IVA 10702760157 c.fisc. 03986031007 www.valuelab.it [email_address] GRAZIE PER L’ATTENZIONE Marco Santambrogio Managing Director VALUE LAB [email_address]