Assocarboni

528 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
528
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
69
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Assocarboni

  1. 1. Convegno: Consorzio Polesine – Porto Tolle“ LAVORO, AMBIENTE & ENERGIA “ Trinomio Possibile ? Porto Tolle, 6 Luglio 2012 relatore: Rinaldo Sorgenti Vice-presidente: Assocarboni assocarboni@assocarboni.it www.assocarboni.it 1
  2. 2. Convegno: Consorzio Polesine – Porto Tolle “ LAVORO, AMBIENTE & ENERGIA “ Trinomio Possibile ? Risposta: Certamente si! LAVORO : Condizione indispensabile ed imprescindibile. AMBIENTE : Esigenza fondamentale e di interesse comune. ENERGIA : Elemento alla base di benessere e sviluppo. Vediamo come, nei principali Paesi avanzati del Mondo, si produce l’elettricità, volano del progresso e del benessere attuale 2
  3. 3. Mix delle fonti 2010 – Paesi Ue Altre Eolico e Gas Altro Paese Carbone Nucleare Olio C. Idro rinnov. Solare metano e Rifiuti (geo) FV Germania 42% 22% 14% 1,1% 5% --- 7,8 % 8,4% U.K. 28% 16% 46% 0,6% 3% --- 2,7% 4,2% Francia 4% 75% 4% 0,9% 12% 0,1 1,8% 1,8% Spagna 9% 20% 32% 4,9% 16% --- 16,7% 2,1% ITALIA 13% --- 50% 6,2% 19% 1,8% 3,6% 6,3% UE 27 25% 27% 22% 2,2% 13% 0,2% 5,1% 5,6%Dati Eurostat Febbraio 2012 N.B.: Italia - Dati riferiti alla SOLA produzione NAZIONALE !. 3
  4. 4. Mix delle Fonti di Produzione Elettrica nel 2009 Mondo Europa 27 Italia Fonti (~20.200 TWh) (~3.400 TWh) (~345 TWh) Carbone 41% 26% 12% Gas naturale 21% 23% 43% Idro 16% 11% 17% Nucleare 13,5% 27% 14% ( ) Petrolio 5% 3% 6% Eolico/solare 1,4% 4,6% 2,1% Geotermico 0,3% 0,2% 1,6% Altri 1,8% 5,2% 4,3%( ) Importazione d’oltralpe. Ufficialmente la fanno apparire da … “Fonti Rinnovabili” ! 4 Elaborazione dati: Assocarboni - Fonte: Eurostat e Terna
  5. 5. Indice consumo E.E. - 2010 G8 Produzione E.E. - GWh Popolazione Consumo pro capite Canada 629.900 33.759.742 18,7 USA 4.325.900 310.232.863 13,9Giappone 1.145.300 126.804.433 9,0 Francia 573.823 64.768.389 8,9Germania 636.538 81.644.454 7,8 Russia 1.036.800 139.390.205 7,4 UK 384.312 62.348.447 6,2Italia (*) 342.933 60.748.965 5,6 Spagna 306.327 46.505.963 6,6(*) inclusa quota import = 12,9% (44,160 TWh) Fonte: U.S. Census Bureau e Eurostat; La produzione fatta in Italia è SOLO = 298,773 TWh Elaborazione dati: Assocarboni 5
  6. 6. SostenibilitàDefinizione:“Equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze presenti senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie“. (Rapporto Brundtland, 1987). 6
  7. 7. Sostenibilità energeticaSostenibilità energetica: potenziale longevità del sistema energetico a supporto della vita umana; sostenibilità sia in termini ambientali che economici.Caratteristiche di un sistema energetico affidabile:1) Facilità degli approvvigionamenti2) Economicità3) Continuità (vs. intermittenza di eolico e solare)4) Sicurezza strategica5) Efficienza di utilizzo6) Rispetto ambientale 7
  8. 8. Il carbone: fonte sostenibile !Perché:1) Facilità degli approvvigionamenti Caratteristiche2) Economicità intrinseche e3) Continuità (vs. intermittenza eolico e solare) storiche4) Sicurezza (strategica e fisica) Frutto5) Efficienza di utilizzo dell’evoluzione6) Rispetto ambientale tecnologica 8
  9. 9. 1) Facilità degli approvvigionamentiRiserve abbondanti ed è facile da trasportare 9
  10. 10. 2) Economico Prezzi dei combustibili fossili Brent (US$/bbl)750 Moneta corrente dellanno US$/Unità600 Brent (US$/tl)450300 Gas German Import150 (US$/Kmc) Carbone cif 0 NWE (US$/t) 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 Elaborazione: SSC 10
  11. 11. Prezzo combustibili: previsioniFonte: DECC (Department of Energy and Climate Change) - UK 11
  12. 12. 2) EconomicoCarbone: Basso costo materia prima = basso costo kWh ! 12
  13. 13. 3) Affidabile (continuità)Elettricità:Deve esseredisponibile sempre,quando serve! “ He’s not much fun in the evenings, he’s solar powered ” 13
  14. 14. 4) SicuroDisponibilità:Riserve distribuite inmolte aree del Mondoe non concentrate inpoche zone. 14
  15. 15. 4) Sicuroanche Fisicamente: non esplosivo, non tossico, non inquinante, se accidentalmente si riversa in mare. 15
  16. 16. 5) Efficiente Soprattutto se usato in impianti USC (*) = 45% (*) Ultra Super Critical 16
  17. 17. 6) Eco-compatibileGrazie alle nuove tecnologie: CCT e CCS 17
  18. 18. Le nuove tecnologie: CCT e CCS Cosa sono le CCT ? CCT = Clean Coal TechnologiesModerne tecnologie degli impianti di generazione elettrica e dicombustione in genere, idonee all’utilizzo del carbone efficiente ecompatibile con l’ambiente.- Riducono emissioni nocive in atmosfera (SO2, NOX, particolato)- Migliorano gestione del carbone (estrazione, trasporto, stoccaggio)- Migliorano riutilizzo dei sottoprodotti e smaltimento dei reflui- Migliorano efficienza di conversione energetica dell’impianto- Migliorano affidabilità e disponibilità dell’impianto- Riducono costi di capitale e di gestione e generazione dell’impianto 18
  19. 19. Le nuove tecnologie: CCT e CCS Cosa sono le CCS? CCS = Carbon Capture and Storage ( relativo alla emissioni di CO2 )1) LUOGO: Il problema prescinde dal luogo di emissione, perché la portata è globale.2) FASE DI CATTURA CO2 : dovrebbe riguardare sia la fase di “pre-combustione” che di “post- combustione”.3) APPLICAZIONE: riduzione CO2 dovrebbe essere applicata a tutti i settori energivori industriali. 19
  20. 20. CCS in “Post-Combustione”: il caso ItaliaSistema termoelettrico italiano è troppo sbilanciato nei confronti del Gas (NGCC).Applicazione delle tecniche CCS solo ad impianti a Carbone (?) permetterebbe solo modesti risultati e comporterebbe un’ alterazione dei principi europei di libera concorrenza tra Prodotti ed Operatori.CO2 deve essere catturata da TUTTI gli impianti alimentati con combustibili fossili. 20
  21. 21. Confronto: emissioni di CO2 - Settore E.E. CO2 % Combustibile Fattore emissivo CO2 quota Italia tCO2/tep Mil. Tonn. 2010 2010 Gas 2,361 58,131 56,4% Olio comb. 3,231 6,953 6,7% Carbone 3,990 35,927 34,8% Altri comb. 2,097 2,146 2,1% Totale Italia 103,157 CO2 % 2010 - ITALIA Carbone 34,8% Carbone Olio com b. 6,7% Olio com b. Gas Gas 56,4% 0,0% 20,0% 40,0% 60,0%Dati: Terna 21
  22. 22. Cattura CO2 in fase “pre-combustion”Situazione attuale: Gli impianti a Gas (NGCC) sono spesso preferiti perché emettono un quantitativo all’incirca dimezzato di CO2 in fase di combustione: “post-combustion”; però … Non considerate le emissioni (“venting”) effettuate in fase di estrazione del Gas: “pre-combustion”. 22
  23. 23. CCS in fase “Pre-Combustione”: Mondo The Wall Street Journal of Europe: 26/12/2008“Exxon could benefit from emissions work” by Russel Gold. “ …. Exxon …. is spending $70 million to expand by 50% the plant’s capacity to capture carbon dioxide, brought to the surface along with the natural gas. The plant separates the natural gas from impurities. Note: “ About 1/3 of the world’s natural-gas reserves are mixed with high levels of carbon dioxide (CO2), according to Exxon Mobil. That means, producing more natural gas will lead to even more carbon dioxide being vented into the air. Just an example: In Exxon’s natural-gas fields near La Barge (USA), about 65% of the gaseous mixture from the wells is carbon dioxide (CO2). Natural gas is only 23 22%.”
  24. 24. AGW: Anthropogenic Global WarmingAlzi la mano chi pensa che i gas serra non abbiano effetto, e che quindi ci si debba tutti trovare un nuovo lavoro. Allora? … Nessuno? 24
  25. 25. Il caso Italia: strategia necessariaConclusioni: Per poter:- Migliorare competitività- Ridurre i rischi di approvvigionamento- Incrementare la sostenibilità L’Italia deve equilibrare il proprio “ Mix delle Fonti”: 1) Carbone: Raddoppiare suo contributo, con utilizzo di CCT e CCS. 2) Gas Metano: Ridurre/dimezzare l’uso. 3) Nucleare: Valutare se continuare l’import, dopo l’esito del recente Referendum ??? 25
  26. 26. Il carbone: fonte sostenibile nel tempo?Riserve di combustibili fossili “convenzionali”nel Mondo (2010): Carbone = 118 anni Gas = 59 anni Petrolio = 46 anniin rapporto ai consumi attuali. (Fonte: BP Statistical Review 2011)I combustibili fossili: base dello sviluppo economico e delbenessere anche per i prossimi 30-40 anni.(fonte: IEA – Parigi) 26
  27. 27. Previsione impiego fonti energiaA prescindere daiconcetti speculativispesso evocati,le previsioni a mediotermine degli espertiindicano: Fonte: BP Energy Outlook 2030 27
  28. 28. XXI Secolo: Perché il CARBONE? Perché il carbone è ……….- Diffuso ampiamente nel mondo- Disponibile in grandi quantità- Economico (molteplicità di fornitori)- Sicuro (non è velenoso, ne’ esplosivo)- Eco-compatibile grazie a CCT e CCS. 28
  29. 29. Il carbone: transizione verso le energie del futuroInoltre:Ponte storico-tecnologico verso l’energia del futuro, frutto di ricerca e innovazione tecnologica: processo infinito.Carbone: la fonte energetica del presente e del futuro a medio termine (almeno per i prossimi 30-40 anni). Lo dimostrano i dati sul modo di produrre elettricità dei Paesi più sviluppati. 29
  30. 30. Carbone pulito …….E’ più facile spaccare un atomo che un pregiudizio! 30
  31. 31. Carbone: chiave per la sostenibilità!Carbone: chiave del presente per garantire il futuro! Grazie per la vostra attenzione ! Rinaldo SorgentiPer info: www.assocarboni.it 31

×