Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   1/89                                                Campus 2.0
Regole per gestire una intranet molto «social» come Campus:                                    Marco Lotito       1. Proge...
Marco LotitoProgettare pensando sempre all’evoluzioneGestire un ambiente di social learning   3/89                        ...
2008: il passaggio dalla business community al social learning     Marco Lotito   Nel giugno del 2008 siamo partiti dalla ...
Il costruttivismo partecipato                                      Marco Lotito                                           ...
Il «Social learning»                                                                                  Marco Lotito  «Conos...
Lavorare «beta permanente» (e liberarsi dei kit di rilascio)     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   7/89...
Mostrare il dietro le quinte della Redazione     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   8/89                ...
Organizzare contenuti, identità, relazioni (Giacomo Mason docet)     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   ...
Marco LotitoSviluppare strategie di adozione da parte dell’utenteGestire un ambiente di social learning   10/89           ...
Se una intranet è .. social.. si vede già dal lancio           Marco Lotito   •   Lancio della versione beta con un sottoi...
Network personale: per seguire i propri contatti professionali     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   12...
Social Bookmarking: condividere i preferiti        Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   13/89             ...
Le notifiche personalizzate per raggiungere chi non ha tempo                                Marco Lotito Gli accessi forse...
Q&A: il salvAgent                                  Marco Lotito•   perché chiedere qualcosa è    tecnicamente facile;•   p...
Fare education con leggerezza: il lancio del motore di ricerca avanzato     Marco LotitoGestire un ambiente di social lear...
Leggerezza: la «faceletter»                        Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   17/89             ...
Inspessire la coda lunga cambiando il mix della REPUTATION     Marco Lotito   Visibilità e reputazione sono fattori   indi...
Gamification: medaglie e attestati per i più bravi e i più attivi                             Marco Lotito  "l‟uso di mecc...
Gamification: arrivano i «certificati VAS» nel profilo personale        Marco Lotito                                      ...
Gamification: lo scopo non è distribuire premi                                             Marco LotitoDi fronte ad ogni n...
Marco LotitoDare un ritmo alla comunità (il lavoro del community manager)Gestire un ambiente di social learning   22/89   ...
Preparo i tutorial per spiegare le nuove funzionalità di Campus     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   2...
Piano editoriale: promuovo l’uso dei Social Media     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   24/89          ...
Piano editoriale: promuovo la diffusione di una «cultura VAS»     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   25/...
Piano editoriale: colgo le opportunità emerse dai forum     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   26/89    ...
Preparo «Campus News Alert», la newsletter settimanale che anche i Capi Marco Lotito                                      ...
Marco LotitoLa vita del 119 giorno dopo giorno in home pageGestire un ambiente di social learning   28/89                 ...
8 Regole per una buona governance                                                         Marco Lotito1. La home page è, i...
Blog : una grande vetrina per tutti                                     Marco Lotito                                      ...
Far parlare il vertice con la base                 Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   31/89             ...
Eventi sul Territorio raccontati «dal basso»       Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   32/89             ...
Portate i campusiani agli eventi aziendali         Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   33/89             ...
Portare il vertice nel Campus: Live blogging dagli eventi     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   34/89  ...
Trovare sponsor per le idee che nascono «dal basso»     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   35/89        ...
Sostenere le iniziative virtuose legate a temi lavorativi     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   36/89  ...
Marco LotitoBilanciare pubblico e privatoGestire un ambiente di social learning   37/89                                   ...
Tutti sanno usare un forum                         Marco Lotito        I forum sono strutturati,        presidiati e apert...
Lavoro e relazione                                                                           Marco Lotitole persone, oltre...
Bilanciare pubblico e privato                               Marco LotitoA volte anche i «clienti difficili» cercano compli...
Bilanciare pubblico e privato                      Marco LotitoRedemptionGestire un ambiente di social learning   41/89   ...
Supportare situazioni di disagio in cerca di complicità     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   42/89    ...
Policy e auto-moderazione: “ma chi l’ha autorizzato?”                  Marco Lotito   “Sono strumenti potenti, non pericol...
Dal virtuale al reale                              Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   44/89             ...
E poi ci sono le piccole grandi soddisfazioni..     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   45/89            ...
E poi ci sono le piccole grandi soddisfazioni..                                                   Marco Lotito     „Redazi...
Marco Lotito  Ascoltare, ascoltare, ascoltareGestire un ambiente di social learning   47/89                               ...
Cosa si dice nella «parte bassa» del Campus        Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   48/89             ...
Cosa si stanno dicendo nei forum                            Marco Lotito                                         Modero i ...
Il gardening dei forum                                                         Marco Lotito       Sposto, correggo, pulisc...
Cosa si stanno dicendo nella chat                  Marco LotitoLeggo, se serve traduco, archivioGestire un ambiente di soc...
Faccio il gardening anche dei commenti (ai materiali, ai blog, alle news)     Marco LotitoSposto, correggo, puliscoGestire...
Controllo gli alert che arrivano via mail sui temi sensibili     Marco LotitoSeguo le discussioni caldeGestire un ambiente...
Controllo le mie notifiche via mail e on line      Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   54/89             ...
Rispondo alle domande degli utenti , cerco le risposte tra gli esperti     Marco LotitoFaccio push sugli espertiGestire un...
Le citazioni citabili le porto in evidenza nel «campus zen»       Marco Lotito Temi di attualità e discussioni molto senti...
Marco LotitoUn’altra forma di ascolto: monitorare e analizzare le attività degli utentiGestire un ambiente di social learn...
Qualche numero                                                      Marco Lotito utenti unici           9.436 (gli utenti ...
Strumenti custom per reportistica e altre attività seriali     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   59/89 ...
Analytics: servono anche per l’autopromozione      Marco Lotito     •   Monitorare costantemente gli         accessi, le p...
Utenti unici: occhio al trend mensile …prima che sia troppo tardi                 Marco Lotito                            ...
Oltre i numeri: studiare costantemente i comportamenti                                          Marco LotitoLa maggior par...
La coda lunga dell’intranet                                                           Marco Lotito«Le intranet di nuova ge...
Marco LotitoGruppi: pensare a diversi livelli di partecipazioneGestire un ambiente di social learning   64/89             ...
Aule virtuali (moodle): gli «spazi di collaborazione»     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   65/89      ...
Corso Moodle per specialisti                       Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   66/89             ...
Video lezioni                                      Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   67/89             ...
18 profili diversi                                 Marco Lotito     «Need to know»Gestire un ambiente di social learning  ...
Marco LotitoAutopromozione: fare network, sempre!Gestire un ambiente di social learning   69/89                           ...
Al lavoro per costruire il nostro modello di rete interna                      Marco Lotito  Un misto di connessioni dense...
Io sono qui                                        Marco Lotito                        Io sono quiGestire un ambiente di s...
Sinergie e collaborazioni spesso nascono off-line                  Marco Lotito Nascono spesso alla macchinetta del caffè ...
Al Social Media Camp da protagonisti                    Marco LotitoCampus è l’unico caso di social learning in TelecomGes...
Sincronizzando #1: “Verso la saggezza”                                               Marco LotitoAl centro della trattazi...
Nòva (inserto del Sole 24 ore)                     Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   75/89             ...
Intranet 2.0: “i casi più interessanti in Italia”                                            Marco Lotito                 ...
Workshops                                          Marco Lotito1. TIM Brasil2. Telecom Argentina (2)Gestire un ambiente di...
Bilancio di sostenibilità Telecom                  Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   78/89             ...
The Social Enterprise                              Marco LotitoBlog di Emanuele QuintarelliGestire un ambiente di social l...
I premi …li ritirano i Capi                        Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   80/89             ...
Alla fine i riconoscimenti arrivano                Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   81/89             ...
Marco LotitoOltre la tecnologia: la mia visioneGestire un ambiente di social learning   82/89                             ...
Un percorso etico                                  Marco LotitoGestire un ambiente di social learning   83/89             ...
La mia visione: la decrescita aziendale è una opportunità                            Marco Lotito   Dobbiamo compiere un g...
La mia visione: la permacultura va bene anche per l’ecosistema 2.0                        Marco Lotito    La Permacultura ...
La mia visione: un vicinato elettivo tra colleghi     Marco Lotito       Il vicinato elettivo è una rete       locale di p...
La mia visione: letica hacker                                                                   Marco Lotito   Il termine ...
La «Tentazione Facebook»                                                             Marco Lotito        10 motivi per non...
Marco Lotito                Grazie a tutti i                campusiani !Gestire un ambiente di social learning   89/89    ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Social Learning per TIM 119 Consumer

1,686 views

Published on

La mia esperienza in Campus, un complesso ambiente di social learning in continua evoluzione progettato per il 119 (servizio clienti di TIM). Una palestra comportamentale che ha reso meno ripida la strada che porta al sCRM. (ringraziamenti: Giacomo Mason, Leuca Allison, Gianluca Affinito, Michela Di Bitonto, Edoardo Paglialunga, Giuseppe De Nicolellis).

  • Be the first to comment

Social Learning per TIM 119 Consumer

  1. 1. Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 1/89 Campus 2.0
  2. 2. Regole per gestire una intranet molto «social» come Campus: Marco Lotito 1. Progettare pensando sempre all’evoluzione 2. Sviluppare strategie di adozione da parte dell’utente 3. Dare un ritmo alla comunità 4. Raccontare la vita della comunità 5. Bilanciare pubblico e privato 6. Ascoltare, ascoltare, ascoltare 7. Monitorare e analizzare le attività degli utenti 8. Pensare a diversi livelli di partecipazione 9. Autopromozione: fare network, sempre! 10.La mia visione 11.Tentazioni pericolose (facebook, linkedin, etc) http://www.intranetmanagement.it/2012/01/la-guida-online-per-gestire-comunita-di-pratica/Gestire un ambiente di social learning 2/89 Campus 2.0
  3. 3. Marco LotitoProgettare pensando sempre all’evoluzioneGestire un ambiente di social learning 3/89 Campus 2.0
  4. 4. 2008: il passaggio dalla business community al social learning Marco Lotito Nel giugno del 2008 siamo partiti dalla richiesta di progettare un «Cruscotto Formativo», che comprendeva le componenti di gestione degli skill, autovalutazione degli utenti, produzione e condivisione degli oggetti formativi. Su questo cruscotto abbiamo innestato gli strumenti di collaborazione.Gestire un ambiente di social learning 4/89 Campus 2.0
  5. 5. Il costruttivismo partecipato Marco Lotito Abbiamo costruito costantemente insieme agli utenti le soluzioni che meglio ci permettono di “catturare l’intelligenza collettiva”Gestire un ambiente di social learning 5/89 Campus 2.0
  6. 6. Il «Social learning» Marco Lotito «Conoscere oggi significa essere connessi. (..) non possiamo più cercare di possedere tutta la conoscenza necessaria personalmente. Dobbiamo custodirla nei nostri amici o all’interno della tecnologia.» George Siemens Il Social Learning è la declinazione dei principi del social business all’interno di quelle funzioni aziendali che si occupano di formazione e gestione del personale Credits: The Social EntrerpriseGestire un ambiente di social learning 6/89 Campus 2.0
  7. 7. Lavorare «beta permanente» (e liberarsi dei kit di rilascio) Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 7/89 Campus 2.0
  8. 8. Mostrare il dietro le quinte della Redazione Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 8/89 Campus 2.0
  9. 9. Organizzare contenuti, identità, relazioni (Giacomo Mason docet) Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 9/89 Campus 2.0
  10. 10. Marco LotitoSviluppare strategie di adozione da parte dell’utenteGestire un ambiente di social learning 10/89 Campus 2.0
  11. 11. Se una intranet è .. social.. si vede già dal lancio Marco Lotito • Lancio della versione beta con un sottoinsieme dei dipendenti in modo da raccogliere i primi feed back (ambiente di test) • Campagna di comunicazione sugli altri canali aziendali (messaggistica, gadgettistica, video su web tv e wall displays). • Raccolta feed back dagli early adopters • Creazione di uno spazio di dialogo permanente con gli utenti per raccogliere feed back e richieste (Forum «Costruiamolo insieme»). • Creazione di tutorial per spiegare le funzionalità della intranet. • Campagne di coinvolgimento (la prima è stata quella sul nome del blog «Offerte commerciali»).Gestire un ambiente di social learning 11/89 Campus 2.0
  12. 12. Network personale: per seguire i propri contatti professionali Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 12/89 Campus 2.0
  13. 13. Social Bookmarking: condividere i preferiti Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 13/89 Campus 2.0
  14. 14. Le notifiche personalizzate per raggiungere chi non ha tempo Marco Lotito Gli accessi forse ne risentiranno: non preoccuparti di inseguire solo i grandi numeri.Gestire un ambiente di social learning 14/89 Campus 2.0
  15. 15. Q&A: il salvAgent Marco Lotito• perché chiedere qualcosa è tecnicamente facile;• perché le persone sono abituate a chiedere qualcosa ai colleghi• perché chiedere qualcosa o dare una risposta è un’attività che riconoscono e per cui possiedono una rappresentazione che può essere portata online• infine, perché l’atto di chiedere qualcosa, o di rispondere a una domanda di lavoro, non è vissuto come una perdita di tempo da nessuno, neanche onlineGestire un ambiente di social learning 15/89 Campus 2.0
  16. 16. Fare education con leggerezza: il lancio del motore di ricerca avanzato Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 16/89 Campus 2.0
  17. 17. Leggerezza: la «faceletter» Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 17/89 Campus 2.0
  18. 18. Inspessire la coda lunga cambiando il mix della REPUTATION Marco Lotito Visibilità e reputazione sono fattori indispensabili per favorire la partecipazione e fare emergere “il meglio” • Dimenticate le medie • Abbassate la soglia tecnologica • Allungate e inspessite la coda con la reputation • Gestite i champions • Valutate complessità e facilità dei taskGestire un ambiente di social learning 18/89 Campus 2.0
  19. 19. Gamification: medaglie e attestati per i più bravi e i più attivi Marco Lotito "l‟uso di meccaniche di gioco in ambienti non giocosi. Si arricchisce continuamente di nuovi contributi e (..) assieme a quello della intranet in mobilità, sarà l‟argomento dominante nella progettazione intranet dei prossimi due-tre anni.« (Giacomo Mason)Gestire un ambiente di social learning 19/89 Campus 2.0
  20. 20. Gamification: arrivano i «certificati VAS» nel profilo personale Marco Lotito Premiazioni «a consuntivo»Gestire un ambiente di social learning 20/89 Campus 2.0
  21. 21. Gamification: lo scopo non è distribuire premi Marco LotitoDi fronte ad ogni nuova animazione il community manager dovrà chiedersi :• quali comportamenti vogliamo incentivare?• attraverso quali meccaniche di gioco? • Animazioni periodiche per incentivare l’esecuzione dei Quiz e la compilazione delle Schede di affiancamento YouDoc • Riconoscimenti ai migliori gruppi in base al sondaggio IVR • Produzione di report contenenti alert su carenze formative e comportamentaliGestire un ambiente di social learning 21/89 Campus 2.0
  22. 22. Marco LotitoDare un ritmo alla comunità (il lavoro del community manager)Gestire un ambiente di social learning 22/89 Campus 2.0
  23. 23. Preparo i tutorial per spiegare le nuove funzionalità di Campus Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 23/89 Campus 2.0
  24. 24. Piano editoriale: promuovo l’uso dei Social Media Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 24/89 Campus 2.0
  25. 25. Piano editoriale: promuovo la diffusione di una «cultura VAS» Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 25/89 Campus 2.0
  26. 26. Piano editoriale: colgo le opportunità emerse dai forum Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 26/89 Campus 2.0
  27. 27. Preparo «Campus News Alert», la newsletter settimanale che anche i Capi Marco Lotito leggonoGestire un ambiente di social learning 27/89 Campus 2.0
  28. 28. Marco LotitoLa vita del 119 giorno dopo giorno in home pageGestire un ambiente di social learning 28/89 Campus 2.0
  29. 29. 8 Regole per una buona governance Marco Lotito1. La home page è, in buona parte, gestita centralmente.2. Gli standard (sia visuali che di publishing) sono uniformi e definiti a monte.3. L’apertura di ogni nuova sezione comporta che vi sia un responsabile definito e il rispetto delle policy definite a monte.4. Creare una redazione allargata, con un gruppo di redattori distribuito.5. La pubblicazione delle informazioni è diffusa e ogni redattore opera in autonomia, nel bene e nel male, sulle sezioni di cui è responsabile.6. Allargare il più possibile la redazione fino alle figure con un minimo livello di responsabilità in azienda (specialisti di formazione).7. Ogni informazione, news, o documento, è associata con un rimando alla sua scheda nel cercapersone o alla sua scheda-profilo alla persona che l’ha prodotta e la mantiene8. Creare una comunità di pratica dei redattori dove scambiate informazioni, suggerimenti, documenti, scadenze. Fonte: http://www.intranetmanagement.it/Gestire un ambiente di social learning 29/89 Campus 2.0
  30. 30. Blog : una grande vetrina per tutti Marco Lotito • nuovi post: 880 • nuovi commenti: 1.996 • pagine viste: 61.918Gestire un ambiente di social learning 30/89 Campus 2.0
  31. 31. Far parlare il vertice con la base Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 31/89 Campus 2.0
  32. 32. Eventi sul Territorio raccontati «dal basso» Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 32/89 Campus 2.0
  33. 33. Portate i campusiani agli eventi aziendali Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 33/89 Campus 2.0
  34. 34. Portare il vertice nel Campus: Live blogging dagli eventi Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 34/89 Campus 2.0
  35. 35. Trovare sponsor per le idee che nascono «dal basso» Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 35/89 Campus 2.0
  36. 36. Sostenere le iniziative virtuose legate a temi lavorativi Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 36/89 Campus 2.0
  37. 37. Marco LotitoBilanciare pubblico e privatoGestire un ambiente di social learning 37/89 Campus 2.0
  38. 38. Tutti sanno usare un forum Marco Lotito I forum sono strutturati, presidiati e aperti agli Agent, che possono proporre nuove discussioni. Hanno gli accessi più alti e dimostrano che qui c’è una forte potenzialità. Sono veloci e facili da usare. • nuovi thread: 7.095 • nuovi messaggi: 49.917 • pagine viste: 946.553 • utenti unici: 1.168Gestire un ambiente di social learning 38/89 Campus 2.0
  39. 39. Lavoro e relazione Marco Lotitole persone, oltre che scambiarsi informazioni tecniche, entrano in relazione tra di loro Allenare comportamenti sociali per sviluppare la velocità di trouble solving in caso di quesiti tecniciGestire un ambiente di social learning 39/89 Campus 2.0
  40. 40. Bilanciare pubblico e privato Marco LotitoA volte anche i «clienti difficili» cercano complicitàGestire un ambiente di social learning 40/89 Campus 2.0
  41. 41. Bilanciare pubblico e privato Marco LotitoRedemptionGestire un ambiente di social learning 41/89 Campus 2.0
  42. 42. Supportare situazioni di disagio in cerca di complicità Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 42/89 Campus 2.0
  43. 43. Policy e auto-moderazione: “ma chi l’ha autorizzato?” Marco Lotito “Sono strumenti potenti, non pericolosi.“(Questa frase vi tornerà utile) •Segnala un contenuto inappropriato: inserire questo elemento in ogni contributo consente di lasciare alla community il compito di fare da primo filtro, oltre che dare un preciso segnale rispetto al fatto che non tutto è consentito •Vota il contributo: permette di fare emergere i contenuti ritenuti migliori, alimentando un circolo virtuoso di reputation •Parole-chiave(“stop-words”): abbiamo preparato una lista di parole-chiave “calde”. Ogni volta che queste vengono scritte, un warning via mail viene spedito a una serie di destinatari. In questo modo si riduce la necessità di controllo puntuale ma si ha comunque il polso della situazione. •Inoltre al momento del primo accesso tutti abbiamo sottoscritto una Policy e una Netiquette, sempre accessibili da un link presente in ogni paginaGestire un ambiente di social learning 43/89 Campus 2.0
  44. 44. Dal virtuale al reale Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 44/89 Campus 2.0
  45. 45. E poi ci sono le piccole grandi soddisfazioni.. Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 45/89 Campus 2.0
  46. 46. E poi ci sono le piccole grandi soddisfazioni.. Marco Lotito „Redazionissima’ io non pensavo mai di poter imparare quanto sto imparando dal ‘nostro’ social network ‘Campus’ , di conoscere tante persone in gamba e preparate come voi e tutti i colleghi che ora mi sento di poter chiamare anche ‘amici’. Non vi nego che all‟inizio sono rimasta un attimo spiazzata dall‟apertura di Campus e che ho anche pensato: „eccoooo!! una delle nuove trovate aziendali‟. Bene ci è voluto un po‟, ma non troppo, per ricredermi sulla sua utilità; e funzionalità; e per aderire all‟idea che fare network è per davvero un gioco da ragazzi!!:D). Ringrazio personalmente tutti voi della redazione per aver creduto in questo progetto e averlo potuto rendere fattibile. Il mio augurio e che si possa continuare su questa linea, crescere nelle idee e nelle realizzazioni ed ovviamente di avere sempre più nuovi campusiani d.o.c (denominazione di origine campusiana) e d.o.s (denominazione di origine simpatica). Ops…… dimenticavo, „redazionissima‟ noi siamo in attesa di poter organizzare il “nostro” raduno. Per info e suggerimenti siamo a completa disposizione…. :DGestire un ambiente di social learning 46/89 Campus 2.0
  47. 47. Marco Lotito Ascoltare, ascoltare, ascoltareGestire un ambiente di social learning 47/89 Campus 2.0
  48. 48. Cosa si dice nella «parte bassa» del Campus Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 48/89 Campus 2.0
  49. 49. Cosa si stanno dicendo nei forum Marco Lotito Modero i forumGestire un ambiente di social learning 49/89 Campus 2.0
  50. 50. Il gardening dei forum Marco Lotito Sposto, correggo, pulisco. Qualcosa lo uso per blog, wiki e materialiGestire un ambiente di social learning 50/89 Campus 2.0
  51. 51. Cosa si stanno dicendo nella chat Marco LotitoLeggo, se serve traduco, archivioGestire un ambiente di social learning 51/89 Campus 2.0
  52. 52. Faccio il gardening anche dei commenti (ai materiali, ai blog, alle news) Marco LotitoSposto, correggo, puliscoGestire un ambiente di social learning 52/89 Campus 2.0
  53. 53. Controllo gli alert che arrivano via mail sui temi sensibili Marco LotitoSeguo le discussioni caldeGestire un ambiente di social learning 53/89 Campus 2.0
  54. 54. Controllo le mie notifiche via mail e on line Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 54/89 Campus 2.0
  55. 55. Rispondo alle domande degli utenti , cerco le risposte tra gli esperti Marco LotitoFaccio push sugli espertiGestire un ambiente di social learning 55/89 Campus 2.0
  56. 56. Le citazioni citabili le porto in evidenza nel «campus zen» Marco Lotito Temi di attualità e discussioni molto sentite dalla comunitàGestire un ambiente di social learning 56/89 Campus 2.0
  57. 57. Marco LotitoUn’altra forma di ascolto: monitorare e analizzare le attività degli utentiGestire un ambiente di social learning 57/89 Campus 2.0
  58. 58. Qualche numero Marco Lotito utenti unici 9.436 (gli utenti unici che hanno acceduto almeno una volta a Campus) accessi totali 1.229.003 (il numero totale di accessi al sistema dalla pagina di login) pagine viste 39.854.600 materiali nuovi inseriti: 1.425 download di materiali: 40.308 colleghi aggiunti ai propri contatti: 17.556 schede competenze definitive: 5.519 schede attitudini definitive: 4.900 Accessi a Vaspartout: 43.032 numero di volte che gli utenti sono passati a Vaspartout attraverso i link di CampusGestire un ambiente di social learning 58/89 Campus 2.0
  59. 59. Strumenti custom per reportistica e altre attività seriali Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 59/89 Campus 2.0
  60. 60. Analytics: servono anche per l’autopromozione Marco Lotito • Monitorare costantemente gli accessi, le pagine viste, i documenti scaricati, i percorsi di navigazione, le pagine di entrata, le pagine di uscita. • Monitorare anche le chiavi di ricerca nel motore interno e le richieste di feed-back che arrivano in redazione. • Creare un report mensile con questi dati, e inviarlo trimestralmente ai manager . • Pubblicarlo sulla intranet.Gestire un ambiente di social learning 60/89 Campus 2.0
  61. 61. Utenti unici: occhio al trend mensile …prima che sia troppo tardi Marco Lotito Utenti unici 2011: • In-House 2.384 • Outsourcer 2.113 Media utenti unici per mese: •In-House 1.049 •Outsourcer 811 Il 2011 è stato un anno difficile che ci ha costretto a cambiare la strategiaGestire un ambiente di social learning 61/89 Campus 2.0
  62. 62. Oltre i numeri: studiare costantemente i comportamenti Marco LotitoLa maggior parte dei contributi non è però dato da loro, ma dai soggetti che formano la“coda lunga” del network (quelli con 1, 2 o 3 contributi). competenz formazione e 4% 12% profilo Ci sono alcuni soggetti notizie (champions) che hanno 1% profilo materiale collezionato un numero blog 22% forum sorprendente di contributi. 4% blog Dobbiamo instaurare con loro un notizie rapporto privilegiato e il sistema materiale formazione stesso deve mettere in evidenza 14% competenze il loro operato (reputation). forum 43%Gestire un ambiente di social learning 62/89 Campus 2.0
  63. 63. La coda lunga dell’intranet Marco Lotito«Le intranet di nuova generazione non contengono “poche cose per tutti”, ma moltissime coseper gruppi di colleghi. Deve quindi essere possibile con facilità creare gruppi di lavoro,spazi documentali condivisi, aree profilate dedicate a piccoli team»Gestire un ambiente di social learning 63/89 Campus 2.0
  64. 64. Marco LotitoGruppi: pensare a diversi livelli di partecipazioneGestire un ambiente di social learning 64/89 Campus 2.0
  65. 65. Aule virtuali (moodle): gli «spazi di collaborazione» Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 65/89 Campus 2.0
  66. 66. Corso Moodle per specialisti Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 66/89 Campus 2.0
  67. 67. Video lezioni Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 67/89 Campus 2.0
  68. 68. 18 profili diversi Marco Lotito «Need to know»Gestire un ambiente di social learning 68/89 Campus 2.0
  69. 69. Marco LotitoAutopromozione: fare network, sempre!Gestire un ambiente di social learning 69/89 Campus 2.0
  70. 70. Al lavoro per costruire il nostro modello di rete interna Marco Lotito Un misto di connessioni dense e sparse: i piccoli mondi diventano amplificatori dell’informazione se si connettono consapevolmente Tutti connessi, ma con pochi gradi di separazioneGestire un ambiente di social learning 70/89 Campus 2.0
  71. 71. Io sono qui Marco Lotito Io sono quiGestire un ambiente di social learning 71/89 Campus 2.0
  72. 72. Sinergie e collaborazioni spesso nascono off-line Marco Lotito Nascono spesso alla macchinetta del caffè o tra ex colleghi Fabio Salvo Danilo Andrea Alessandra LauraGestire un ambiente di social learning 72/89 Campus 2.0
  73. 73. Al Social Media Camp da protagonisti Marco LotitoCampus è l’unico caso di social learning in TelecomGestire un ambiente di social learning 73/89 Campus 2.0
  74. 74. Sincronizzando #1: “Verso la saggezza” Marco LotitoAl centro della trattazione le persone protagoniste.Allinterno anche un ampio articolo sulle tre esperienze più significative di knowledgemanagement in Telecom Italia, tra le quali viene indicato anche CampusGestire un ambiente di social learning 74/89 Campus 2.0
  75. 75. Nòva (inserto del Sole 24 ore) Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 75/89 Campus 2.0
  76. 76. Intranet 2.0: “i casi più interessanti in Italia” Marco Lotito una guida completa, corredata da esempi tratti dal panorama italiano e internazionale, sui diversi passaggi necessari a realizzarle all’interno di un’organizzazione: analisi, progettazione, design, governance, community management. Per scaricare il primo libro Giacomo Mason http://www.intranetmanagement.it/wp- content/uploads/2011/12/Intranet_giacomo_mason.pdfGestire un ambiente di social learning 76/89 Campus 2.0
  77. 77. Workshops Marco Lotito1. TIM Brasil2. Telecom Argentina (2)Gestire un ambiente di social learning 77/89 Campus 2.0
  78. 78. Bilancio di sostenibilità Telecom Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 78/89 Campus 2.0
  79. 79. The Social Enterprise Marco LotitoBlog di Emanuele QuintarelliGestire un ambiente di social learning 79/89 Campus 2.0
  80. 80. I premi …li ritirano i Capi Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 80/89 Campus 2.0
  81. 81. Alla fine i riconoscimenti arrivano Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 81/89 Campus 2.0
  82. 82. Marco LotitoOltre la tecnologia: la mia visioneGestire un ambiente di social learning 82/89 Campus 2.0
  83. 83. Un percorso etico Marco LotitoGestire un ambiente di social learning 83/89 Campus 2.0
  84. 84. La mia visione: la decrescita aziendale è una opportunità Marco Lotito Dobbiamo compiere un grande sforzo per accettare che la decrescita possa essere un concetto con valenza positiva Le 8R della Decrescita: 1. Rivalutare 2. Riconcettualizzare 3. Ristrutturare 4. Ridistribuire 5. Rilocalizzare 6. Ridurre 7. Riutilizzare 8. RiciclareGestire un ambiente di social learning 84/89 Campus 2.0
  85. 85. La mia visione: la permacultura va bene anche per l’ecosistema 2.0 Marco Lotito La Permacultura si può definire una sintesi di ecologia, geografia, antropologia, sociologia e progettazione La Permacultura è un processo integrato di progettazione che dà come risultato un ambiente sostenibile, equilibrato ed estetico. Applicando i principi e le strategie ecologiche si può ripristinare lequilibrio di quei sistemi che sono alla base della vita. La Permacultura è la progettazione, la conservazione consapevole ed etica di ecosistemi produttivi che hanno la diversità, la stabilità e la flessibilità degli ecosistemi naturaliGestire un ambiente di social learning 85/89 Campus 2.0
  86. 86. La mia visione: un vicinato elettivo tra colleghi Marco Lotito Il vicinato elettivo è una rete locale di persone che si danno un reciproco aiuto nella soluzione di qualche specifico problema e/o che si confrontano e interagiscono su temi di comune interesse.Gestire un ambiente di social learning 86/89 Campus 2.0
  87. 87. La mia visione: letica hacker Marco Lotito Il termine "etica hacker" è attribuito allo scrittore Steven Levy, che lo descrive nel libro del 1984 «Hackers. Gli eroi della rivoluzione informatica.»[1] Uno dei suoi grandi mentori è il finlandese Pekka Himanen. Come scritto da Levy nella prefazione del libro, i principi generali su cui si basa letica hacker sono: • Socializzazione. Laccesso ai computer - e a tutto ciò che potrebbe insegnare qualcosa su come funziona il mondo - devessere assolutamente illimitato. • Apertura Tutta linformazione devessere libera • Decentralizzazione «Dubitare» dellautorità per promuovere il decentramento • Avvicinare le persone ai computer Con un computer puoi creare arte • Migliorare il mondo I computer possono cambiare la vita in meglioGestire un ambiente di social learning 87/89 Campus 2.0
  88. 88. La «Tentazione Facebook» Marco Lotito 10 motivi per non cadere in tentazione secondo Sean R. Nicholson 1. Privacy, privacy… privacy 2. No integration with your other enterprise applications 3. Employees may not like the “forced” blending of work/social 4. Discussions and walls offer no pre-moderation options 5. Groups are limited to 250 members 6. Changes that might not be in the interest of your organization 7. Facebook is architected as an entertainment platform, not an organizational Intranet 8. Search isn’t designed for Intranet purposes 9. No document sharing 10. No integration with organizational LDAPhttp://www.socmedsean.com/facebook-as-an-intranet-part-3-10-more-reasons-not-to-consider-facebook-for-your-intranet-platform/Gestire un ambiente di social learning 88/89 Campus 2.0
  89. 89. Marco Lotito Grazie a tutti i campusiani !Gestire un ambiente di social learning 89/89 Campus 2.0

×