Araldo dei Sacri Cuori - Marzo-Aprile 2012

2,157 views

Published on

Published in: Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,157
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Araldo dei Sacri Cuori - Marzo-Aprile 2012

  1. 1. L’Araldo dei Sacri CuoriPeriodico d’Informazione e Cultura Religiosa dei Missionari dei Sacri Cuori L’Amore di Gesù dalla Croce, offerto gratuitamente agli uomini, é diventato creativo per chi in Lui crede, confida e si affida.
  2. 2. L’Araldo dei Sacri Cuori In copertina: Periodico d’Informazione e Cultura Religiosa Crocifisso di dei Missionari dei San Gaetano Errico Sacri Cuori Coordinatore di Redazione: SOMMARIO P. Raffaele Baia Anno 90 n° 2 Grafica ed impaginazione: Marzo - Aprile 2012 Mario D’Arienzo Antonio Barbato Luca Cortese Rino Cinefra Fotografia:Buona Pasqua! 3 Giuseppe Del Giudice• EditorialeVocazione alla Modestia 4 Consulenza informatica:di P. Raffaele Baia msscc• Il FondatoreDieci anni fa la Beatificazione di Gaetano Errico 6 Stefano Cuozzodi P. Luigi Toscano mssccTestimonianza... Desiderio di un figlio! 8 Stampa:di Annamaria e Mario • CongregazioneRicordo di una Domenica speciale 10 AMPA srl Melito - Napolidi Angelo Branca 081 7112351Benedizione quadro 11di Luca Saulino e-mail:Programma per il Decennale della Beatificazione 12 A servizio dei Fratelli 12 redazionearaldo@gmail.comdi P. Salvatore Izzo mssccUna cappellina... per pregare 13L’edificio scolastico... è terminato 13 Sede redazione:il CronistaPiccoli gesti... producono grandi frutti 14 Casa Madredi P. Salvatore Izzo msscc Via Dante 2/bI sostenitori dei nostri progetti socio - caritativi 16 80144 Napoli• Poesie 19 Telefono 081 7372575 Noi e gli altri compiamo lo stesso lavoro sociale, ma mentre alcuni lo fanno per qualcosa, noi lo facciamo per qualcuno. Qui entra in gioco il rispetto, l’amore, la devozione, dato che lo facciamo per Dio e per questo vogliamo che sia il più bello possibile Beata MT
  3. 3. Buona Pasqua. … EGLI MI CHIAMA PER NOME Vi abbracciamo tutti nel Cristo Risorto. Buona Pasqua di risurrezione e Buon cammino.C arissimi Amici, vuole entrare in intimità e l’intimità non può Un saluto fraterno a tutti voi che, con essere un evento di massa. tanto amore e generosità, sostenete La risposta-domanda di Gesù è anche perle nostre attività, particolarmente nel mon- noi motivo di profonda riflessione. Probabil-do missionario. Iddio vi benedica e vi doni mente la nostra poca fede si è fermata lì,quanto il vostro buon cuore desidera. davanti a quel sepolcro e riesce difficile perSiamo in cammino verso la Santa Pasqua, noi constatare che la pietra non c’è più e nonfesta della resurrezione di Gesù. Il tempo di sono rimaste che poche bende. E i nostri oc-Quaresima che stiamo vivendo è un tempo chi non vedono Gesù. Eppure Egli continuadi grazia e di rinnovamento. Quaranta giorni a chiamarci per nome.che ci vengono offerti dalla misericordia del Gesù è risorto. Perché ci affanniamo a cer-Signore per riconsiderare la via sulla quale carlo nei luoghi distanti da noi mentre Eglistiamo camminando e aggiustare l’orienta- è nel profondo di noi stessi? Per incontrarlomento per seguirlo nel suo cammino verso basta rimuovere dal nostro cuore il velo chel’esodo pasquale. nasconde il suo volto.Mi ha sempre sorpreso l’episodio dell’incon- Vivere la Pasqua vuol dire fare spazio altro di Maria di Magdala con Gesù al sepol- risorto nel nostro cuore, nella nostra vita ecro. ascoltare la sua voce.Mentre nel Vangelo di Luca due uomini di- Il nostro augurio è che anche per noi risplen-cono alle donne impaurite : Perché cercate da l’alba della resurrezione, l’alba di un gior-tra i morti colui che è vivo? Non è qui è risu- no nuovo dove non ci siano lacrime, né tri-scitato, nel Vangelo di Giovanni Gesù risorto stezza, ma la sola gioia di avere incontratoè lì vicino al sepolcro. Maria, in lacrime, non Gesù.lo riconosce e, credendo fosse il giardiniere, Un abbraccio fraterno e gli auguri più sinceridomanda dimmi dove l’hai posto ed io an- didrò a prenderlo .Gesù la chiama per nome “ Maria “ e leiriconosce il Maestro. BUONA E SANTA PASQUALa chiama per nome. Sempre Gesù chiamachi ama per nome. Per Lui noi siamo una P. Salvatore Izzo mssccpersona ben precisa ed è con noi che Egli Superiore Generale
  4. 4. L’Araldo Editoriale dei Sacri Cuori Vocazione alla Modestia P. Raffaele Baia msscc N el compilare una lista delle virtù minac- considerazione, l’arrivismo più accanito. Chi ciate di estinzione, d’urgenza, bisogna ama il nascondimento, il non apparire, viene trovare un posto, alla MODESTIA ...e addirittura tacciato di ricercatore del proprio il fatto dovrebbe preoccuparci seriamente. interesse e considerato come un disertore Essa andrebbe gelosamente protetta, ripro- della causa. posta come valore fondamentale e come vo- Oggi è di moda una grande confusione ap- cazione, ossia stile di vita. pannaggio dell’individualismo: si confondono Intendiamoci. Non è che scarseggiano indi- la visibilità con l’apparenza, la lampada sopra vidui modesti. Per fortuna, ne incontro e fre- il candelabro con i riflettori del palcoscenico, quento parecchi, ricavandone ogni volta una la presenza con l’invadenza e l’occupazione sensazione di benessere e serenità, sia a li- sistematica dei posti di potere e ancora, la vello fisico che spirituale. testimonianza con la pubblicità, la decisione Il fenomeno inquietante è che queste persone con la sfrontatezza, la credibilità con gli ap- prive di vetrine scintillante e ingannevole, ma poggi di cui godono, ecc. Manca il senso del con la bottega non sprovvista di prodotti pre- limite, della misura, delle proporzioni, doteM SS ziosi vengono mal sopportate, quasi emar- acquisite dalla persona modesta. CC ginate, non ascoltate né rispettate. Sembra C’è una frase, pronunciata da Gesù, che do- che il loro essere presente sia superato, fuo- vrebbe, mettere in crisi certi atteggiamenti ri dal tempo, anzi non costituisca nemmeno pretenziosi, altezzosi, di individui che sem- una lezione, ma un cattivo esempio. brano aver il complesso del Padreterno (ma Oggi bisogna farsi valere, imporsi all’atten- Lui, per fortuna, non è così!): Quando avete zione, farsi avanti. E se mancano i titoli di fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: merito (quelli autentici), si rimedia con i go- Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto do- miti, l’arroganza, l’auto-esaltazione, l’auto- vevamo fare (Lc 17,10). Marzo - Aprile 2012 4
  5. 5. Editoriale L’Araldo dei Sacri CuoriIn altre parole, circolano individui che sem-brano voler rivaleggiare con l’Onnipotente.Con la differenza che Quello di lassù hacreato il mondo ritirandosi, mentre questicreano confusione ingombrando.Personalmente, qualche volta mi diverto aimmaginare i tormenti che patiranno cer-ti individui, che si ritengono indispensabili,quando saranno in Paradiso. Dio aprirà unafinestrella tra le nubi e li costringerà a guar-dare giù. Allora scopriranno, esterefatti, che ilmondo va avanti anche senza di loro, la terracontinua a girare anche senza i loro spintoni,certe opere funzionano anche senza le lorocorse affannose, la vita non si arresta anchese manca il loro presenzialismo smodato. E...gli prenderà un infarto!Dal momento che la modestia sta scompa-rendo dal nostro mondo, e perfino dal terri- Oggi, comunque, non scarseggiano i servi. Iltorio cristiano, è indispensabile che ciascuno guaio è che si nota una marcata sproporzio-di noi si impegni a coltivarla nel proprio orto, ne tra il numero imponente di servi che si ri-magari insieme all’UMILTA’, sua consangui- tengono necessari, addirittura indispensabili,nea. si illudono di aver fatto cose grandiose e ilNon ha importanza che sia quotata al ribas- numero striminzito di servi inutili.so. Dio non bada alle mode. E la modestia, C’è bisogno di servi inutili, se si vuole chenon ci sono dubbi, è sempre gradita ai suoi il campo del Signore venga coltivato e nonocchi, così come è apprezzata l’umiltà. semplicemente illustrato.Con la modestia oggi non si fa tanta strada, Troppi servi, oggi, sono impegnati a presen-sentenziano in molti. tare programmi sensazionali, annunciare ini-In compenso, attira lo sguardo, interessato, di ziative naturalmente coraggiose.Colui che ha sempre avuto una predilezione Il fatto è che, a cominciare da una certa Mariaaccentuata per i piccoli. di Nazaret, la storia anche se non scritta neiHa sempre preso sul serio, destinandoli a testi ufficiali la fanno i servi inutili.operazioni importanti, coloro che non si pren- La storia la fanno gli umili faticatori che met-dono sul serio e non si ritengono importanti. tono a disposizione del Signore e del prossi-Occorre acquisire la mentalità dei servi inutili, mo una schiena da piegare e un sorriso che SS Mconvincendosi che il rapporto con Dio è all’in- impedisce loro di smarrire il senso delle pro- CCsegna della gratuità, e non sta sotto il segno porzioni.di un contratto. I lavoratori nella vigna del Signore non devo-Alla gratuità del dono di Dio, deve corrispon- no occupare il loro posto diventando inestir-dere un atteggiamento da parte dell’uomo fat- pabili monumenti.to di dedizione appassionata e umile, diligente Il complesso del monumento si elimina cone modesta. Senza rivendicazioni farisaiche e una semplice risata liberatrice, suggeritasenza strumentalizzazioni propagandistiche. dall’umiltà. Marzo - Aprile 2012 5
  6. 6. L’Araldo Il Fondatore dei Sacri Cuori Dieci anni fa la beatificazione di Gaetano Errico P. Luigi Toscano msscc D ieci anni fa, 14 aprile 2002, in piazza gli altari. Ritornai alla storia. Ripercorsi i vari S. Pietro, affollata di migliaia di pel- momenti. legrini e sotto un cielo plumbeo, che Ricordai il giorno che per la prima volta mi af- minacciava pioggia, alle 10,30. facciavo negli uffici della Congregazione per Il Beato Giovanni Paolo II proclamava Gae- le Cause dei Santi. tano Errico Beato. Ancora mi risuonano nelle Non conoscevo nessuno. Mi era tutto nuovo. orecchie le parole solenni del Papa e il grido La lunga anticamera. Il primo incontro con festoso dei devoti di don Gaetano. l’allora monsignore, oggi vescovo. Una vera esplosione di gioia, un grido di li- Il ritorno dal colloquio con la speranza di tro- berazione di un popolo, che aveva atteso vare tra le carte d’archivio qualche “grazia” tanto per vedere l’immagine del suo “santo” per intercessione di don Gaetano. pendere da uno dei balconi della maestosa La ricerca. Il ritrovamento di una cartella con facciata della basilica di S. Pietro. la scritta: grazie attribuite all’intercessione C’erano pellegrini provenienti da tutto il mon- del venerabile Gaetano Errico.M SS do. Il povero figlio di Secondigliano osannato Lessi e rilessi quelle testimonianze, ma mi CC dal mondo intero! mancavano i criteri di valutazione. Pensai allora a quanti avevano desiderato Pensai all’angelo che la Provvidenza aveva vivere quei momenti, avevano lavorato per messo sulla mia strada. quel momento. Era un addetto ai lavori. Gli portai la cartella e Ma certamente ora godevano dal cielo, ve- partii per un viaggio di due mesi in India. dendo il loro fondatore, il loro concittadino, Mentre ero lì, spesso la mente era alla rispo- il loro padre spirituale elevato agli onori de- sta che avrei avuto al ritorno. Appena a Roma Marzo - Aprile 2012 6
  7. 7. Il Fondatore L’Araldo dei Sacri Cuoritelefonai all’amico che, contento, mi comuni-cò che c’era materiale per un processo.La fioca speranza diventava più forte. Inco-minciai le ricerche della famiglia del miraco-lato a Castellammare di Stabia.Andai più volte nella chiesa madre della città.Alla fine il primo incontro con il figlio del mi-racolato.Si unirono la commozione del figlio nel ricor-do del padre e la mia che vedeva giorno dopogiorno aggiungersi tasselli al quadro.Il lavoro di ricerca della vasta documentazio-ne spesso era accompagnato dalla diffiden-za di tanti.Mi faceva male, ma andavo avanti. Qualcu-no era con me, mi guidava, mi incoraggiavaad andare avanti, a superare le difficoltà. Poi,finalmente, andai con la mente al 15 ottobre1999.La Cappella dell’Addolorata era gremita perla chiusura del processo diocesano da partedel Cardinale di Napoli.Che commozione quando mi affidarono ilprocesso da portare a Roma, alla Congre-gazione per le Cause dei santi. Non avevamai salito quelle scale così contento e pienodi speranza. Scale che ogni giorno in più mi alla beatificazione Gaetano Errico. Le cam-diventavano familiari. pane della chiesa madre di SecondiglianoAnche i volti. Li ringrazio tutti, alcuni, però, suonarono a festa, la gente aveva affollato laquanta forza mi hanno dato ad andare avan- chiesa per pregare.ti. Sentivo che si stava compiendo un fatto Un altro passo era stato fatto. Con fiducia eatteso da tanti anni. speranza invitavo i devoti a continuare a pre-Pensai all’attesa, fiduciosa, ma anche ansio- gare per i successivi passi.sa di quella mattina, 30 marzo 2000, quando Così il 3 luglio 2000 arrivò il parere positivol’apposita commissione medica della Sacra della commissione teologica e 3 luglio 2001Congregazione era riunita per l’esame del quello dell’Ordinaria dei Cardinali e Vescovi. SS Mmiracolo. Ora veramente la speranza diventava realtà. CCErano le 13 quando ricevetti la telefonata che Infatti il 24 aprile 2001 Giovanni Paolo II emi-la commissione aveva riconosciuto che la se il decreto di beatificazione.guarigione del signor Salvatore Caccioppoli Si mise in moto la macchina dell’organizza-era stata rapida, completa, duratura e scien- zione per la beatificazione che si sarebbe te-tificamente inspiegabile. nuta il 14 aprile 2002.Ora veramente era stato messo un tassello Un gran fermento prese tutti. Era tanta la gioiafondamentale che avrebbe potuto portare per l’evento da celebrare che tutto sembrava Marzo - Aprile 2012 7
  8. 8. L’Araldo Il Fondatore dei Sacri Cuori Quante cose in questi dieci anni! Il Papa del- la beatificazione oggi è beato. Ricordo le emozioni dell’incontro per due volte con lui. Quanta gioia ancora mi mette nel cuore. Prima di inginocchiarmi, pensavo che gli avrei detto tante cose, poi per l’ emozione riuscii appena a baciare la mano e a formulare qualche brevissima richiesta. E poi una cosa che non avrei mai immaginato, sedergli accanto. Mi capitò il giorno dopo la beatificazione nella sala Paolo VI. Il cerimoniere mi chiese di sedermi a fianco per presentare le persone ammesse al bacio della mano. Che esperienza! Quando ancora mi soffermo poco. Volevamo superare noi stessi. a pensare, mi sembra di sognare, poi mi Nuove immagini, medaglie, busti, statue. riprendo, constato che è realtà e ringrazio Dio Una nuova biografia. Manifestazioni in pre- che mi ha voluto attivo in prima persona per parazione. degli eventi destinati a rimanere nella storia. Secondigliano non aveva mai conosciuto tan- A dieci anni dalla beatificazione resta per tutti to fervore. Quanti appesero all’evento anche i devoti di san Gaetano ancora l’impegno a la speranza che esso avrebbe potuto portare farlo conoscere. un poco di benessere per un quartiere che Don Gaetano è il santo che parla al cuore conosceva non poche difficoltà. della nostra gente d’amore e di misericordia. Quante idee, proposte e speranze sentivo in È il santo che vuole continuare a girare per quei giorni. Ma forse nessuno pensava o po- le strade del mondo per invitare l’uomo a teva immaginare una cosa che avrebbe stu- ritornare a Dio e a metterlo al centro della pito tutti. sua vita, se vuole migliorare il vivere suo e Gaetano Errico, che si era tanto affezionato al quello sociale. titolo di Venerabile, si era svegliato e in breve avrebbe fatto continuare a parlare di sé. Testimonianza... desiderio di un Tanto è vero che molti a Roma mi chiedeva- no: ma chi è questo Beato che in così breve figlio! tempo ha fatto parlare tanto di sé. Infatti il 29 ottobre 2004 si apriva di nuovo Sono una giovane mamma, che fino ad unM SS CC il processo presso il Tribunale diocesano di anno fa non credeva di potersi definire così. Napoli per le cause dei santi per esaminare Nel giugno 2007 mi sono sposata con la un presunto miracolo, che si chiudeva il 10 speranza di donare al più presto dei figli a dicembre 2005. mio marito. Ricominciavo l’itinerario, che ora conoscevo Speranza che si spezza a febbraio 2010, bene, con la speranza che il Beato potesse quando dopo un intervento diagnostico mi essere proclamato santo. Una speranza che dicono che per me sarebbe stato difficile si è concretizzata il 12 ottobre 2010. concepire un figlio naturalmente. Marzo - Aprile 2012 8
  9. 9. Il Fondatore L’Araldo dei Sacri Cuori mamma. Il 1 dicembre 2010 scoprii che ero in dolce attesa e il 26 luglio 2010 è nata Giusy, la gra- zia che Dio ha concesso a me e a mio marito. Una bellissima bambina che ci ha riempito la vita e ci ha fatto conoscere il vero amore di padre e di madre, lo stesso amore che Dio ha nei nostri confronti. Ringraziamo il Signore, la Madonna Addolo- rata e San Gaetano Errico per la grazia rice- vuta e continuiamo a pregare per ogni cop- pia che porta nel cuore lo stesso desiderio. Annamaria e MarioCado nello sconforto, ma l’amore dei mieifamiliari e di mio marito e soprattutto la fedemi aiutano ad elaborare questa botta e areagire.Mi affido totalmente all’intercessione dell’Ad-dolorata e di S. Gaetano Errico e inizio nellagrazia del Signore un percorso medico perottenere una gravidanza.Esattamente lo inizio a ottobre 2010, mesein cui ricorre la festa del Santo e il 29 ottobreio ero nella Cappella del santo, alla fine dellanavata dietro a tante persone e, nonostantela folla, ebbi lì la mia testimonianza.Al momento della benedizione il Vescovo diAscoli Piceno, benedicendo le persone, si SS Mfermò proprio davanti a me, mi guardò negli CCocchi e mi disse: Che bella giovane mamma.A quelle parole scoppiai a piangere e dissiche non ero mamma, ma lo desideravo tan-to.Il vescovo mi guardò con aria rassicuran-te e mi pose la mano sul capo dicendomi dinon preoccuparmi perché presto sarei stata Marzo - Aprile 2012 9
  10. 10. L’Araldo Congregazione dei Sacri Cuori Ricordo di una domenica speciale di Angelo Branca D omenica 19 febbraio il giovane missio- invece sottolineato la volontà di instaurare nario padre Cornelius, accompagnato un rapporto di collaborazione fra i gruppi del- da padre Salvatore Izzo superiore le associazioni cattoliche della comunità di generale della congregazione Missionari dei Massa e delle parrocchie dei Padri Missio- Sacri Cuori e da altri confratelli, è venuto a nari SSCC. celebrare messa nella piccola ma graziosa La messa è stata solenne e concelebra- chiesa di Massa di Faicchio (Benevento). ta, accompagnata dal coro che ha eseguito Padre Cornelius è legato alla comunità mas- con maestria la parte cantata, dove si sono sese perché nel suo percorso di vita è stato distinte alcune voci soliste. Al termine della sostenuto economicamente tramite un’ado- messa, invitati da padre Izzo, anche i giovani zione a distanza da una locale famiglia, la missionari hanno eseguito alcuni canti della famiglia Di Leone Michele. Nigeria e dell’India, i loro Paesi d’origine. È E’ stata festa grande! L’intera comunità si è stato anche questo un momento bellissimo. riunita in chiesa per assistere alla celebrazio- Terminati i canti il Padre Generale ha volu- ne. to ringraziare tutti i presenti riservando unM SS Prima che la messa avesse inizio il parroco, ringraziamento particolare alla famiglia Di CC don Michele, ha rivolto sentite parole di ben- Leone per l’opera meritoria compiuta, auspi- venuto ai padri missionari presenti. A padre cando che altre famiglie generose potessero Cornelius, in particolare, ha rivolto l’invito a seguirne l’esempio. ritornare nella parrocchia di Massa in qual- Al termine della funzione liturgica e dei rin- siasi momento ne avesse sentito il bisogno, graziamenti dovuti, è stato il momento dei poiché sarebbe stato sempre accolto a brac- saluti e di qualche foto ricordo. cia aperte come un figlio. A padre Izzo ha La giornata è proseguita nel bellissimo risto- Marzo - Aprile 2012 10
  11. 11. Congregazione L’Araldo dei Sacri Cuorirante Il Monticello, dove la stessa famiglia DiLeone ha gentilmente offerto il pranzo, di cuiho apprezzato la qualità dei prodotti genuinie tutti rigorosamente tipici della tradizione lo-cale. Ottimi i salumi , le scottadita di agnello ei vini che hanno accompagnato le pietanze.L’intero pomeriggio è stato allietato da un re-pertorio di canti locali, antiche canzoni napo-letane e canti folcloristici eseguiti da un com-plesso canoro e musicale massese.Verso le ore 17,00 i Padri Missionari e i loroaccompagnatori, dopo avere ringraziato dinuovo tutti e abbracciato i componenti dellafamiglia Di Leone e il parroco Don Michele, sisono congedati per raggiungere le rispettivesedi di Roma e Secondigliano.Anche chi ha avuto la pretesa di scrivere que-sto piccolo resoconto, lasciando il ristorante,ha portato con sé la convinzione di avere tra-scorso una bellissima domenica nel propriopaese natio, Massa, e la gioia di aver rivistotanti cari amici. Benedizione quadro scenografia a mò di intonaco che rappresen- ta la realtà sociale in cui è incarnato il cultoIl volto più sereno rispetto alla tradizionale verso San Gaetano.iconografia, le regole della congregazione Un messaggio di speranza per territori comedei Missionari dei Sacri Cuori, l’immancabile Secondigliano e Scampia dove la Chiesacrocefisso, il cilicio adagiato su un tavolino rappresenta un punto di riferimento spiega ile sullo sfondo: il santuario dell’Addolorata, i fotografo.portatori della Madonna, le Vele di Scampia L’opera, una tela di 170 x 220 centimetri, èe una gru, segno di un quartiere in costruzio- stata inaugurata all’interno della parrocchia dine. Santa Maria della Natività a Secondigliano. AEcco San Gaetano Errico nell’ultima opera benedirla il parroco, don Giuseppe Proviteradel fotografo secondiglianese Giuseppe Del che ha fortemente voluto l’esposizione nel- SS M CCGiudice. Non si tratta di un semplice foto- la sua chiesa, insieme al rettore della Casamontaggio. Madre dei Missionari dei Sacri Cuori, padreIl volto del santo, nato e vissuto nel quartiere Biagio Liccardo.a nord di Napoli tra la fine del ‘700 e la prima Monsignor Cosimo Luciano, l’indimenticatometà dell’800, fondatore dei Missionari dei parroco di questa comunità - ha affermatoSacri Cuori, è stato completamente ricostrui- don Provitera - desiderava fortemente un’im-to in ogni dettaglio. magine in questa chiesa che ricordasse Pa-Alle spalle del religioso si può notare una dre Gaetano Errico, oggi santo. A Secondi- Marzo - Aprile 2012 11
  12. 12. L’Araldo Congregazione dei Sacri Cuori 14 Aprile 2002 14 Aprile 2012 14 Aprile : Ore 18,30 Casa Madre Celebrazione Eucaristia Per il Giubileo Sacerdotale di P. Antonio Palmiero msscc. Benedizione lapide su pietra lavica raffigurante San Gaetano Errico 18 Aprile : Ore 17,30 Parrocchia Sacri Cuori I Traversa Casilli Dibattito Emergenze educative istituzione e territorio si raccontano 30 Aprile: Pellegrinaggio a piedi Secondigliano Pagani Sui passi di San Gaetano Errico per scoprirne la spiritualità Partenza dalla cappella ore 4,00 martedì 1 maggio A servizio dei Fratelli Il giorno 19 Marzo u.s. sono stati ordinati Diaconi per l’imposizione delle mani di S.E. l’Arcivescovo di Bangalore Mons. Bernard gliano non c’è solo delinquenza e negatività Moras quattro nostri studenti della comunità ma tanta gente perbene e laboriosa, che ogni mattina si sveglia per andare a lavorare per le proprie famiglie. Padre Liccardo ha ricordato le numerose missioni in ogni parte del mondo portateM SS avanti dai Missionari dei Sacri Cuori: E’ il se- CC gno che la volontà del nostro fondatore vive nelle orme di chi ha seguito il suo impegno cristiano. Programma per il Decennale della Beatificazione del Fondatore dei Missionari dei Sacri Cuori Marzo - Aprile 2012 12
  13. 13. Congregazione L’Araldo dei Sacri Cuoridi Bangalore (India). Essi sono: Felix, Jojo,Joby, Tibu.Nella nostra comunità già dalle prime oredel mattino vi era stata una mobilitazionegenerale. Tutti occupati. Ognuno aveva unruolo. Sarebbero venuti molti invitati e …allora bisognava che tutto fosse pronto e inperfetto ordine.Erano venuti anche i parenti dei neo-diaconie per loro ci fu una accoglienza particolare.Ormai anche loro facevano parte della nostrafamiglia religiosa.Subito dopo l’arrivo dell’Arcivescovo ebbeinizio la liturgia. La cappella era gremita. ma anche per il catechismo dei bambini,Insieme ai nostri studenti vi erano studenti per la lettura della Bibbia, come luogo persalesiani e di altre Congregazioni. L’essere il doposcuola dei bambini, luogo di incontroinsieme costituiva un grande segno di di tutta la comunità per condividere i lorofraternità. problemi.I genitori degli ordinanti erano in prima fila e Quella esistente è in misere condizioni. Ildurante la liturgia a qualcuno luccicava una tetto, in eternit, è sfondato. L’interno rovinatolacrima sul viso. Assistevano alla cerimonia, dalle continue piogge.oltre i loro genitori, numerosi membri del Attendiamo il vostro aiuto. Potreste dedicarlanostro Istituto, oltre ai tanti amici e colleghi ad una vostra persona cara. Sono certodei nuovi Diaconi. che la comunità cristiana del villaggio nonDopo la cerimonia un ricevimento è stato dimenticherà di pregare per voi.generosamente offerto nei locali del nostro Grazie.seminario dalla nostra comunità.I nostri cordiali rallegramenti e sinceri auguriai nuovi Diaconi per un futuro ricco di opere L’Edifico scolastico ...è terminatodi bene nel loro ministero di servizio. Il nostro Se aveste visto il volto dei bambini e dei loroSanto Fondatore li benedica e li accompagniperché possano essere ardenti missionaridell’amore misericordioso di Dio. Una Cappellina ...per pregare SS MI cristiani di Molpur,un villaggio della nostra CCmissione di Kuchipudi (A.P.) si sono rivoltia noi per avere un aiuto economico percostruire la loro cappella.Il costo è di €. 15.000,00.La cappella nei villaggi costituisce il centroe il punto di riferimento di tutte le attività.Viene usata per la celebrazione Eucaristica, Marzo - Aprile 2012 13
  14. 14. L’Araldo Congregazione dei Sacri Cuori alle necessità dei più poveri sull’esempio del Fondatore S.Gaetano Errico. Al termine della celebrazione è stato servito il pranzo per tutti i bambini della scuola pre- senti e per gli ospiti. Nel pomeriggio ha avuto luogo l’annual day celebration della scuola con la presentazione delle attività svolte e un bellissimo spettacolo di danze e di musiche, preparato dagli alun- ni, con l’aiuto dei loro insegnanti. Il regista di tutto è stato il direttore della scuola: P.Antony samy a cui va il nostro ringraziamento per l’ottimo lavoro che svolge. Ma un grazie particolare. Un grazie che na- sce dal cuore ad una persona, che nel silen- zio e nell’anonimato ha contribuito a che il sogno di tanti bambini divenisse realtà. Iddio che conosce i segreti dei cuori doni l’abbon- danza delle sue benedizioni. Noi non lo di- menticheremo mai e anche i bambini non lo dimenticheranno. Il suo nome è scritto nel profondo dei loro piccoli cuori. GRAZIE.genitori quel mattino del 3 marzo avrestesorriso per la gioia che traspariva dai loro I piccoli gesti ...produconoocchi. grandi frutti.Finalmente la costruzione dell’edificioscolastico era terminata. Una bellissima e E’ ancora al caldo del mio cuore l’incontrofunzionale struttura. Può ospitare circa 300 che ho avuto, in occasione della mia visitabambini. in India, con i ragazzi che negli anni novantaIl programma è stato molto intenso, ma ben aiutammo, negli studi e nella vita , attraversopreparato. l’adozione a distanza. Al mattino vi è stata la benedizione e inaugu- Nella mia mente conservavo ancora l’imma-razione della scuola, a cui ha fatto seguito lacelebrazione della Santa Messa, presiedutada S.E, Rev.ma Mons. Moses D.Prakasan,Vescovo di Nellore (A.P.). Hanno partecipatoalla celebrazione il nostro Superiore Genera-le P. Salvatore Izzo e i Padri provenienti dallediverse comunità.ll Vescovo ha apprezzato molto l’impegno perl’educazione dei bambini, strada maestra perun cambiamento radicale della società ed haelogiato il lavoro dei Padri, sempre attenti Marzo - Aprile 201214
  15. 15. L’Araldo dei Sacri Cuori con forza le rialzavo, piangendo mi chiede- vano di aiutare i loro figli. E, poi, i bambini abbandonati dai loro genito- ri, oppure soli perché i genitori erano morti. Qualcuno più fortunato era riuscito ad entra- re nell’orfanotrofio, altri vivevano presso pa- renti che li avevano accolti ma non potevano dare loro più di tanto per vivere. C’era, poi, chi aveva fatto della strada la sua casa. Li ricordavo uno per uno. Ciascuno mi ripe- teva le parole che avevo detto loro già dal primo nostro incontro: Studia. Fai il bravo a scuola e a casa.gine dei loro volti bambini e vederli oggi con Qualcuno ricordava di averglielo detto decineil volto di uomini e donne, alcuni già padri e di volte.madri, è stato per me una bellissima sorpre- Parlai loro che io avevo fatto soltanto da trami-sa. te per tante persone che durante quegli anniAncora più bella è stata la condivisione della avevano fatto dei sacrifici per loro e chiesi diloro esperienza. non dimenticarle nelle loro preghiere.Sapeste quante volte, in quel poco tempo Quando mi lasciarono per tornare alle loroche siamo stati insieme, mi hanno ringraziato case mi abbracciarono, chiesero di benediree quante volte mi si sono gettati al collo per i loro figli e dagli occhi di alcuni di loro scen-abbracciarmi. deva qualche lacrima.Sembravano tornati alla loro fanciullezza e Anche i miei occhi si inumidirono, ma ero fe-ognuno aveva tanti episodi da ricordare, le lice come non lo ero mai stato.giornate trascorse insieme. Un piccolo gesto aveva creato tanta gioia. MiLe feste, i giochi e, particolarmente, le loro venne alla mente il bicchiere d’acqua, di cuipiccole marachelle. parla Gesù nel Vangelo, dato per amore.Alcuni le raccontavano in presenza dei loro I piccoli gesti fatti per amore producono gran-figli, quasi a voler dire che quella infanzia di frutti.non aveva avuto termine e che ora la condi-videvano con loro.Io, mentre parlavano, leggevo nei loro occhila gioia di avercela fatta.Di aver superato quelle difficoltà che sem-bravano tenerli legati ad una vita di povertà,senza un futuro.Ora tutti lavoravano e la loro vita era cam-biata.Sentivo ancora il lamento delle loro madri,che avrebbero voluto, ma che non potevanodare loro un futuro diverso e, piangendo, sierano inginocchiate ai miei piedi e mentre Marzo - Aprile 2012 15
  16. 16. Abate Giuseppe, Abramo Carmen, Accurso Cristina, Acunzo Valentina, Addati Giuseppina, Aiello Anna, Alessi Croce,Alessi Leonardo, Alessi Maria Pia, Alfano Ameriga, Alfano Antonio, Alfano Pina, Alfiero Carmela, Alterio Gaetano, Ama-dio Vittorio, Amalfitano Emilio, Amalfitano Luciana, Amalfitano Virginia. Amalfitano Vito, Amato Gennaro, AmendolaEduardo, Amoriello Maria Grazia, Amoroso Dario e Lucia, Anania Fortuna, Anastasia Attilia, Anastasia Elena, AnastasiaMaria, Andreone Antonio, Andreoni Vincenzo, Angerami Antonietta, Armidoro Francesco, Ascione Antonio, AscoleseLetizia, Attena Immacolata, Aurilio Luisa, Ausanio Antonio Credendino, Ausiello Cinzia, Ausiello Immacolata, AusielloNunzia, Baccari Liliana /Rodia Matteo, Baccini Franco e Marco, Balido Maria, Balunova Monika, Bamundo Clorinda, Ba-mundo Margherita, Bamundo Rita, Bamundo Vincenza e Cinzia, Banda Musicale’’città di Forio’’c/o Matarese Claudio,Baratella Paola, Barbati Giocondo, Barbato Anna, Barbato Gaetano, Barbato Gennaro, Barbato Luisa e Emanuela, BarbatoMichelina, Barone Annamaria, Barra Maria, Barrese Giovanni, Barretta Angela, Basile Almerinda, Basile Simona, BeataBuckuliakova, Belliazzi Ernesto - Guarnaccia Franca, Bellone Nunzia, Bellotta Giuseppina, Bencivenga Aldo, BergameoAssunta, Berto Italo, Bertolini Giuseppe, Bevilacqua Giovanni, Bianchi Maria, Biondo Annamaria, Bocchetti Gaetano,Bocchetti Teresa, Bonaldo Norma, Borino M.Rosaria, Boruso Gennaro, Bossa Silvia, Botti Massimo, Bovino Mario, BozzaMichele, Bozza Paolo, Brancaccio Rita, Broccoli Antonietta, Brozzetti Luisa, Bruna Romeo, Bruno Giuseppe, Bruschi Die-go, Buonavoglia Felicia, Buonavoglia Marianna, Buono Lello, Buono Pasquale e Concetta, Buono Teresa, Bussetti Maria,Caccavale Romano/Laezza Antonietta, Caiazza Rosa, Caiazzo Antonietta, Caiazzo Immacolata, Calabrese Anna Maria,Calabro’ Filomena, Calemme Assunta, Calise Pietro, Calvani Clarice, Calvani Domenico, Calzona Guido, Calzona Rito,Cammarano Iolanda, Cammuso Giuseppina, Campagnola Amalia, Campoli Maria, Canderini Francesco, Cangiano Ange-la, Cangiano Francesco, Cangiano Giuseppe, Cangiano Maria, Cangiano Pio - Pellecchia Patrizia, Capasso Ing. Carmine,Capozzi Giovanna, Cappa Teodoro, Capuano Ing. Pasquale, Capuozzo Pasquale, Caputo Giovanna, Caputo Mariangela,Caputo Michele e Antonietta, Carbone Maria Carmina, Cardaropoli Annamaria, Cardone Angela, Cardone Gennaro /Ametrano Marina, Cardone Giovanna, Cardone Paolo, Cardone Rita c/o Cardone Giovanna, Cardone Sergio - ProrogiglioAnna, Cardone Teresa e Luongo, Carginale Alessandro, Carnevale Emanuela, Carraturo Annamaria, Casale Ciro, CasertaTommaso, Cassese Vincenzo, Castagliuolo Imma, Castagliuolo Loreta, Castagliuolo Rosa, Castaldo Cinzia, Castaldo Giu-seppina Maria, Castelli Maria Laura, Castello Antonio, Castiello Antonio - Ricciardi Antonietta, Castiglione Antonio, Ca-strignano Rosaria, Cavaliere Cardone Antonietta, Cavallin Carla, Cavestro Agnese, Cecere Rosa, Celeste Vincenzo, CeliRosa, Cenci Adele, Ceraso Marina, Cerino Anna, Cestari Maria, Chianese Raffaella, Chianese Raffaella (Lella), ChirdoMargherita, Ciampa Alfonsino, Ciampa Luisa, Ciancia Giuliana, Ciccarelli Lucia, Ciccarelli Luigi, Ciccarelli Pasqualina,Cicellini Giuseppina - Coraggio Antonio, Cifone Anna, Cifone Carmela, Cifone Patrizia, Cifone Rosina, Cimmino Chiara,Cimmino Luisa, Cimmino Magda (Maddalena), Cimmino Maria, Cinefra Nicola, Cioffi Giuseppe, Ciotola Laura, Cipria-no Silvano e Agnese, Climaco Giovanni, Coda Luigi, Colandrea Rosa, Colella Maria, Colicchio Emiliano, Colombera Ga-briella, Colonna Ermenegildo e M.Teresa, Coluzzi Rosanna, Com. Gesu’ Risorto c/o Mancin Riccardina, Comitato SanGaetano c/o De Martino Enza, Compagnone Grazia, Compagnucci Achille, Condominio P.co Kennedy Is. B - presso No-cera Damiano, Condominio P.co Kennedy is. G - presso Nocera Damiano, Condominio P.co Kennedy is. O - presso Noce-ra Damiano, Condominio P.co Kennedy is. S2 - presso Nocera Damiano, Condominio Via G. Imparato, 11 - presso NoceraDamiano, Condominio Via Pavia, 16 - presso Nocera Damiano, Condominio Viale delle Nebulose 2-presso Nocera Damia-no, Condorelli Lucia, Conforto Maria, Confuorto Raffaele, Congrega del SS Sacramento, Consolo Antonietta, Coppa Gio-vanni - Cenatiempo Maddalena, Coppeta Lidia, Coppola Antonio e Rosa, Coppola Paolo - Del Giudice Claudia, CorcioneAnna, Corcione Maria Pia, Correale Mafalda - Carofano Renato, Cortese Gaetano - Musella Annamaria, Cortese Manuela,Corti Antonietta, Corvietto Giuseppina, Corvino Anna, Coscia Concetta, Cosentino Teresina, Costagliola Anna e Vincen-zo, Cotroneo Rosa e Mario, Cretella Mariaconsiglia, Crispino Teresa / Cipolletta, Cubitosi Rita e Teresa, Cuccurese Con-siglia, Cuccurullo Rosalba, Cuomo Ottavio, Cupelli Maria Luisa, D’Abundo Angelo, D’Addio Concetta, D’Agostino Vin-cenzo, Daidone Teresa, D’Alessio Bocchetti Anna, D’Alessio Renata, Dalfino Carolina, D’Ambra Ciro, D’AmbraGiuseppina, D’Ambra Michelangelo, D’Ambra Pia Patalano, D’Ambra Vito, Damiano Raffaella, Damiano Silvia e Mario,D’Andrea Maria, D’Angelo Raffaele – Adele, Daniele Elvira, D’Antico Antonietta, D’Antico Filomena, D’Antico Maria,D’Ascoli Rosa, De Angelis Teresa, De Angelo Fulvia, De Bellis Titina, De Biase Annamaria, De Biase Clara, De Biase Gisa,De Falco Fortuna, De Gregorio MariaRosaria, De Luca Alfonsina, De Luca Ileana, De Luca Maria, De Luca Rosanna, DeMari Renato, De Maria Grazia, De Mata Rita, De Meo Debora, De Rosa AnnaMaria, De Rosa Edmondo, De Rosa Imma-
  17. 17. colata, De Rosa Massimo, De Rosa Teresa, De Rosa Teresa - Foria Giovanni, De Simone Adriana, De Stefano Valeria, DeVita Annarita, De Vita Gaetano, Del Deo Angela, Del Duca Vincenzo, Del Giudice Gioconda, Del Monte Assunta, DelPonte Giuseppina, Della Femina Gabriella, Dell’Unto Anna, Delpiano Titina, Dentice Lidia, D’Errico Gennaro, Di BiasioAnna, Di Biasio Loredana, Di Blasio Bruno, Di Bonito Salvatore e Amelia. Di Caterino Ida, Di Chiara Laurenza, Di Costan-zo Teodoro c/o Studio Leg.le Molinaro, Di Domenico Elena, Di Fabio Gemma, Di Gennaro Assunta, Di Gennaro Pom-pea, Di Gennaro Sara, Di Lenola Ubaldo, Di Leo Gaetano, Di Leone Michele, Di Maio Gerardo, Di Maio Lucia, Di MaioLucia Ricchetti, Di Marino Giovanni, Di Maso Carmela, Di Maso Claudio e Orsola, Di Natale Alfonso, Di Natale Concet-ta, Di Orio Bogumila, Di Palma Vito, Di Pietro Concetta, Di Rosa Antonia, Di Tonno Sergio, Di Vincenzo Luisa, DicanosaLucia, Diciolla Roberto, Dipendenti Reparto Termale Hotel Excelsior, Doddato Rossella, Dolce Anna, Dominelli RitaMaria Teresa, Domizio Carmine, Duri Maria Cristina, Elena Rosaria, Emilia Stasova, Erman Concetta, Errico Anna, Espo-sito Adriana, Esposito Aniello, Esposito Anna, Esposito Avv. Michele, Esposito Barbara, Esposito Ciro, Esposito GabrieleCaterina, Esposito Rachele, Esposito Tiziana, Esposito Vincenza, Fabbrocino Adele Sarnicola, Fabbrocino Ermelinda,Faeta Maria, Faeta Salvatore, Faeta Vincenzo, Falco Anna, Falco Carmela, Falco Italia Imperatore, Falcone Emanuela, Fal-cone Maria Anna, Fantin Elisabetta, Fantin Nives, Fanuzzi Bruno, Fedele Mario, Fenini Giovanna e Michele, FerraiuoloRosa, Ferrante Leonisia, Ferrara Antonietta, Ferrara Olimpia, Ferrara Rosa, Ferrari Francesca, Fiacconi Luciana, Fiaschet-ti Fedele, Fieni Felice, Fierro Annunziata, Finelli Adele, Fiore Concetta, Fioretti Cecilia, Fioretti Patrizia, Flaminio Anna,Flaminio Baldassarre, Foglia Maddalena, Folgore Arturo, Folgore Luigi, Foria Pasquale e Esposito Immacolata, FormicolaMaria, Fornari Pietro e Fornari Luigia Greco, Fortunato Rosa, Fosso Olga, Francesco Paolo, Franchetti Gaetana, Franchet-ti Giuseppina, Franzese -Matino Enza, Frasca Morena, Frascate Lorena e Piacentini Angelo, Frascogna Annamaria, Frasco-gna Ernestina, Frattini Luigi, Fuiano Anna, Fusco Anna, Fusco Francesco, Fusco Gennaro, Fusco Giuseppe, Gabrielli Lo-renzo, Gaeta Tobia e Barretta Orsola, Gagliotta Gennaro, Gallella Anna, Gallerani Claudio - Verrico Liliana, GalleraniMarcella, Galliano Giovanni, Galloppo Vincenzo/Starace Gilda, Ganzaroli Daniela, Ganzaroli Enrico, Garante Rita, Ge-novese Mariarosaria, Genovino Rosaria, Giacobelli Claudio, Giannini Maria, Giannone Francesco, Giannone Nunzia,Gimmelli Maria Anna, Giordano Anna, Giordano Daniele, Giordano Maria Giulia, Giovansanti Raffaele, Gnessi MariaCostanza, Golia Gennaro – Matilde, Gori Carla, Grammegna Lucia, Granato Roberta e Morello Gianfranco, Granato Ste-fania, Grassini Giuseppina, Graziano Elisabetta, Greco Giuseppe, Gregorio Giuseppina, Grieco Antonio, Grieco Carolina,Grimaldi Carmela, Grp. Nucl. Pant. Zop. presso Zoppellaro Maria, Guarino Angela, Guarracino Consiglia, Guida Gerarda,Guida Rosaria, Guzzo Giuseppina, Holczerova Judita, Iacobelli Nicolina, Iacuzio Gaetana, Iadanza Maria, Iannone Gio-vanna, Iannone Maria Rosaria, Iannone Rosario, Iannotta Giuseppina D’Angelo, Impagliazzo Nunzia - Papaccio Pietro,Imparato Maria, Imparato Vincenzo, Iodice Salvatore - Brancaccio Antonietta, Ioime Antonietta, Iorio Natale, IppolitoAniello, Ippolito Antonio, Ippolito Caterina, Izzo Anna, Izzo Carmela, Izzo Fiorinda, Izzo Giovanna, Izzo Giovanna /Lau-renza Antonio, Izzo Margherita, Izzo Maria, Izzo Mariantonia, Izzo Petronilla, Izzo Rosetta, La Casa dell’artigiano di Ga-rante Gaetano, La Feltra Maria, La Tilla Armando, Lamonaca Di Meglio Maria, Lamonaca Maddalena, Lanaro Emma,Lancorai Lisa, Lanera Gabriele e Dentice, Lanzetti Rosalba, Larenza Anna Castaldo, Lattanzio Massimo - Ida Marseglia,Laudano Maria, Laurenza Nicolina, Laurenza Piera, Lauro Gilda, Leone Concetta, Lettiero Rosa, Liguori Domenico, Li-guori Ferdinando, Liguori Giuseppe e Sannino Francesca, Liotta Maria, Liotti Concetta, Loffredo Luigi, Lombardi Sabino- Fico Mariarosaria, Longobardi Assunta, Longobardi Eduardo, Longobardi Raffaella, Longobardi Rosalba, Lopez Fabia-na, Lopez Gaetano e Patrizia, Lubrano Volpicelli Antonietta, Lucci Celeste, Lucci Giulio, Lucci Luisa, Luciano Filomena,Luongo Franco e Piro Antonella, Lupidi Eliana e Ciciani Maria, Madonna Carmela, Maggio Marisa, Maggiore Rosa, Ma-gliano Antonietta, Magliano Carmela Armando, Magliano Sofia, Magrini Alves, Manchi Alba, Mancin Serena, ManciniFrancesca, Manfredi Giovanni e Rosa, Mangia Sofia, Mango Elisa, Mango Pietro, Mango Rosaria, Manna Rosaria Chiaiese,Mannara Silvana, Manno Remo, Mansueto Emilia, Maradan Emilia, Maradan Pio e Mariateresa, Maragno Claudio, Maran-gon Lorella, Marangon Romina, Marano Carmine, Marano Giuseppina, Marano Teresa, Marciano Anacleta, Maresca Clo-tilde, Mariani Rossana, Marigliano Aurora, Marigliano Luigi, Marino Monica, Marmolino Anna, Marotta Antonio, Marot-ta Carmelo, Marotta Di Bernardo, Marotta Raffaela, Marrocco - Barbato Giulia, Marrocco Antonietta, MarroccoMariapaola / Ghidelli Nando, Marrocco Rosaria, Marseglia Renato e Franchetti Gaetana, Marseglia Salvatore, MarsigliaMario, Martino Giuseppe, Martone Lucia, Martorano Maria Cristina, Marzolla Corrado, Mascolo Anna, Masilici Luisa,Masilici Maddalena, Massa Elvira, Massa Stella, Mastrobuono Sandra, Matarese Lia, Matarese Maria / Bertrando Emma,Matarese Maria, Matino Teresa, Mattera Ionchese Maria, Mauro Beatrice, Mazza Anna, Mazzola Rossana, Medaglia Ma-ria, Mele Giuseppe - Buonanno Annunziata, Meles Pina, Melito Caterina, Mendone Roberto e Silvia, Mendone Salvatore,Menetti Miele Vilmara, Menna Daniela, Menna Giuseppina, Menna Pasquale, Mennella Elisabetta, Meo Immacolata,Mercone Arcangelo, Mercone Letizia, Merrone Alfredo, Mesiano Loredana, Micalizzi Chirico Pasqualina, MichelangeliAnna, Micheli Luisa, Migliaccio Emanuela, Migliore Simona, Mignone Adelaide Gatti, Milani Cristina, Milani Lauro,Milani Luciano, Milani Pasqua, Mileo Teresa, Minghini Antonella, Minieri Flora, Minotti Simonetta, Mion Adriano -Ghettini Maria, Miraglia Angela, Miraglia Luigi, Miranda Adele, Miranda Maria Giovanna, Miserino Adelaide, Miserino
  18. 18. Luisa, Molitierno Angela, Monfer` Irene, Monsi Gloria, Montagner Davide, Montagner Leonilde, Montanino Luigi. Mon-tenero Teresa, Montin Rita e Mariano, Morabito Enzo c/o Parrocchia San G. Battista, Morandi Mara, Morgera Anastasia,Morgera Christian, Morgera Michelangelo, Morgera Vito e Rita, Mormile Mariarosaria, Moro Caterina, Morra Emma,Morra Imma. Mosca Giuseppina, Mosca Simonetta, Moscato Vincenzo, Muccardo Carmela / Cecere Giuseppe, MuccardoRosalba / Quinterno Enrico, Musella Carmen, Musella Immacolata, Nannola Giovanna, Napolitano Vincenzo, Nardi Al-fredo, Nardinocchi Luciana, Nicolella Salvatore, Niola Annamaria, Nocera Carbonelli Concetta, Nocera Giuseppe, NoceraIolanda, Nocera Luisa, Nocera Maria, Nocera Maria Rosaria, Nocera Marianna, Nocera Vincenzo, Novelli Iacono France-sca, Noviello Cinzia, Nozzolillo Maria Antonietta, Oliva AnnaMaria, Oliviero Annunziata, Orefice Angelo, Orefice Anna,Orefice Annarita, Orefice Giuseppe, Oricchio Giovannina, Ottocento Giancarlo, Pace Vito, Paga Adele, Pagliei Anna, Pa-lieri Giuseppina, Palmieri Giuseppina, Palumbo Cecilia, Panico Mario, Panico Teresa, Paone Francesca, Papa Natalino,Papio Marta e Maria, Parisi Desiree, Parisi Giuseppina, Parita’ Giuseppe, Parrocchia di San Vito, Pasquariello Dora, Passan-te Luisa, Passerini Annamaria, Passerini Nidia, Patalano Marianna, Patalano Vito e Carmela, Pedersoli Karim, PegorinFranca, Pellecchia Anna, Pelliccia Daniele, Pelliccia Giuseppe, Pepe Anna, Perazzo Gigliola, Perin Carlo, Perry Laura, Peti-to Matilde, Petrarca Lanzano M. Luisa, Petrarca Marinella, Petrazzuolo Margherita, Petrillo Domenica, Petrillo Stefano,Petrini Giada, Petrucci Margherita, Petti Annunziata, Petti Giuseppina, Petti Lucia, Petti Maria Rosaria, Pezzella Anna,Pezzella Pino, Pianese Rosa, Piccirilli Luigi, Piccirillo Luigi, Piemonte Elvira, Piesco Margherita, Pietrantonio Emilia, Pin-sone Franca, Pipolo Maria, Pironti Domenico, Pirozzi Carmela, Pirozzi Dora, Pisani Giovanna, Pisanti Giuliana, PiscopoGiovanni, Pitera’ Raffaela, Plazzo Matilde, Polese Giuseppe, Polidori Anna, Pomatico Gennaro, Porcari Cesira, PranzoAlessandro, Pranzo Francesco, Prato Carmine, Primavera Adriana, Prisco Marianna, Procopio Annarita, Prorogiglio Ange-lo, Prorogiglio Michelina, Proto Anna, Proto Carmela, Proto Nunzia, Puca Teresa, Pugillo Assunta, Puglia Simona, PuleoIolanda, Puzo Carmela, Quattromani Angela, Raimondo Speranza, Raiola Carmela, Ranieri Raffele – Lia, Ravazzolo Rita,Rea Orazio, Regine Mariella, Reginelli Antonio, Retta Anna, Ricci Enzo, Riccio Anna, Riccio Arcangelo, Rionero ParadisoRosa, Ripa Carmine, Ripa Giovanni - Esposito Filomena, Ripamonti Annamaria, Rispo Salvatore, Rivieccio Anna e Maria,Romano Calise Rosanna, Romano Raffaella, Romano Salvatore, Romano Sergio, Rossi - Capasso Romano, Rossi Assunta,Rossi Margherita, Ruggiero Giacinta, Ruocco Giulia, Ruoppolo Sorge Giuseppina, Russiello Domenico e De Cicco Sara,Russiello Mario, Russo Concetta, Russo Domenico, Russo Ezio, Russo Jasmina, Russo Luca e Valentino, Russo Marina,Russo Rosa, Sabbatino Cosimo, Sabbatino Nicola, Saccone Giuseppina, Saivano Giancarlo, Salerno Imma, Salomone Ar-turo, Salvador Barbara, Salvador Rita, Santoro / Romeo Sandra, Santoro Gaetana, Sapio Mimma, Saraiello Assunta, Sarci-nelli Francesco, Sassano Cosimo, Savini Nicola, Savio Anna, Savio Franco, Savio Giovanni e Fulco Concetta, SavorraCarmela, Scafa Angelo e Troisi Assunta, Scafaro Anna, Scafuto Antonio, Scala Raffaela, Scapin Carlo, Scarano Dario, Sca-rano Luca e Reggina Mena, Scarcella Maria, Scialo’ Mariarosaria, Scippa Rosita, Scognamiglio Anna, Scotti Vincenzo,Scuola Villa Amelia s.r.l., Seccafien Alba, Seccafien Elsa, Seghetti Leo, Selva Anna, Selva Concetta, Sentiero Pasquale, SepeAnna, Serino Antonio e Rita, Serpico Ottavio, Setola Gaetano - D’Agostino, Sgambato Gennaro, Sifo Amalia, Silvestri Ro-berta, Silvestri Umberto e Caterina, Silvestri Vincenzo, Silvestro Carmela, Silvestro Immacolata, Simone Claudio - Proro-giglio Susi, Siniscalchi Lodovico, Slobodova Ingrid, Sodano Vincenzo, Solombrino Antonio - Vaccarini Maria, SorrentinoAngela, Sorrentino Gaetana - Marino Domenico, Sorrentino Mario, Sozio Nunzia, Spadon Alessandra, Spadon Franca,Spera Rosalia, Spinosa Carmine, Squillace Anna, Stabile Rita, Stango Teresa, Stefanelli Rosalba - Toto Rino, StornaiuoloAntonietta, Stornaiuolo Pasquale, Stornaiuolo Rosaria, Stornaiuolo Vincenzo, Studio Dott. Lukacs, Studio Legale Molina-ro , Sveldezza Coppola Rita, Taggi Anna, Taglialatela Emilio, Taglialatela Filomena, Taglialatela Matilde, Taglialatela Salva-tore, Talotti Antonio, Talotti Giuseppina, Talotti Pasquale, Tanania Patrizia, Tarelli Giorgio – Tranfaglia, Tartaglia Giovan-ni e Anna, Tesone Cira e Belcastro Alfonso, Tia Giovanni, Tiberi Vincenza, Toma Angelo e Maria Concetta, Tomei Orsola,Tonini Tatiana, Torino Antonio, Tortora Gelsomina, Tortorella Antonietta, Tortoreto Carmela, Trambaioli Ornella,TraniGilda, Trirocco Immacolata, Troise Rosaria, Trombin Roberta, Trotta Anna, Trotta Giuseppe, Turchet Bruno, TurchetPietro, Turetta Elisa, Turetta Francesca, Uccello Vincenzo, Vaccaro Maurizio, Vaino Paola Verde, Vallefuoco Giovanna,Vasaturo Adriana, Vastarella Maria - Giustino Paola, Vavassori Rinalda, Vecchini Lorena, Vecchione Giuseppe, VecchioneLucia, Veneruso Maddalena, Venezia Felicia, Verde Magnanimo Giuseppina, Vergara Agnese, Vespoli Paolo, Vespoli Rosa,Vignola Pianese Lucia, Vignola Rira Irene, Villano Elvira, Viola Immacolata, Visconti Antonio, Visconti Michele, ViscontiRaffaele, Vita Maria, Vitolo Giuseppina, Vittoria Concetta, Vittoria Emilia, Vollaro Maschio Nina , Vozza Cornelia, Zam-brano Maurizio, Zampino Giovanna, Zampino Ilaria, Zampino Maria, Zampino Rosalba, Zannini Cristina e Gennaro,Zannini Mario (gruppo R.Mennella), Zorzetto Liliana. I Sacri Cuori ricompenseranno la vostra generosità.
  19. 19. A speranza e n’ata VitaQuanno me metto a penzà: risuscitato,“Doppo e sta vita e mè che ne sarrà?” nun me fa perdere, stà speranza ca mèNa spiecazione nun ma saccio dà dato.Pecchè si me metto a rraggiunà, Quanno sarrà o mumento, vieneme acomme faccio a spiecà, piglià,ca doppo e sta vita, n’ata vita nce sarrà? e puorteme cu Tè, pe l’eternità.Nisciuno è turnato, da chillo ca chiam-mano:“O munno da verità”, po raccuntà.Pirciò, ringrazio a Dio,ca m’ha dato na speranza pe l’eternità. Giuseppe AndrettaA Tè Gesù, ca pe primmo, si muorto eVurria Vurria ca tutt’ ò munno fosse chiu’ cu’ ‘a pace e l’allegria e ‘o piacere ‘ebuono e giusto s’ama’.e ca pruvasse gusto Comme, comme vurria sultanto ‘o Bbene a ffa’ ca pe’ primmo ‘stu coree po’ vede’ vurria scumpari’ ‘a copp’ a ‘na surgente d’ammore putesse adde-terra venta’.odio, miseria, guerree ‘o ppeggio ca ce sta.Vurria ca tutt’a ggente campasse inarmonia, Gennaro Piccirillo
  20. 20. apge.it Per Informazioni - Tel. 0817372575 Sito Web: www.msscc.it LARALDO DEI SACRI CUORI - ANNO 90 N° 2 Marzo - Aprile 2012 Bimestrale dei Missionari dei Sacri Cuori Via Dante, 2/b - 80144 Secondigliano (NA)c.c.p. 10700805 - Sped. in Abb. Postale comma 27 art. 2 Legge 549/95 Napoli CMP Dir. Resp. P. Liccardo Biagio - Aut. Trib. di Napoli n. 2682 del 5 - 1 - 77 Missionari dei Sacri Cuori Casa Madre L’Araldo viene inviato gratuitamente ai benefattori e amici dei Missionari dei Sacri Cuori

×