101005 convegno prospettive comunicazione multimediale mobile

568 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
568
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

101005 convegno prospettive comunicazione multimediale mobile

  1. 1. La tecnologia “mobile”: quali applicazioni pratiche per il turismo. Sergio Cagol – Trentino S.p.A.
  2. 2. Mobile = Futuro? <ul><li>Iniziamo con una recentissima provocazione http://www.wired.com/magazine/2010/08/ff_webrip/all/1 </li></ul>IL WEB E’ MORTO, LUNGA VITA A INTERNET! La tesi (dibattutissima) è che la diffusione delle tecnologie “mobile” stia portando il web “tradizionale” ad esaurirsi. Vero o falso che sia, il solo fatto che se ne parli da una indicazione della rilevanza del fenomeno in corso.
  3. 3. Mobile = Futuro! Mobile = Presente! <ul><li>SI, il Mobile caratterizzerà certamente il futuro. Ma è già il “presente”. </li></ul><ul><li>Tre fattori abilitanti sono in fase di convergenza. </li></ul><ul><li>Rivoluzione dei dispositivi cellulari, con l’avvento degli smart-phone usabili </li></ul><ul><li>Disponibilità della Banda Larga </li></ul><ul><li>Disponibilità di tariffe flat </li></ul><ul><li>Siamo “sempre connessi”, a costi controllati con degli strumenti che, pur rimanendo in tasca, permettono una usabilità dei servizi non possibile sui cellulari standard. </li></ul><ul><li>Da tre anni poi c’è un fattore abilitante in più… </li></ul>
  4. 4. i-Phone: una rivoluzione… che continua <ul><li>1984: Apple presenta mac OS, il primo sistema operativo “a finestre” </li></ul><ul><li>2010: Apple presenta Ipad e… </li></ul><ul><li>2001: Apple presenta Ipod e rivoluziona il mercato della musica digitale </li></ul><ul><li>2007: Apple presenta i-Phone e rivoluzione il mercato dei telefoni cellulari </li></ul>
  5. 5. Social network: l’altra faccia della medaglia <ul><li>I social network sono strumenti che permettono di sviluppare relazioni online </li></ul><ul><li>Rappresentano una componente della nostra personalità, della nostra socialità </li></ul>I telefoni cellulari sono ormai gli “strumenti” che dominano le nostre dinamiche di socializzazione I telefoni cellulari sono quindi lo strumento più efficace per il “mobile web”, in quanto ci permettono di mantenere le nostre relazioni in libertà e mobilità
  6. 6. Qualche numero sulla penetrazione mobile
  7. 7. Qualche altro numero <ul><li>Il mobile marketing è in crescita esponenziale da 3 anni. </li></ul><ul><li>Su google le interrogazioni relative agli hotel dal 2007 sono cambiate e cresciute grazie al lancio degli smartphone. </li></ul><ul><li>Si stima che le prenotazioni travel attraverso il canale mobile cresceranno +700% in 2 anni </li></ul><ul><li>La propensione all’acquisto nel mobile è 5 volte piu alto che nella navigazione tradizionale (Chi sta cercando è senza hotel all’ultimo minuto?) </li></ul><ul><li>Lo strumento permette immediatezza: aggiungere 1 numero di telefono ad un annuncio aumenta il click to call del 5-30%. L’utente del mobile chiama subito! </li></ul><ul><li>La ricerca tramite mobile è una ricerca locale: io sono in una determinata destinazione, sono interessato all’offerta del luogo in quel momento: ristoranti, hotel, servizi, negozi, eventi, ecc. </li></ul>
  8. 8. Qualche applicazione “tradizionale”…
  9. 9. Un nuovo fenomeno: GLOCAL <ul><li>La vera novità è legata alle potenzialità legate alla LOCALIZZAZIONE </li></ul>Gli smart-phone integrano un dispositivo GPS che conosce la nostra posizione. Gli utenti sono sempre più desiderosi di “condividere” le proprie esperienze (social). Si crea il giusto mix tra la voglia di partecipazione interattiva su piattaforme di condivisione online “globali” che permettono di condividere i nostri dati “locali”
  10. 10. FOURSQUARE <ul><li>TechCrunch definisce così Foursquare : </li></ul><ul><ul><li>“ Foursquare è un social network geo-localizzato che presenta dinamiche di gioco. Gli utenti possono condividere la loro posizione con gli amici, effettuando check-in con un’applicazione per smartphone o via sms. Vengono assegnati dei punti per ogni check-in effettuato nelle diverse località. Gli utenti possono connettere il loro account Foursquare al proprio account Facebook o Twitter, così da poterlo aggiornare ad ogni check-in” </li></ul></ul><ul><li>In meno di un anno ha raccolto più di tre milioni di utenti. </li></ul><ul><li>Funziona per vari motivi tra i quali: </li></ul><ul><li>è semplice da usare </li></ul><ul><li>risponde ad alcune esigenze colpendo un particolare target di utenze </li></ul><ul><li>è un &quot;giochino&quot; che mette in competizione le persone </li></ul><ul><li>è utile in quanto, se usato bene, si possono scoprire informazioni utili su posti particolari con feedback diversi dai solito </li></ul>
  11. 11. Un altro esempio: facebook places <ul><li>“ check in” a palazzo Stella </li></ul><ul><li>coinvolgimento eventuali “amici” presenti </li></ul><ul><li>pubblicazione sulla pagina facebook personale </li></ul>http://www.facebook.com/sergio.cagol Sulla mia pagina facebook compare l’indicazione georeferenziata del luogo dove sono stato. Chiaro che se il luogo è una struttura commerciale…
  12. 12. Per finire, quindi, la domanda: ma a me??? <ul><li>Quali sono le potenzialità? </li></ul><ul><li>Valorizzare la domanda di informazione locale: rendere disponibili su canali mobile i dati della vostra offerta, del vostro prodotto, dei vostri eventi ecc </li></ul><ul><li>Trarre vantaggio della comunicazione degli utenti. Mentre giocano/socializzano, parlano di voi! </li></ul><ul><li>Raccogliere la volontà di comunicazione / socializzazione degli utenti, offrendo condizioni particolari </li></ul>
  13. 13. Conclusioni <ul><li>I nuovi canali di comunicazione “mobile” si stanno affiancando in maniera sempre più efficace ai canali “tradizionali” e sono ormai un efficace mezzo di comunicazione aggiuntivo </li></ul><ul><li>La geolocalizzazione “intrinseca” allo strumento (GPS) offre lo spunto per la creazione di servizi innovativi mirati e focalizzati sull’utente </li></ul><ul><li>L’utente stesso offre indicazioni esplicite tramite la partecipazione ai social media </li></ul><ul><li>In un futuro non lontano potranno affermarsi servizi di marketing basati su “geolocalismo (glocal)” </li></ul>
  14. 14. Grazie per l’attenzione

×