• Save
20070619 javaday  quali_p_so
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

20070619 javaday quali_p_so

on

  • 308 views

 

Statistics

Views

Total Views
308
Views on SlideShare
308
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

20070619 javaday  quali_p_so 20070619 javaday quali_p_so Presentation Transcript

  • QUALIPSO: Quality Platform for Open Source Software
      • javaday
      • 23 giugno 2007
      • Palermo
      • Davide Taibi
      • www.qualipso.org
  • Crescita dell'OSS BI ERP BPM ESB SQL Web Linux TCP/IP GNU/ Linux Apache Linux PostG. Apache Linux JOnAS Eclipse PostG. Apache Linux Innovazione Flessibilit à Riduzione Costi Sovranit à
    • Promuovere la crescita
    • Aumentare la competitivit à
    • Trarre vantaggio dalla completa sovranit à
    2010 1980 2000 1990
  • Alcune previsioni
    • Per la fine del 2007, il 75% delle organizzazioni IT “mainstream” avrà strategie formali per l'acquisizione e la gestione dell'OSS (probabilità 80%).
    • Per la fine del 2010, l'OSS sarà incluso nel portfolio del software mission-critical software almeno nell'80% delle società di Forbes Global 2000 (probabilità 90%).
    • (Gartner) ‏
  • Il ruolo dell'OSS nell'economia
    • Le economie sono in fase di evoluzione da prodotti a servizi
    • OSS pu ò essere il motore dell'economia dei servizi
      • per i fornitori di servizi, permette di tenere bassi i costi
      • per i consumatori di servizi (i cittadini), permette di avere pi ù concorrenza
      • per l'industria del software, permette di avere più risorse per l'innovazione
      • per l'Amministrazione Pubblica, permette di impiegare meno risorse per favorire e supportare l'occupazione locale
  • Aree di adozione
  • Allora, dov'è il problema? Qualche mito ...
    • L'OSS è contrario al business.
    • Non è nella natura umana di lavorare in cambio di nulla, per cui l'OSS è solo una moda passeggera e tra qualche anno sarà dimenticato.
      • Come si pu ò credere all' OSS?
    • L'OSS viene sviluppato da dilettanti.
      • Come si pu ò credere all' OSS?
  • Allora, dov'è il problema? Qualche mito ...
    • L'OSS non va bene per il mainstream IT: viene usato solo da hackers e snob tecnologici.
      • Come si pu ò credere all' OSS?
    • Non c'è nessuno che controlla lo sviluppo. Chiunque può cambiare il software, che alla fine diventa instabile e insicuro.
      • Come si pu ò credere all' OSS?
    • Nessuno supporta l'OSS.
      • Come si pu ò credere all' OSS?
  • Carta d'identità del progetto
    • Acronimo: QualiPSo
    • Titole: Quality Platform for Open Source Software
    • Strumento di finanziamento: Integrated Project
    • Numero del contratto: 034763
    • Consorzio: 20 organizzazioni di 8 paesi (in 3 continenti)
    • Area tematica: Open development Platforms for software and services
    • Durata: 48 mesi (risultati prodotti ogni anno) ‏
    • Budget: 17.3 MEuro (finanziamento 10.4 MEuro) ‏
    • La definizione e l'implementazione di tecnologie , procedure e politiche per far passare le pratiche attuali di sviluppo dell'OSS allo stato di uso industriale
    • solido, ben riconosciuto, e comunemente accettato .
    QualiPSo: la missione Il problema fondamentale è la CREDIBILIT À ! La credibilità non può essere asserita senza evidenza !!!
  • QualiPSo: la sfida
    • Dalla
    • Ribellione
    • Alle
    • Pratiche Industriali
    • Conservando
    • la freschezza e l'entusiasmo della tradizione dell'OSS
    .
  • QualiPSo – Cose da fare
    • Una lista di cose da fare ...
    • Aspetti legali
    • Modelli di business
    • Interoperabilità
    • Documentazione
    • Qualità del software
    • Qualità del processo
    • Nuova generazione di forge
    • Centri di competenza
  • A1: Aspetti legali
    • Obiettivo: migliorare la qualità legale dell'OSS
    • Comprensione dei problemi legali riguardanti l'OSS
      • Come valutare rischi e responsibilità? Le licenze sono compatibili? Quali sono i vincoli a livello internazionale? etc.
    • Definizione di strumenti e procedure
      • Definizione di una famiglia coerente di licenze per l'OSS, in regola con leggi nazionali ed europee
      • Definizione di strumenti per la tracciabilità dei diritti (IPR) ‏
      • Definizione di procedure e metodi per valutare e minimizzare i rischi durante tutto lo sviluppo.
    • Partners: INRIA, THALES, GMRC, DGME
  • A2: Modelli di business
    • Obiettivo: d efinire metodi, processi di sviluppo e modelli di business models per facilitare l'uso dell'OSS nell'industria
    • Integrazione di componenti OSS in sistemi e applicazioni industriali
    • Strategie per società e per comunità OSS
    • Definizione di modelli di business per applicazioni che usano componenti OSS
    • Partners: Siemens, ATOS, BULL, DIT
  • A3: Interoperabilità
    • Obiettivo: fornire test suites e stack di integrazione qualificate per dimostrare l'interoperabilità dell'OSS in molti contesti
    • 3 assi di ricerca
      • Interoperabilità tecnica (standard aperti) ‏
      • Interoperabilità semantica (ontologie) ‏
      • Interoperabilità organizzativa (politiche) ‏
    • Definizione di criteri di interoperabilità nell sviluppo e negli ambianti di test
    • Definizione di strumenti per verificare questi criteri
    • Partners: FOKUS, ATOS, European Dynamics, PSNC, Siemens
  • A4: Gestione delle informazioni
    • Obiettivo: implementare le best practices nella gestione delle informazioni (codice sorgente, documentazione, etc.) per migliorare la produttività dello sviluppo dell'OSS e del supporto.
    • Identificazione di dove la gestione dell'informazione può essere migliorata nei progetti OSS
    • Analisi della struttura delle informazioni e dei dati manipolati da strumenti collaborativi
    • Definizione e implementazione di nuovi strumenti per la gestione delle informazioni
    • Partners: Telefonica, URJC, CRMPA
  • A5: Risultati credibili (trustworthy) ‏
    • Obiettivo: studiare le qualità che possono dare credibilità ai componenti OSS
    • Studio e ricerca su fattori funzionali e tecnici
      • Identificazione – quali sono i fattori più importanti?
      • Quantificazione - qual è il loro impatto?
      • Valutazione – quali sono i componenti “buoni” secondo questi fattori?
    • Definizione e implementazione di processi di analisi sperimentale piani di test
    • Implementazione di strumenti per la convalida di questi fattori
    • Partners: Univ. Insubria, Mandriva, PSNC, Siemens, GMRC, Univ. Sao Paolo, DIT, Engineering
  • A6: Processi credibili (trustworthy)
    • Obiettivo: sviluppare un nuovo modello tipo Capability Maturity Model-like per valutare la qualità of OSS
    • Analisi di gruppi di processi nelle fasi di un progetto
    • Identificazione di elementi per aver fiducia in questi processi
    • Definizione di un modello tipo CMM per lo sviluppo OSS. Questo modello verrà discusso con i promotori del CMM, il Software Engineering Institute (SEI), con l'intento di formalizzarlo come estensione ufficiale del CMMI ® .
    • Specifica e sviluppo di strumenti per permettere l'uso di questo modello
    • Partners: Univ. Bolzano, Engineering, Siemens, GMRC, niv. Sao Paolo, Telefonica, URJC, Univ. Insubria
  • A7: QualiPSo Factory
    • Obiettivo: progettare e implementare la “QualiPSo Factory,” un ambiente integrato per facilitatre e supportare lo sviluppo di sistemi OSS industriali.
    • Creazione/integrazione di un portale per forge di nuova generazione
      • Con tutti gli strumenti di comunicazione
      • Con i concetti e gli strumenti per lo sviluppo cooperativo
    • Implementazione di strumenti per valutare la qualità dei componenti
      • Definizione di misure e strumenti di classificazione
      • Integrazione di strumenti per controllo, misura …
    • Partners: THALES , ATOS, BULL, CRMPA, European Dynamics, GMRC, INRIA, Mandriva, PSNC, SERPRO, Univ. Sao Paulo, Telefonica
  • A8: Centri di competenza
    • Obiettivo: sviluppare una rete di lunga durata di professionisti che abbiano a cuore la qualità del software OSS per le società .
    • Centri di competenza independenti
      • 6 Centri: Europa, Cina, Brasile
      • con risorse dedicate; con possibili specializzazioni
      • utilizzo delle piattaforme collaborative, e degli strumenti e processi sviluppati nel progetto
    • Supporto allo sviluppo, al deployment e all'adozione dell'OSS da parte di Information Systems Departments privati e pubblici, grandi compagnie, PMI.
    • Partners: BULL, Engineering, FOKUS, GN, GMRC, INRIA, SERPRO, USP, Telefonica, THALES, URJC, PSNC, DIT
  • A9 e A10: Exploitation & Training
    • A9 – Exploitation e disseminazione
    • Obiettivo:
    • Promuovere QualiPSo nei confronti di:
      • Utenti e comunità
      • Industrie
      • Governi
    • Favorire contributi da nuovi partner
    • A10 – Training
    • Obiettivo: creare programmi di training su strumenti e processi creati da Qualipso
  • Organizzazione delle attività Ricerca Prototipazione Instanziazione Industrializzazione a A2: Business Models Interoperability Documentation and Information Management A5: Trustworthy Results A6: Trustworthy Process A8: QualiPSO Competence Centre A9: Exploitation and Dissemination a A2: Modelli di Business A3: Interoperabilità A4: Gestione delle informazioni A1: Aspetti legali Trustworthy Results A5: Risultati credibili Trustworthy Process A6: Processi credibili A7: QualiPSo Factory QualiPSo Factory A7 : QualiPSo Factory A8: QualiPSO Competence Centre A8: QualiPSO Centri di Competenza A9: Exploitation and Dissemination A9: Exploitation & Disseminazione A9: Exploitation and Dissemination A9: Exploitation and Dissemination A10: Training
  • L'approccio di QualiPSo TRUST USE INSURE Industry PRODUCE Community Legal Quality Interoperability Business Organisation Life Cycle Maturity Factory Telco eGov Enterprise Paris Sao Paulo Roma Madrid Guangzhou Berlin
  • I centri di competenza
    • Tutti i CC formano un network di expertise che condivide la stessa etica e gli stessi metodi e strumenti, il QualiPSo Network (modello federativo) ‏
    • I CC si supportano a vicenda per giungere agli obiettivi di QualiPSo
    Competence Centres Partners Network ( rappresentanti dai CC) ‏
  • Conclusioni: benefici
    • Per tutti
      • Strumenti software OSS – Documenti sotto Creative Commons
      • formati aperti e standard: odt
    • Per società e governi
      • Confederazione di investmenti in R&S
      • Metodologie e strumenti per la qualità
    • Per il mondo OSS
      • Confederazione di comunità consorzi
      • Componenti tecnici qualificati
      • Promozione dell'OSS presso istituzioni di ricerca, integratori, PMI, società …
    • Per l'Europa, la Cina e il Brasile
      • Ottenere il ROI dell'OSS per la competitività e la crescita
      • Sovranità europea, cinese e brasiliana
  • Contatto
    • Grazie
    • Davide Taibi Universita' degli Studi dell'Insubria email: davide.taibi@uninsubria.it
    • www.qualipso.org