Raimondo Vilano - Il profumo del tempo: abs. n. 2

317 views
224 views

Published on

bs. da: 10. R. Villano “Il profumo del tempo - cenni di arte e storia della farmacia” CD-ROM multimediale (1^ ediz. patrocinata dall’Accademia Italiana di Storia della Farmacia con presentazione del Presidente AISF Antonio Corvi, Ed. Eidos, 585 Mb - 139 file - 62 colonne sonore - 873 diapositive - 1093 pagine, Napoli, maggio 2002; 2^ Ediz.: patrocinata dall’Accademia Italiana di Storia Farmacia e dal Distretto 2100-Italia Rotary International; Presentazione del Presidente AISF A. Corvi, Ed. Eidos, 607 Mb - 146 file - 62 colonne sonore - 895 diapositive - 1248 pagine, Torre del Greco, novembre 2002; 2^ Ed., 1^ Rist.: Firenze, dicembre 2002; 3^ Ed.: patrocinato e realizzato da GioFil, distribuito da GioFil-Bayer SpA, (607 Mb - 146 file - 62 colonne sonore - 895 diapositive - 1248 pagine con grafica e presentazioni nuove; Roma, settembre 2003).

Published in: Health & Medicine
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
317
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Raimondo Vilano - Il profumo del tempo: abs. n. 2

  1. 1. Il profumo del tempo cenni di arte e storia della farmacia Raimondo Villano
  2. 2. INDICE  Botanica  Cenni di storia  Documenti  Farmaci  Farmacie  Iconografia  Laboratori  Personaggi  Ricette  Strumenti  Vasi  Vetreria  Vignette  A.I.S.F.  INFORMAZIONI  Autore
  3. 3. “ Nessuno sa la propria professione se non ne conosce la storia “ W. GOETHE
  4. 4. Presentazione Tra le sorprese emerse durante il nostro viaggio a Napoli dello scorso aprile, vi è stata la scoperta di un nuovissimo cd rom edito dal nostro giovane socio Raimondo Villano che in 1100 pagine ha riassunto tutto quanto ha appreso sulla nostra storia, di cui si occupa seriamente solo da pochi mesi: un record, quindi, di velocità di apprendimento e successiva rielaborazione. Egli si propone di dare al farmacista digiuno di storia, ma anche al neofita di diversa estrazione culturale, un quadro generale della materia. Dopo un cenno generale sulla storia della farmacia, egli mostra diversi erbari di piante medicinali, documenti legislativi dei primi speziali integrati via via dai vari Stati fino all’Unità, Farmacopee di ogni tempo con la loro materia medica e le “specialità” delle varie epoche. Un capitolo è dedicato alla tecnica di laboratorio ed agli strumenti oggi in parte dimenticati, comprende molti mortai ed in modo precipuo i corredi ceramici che fungevano tanto da contenitori che da mostra pubblicitaria dei loro contenuti. E’ questa una delle sezioni che saranno più visitate insieme a
  5. 5. Presentazione quella delle antiche farmacie nel loro assetto originale, da quelle maestose come la Spezieria degli Incurabili alle più modeste officine private, mai toccate nel corso dei secoli. Si danno, poi, informazioni dettagliate sulle raccolte museali estere ed italiane, senza dimenticare, infine, il “chi è” dell’Accademia e dei suoi più attivi componenti. Chiaro appare l’intento di far conoscere il meglio del nostro sodalizio, anche per sollecitare tacitamente nuove adesioni, tanto più necessarie in Campania se vogliamo costituire qui una Delegazione come è stato già fatto a Firenze e a Milano. Per tutte queste ragioni la Presidenza dell’Accademia è lieta di patrocinare questo nuovo mezzo di comunicazione intermediale che rivela, nella originalità del metodo e delle scelte, una personalità ed un carattere propri di un autore colto e raffinato. Antonio Corvi Presidente A.I.S.F.
  6. 6. Prefazione La ricostruzione di frammenti del passato, lungo e difficile di cui talora non restano tracce sufficienti, può da un canto rafforzare la consapevolezza di aver ereditato un privilegio ben meritato dai nostri padri e d’altro canto, raccogliendo i fili stessi di questa eredità nobilissima, può proiettarci verso il futuro che oggi, per effetto di una evoluzione rapidissima della professione, più che una successione del presente è, di fatto, quasi un presente. Al fine di realizzare, in termini non scientifici ma divulgativi, una testimonianza accattivante e non priva di interesse sulla storia del farmaco, su ricettari, manoscritti, farmacopee, norme degli speziali, ambienti e vissuto quotidiano delle apoteche, mi è sembrato più utile ricorrere all’uso del mezzo di comunicazione multimediale ipertestuale che sostanzialmente crea una situazione percettiva e psicologica all’interno della quale il fruitore ritrova simulata una propria esperienza con una maggiore aderenza alla multidirezionalità propria di ogni vicenda umana. Raimondo Villano
  7. 7. Edizioni Bayer, ottobre 2002 © Ricerche, elaborazione, impaginazione, realizzazione ipertestuale e multimediale a cura di Raimondo Villano
  8. 8. Requisiti minimi di sistema  PC processore Pentium™ (consigliato 200 Mhz o sup.);  Hard disk: 610 Mb liberi;  Ram: 16 Mb (consigliata 32);  Scheda video: SVGA (risoluzione 800 x 600) a migliaia di colori;  Scheda audio Soundblaster o compatibile;  Windows™ 95/98;  Microsoft PowerPoint™ 97 o successivi;  Lettore di CD rom a 4 velocità o superiore.
  9. 9. Contenuto del Cd-rom  607 Mb;  3 directory;  141 files complessivi;  1138 pagine complessive;  36 schede di ipertesto;  895 diapositive;  62 colonne sonore.
  10. 10. Bibliografia essenziale Libri - G. Conci – Pagine di Storia della Farmacia – Vittoria, Milano, 1934; - C. Pedrazzini – La Farmacia italiana nella storia e nell’arte – IGAP Editrice, Milano, 1964; - AA. VV. – Per una storia della farmacia e del farmacista in Italia: Sicilia – Schema Schiapparelli, Bologna, 1983; - L. Colapinto, G.B. Bettòlo, C. De Vita, E. Cicconetti, O. Mazzuccato, C. Sciorilli–L’Universitas Aromatariorum, Ed. MSD Italia, - A. Laghi – Vetri da farmacia – Menarini Otc, Contini Editore, - A.I.S.F. – Acta 34° Congressus Internationalis Historiae Pharmaciae – Firenze, ott. 1999; Riviste - Civiltà Farmaceutica 1972/1975 (mensile); - Farmacia Regioni 1978/1989 (mensile); - Panorama Farmaceutico e supplementi 1979/2002 (mensile); - Collegamento 1980/2002 (mensile); - Farmacia Ottanta - intera serie (mensile); - Il Farmacista Moderno 1981/2002 (mensile); - Il Farmacista F.O.F.I. 1982/1990 (trimestrale); - Tema Farmacia – intera serie (mensile); - Pro Pharmacopoea – ed. Min. Sanità – intera collana (periodico); - Doctor Farmacia – intera serie (mensile); - Chemist 1996/1999 (mensile); - Punto Effe – intera serie (mensile); - Farma Mese - intera collana (mensile); - Pharmacy – intera serie (mensile); - Calendario 2000 Collezione Bayer;
  11. 11. Bibliografia essenziale Articoli - A. Pallavisini – Le ricette del Collega di Ur – Collegamento, 5/1982; - C. Fremito – Il glorioso Amarcord della professione – Panorama Farmaceutico, 10/1983; - A. Corvi – L’alba del farmaco – Collegamento, 10/1990; - A. Corvi – Il Ricettario Fiorentino – Collegamento, 10/1991; - L. Colapinto – Tutto ha avuto origine dall’ordinanza di Federico II – Farmacia Regioni, 1-2/1992; - E. Cingolani – La Farmacopea italiana dal 1892 ad oggi – Pro Pharmacopoea, 3-4/1992 - E. Cingolani – La Farmacopea a Firenze – Pro Pharmacopoea, 3-4/1992 - C. Boccetto – Le tradizioni di Torino – Farmacia Regioni, 10/1992; - G. Leopardi – Dalla I alla IX edizione della F.U.: cento anni di sanità in Italia – Pro Pharmacopoea, 4/1993; - P. Catalani – Tempi bui, ma non troppo – Punto Effe, 12.10.2000; - A. Corvi – Viaggio nel tempo – Farma Mese, 10/01; Siti web - www.cadnet.marche.it/farmacia; - www.chifar.unipv.it/museo; - www.emmeti.it/arte/toscana; - www.eikonos.it/roccavaldina/farmacia; - www.nobilecollegio.com; - www.museionline.com; - www.imss.florence.it; - www.imolanetwork.com; - www.eurialo.cib.na.cnr.it; - www.elbuenosaires.com.ar; - www.dipbot.unict.it; - www.diocesi.genova.it; - www.home.swipnet.sc/pharmhist/museer; - www.landferie.dk/pics/sc/detgamle.apotek.htm;
  12. 12. “ Colligite fragmenta ne pereant “ GIOVANNI, Cap. IV “Raccogliete i frammenti affinché non vadano persi”
  13. 13. Indice  Botanica – Cere – Erbari essiccati – Tavole
  14. 14. Indice  Farmaci – Etichette – Prodotti – Pubblicità
  15. 15. Indice  Farmacie – Italiane – Estere
  16. 16. Indice  Laboratori – Ambienti – Attrezzi
  17. 17. Indice  Strumenti – Armadi – Arredi – Bilance – Mortai – Oggettistica – Termometri
  18. 18. Indice  Vetreria – Albarelli – Ampolle – Barattoli – Bocce – Bottiglie – Flaconi – Nasse – Vasetti – Altro
  19. 19. Indice  Documenti – Antidotari – Farmaci obbligatori – Farmacopee – Ricettari – Pubblicazioni varie – Statuti e decreti – Tariffari e tasse – Vari documenti
  20. 20. Indice  Informazioni – Musei nel mondo – Musei in Italia – Vasi da farmacia – Web link
  21. 21. Albarelli con coperchio In vetro acromo, secolo XVIII. Monastero delle Benedettine, S. Maria degli Angeli
  22. 22. Albarello In vetro acromo, secolo XVIII. Spedale Serristori, Figline Valdarno.
  23. 23. Antico armadio per medicinali
  24. 24. Armadiodimedicinali Primo ‘800, di origine inglese, conservato al Welcome Museum of Hystory of Medicine
  25. 25. Barattolo
  26. 26. Barattolo con coperchio
  27. 27. Barattolo con coperchio Secolo XVIII, Istituto e Museo di Storia della Scienza, Firenze
  28. 28. Barattoli e vasetti cilindrici In vetro blu e vetro acromo con tappo rotondo schiacciato e smerigliato, secolo XIX. Farmacia Ragionieri, Sesto Fiorentino.
  29. 29. Bilancia Sul Conci (1934) leggiamo a proposito delle bilance di farmacia: "Antichissima è la documentazione d'uno dei più tipici e indispensabili strumenti farmaceutici: la Bilancia (dal lat. bis e lanx "piatto"). Secondo gli storici, la bilancia sarebbe stata conosciuta in Oriente già nell'età neolitica in Europa però sarebbe giunta soltanto nell'età dei metalli, probabilmente attraverso le isole di Cipro e di Creta. Fra i vari segni geroglifici di una tavoletta iscritta del II Palazzo di Cnosso (prima metà del secondo millennio a. C) v'è anche quello della bilancia (a bracci eguali, con un piede verticale di sostegno). Un'altra documentazione è sulla lastra tombale di Kivik (Svezia), probabilmente della tarda età del bronzo. Numerosa è pure la documentazione di bilance egiziane. Oltre alle bilance a sostegno, le antichissime età conobbero anche le bilance appese. Di questo tipo esistono, nel Museo Nazionale di Atene, due bilancette d'oro, trovate in una tomba di Micene: la leva è formata da un'esile verghetta d'oro, con fili pure d'oro reggenti sottilissimi piattiní.Bilance con pesi scorrevoli sui bracci erano probabilmente note anche ai Babilonesi. Gli Ebrei usavano bilance a bracci eguali e disuguali, con pesi liberi e scorrevoli: ed anche le bilancine tascabili. Nel Talmud sono ricordate bilance... addomesticate, col bilanciere vuoto, contenente mercurio, il quale spostandosi dalla parte della merce, collaborava egregiamente col mercante ad Imbrogliare il compratore. Nessun esemplare di bilance
  30. 30. Bilancia XVIII sec.
  31. 31. Bilancia XVIII sec.
  32. 32. Bilancia XVIII sec.

×